Podcasts about adolescenti

  • 190PODCASTS
  • 639EPISODES
  • 18mAVG DURATION
  • 5WEEKLY NEW EPISODES
  • Jan 2, 2023LATEST

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about adolescenti

Show all podcasts related to adolescenti

Latest podcast episodes about adolescenti

La psicologa Silvia
Tre cose che accadono quando cambi

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Jan 2, 2023 10:00


RADIOIMMAGINARIA
#Forlì La giuria degli adolescenti, vieni a Sanremo con noi!

RADIOIMMAGINARIA

Play Episode Listen Later Dec 24, 2022 128:27


Radioimmaginaria Evento ForlìPodcastCiao ragazzi! Siamo a Forlì alla Fabbrica delle candele per farvi un annuncio mega importante: SONO UFFICIALMENTE APERTE LE ISCRIZIONI PER LA GIURIA DEGLI ADOLESCENTI!!La giuria degli adolescenti è la giuria dei ragazzi dagli 11 ai 22 anni che ha il compito di decretare il vincitore del festival di Sanremo secondo noi adolescenti. In questa diretta molti ragazzi ci hanno scritto e chiamato per tentare la sorte e cercare di essere uno dei 3 giurati che verranno a Sanremo con noi. Ma se non siete riusciti a scrivere non preoccupatevi, potete comunque far parte della Giuria degli Adolescenti tranquillamente dal divano di casa vostra iscrivendovi sul sito giuriadegliadolescenti.itRimanete connessi per altre news su Sanremo e la Giuria degli Adolescenti!www.radioimmaginaria.it

Esperienza di meditazione
Interviste alla radio RRC: n°28 - Adolescenti e genitori, messaggi da passare!

Esperienza di meditazione

Play Episode Listen Later Dec 23, 2022 11:39


La psicologa Silvia
Aiutare i bambini a essere grati

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Dec 19, 2022 11:42


Manca ormai pochissimo al Natale e già immaginiamo una catasta di regali che sommergerà i nostri bambini.

Esperienza di meditazione
Interviste alla radio RRC: n°27 - Adolescenti e genitori

Esperienza di meditazione

Play Episode Listen Later Dec 19, 2022 11:48


Il Volo del Mattino
Edoardo Brugnatelli scrittura e adolescenti

Il Volo del Mattino

Play Episode Listen Later Dec 15, 2022 6:41


Obiettivo Salute
L'uso eccessivo di divice elettronici nei pre-adolescenti

Obiettivo Salute

Play Episode Listen Later Dec 14, 2022


L'uso eccessivo di device elettronici e schermi potrebbe aumentare il rischio di sviluppare il disturbo ossessivo nei pre adolescenti. Questo è quanto sottolinea uno studio coordinato dall'Università della California e pubblicato su Giornale di salute degli adolescenti che commentiamo a Obiettivo Salute con prof.ssa Anna Ogliari, associato di psicologia clinica ed esperta dell'età evolutiva all'Università vita-salute San Raffaele

Ecovicentino.it - AudioNotizie
Disagio psicologico giovanile in aumento: dalla Regione 545 mila euro per il Vicentino

Ecovicentino.it - AudioNotizie

Play Episode Listen Later Dec 6, 2022 1:28


La pandemia ha danneggiato gli adolescenti più fragili, con un aumento di patologie come anoressia, autolesionismo, sindromi da isolamento. La Regione per questo ha creato presso le 9 Ulss le Unità Funzionali Distrettuali Adolescenti che ora finanzia con oltre 3 milioni di euro complessivi. Serviranno per la Neuropsichiatria infantile e dell'adolescenza e per reclutare psicologi.

Radio Number One - Tutto libri
Stefano Rossi: Come reagire di fronte ai comportamenti violenti e problematici degli adolescenti?

Radio Number One - Tutto libri

Play Episode Listen Later Dec 5, 2022 2:50


Nel nuovo episodio di TuttoLibri, Liliana Russo, racconta Mio figlio è un casino, di Stefano Rossi

Esperienza di meditazione
Interviste alla radio RRC: n°25 - Relazione con gli adolescenti

Esperienza di meditazione

Play Episode Listen Later Dec 5, 2022 17:14


La psicologa Silvia
Mia figlia è troppo perfezionista...

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Dec 5, 2022 10:42


La psicologa Silvia
Come aiutare gli adolescenti a non avere paura

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Nov 28, 2022 9:46


Come aiutare un figlio preadolescente o adolescente che inizia a uscire di casa e a muoversi in autonomia?

Tra le righe
Episodio 72 - Gioventù rubata

Tra le righe

Play Episode Listen Later Nov 23, 2022 14:48


Durante la pandemia degli ultimi due anni, si è detto più volte che i giovani sono stati i grandi dimenticati. A loro, per esempio, è stato chiesto di rinunciare a tutto ciò di cui un'adolescenza sana avrebbe bisogno: tra chiusure, restrizioni, didattica a distanza e distanziamento sociale, i ragazzi sono stati privati di incontri, amicizie, amori, errori, tentativi, contatti. È lunga la lista di esperienze negate che i giovani hanno dovuto mettere in pausa indefinitamente, in una fase di vita decisiva per lo sviluppo delle relazioni e dell'identità.Gustavo Pietropolli Charmet (psicoterapeuta, docente di Psicologia Dinamica all'Università Statale di Milano e all'Università di Milano Bicocca, che da decenni lavora con gli adolescenti e le loro famiglie) è l'ospite di questa puntata. Il professore affronta questi temi nel libro dal titolo "Gioventù rubata – Che cosa la pandemia ha tolto agli adolescenti e come possiamo restituire il futuro ai nostri figli" (Mondadori, 2022)

Risposte in 2 minuti by NostroFiglio.it
Aritmie pediatriche: quando preoccuparsi

Risposte in 2 minuti by NostroFiglio.it

Play Episode Listen Later Nov 23, 2022 1:46


Aritmie pediatriche: quando preoccuparsi? Risponde il Professor Massimo Santini Presidente de Il Cuore di Roma Onlus e autore con il Dottor Luca Santini del volume divulgativo "Il mio cuore elettrico"

La psicologa Silvia
Perché non riesco a essere me stessa

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022 12:21


Psicologia Pratica
Adolescenti e gioco di ruolo: una strategia terapeutica per il cambiamento

Psicologia Pratica

Play Episode Listen Later Nov 19, 2022 27:44


Adolescenti e gioco di ruolo: una strategia terapeutica per il cambiamento conduce il dott. Simone Sottocorno durante il summit di Psicologia di Monza 2022

Ultim'ora
Abusi nello sport, le esperienze degli adolescenti

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Nov 18, 2022 2:05


In questo ultimo periodo si sta parlando di abusi nel mondo dello sport. In questo servizio, i ragazzi di Radioimmaginaria, la radio degli adolescenti dagli 11 ai 17 anni, hanno raccolto le esperienze dei loro coetanei.fsc/gtr

Attiviamo Energie Positive
Giovani, isolamento e ritiro sociale

Attiviamo Energie Positive

Play Episode Listen Later Nov 17, 2022 45:37


Parliamo di isolamento sociale dei bambini e adolescenti, fenomeno sempre più diffuso ma ancora poco conosciuto e di difficile inquadramento. Un webinar del Cante di Montevecchio, con la partecipazione di diversi esperti in comunicazione e scienze umane.

La psicologa Silvia
Il mio bambino è iperattivo?

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Nov 14, 2022 12:14


“Il mio bambino ama muoversi, correre, giocare ed è sempre in movimento. Come faccio a capire se è solo vivace oppure se è iperattivo come qualcosa che deve attirare la mia attenzione di genitore?”Il termine iperattività può avere una doppia valenza:1️⃣ indica un disturbo psicologico riconosciuto;2️⃣ è usata nel linguaggio comune senza dei collegamento all'aspetto clinico.Per fare un po' di chiarezza, cerchiamo di capire che cosa rende un bambino agitato e qual è il ruolo delle funzioni esecutive.Senza dimenticare:

La psicologa Silvia
Qual è l'educazione migliore?

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Nov 7, 2022 10:13


Ho ricevuto una domanda impegnativa su come si identifica il tipo di educazione migliore.Tra quella più severa, più autoritaria, più libertina…Ho subito pensato e selezionato tre caratteristiche importanti che non dovrebbero mai mancare in uno stile educativo.Partiamo dalla base ovvero che la strada che decidiamo di percorrere deve essere definita in modo realistico osservando i nostri figli.L'educazione migliore è quella che ha come riferimento il temperamento, i talenti e le difficoltà caratteriali. E che non porta mai a mentire.Qual è il punto che trovate più complicato?Un abbraccioSilvia

FormazionePodcast
#1202 - La mente degli adolescenti | Buongiorno Felicità

FormazionePodcast

Play Episode Listen Later Nov 7, 2022 8:27


Perché gli adolescenti sono così propensi al rischio? Perché spesso non danno ascolto ai consigli dei genitori? Scopriamolo in questa puntata di Buongiorno Felicità.SCUOLA DI COACHINGIl 20 gennaio 2023 parte la MYP COACHING ACADEMY - I Livello - SELF COMPETENCIES8 giornate in formula week end Per saperne di più clicca qui

il posto delle parole
Stefano Rossi "Mio figlio è un casino"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Nov 6, 2022 18:58


Stefano Rossi"Mio figlio è un casino"Sopravvivere alle tempeste emotive e crescerlo resilienteFeltrinelli Urrahttps://www.feltrinellieditore.it/Chi l'avrebbe immaginato? Sembrava tranquillo. Con il suo caratterino, certo, e qualche giornata storta, ma eravate convinti di sapere come gestirlo e farlo crescere. Poi, vi siete trovati, voi con lui, nel mezzo di una tempesta, fatta di conflitti, tra onde anomale di irrazionalità e incertezza, in balia di ribellioni, provocazioni e umori bui, che lasciano disorientati. Come recitava un vecchio adagio, non c'è vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.Per questo, unendo le più recenti ricerche sulle neuroscienze sociali alla sua lunga esperienza sul campo, l'autore illustra un metodo in quattro tappe, utile per insegnare a bambini e ragazzi l'arte di navigare con empatia e forza attraverso le emozioni più difficili. Con la sua guida leggeremo cosa si nasconde dietro i loro comportamenti impossibili, ma anche dentro di noi e dietro le nostre stesse azioni. Impareremo a costruire con figli e studenti una relazione basata su amore, incoraggiamento, riparo e vera accettazione e, adottando la comunicazione empatica, daremo nuovo calore e nuovi colori al percorso educativo.Affiancandoli nelle loro tempeste trasformeremo la rabbia in gentilezza, la paura in saggezza, la tristezza in sensibilità, le cadute in occasioni per apprendere la resilienza. Non ci troveremo impreparati nel soccorrerli neppure nelle situazioni più complicate e delicate, causate da un lutto, dall'abbandono o dai timori generati da guerre e disastri naturali. Sapremo educarli alle regole, alla gestione dei conflitti, ma anche alla solidarietà, al bello e alla cura del pianeta, perché un vero porto sicuro sa accogliere le emozioni-tempesta, ma al contempo mostra ai giovani velieri come lasciare un piccolo segno di bellezza ed empatia nel mondo.Da educatore di strada nelle periferie urbane lombarde, la voce di uno dei più noti e autorevoli psicopedagogisti italiani, per far ritrovare la rotta verso la resilienza a genitori, insegnanti, educatori e, naturalmente, ai nostri ragazzi.Come reagire di fronte ai comportamenti problematici di bambini e preadolescenti?Come diventare il loro “porto sicuro” educandoli alle emozioni?Come ricucire l'alleanza tra insegnanti e genitori per prenderci meglio cura di loro?Stefano Rossi, psicopedagogista scolastico e conferenziere tra i più apprezzati, è tra i massimi esperti di didattica cooperativa e educazione emotiva di bambini difficili e ragazzi a rischio. Dopo significative esperienze come educatore di strada nelle periferie urbane e dopo aver coordinato centri psicoeducativi per famiglie e minori, oggi si occupa di ricerca, formazione e consulenza psicopedagogica per insegnanti, ragazzi e genitori. Negli ultimi vent'anni ha ideato numerosi progetti di contrasto alla dispersione scolastica, confluiti oggi nel Metodo Rossi della Didattica Cooperativa®, di cui dirige il Centro, e sul quale ha formato oltre 600 istituti in Italia e 80mila insegnanti. È consulente scientifico per l'agenzia di formazione Prospettive didattiche e della rete nazionale di scuole Mof (Modello orario finlandese). Ha curato ed è autore di una trentina di testi, tra i quali, editi da Pearson, Didattica cooperativa e classi difficili (2018), Menti critiche, cuori intelligenti (2020), Carezze d'empatia in classe (2021).Potete seguirlo sui suoi canali social e al sito: https://www.centrodidatticacooperativa.it/IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

W LA DISLESSIA - IL PODCAST
Scopri la dislessia Ep. 100 - Quali sono le domande da NON fare all'uscita di scuola

W LA DISLESSIA - IL PODCAST

Play Episode Listen Later Nov 6, 2022 6:50


Qualche giorno fa è planata nel Web una foto sulle 5 domande da fare all'uscita di scuola dei figli.Ho deciso di approfondire un attimo la cosa.Mi raccomando, se non hai voglia di sorridere non ASCOLTARE e non proseguire nella descrizione.Prima di tutto: piantatela di fare filosofia e a trovare escamotage per farvi dire come è andata a scuola!Queste 5 domande sono quello!E non fanno altro che rendervi insopportabili mentre fate il gioco dei piccoli coach attenti ai bisogni altrui.Di tutte le domande che ci sono manca l'unica importante:COME STAI AMORE MIO?E ora vi faccio vedere cosa risponderebbe in modo sincero un ragazzo:COSA TI HA FATTO SORRIDERE OGGI?Ma non vedi che ho il muso lungo da quando mi hai visto? Precisamente cosa ci sarebbe da ridere dopo 5 ore di verifiche?CON CHI TI SEI SEDUTO A PRANZO?Non ti ricordi che dobbiamo mangiare da soli al banco?SE POTESSI CAMBIARE UNA COSA DI OGGI QUALE SAREBBE?Le tue domande del cavolo è troppo?QUAL È STATA LA REGOLE PIÙ DIFFICILE DA RISPETTARE OGGI?Oh mamma, ma sicura di non aver bevuto?DIMMI QUALCOSA CHE SAI OGGI, CHE NON SAPEVI IERIChe leggi troppi post su Facebook e non stai benissimoIndirò la giornata mondiale contro le supercazzole!Occupatevi di come stanno i ragazzi e smettetela di correre dietro alle frasi ad effetto.C'è solo una domanda che apre il dialogo: COME STAI?E funziona solo se è realmente interessata ad avere una risposta.Il resto è fuffa!E... vale anche stare in silenzio a volte.

Top Italia Radio Le interviste
Conversazione con Licia Coppo sul rapporto tra bambini, adolescenti e smartphone

Top Italia Radio Le interviste

Play Episode Listen Later Nov 5, 2022 48:52


Siamo tornati a ospitare la pedagogista, formatrice e counsellor Licia Coppo per affrontare il vasto e complesso argomento del rapporto tra i più giovani e gli smartphone.

Lo Psiconauta
Ep. #414 - Microtraumi Psicologici in Fase Evolutiva

Lo Psiconauta

Play Episode Listen Later Nov 4, 2022 7:11


Avete mai sentito parlare di Microtraumi di tipo psicologico che avvengono in Fase Evolutiva? Di che cosa si tratta? E perchè il concetto di "microtrauma" è così importante in psichiatria?In ambito psicologico e psichiatrico non si parla quasi mai del concetto di “microtrauma” o meglio dei microtraumi ripetuti, in particolar modo quelli che si manifestano in corso dello sviluppo da bambino all'adolescenza.Il microtrauma rappresenta, probabilmente, la causa più diffusa di quel disagio mentale che risulta essere correlato alla Dimensione SISTEMICO-RELAZIONALE-EVOLUTIVA (ecco il video in cui ne parlo in m,aniera diffusa: https://youtu.be/tVkjiS_L2UY).Molto frequentemente l'area del trauma in fase evolutiva, al contrario di quanto si crede, non è definita da uno o pochi “grandi” eventi che generano un turbamento “maggiore", ma piuttosto da una lunga serie di piccole e costanti distorsioni e alterazioni con l'ambiente intorno.Quasi sempre questa lunga e persistente serie di “piccoli” sfortunati eventi ha luogo certamente all'interno della famiglia.#microtrauma #trauma Il Dr. Valerio Rosso, su questo canale YouTube, si dedica a produrre delle brevi lezioni di psichiatria rivolte ai pazienti, agli operatori della salute mentale, ai famigliari dei pazienti, agli studenti di medicina, agli specializzandi in psichiatria e a chiunque sia interessato alla salute mentale, alla psichiatria ed alle neuroscienze.ISCRIVETEVI AL MIO CANALE ► https://bit.ly/2zGIJorVi interessano la Psichiatria e le Neuroscienze? Bene, allora iscrivetevi a questo podcast, al mio canale YouTube e seguitemi sul web tramite il mio blog https://www.valeriorosso.comScoprite tutti i miei libri: https://bit.ly/2JdjocYScoprite la mia Musica: https://bit.ly/2JMqNjZVisitate anche il mio blog: https://www.valeriorosso.comAvete mai sentito parlare del progetto psiq? Andate subito ad informarvi su https://psiq.it ed iscrivetevi alla newsletter.

La psicologa Silvia
Il mio bimbo è permaloso!

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 11:43


“Non gli si può dire niente!“ ⚡️⛈⚡️“Non regge le critiche!“⚡️⛈⚡️“Quanto è permaloso!”⚡️⛈⚡️“…““Non so mai cosa fare, è meglio cercare di camminare sulle uova per evitare di far scoppiare qualche crisi oppure è giusto criticare affinché impari a essere meno permaloso?”“…“Prima di rispondere a questa domanda, vediamo perché alcuni bambini scattano come una molla mentre altri non se la prendono così tanto.Parliamo di emozioni primarie, di “pulsanti” più sensibili di altri, di quoziente intellettivo e di mentalità.Ma soprattutto cerchiamo di capire come comportarsi e gestire gli “sbotti” che possono verificarsi.Un abbraccioSilviaP.S.: che cosa fa diventare particolarmente permalosi i vostri figli?

Millevoci
Gli adolescenti e la rete (3./3)

Millevoci

Play Episode Listen Later Oct 28, 2022 54:42


Ecovicentino.it - AudioNotizie
Adolescenti in crisi, a Schio un nuovo centro Ulss per tutto l'Alto Vicentino

Ecovicentino.it - AudioNotizie

Play Episode Listen Later Oct 27, 2022 1:13


La struttura è stata inaugurata presso la Casa della Salute, a Schio: al suo interno opera un'equipe di psicologi strutturati nella nuova Unità Funzionale Distrettuale Adolescenza. Comprende tre studi e una sala per attività di gruppo. Servirà tutto l'Alto Vicentino.

Față/Verso
Vremea concluziilor

Față/Verso

Play Episode Listen Later Oct 27, 2022 37:59


În finalul sezonului „Adolescent în ficțiune”, e vremea concluziilor. Eticheta de „literatură pentru adolescenți” pe o carte este un reper și o unealtă pentru toți cei din jurul acesteia: cititori, educatori, scriitori și editori. După temele și cărțile discutate cu adolescenții, începând din luna iunie și până acum, încheiem cu un episod de podcast în care invitați sunt profesioniști ai pieței de carte și cu un articol în care echipa proiectului relatează impresii și gânduri despre literatura pentru adolescenți și experiența de lucru.În episodul de podcast Vremea concluziilor, am stat de vorbă cu:Cătălina Nicolau — director executiv la Editura NemiraRadu Băieșu — muzeograf și redactor la Muzeul Național al Literaturii Române din BucureștiCorina Anton — italienistă, scriitoare, traducătoareIulia Dromereschi — traducătoare literară și fondatoarea Asociației AIVIMăriuca Munteanu — librar CărtureștiDiana Petruț — PR la Librăriile CărtureștiRadu Pavel — achizitor la Librăriile CărtureștiDan Pavelescu — redactor-șef și traducător la Editura PaladinLoredana Voicilă — traducătoare literară din limba englezăAdina Popescu — scriitoare--Ilustrația sonoră a acestui episod de podcast a fost realizată cu ajutorul băncii de sunete freesound.org.--fata-verso.rofata-verso.roGazdele și realizatorii podcastului Față/Verso sunt Simina Popa și Claudiu Sfirschi-Lăudat.

RadioPNR
Rubrica L'Angolo del Coach-Teen Coaching, il coaching per gli adolescenti

RadioPNR

Play Episode Listen Later Oct 27, 2022 17:28


Rubrica "L'Angolo del Coach" Ogni Giovedì alle 15,30 circa, l'ospite di Pomeriggio Insieme di Furia sarà Riccardo Spadoni-Life Coach, che ci racconterà della varietà di strumenti e metodi per aiutare le persone ad imparare a conoscere e sfruttare le proprie potenzialità e abilità. Oggi parliamo di: Teen Coaching, il coaching per gli adolescenti Buon Ascolto.

Ecovicentino.it - AudioNotizie
Scomparse in simultanea due adolescenti di 16 e 14 anni. Appelli dei genitori per Alessia e Gloria

Ecovicentino.it - AudioNotizie

Play Episode Listen Later Oct 26, 2022 2:10


La psicologa Silvia
3 falsi miti sull'autonomia

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Oct 24, 2022 11:47


Autonomia… parola a volte usata a sproposito nell'educazione di bambini e ragazzi. Ma può essere un obiettivo educativo?

BASTA BUGIE - Omosessualità
Sull'aberrante asportazione del seno alle adolescenti, anche il New York Times inizia ad avere qualche dubbio

BASTA BUGIE - Omosessualità

Play Episode Listen Later Oct 19, 2022 9:37


TESTO DELL'ARTICOLO ➜ www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=7181SULL'ABERRANTE ASPORTAZIONE DEL SENO ALLE ADOLESCENTI, ANCHE IL NEW YORK TIMES INIZIA AD AVERE QUALCHE DUBBIO di Giuliano GuzzoChi l'avrebbe mai detto. Perfino il giornale più famoso del mondo, un vero e proprio faro globale per la cultura liberal e progressista, ovvero il New York Times, si sta accorgendo che qualcosa non torna, nella narrazione arcobaleno - ovviamente rose e fiori, su quanti prendono la strada del «cambiamento» - dei baby transgender. Questo almeno pare di capire vedendo il contenuto di More Trans Teens Are Choosing 'Top Surgery', un lungo articolo del 26 settembre a firma della reporter Azeen Ghorayshi che, sul suo profilo Twitter, ha detto di essersi voluta soffermare sugli adolescenti transgender che, in America, subiscono interventi chirurgici di asportazione del seno, per vedere ciò «con quale frequenza sta realmente accadendo, perché e quali possono essere i rischi».In effetti, il suo servizio - pur non potendosi certo considerare critico verso le rivendicazioni Lgbt - contiene dei passaggi che, probabilmente per la prima volta sul celebre giornale della Grande Mela, quanto meno mettono in discussione certe visioni unilaterali sul tema. Anzitutto perché riporta un dato, che è quello degli interventi tra i minori di mastectomia vale a dire di asportazione chirurgica della mammella, presso il Kaiser Permanente Oakland Medical Center in California; ed è un dato impressionante dal momento che è passato dai cinque del 2013 al 70 del 2019, facendo segnare, in soli sei anni, una impennata del 1.300%. Non è finita.Sempre l'articolo New York Times, poi, accenna ad un aspetto noto ai critici delle posizioni arcobaleno ma che è significativo che venga rimportato da una simile fonte, e cioè quello di «uno studio su 136 pazienti transgender di età compresa tra 13 e 25 anni, metà dei quali aveva subito un intervento chirurgico» importante ed apparentemente migliorativo della loro condizione, se non fosse che «la maggior parte dei pazienti è stata intervistata meno di due anni dopo l'intervento chirurgico e quasi il 30% non ha potuto essere contattato o rifiutato di partecipare». Un vuoto di conoscenze di non poco conto.Anche perché, attenzione, non è affatto il solo. Ghorayshi segnala infatti, inoltre, che «pochi ricercatori hanno esaminato i cosiddetti detransitioners, vale a dire le persone che hanno interrotto o invertito i trattamenti di genere. A luglio, uno studio su 28 di questi adulti ha descritto un'ampia gamma di esperienze, con alcuni che provano un intenso rimpianto e altri che hanno un'identità di genere più fluida. Poiché così pochi studi hanno esaminato la detransizione». A seguire, non manca nell'articolo un riferimento al fatto che «molti medici chiedono ai giovani pazienti e ai loro genitori di fornire il consenso senza riconoscere le incognite» che accompagnano tali processi.Naturalmente, l'impostazione generale dell'intervento uscito sul New York Times non è - né avrebbe potuto essere, a ben vedere, vista la collocazione ideologica della celebre testata - di bocciatura inappellabile e tout court delle istanze Lgbt sui minori; non siamo cioè, per capirci, a livelli dell'Economist, giornale sempre celebre ma a che da anni denuncia le derive ideologiche della medicina e della chirurgia gender sui bambini. Tuttavia, fa comunque impressione leggere che perfino il quotidiano riferimento della sinistra mondiale ammetta che solo «piccoli studi suggeriscono che la chirurgia per la rimozione del seno» migliori «il benessere degli adolescenti transgender, ma i dati sono scarsi».Pur tra mille cautele, questo articolo ammette infatti che quello sui baby trans è un esperimento globale. Un esperimento del quale anche oggi «i dati sono scarsi» e che viene portato avanti sia per ragioni ideologiche, sia per motivi economici (gli interventi in questione costano, e costano pure parecchio). Ma se fosse tutto un enorme errore? Se domani ci si accorgesse - come già molte testimonianze di detransitioners lasciano intendere - che la medicina ha rovinato migliaia di giovani che andavano aiutati e non assecondati nel loro disagio di genere? Oggi, ed è questa la notizia più rilevante, neppure il New York Times esclude più un simile scenario.Nota di BastaBugie: ecco altre notizie sul "gaio" mondo gay... sempre meno gaio.IN SCOZIA LA METÀ DEI PRIGIONIERI TRANS HA CAMBIATO SESSO DOPO LA CONDANNALe autorità hanno rivelato che in Scozia metà dei detenuti transgender ora presenti nelle carceri ha iniziato la transizione di genere dopo la condanna. Il servizio carcerario scozzese ha infatti dichiarato che su sedici detenuti trans, ben otto hanno iniziato la transizione mentre erano in custodia.Il sistema carcerario ha inoltre rivelato che sei detenuti trans hanno condanne "attuali o precedenti" per reati sessuali. Siccome un numero imprecisato di uomini trans potrebbe essere presto trasferito nelle carceri femminili, queste rivelazioni hanno generato a nuove preoccupazioni riguardo all'attuale policy carceraria per i transgender.Le autorità hanno però rifiutato di rivelare quante denunce erano state presentate dalle detenute contro i prigionieri trans da quando la nuova policy sui transgender è stata introdotta nel 2014.(Provita & Famiglia, 11 ottobre 2022)NEGLI STATI UNITI UN PEDOFILO RICEVE MILIONI DI DOLLARI DI RISARCIMENTO PERCHÉ NON POTÉ CAMBIARE SESSO IN CARCEREIn Idaho un violento molestatore sessuale di nome Edmo ha ricevuto più di 2,5 milioni di dollari di risarcimento per le spese legali dopo aver citato in giudizio lo stato per avergli rifiutato le "cure di transizione di genere" mentre era incarcerato per aver abusato sessualmente di un ragazzo di 15 anni.Brady Summers, un uomo che ha frequentato Edmo per due anni, ha detto che lui non viveva da donna prima di andare in prigione e si era sempre presentato come un uomo gay mascolino.Nel 2019, il governatore dell'Idaho Brad Little aveva condannato il tentativo di Edmo di assicurarsi il suo intervento chirurgico mentre era incarcerato, affermando che non gli sembrava giusto che i soldi dei contribuenti venissero usati per pagare l'operazione di transizione a un pedofilo, peraltro anche contro il parere dei medici.La Corte ha però stabilito che i funzionari della prigione rifiutando la richiesta di intervento chirurgico di Edmo avevano violato l'ottavo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti che vieta punizioni crudeli e insolite.(Provita & Famiglia, 14 ottobre 2022)L'ULTIMA TROVATA CHOC DELLA GERMANIA È L'ASILO LGBTA Berlino «aprirà, il prossimo anno, un asilo arcobaleno". E non nel senso di colorato e variopinto. E' la notizia choc data due giorni fa dal quotidiano La Verità.Un asilo, Kindergarten, «che sarà gestito principalmente da personale della comunità Lgbt». E che, scrive il giornalista Valerio Benedetti, «insegnerà ai bambini come far sbocciare il gay che è dentro di loro».Sembra una battuta, ma pare proprio che sia questo l'intento dell'operazione pseudo educativa. Nell'asilo ci saranno, «dieci normalissimi libri per bambini, ma anche tre in cui un principi sposa un principe», avrebbe riferito Marcel de Groot, futuro responsabile della "scuola di rieducazione" alla rivista tedesca Bild.Non si può non notare che c'è un lavaggio del cervello bello e buono, che con la scusa della tolleranza e dell'inclusione vuole promuovere certe tendenze sessuali e sfavorirne altre. Discriminazione dei bambini non gay? E come accertare le pulsioni intime in fanciulli di età 3-5 anni? E che dire dei maestri eterosessuali, scartati per principio?A tutto ciò si aggiunga che parlare di sessualità a bambini molto piccoli va proprio nel senso della più volte denunciata iper-sessualizzazione della cultura e dell'adolescenza. E questa iper-sessualizzazione piace a chi vuole collegare bambini e sessualità, giovanissimi e desideri sessuali.Non resta dunque che augurarci che le proteste seguite all'annuncio dell'apertura di questo asilo impediscano la nascita di un luogo che non sarebbe per tutti, ma solo per quei bambini che si trovano ad avere, purtroppo, dei genitori che mettono l'ideologia al posto dell'educazione.(Fabrizio Cannone, Provita & Famiglia, 7 ottobre 2022)

La psicologa Silvia
Come gestire i momenti genitore figlio

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Oct 17, 2022 12:17


La gestione dei momenti che noi genitori passiamo da soli con i nostri figli può sembrare una cosa semplice, ma porta con sé delle questioni molto importanti.Ci può essere un discorso legato all'ansia, soprattutto per via dei comportamenti dei bambini che oggi sono molto diversi rispetto a quando eravamo piccoli noi.Cercano una stimolazione continua, saltano da una cosa all'altra, non sanno cosa siano lentezza e noia.Il rischio è quello di passare da un estremo all'altro: in piena crisi perché non sappiamo cosa fargli fare oppure andando verso una sovrastimolazione continua ed eccessiva.Partiamo da qui: non dobbiamo mai dimenticare che il nostro obiettivo genitoriale non è quello di ricercare la perfezione. E nel video cerco di darvi alcuni spunti per svolgere il nostro ruolo serenamente.E voi? Che cosa fate con i vostri figli?Un abbraccioSilvia

ANSA Voice Daily
I pediatri, 'un tentato suicidio al giorno tra gli adolescenti'

ANSA Voice Daily

Play Episode Listen Later Oct 14, 2022 3:25


Negli ultimi due anni +75% di casi, in 100mila soffrono di hikikomori, la fuga dall'interazione con mondo.

il posto delle parole
Enrico Galiano "Scuola di felicità per eterni ripetenti"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Oct 12, 2022 11:43


Enrico Galiano"Scuola di felicità per eterni ripetenti"Garzanti Editorehttps://www.garzanti.it/Arriva un momento in cui si è convinti che non ci sia più bisogno di imparare. Ma basta un attimo per capire che le nostre sicurezze, spesso, sono solo un modo per far tacere la paura. Perché vivere intensamente è questo che fa: paura. E sono proprio i giovani a metterci davanti agli occhi una simile verità. Sono loro a rendere chiaro e lampante ciò che nella vita si è sempre saputo, ma non si sapeva di sapere. O ci si rifiutava di sapere. Capitolo dopo capitolo, Enrico Galiano ci porta a scuola di felicità. Una scuola in cui le lezioni sono piccole e grandi allo stesso tempo – sull'amore, il coraggio, la libertà – e impartite non da chi siede dietro la cattedra, ma dai ragazzi stessi. Scopriremo così che hanno ragione loro, quando ridono fino alle lacrime mentre gli adulti li osservano seri. Hanno ragione, quando amano fino a stare male mentre gli adulti li guardano con un sorriso accondiscendente. Hanno ragione, quando cadono, quando non capiscono, quando tartassano di domande finché ottengono una risposta chiara. Quando si arrabbiano perché non si sentono ascoltati. Grazie ai ragazzi, ci si rende conto che, per quanta strada si sia fatta, per quanta esperienza si sia accumulata, si è sempre eterni ripetenti. Eterni ripetenti alla scuola della felicità. Dopo aver dominato per mesi le classifiche con L'arte di sbagliare alla grande, Enrico Galiano torna con un saggio che è come una giornata di sole dopo mesi di pioggia. Ci fa entrare nella sua classe ad ascoltare le voci e le storie di ragazze e ragazzi, e ci trasmette un'inaspettata leggerezza: leggendo queste pagine, nasce, spontanea, una voglia improvvisa di cominciare a vivere davvero.Enrico Galiano è nato a Pordenone nel 1977. Insegnante in una scuola di periferia, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni su Facebook. Ha dato il via al movimento dei #poeteppisti, flashmob di studenti che imbrattano le città di poesie. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d'Italia dal sito Masterprof.it. Il segreto di un buon insegnante per lui è: «Non ti ascoltano, se tu per primo non li ascolti». Ogni tanto prende la sua bicicletta e se ne va in giro per il mondo con uno zaino, una penna e tanta voglia di stupore.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Millevoci
Adolescenti e criminalità (1./3)

Millevoci

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022 9:51


Sempre più adolescenti ammettono di aver commesso reati.

LifeX
76 - ADOLESCENTI, IDEALI, ALIMENTAZIONE e SPORT

LifeX

Play Episode Listen Later Oct 5, 2022 38:05


Una discussione amichevole nata da una conversazione telefonica riguardo gli adolescenti e il confronto con gli altri. Social o compagni di squadra che siano, quale è la vostra posizione al riguardo? Lo sport può salvare o amplificare?

Risposte in 2 minuti by NostroFiglio.it
Traumi post pandemia su bambini e adolescenti

Risposte in 2 minuti by NostroFiglio.it

Play Episode Listen Later Oct 5, 2022 3:56


Quali sono i traumi e le ferite che la fondazione Telefono Azzurro ha registrato maggiormente tra i più giovani, nel periodo post pandemia? E come vengono affrontati? Risponde la Dott.ssa Francesca Scandroglio, psicologa clinica e forense, che lavora nel Centro Studi ricerche e sviluppo di Telefono Azzurro.

BASTA BUGIE - Cristianesimo
Cosa fare se non si trova la parrocchia adatta

BASTA BUGIE - Cristianesimo

Play Episode Listen Later Oct 5, 2022 10:55


TESTO DELL'ARTICOLO ➜ www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=7115COSA FARE SE NON SI TROVA LA PARROCCHIA ADATTA di Miria CiucciOrmai da diversi anni ci definiamo cattolici erranti, come pecore senza pastore in cerca di scampoli di Chiesa viva e vera. E dobbiamo essere grati al Signore che, in questa landa spesso desolata, non ci ha lasciati mai troppo tempo senza incontrare qualche luce e qualche piccola oasi che rinfranchi il cuore. Occorre tener desto il desiderio e investire tempo e spesso macinare parecchi chilometri. E così quattro anni fa, si direbbe quasi per caso, ma piuttosto direi per una di quelle che una nostra amica monaca chiama "Dio-incidenze", siamo approdati a un corso di esercizi spirituali guidati da un sacerdote mai sentito nominare. Ma il tema degli esercizi, "I Novissimi", ormai completamente sparito da omelie, catechesi e meditazioni, faceva sperare di poter trovare un pastore ancora degno di tale nome. Nello spazio di condivisione finale mio marito disse: "Faccio volentieri trecento chilometri per incontrare un prete normale". Già, un prete normale, ed è lui stesso a dire, a chi lo definisce speciale, che non fa altro che proporre quello che la Chiesa ha sempre indicato, ma che purtroppo non propone più, se non in qualche oasi sperduta, come appunto Staggia Senese. Mai sentita nominare prima di questa circostanza questa località che non è neanche un comune, ma una frazione di poco più di duemila abitanti. Ma questo è il metodo del Signore, che sceglie sempre ciò che non è degno di nota, anche in luoghi come Betlemme e Nazaret, per manifestare la Sua gloria.E cosa è mai accaduto in questo luogo? È arrivato un sacerdote che, iniziando col riunire un gruppo di quattro giovani, si ritrova oggi a guidare una comunità viva dove sono presenti anche giovani famiglie che non hanno paura di mettere al mondo dei figli e, udite udite, nascono anche vocazioni alla vita consacrata. Il segreto di tutto questo non sembra essere qualche sbalorditiva trovata pastorale, ma sano nutrimento con la Parola di Dio ed il Catechismo della Chiesa cattolica, con conferenze per conoscere le nostri radici cristiane e mettere in guardia dalle derive che oggi infestano la nostra realtà, con una scuola parentale per proteggere i più piccoli dall'azione di indottrinamento che ormai è lo scopo principale della scuola di Stato. Aria da respirare a pieni polmoni, per cui da tutta Italia molti partecipano agli esercizi spirituali proposti e accompagnano i loro figli al campo-scuola estivo.UN SACERDOTE CHE CREDE VERAMENTEFinalmente quest'anno siamo riusciti anche noi a far partecipare nostra figlia al campo-scuola guidato da don Stefano, anche forzando un po' la mano perché a tredici anni ormai le proposte dei genitori si accolgono con reticenza, per non parlare della fede che si cerca di trasmettere e che a quell'età viene messa in discussione. Ormai da tempo la nostra piccola, che a cinque-sei anni, con entusiasmo, partecipava al rosario in parrocchia, guidando anche la recita di una posta, andava a messa malvolentieri e rifiutava la proposta di approfondire il catechismo con me per supplire a quello piuttosto banale proposto dalla parrocchia, incentrato sui temi più disparati come amicizia, adolescenza, solidarietà e molto poco su Gesù Cristo e la Sua Chiesa, e ci giudicava strani, quando non pazzi e comunque sempre esagerati. L'abbiamo accompagnata in questo luogo meraviglioso in mezzo al bosco, lasciandola, imbronciata e diffidente, tra una quarantina di ragazzini e ragazzine che non conosceva, con la promessa che se non le fosse piaciuto non ci sarebbe tornata più. In una chiesa di un paesino poco distante ho acceso una candela davanti alla statua della Madonna affidando a Lei questa esperienza. Da una parte eravamo certi che il suo cuore potesse essere raggiunto, ma dall'altra la sua resistenza sembrava così forte da non lasciare spazio a troppe certezze sull'esito.L'esito, devo dire, è stato migliore di ogni più rosea aspettativa. D'altronde come in tutte le cose che fa il Signore. Se all'andata non vedeva l'ora di venir via, quando è arrivato il momento di ripartire non è stato facile convincerla a salutare e andare. Come non ricordare le parole del salmo 125? "Nell'andare, se ne va e piange, portando la semente da gettare, ma nel tornare, viene con giubilo, portando i suoi covoni". Se le opere si giudicano dai frutti, come giustamente ci indica Gesù, questa è inequivocabilmente opera Sua. Don Stefano è uno strumento, come tutti gli animatori ed aiutanti che mettono a disposizione il loro tempo per supportarlo. L'impressione che ho avuto riprendendo mia figlia e sentendola raccontare questa esperienza è quella di uno sconvolgimento, un mutamento soprattutto di giudizio, dato dall'incontro con qualcosa di nuovo e affascinante che non aveva messo in conto. Il sentimento più evidente che ha manifestato è la meraviglia. "Mamma, tutta un'altra cosa". Che cosa? "Praticamente tutto". "Don Stefano è un sacerdote che crede veramente": evidentemente quelli incontrati sulla sua strada finora non le avevano trasmesso questa certezza della fede. "Quanto è bello stare tra cristiani": evidentemente non aveva fatto mai esperienza di comunità cristiana. E a noi genitori, prima scartati come pazzi, si è aperta la possibilità di una revisione del giudizio, perché forse l'esperienza che più l'ha toccata è stata quella di sentirsi a casa, di non sentirsi strana.DOVE FIORISCE LA CHIESA SI INCONTRA GESÙLa nostra società ormai è talmente scristianizzata che chi prova a proporre davvero la fede si sente un extraterrestre. Normale, visto che Gesù stesso ci ha detto "Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia" (Gv 15,18-19). Il problema è che questo accade anche dentro le realtà ecclesiali, spesso pervase e corrotte dal pensiero del mondo, in nome dell'inclusione e della misericordia che si traduce nel non distinguere più il bene dal male per non offendere la sensibilità di qualcuno. È la Chiesa liquida, figlia della società liquida dalla quale non vuole sentirsi odiata. Questo processo però mi fa ricordare un passo della Scrittura: "Come pecore sono avviate agli Inferi, sarà loro pastore la morte" (Salmo 49). Se non si distingue il bene dal male, l'uomo, naturalmente inclinato al male, si farà trascinare inevitabilmente verso il basso.Il campo-scuola, una full immersion di soli cinque giorni, ma evidentemente intensi, ha aiutato nostra figlia a maturare un giudizio sulla sostanza delle cose, o meglio, a distinguere ciò che ha sostanza da ciò che non ne ha, ciò che ha sapore da ciò che non ne ha. Inaspettatamente al ritorno è stata disponibile a riprendere l'approfondimento del catechismo, non come un peso, come gli appariva le poche volte che ero riuscita a proporglielo, ma con interesse e partecipazione. E non è stata l'esperienza giocosa che molti possono immaginare ad entusiasmarla. Ci ha raccontato la giornata: due ore di gruppo studio la mattina e due ore il pomeriggio. Ragazzini dagli undici ai tredici anni. Se quanto proposto non fosse stato ricco di sostanza sarebbero fuggiti a gambe levate. E poi mi ha colpito un'altra cosa del suo racconto: "Nel tempo libero Don Stefano era spesso presente e potevamo fargli delle domande o parlare", per cui anche il tempo libero che poteva essere dedicato al gioco veniva magari impiegato ad approfondire qualcosa. E, meraviglia delle meraviglie, il momento più bello? Quello del silenzio. Mezz'ora di silenzio per la riflessione personale ogni giorno. Ce li vedete i ragazzini undici-tredici anni? No, perché nessuno li prende sul serio e nessuno gli propone qualcosa di interessante. È il segno della vittoria sul mondo della nostra fede.Allora io ho un suggerimento per le alte cariche della Chiesa: smettete di inventare strategie pastorali (ho visto addirittura che sono proposti dei master di pastorale!) e di rincorrere il mondo per allargare le fila dei fedeli che puntualmente invece si riducono. Dice sempre mio marito che qualunque azienda con un minimo di spirito di sopravvivenza di fronte agli evidenti risultati fallimentari di questo metodo avrebbe cambiato strategia. Guardate dove crescono i frutti e proponete Gesù, la Sua Parola e la dottrina di sempre della Sua Chiesa e la vedrete fiorire come a Staggia, dove non è stato seminato altro che questo, e da tutta Italia ce ne andiamo a nutrire. E dove fiorisce la Chiesa si incontra Gesù e il nostro cuore e quello di ogni uomo della terra, che ricerca Lui, in Lui trova pace.

La psicologa Silvia
Adolescenza e sessualità: come affrontare questa fase di sviluppo

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Oct 3, 2022 11:03


Come affrontare i temi legati alla sessualità con gli adolescenti?Parlare di sesso con i nostri figli non è sempre facile e spesso ci accompagna un po' di imbarazzo, ma la sessualità è una parte naturale e importante della vita di chiunque.Ecco alcuni consigli per aiutare gli adolescenti a vivere al meglio questa fase di sviluppo e, se avete dubbi o domande, vi aspetto nei commenti

Față/Verso
Adolescent în rol de podcaster

Față/Verso

Play Episode Listen Later Sep 29, 2022 21:32


Din rolul de intervievați, adolescenții preiau microfoanele, își aleg invitații și pun ei întrebări despre cărți și cititori binedispuși. Au acceptat provocarea noastră Ștefania Chertes din Târgu-Jiu, Rami Cristescu din Hunedoara, Maria Gavrilă, Mihai Drugă și Catinca Bărbulescu din București. Aflați ce se mai citește, de ce și — mai ales — de ce nu din discuțiile gândite, conduse și înregistrate chiar de adolescenți. Rolurile sunt inversate și în cazul articolului scris, pe care îl găsiți pe fata-verso.ro: Adina Popescu, scriitoare și coordonatoarea textelor scrise de adolescenți în cadrul proiectului, este cea invitată să descrie experiența colaborării cu participanții de la „Adolescent în ficțiune”.În ordinea apariției, vă invităm să îi ascultați pe:Rami Cristescu în rol de podcaster discută cu prietenul lui, Sam, despre cum se citește semi-hipsterește.Maria Gavrilă îl ia la întrebări pe fratele ei Matei despre cărțile preferate și foloasele lecturii.Mihai Drugă află de la Alina Preda, profesoară de română, ce titluri ar înlocui în bibliografia școlară și că socoteala profesorilor nu e tocmai și cea elevilor.Ștefania Chertes și prietena ei Natalia ne spun că stare contează în alegerea cărților și că mai există speranță și pentru lectura școlară obligatorie.Catinca Bărbulescu și-a convocat la un microfon de vorbă gașca veselă: Ilinca, Iulia, Tudor, Emma, Daria și Vlaicu. --fata-verso.ro

La psicologa Silvia
3 lavori da buon genitore

La psicologa Silvia

Play Episode Listen Later Sep 26, 2022 9:34


Il ruolo del genitore racchiude in sé moltissimi lavori diversi.Oggi vediamo tre di questi lavori che ogni genitore dovrebbe adottare nei confronti dei propri figli per aiutarli a crescere in modo sano e consapevole.Immaginateli come dei cappelli diversi da indossare nei momenti più opportuni.Qual è il ruolo che trovate più difficile? E, invece, ci sono altri "lavori" più indicati?Un abbraccioSilvia

LiberaMente
272- Cara Scuola ecco come conquisto i miei studenti con Pino Suriano

LiberaMente

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 38:28


La relazione tra studente e professore spesso è tutt'altro che idilliaca, eppure, è proprio in questa relazione che batte il cuore pulsante della scuola, dell'educazione e quindi il futuro di tutti noi. Ne parliamo oggi con Pino Suriano professore di italiano del liceo scientifico Enrico Fermi di Policoro, che con il suo progetto "Microconferenze" sta rivoluzionando nella sua scuola la relazione con i suoi studenti.***

Daily Cogito
Cappato, guerra e non-violenza - Farsi le SIGLE con Mr.Rip - Paternalismo e Adolescenti (BotW)

Daily Cogito

Play Episode Listen Later Jul 17, 2022 13:33


LOGONAUTI: impara a parlare e argomentare bene ➤➤➤ https://www.dailycogito.com/video-corso/ Grazie ai nostri sponsor: CAMBLY (10 minuti gratis su Cambly: https://bit.ly/cogitojuly2 ) e NORDVPN (sconto esclusivo community: https://nordvpn.com/dufer ) Leggi il mio ultimo libro "Seneca tra gli zombie" ➤➤➤ https://amzn.to/3J0cPE2  I prossimi eventi dal vivo ➤➤➤ https://www.dailycogito.com/eventi  In Live ogni giorno qui ➤➤➤ https://www.twitch.tv/dailycogito Gli eventi dal vivo ➤➤➤ https://dailycogito.com/eventi/ Il canale Youtube ➤➤➤ https://www.youtube.com/c/RiccardoDalFerro  La mia newsletter ➤➤➤ http://eepurl.com/c-LKfz La Community di Patreon ➤➤➤ https://www.patreon.com/rickdufer La chat di Discord ➤➤➤ https://discord.gg/vs3reA2k Instagram ➤➤➤ https://www.instagram.com/rickdufer/ Tutti i miei libri ➤➤➤ http://bit.ly/libdufer Il nostro negozio ➤➤➤ https://www.dailycogito.org/ Daily Cogito: il podcast per tutti e per nessuno. Ogni giorno un nuovo episodio, a cura di Rick DuFer. La voce della sigla è di Gianluca Iacono. La musica è di Jules Gaia, da Epidemic Sound. Learn more about your ad choices. Visit megaphone.fm/adchoices

Uno, nessuno, 100Milan
Adolescenti cupi e pessimisti

Uno, nessuno, 100Milan

Play Episode Listen Later Jul 5, 2022


Vedono un futuro cupo e sono pessimisti sul ritorno alla normalità al rientro della pausa estiva. E' il quadro che emerge da un'indagine su scala nazionale condotta su un campione di 5.600 studenti della fascia di età 13-19 anni da parte del Laboratorio adolescenza. Non solo, dalle risposte raccolte c'è un calo del 3% di intenzionati a iscriversi all'università. Perché? Ne parliamo in questa puntata insieme ad altri temi di stretta attualità, a partire dal tema energetico e la necessità di rompere alcuni tabù per poi tornare sulla tragedia della Marmolada con il distacco di ghiaccio che ha provocato morti e dispersi.

SBS Italian - SBS in Italiano
Ep.204: New health warning as teens are urged to ditch vaping - Ep.204: Gli adolescenti invitati ad abbandonare le sigarette elettroniche con un nuovo allarme per la salute

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Mar 24, 2022 8:07


Teenagers are being warned about the dangers of vapes, after research showing young people think vaping is a healthier alternative to smoking. - I teenager sono stati allertati sui pericoli dello svapare, a seguito di una ricerca che mostra che i giovani pensano che svapare sia un'alternativa più salubre rispetto al fumo.