Podcasts about quindi

  • 792PODCASTS
  • 2,934EPISODES
  • 25mAVG DURATION
  • 1DAILY NEW EPISODE
  • Jan 13, 2023LATEST

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about quindi

Show all podcasts related to quindi

Latest podcast episodes about quindi

Italian Podcast
News in Slow Italian #522- Intermediate Italian Weekly Program

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Jan 13, 2023 8:45


Come sempre, inizieremo la prima parte del nostro programma con alcuni degli eventi che hanno fatto notizia questa settimana. In primo luogo, commenteremo l'attacco, avvenuto domenica, agli edifici governativi nella capitale del Brasile, da parte dei sostenitori dell'ex presidente Jair Bolsonaro. Successivamente, discuteremo delle reazioni del primo ministro svedese, Ulf Kristersson, davanti alle richieste avanzate dalla Turchia in cambio del suo via libera all'entrata della Svezia nella NATO. Quindi, nella sezione scientifica, discuteremo di uno studio archeologico che ha offerto nuove informazioni sul periodo in cui i primi esseri umani iniziarono a usare i vestiti. E infine, scopriremo alcune destinazioni turistiche premiate nella recente classifica dell'UNESCO.    Continuiamo ora con la seconda parte del nostro programma, Trending in Italy. Parleremo del tradizionale discorso televisivo di fine anno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il primo del suo secondo mandato. Discuteremo infine di un documento firmato dal ministero dell'Istruzione e diffuso in tutte le scuole d'Italia, che ribadisce il divieto per gli studenti di utilizzare i telefoni cellulari durante le ore di lezione. - Complottisti e negazionisti delle elezioni assaltano gli edifici governativi in Brasile - Ingresso della Svezia alla NATO: la Turchia richiede un prezzo troppo alto da pagare - I primitivi indossavano pelli d'orso come abbigliamento 300.000 anni fa - Una piccola città spagnola nominata sede della strada più bella d'Europa - Il discorso di fine anno del Presidente Sergio Mattarella - Il governo ribadisce il divieto dei cellulari in classe

LOVE and LEADERSHIP
#16 Lo sapete il significato della parola "teoria"?

LOVE and LEADERSHIP

Play Episode Listen Later Jan 11, 2023 11:44


Teoria, questo significato che oggi è spesso collegato ad inutile.Diciamoci la verità; quando pensiamo alla teoria, soprattutto nel mondo del lavoro, ci sembra di perdere tempo. Tutto va sulla pratica, anche la scuola o meglio la cultura ha senso solo se è pratica. E' un pò come dire che un'opera d'arte non ha nessun valore se non diventa un oggetto per il mercato; è un pò come dire che un'ora passata con sé stessi o i propri cari non ha nessun valore se nel mentre non sto consumando qualcosa.Ma deve essere proprio così? La teoria è qualcosa di diverso dalla pratica? e chi si definisce pratico è proprio sicuro di non essere anche teorico o viceversa?La riflessione che vi propongo è proprio questa ovvero che la teoria è già pratica, quello che ci serve è metterla in azione, ma l'azione è movimento ed il movimento può essere anche interiore. Ovviamente è difficile pensare di arrivare da qualche parte solo con il movimento interiore, ma questo è sempre presente e spesso è l'elemento che può fare la differenza.Questa riflessione l'avevo già fatta dentro di me tanto tempo fa, ma poi sono incappato nell'etimologia della parola teoria e ho capito perché avevo avuto quell'intuizione.Se andiamo a studiare il significato delle parole ci rendiamo conto del valore del linguaggio, oppure di come parliamo a vanvera o siamo ignoranti…Teoría deriva dal greco “Theoría” che significa visione e che ha la stessa radice della parola teatro. Significa quindi che teoria è visione e nello specifico un modo diverso di vedere le cose, da qui il legame con il teatro.Adesso che sono passato da teoria a visione, per quanti di voi sono cambiate le cose? Credo per tanti. Quando diciamo visione ci viene subito in mente “fare qualcosa di grande”, ma visione deriva da “vedere”. Quindi la teoria è saper vedere le cose come stanno e questo a voi non sembra molto pratico? e c'è qualcosa di utile in questa “visione teorica”? Si, è utile alla vita. Quindi forse, oltre che fare un reframing della parola teoria, dovremmo farla anche di utile.Potremmo dire che la teoria è già pratica perché ci permette di vedere il significato profondo delle cose e quindi l'utilità per la vita.OK, ma poi ci sono tutti i vari task della quotidianità dove serve essere pratici, saper fare direte voi. E io sono ovviamente d'accordo ma non trovo che la riflessione di oggi sia astratta e quindi teorica nel senso di inutile, ma credo sia teoria nel senso di visione e quindi utile.Perchè ogni singola azione della nostra quotidianità, individuale o collettiva, dovrebbe avere un senso per la vita e la vita non siamo solo noi, ma tutto quello che vive e, senza entrare in temi di filosofia o di scienza, potremmo dirci con una “ignoranza-semplice”, quell'ignoranza genuina, che quasi tutto su questa terra vive e noi dovremmo essere utili a questa vita.Se ci fosse questa visione, quindi questa teoria già pratica, cosa cambierebbe?Ognuno di noi si può dare la sua risposta.

Celebration Italia con John Tufaro
Ripartiamo alla grande Pt.1 | Pastore John Tufaro | Celebration Italia

Celebration Italia con John Tufaro

Play Episode Listen Later Jan 9, 2023 50:09


“Correre” è il tema giusto da percorrere, dipinge il quadro del nostro Viaggio spirituale. Non lasciamoci intrappolare dall'incredulità Avere una mentalità del "Correre per vincere", significa che non entro nella mia corsa di fede con una mentalità della “sufficienza” o del “così può bastare”, andiamo contro la cultura dell'autocompiacimento A che serve se abbiamo tutta la conoscenza del mondo, ma non la mettiamo a frutto? Quindi, perché molte volte non CORRIAMO? Non corriamo perché vogliamo che tutto sia risolto Non corriamo perché stiamo aspettando che il tempismo sia perfetto Non corriamo perché aspettiamo ulteriori conferme per vincere la nostra paura Non corriamo perché pensiamo di avere più tempo Non corriamo perché non ci sentiamo sufficienti Quale dovrebbe essere invece il nostro atteggiamento? Vestiti: fatti trovare pronto, posizionati per le tue benedizioni Armati: la Bibbia dovrebbe essere al centro della nostra vita. Non possiamo impegnarci in una guerra senza essere equipaggiati! Sii affamato: mangia ora! Non procrastinare una vita migliore immaginaria Inizia a correre: Dio sta per fare qualcosa; dovremmo vivere nell'urgenza. Viviamo negli ultimi giorni. Siamo chiamati a saccheggiare il nemico. Se sprechi il tuo "oggi", sprecherai tutto il tuo anno! È tempo di conquistare e non di essere conquistato! È ora di correre!

Il #Buongiorno di Giulio Cavalli
Il carico residuale è il dirottatore Piantedosi

Il #Buongiorno di Giulio Cavalli

Play Episode Listen Later Jan 9, 2023 2:39


Livorno, Ravenna, Taranto, Salerno, Bari, Gioia Tauro e Ancona (tutte le città scelte dal ministro dell'inferno per gli sbarchi umanitari nell'ultimo mese) sono governate dal centrosinistra. Quindi chi è Piantedosi? Un dirottatore, tecnicamente, che usa un sotterfugio codardo per buttare la palla nel campo dell'avversario. Questo governo del resto non governa: si oppone alla sua opposizione dimenticando quale sia il suo mandato. È una questione di natura ed è un'evidente incapacità di fare ciò che dovrebbe fare. #LaSveglia per La Notizia

Pillole di Alimentazione
Vegetariano? Vegano? Veganuary!

Pillole di Alimentazione

Play Episode Listen Later Jan 8, 2023 8:22


Per il decimo compleanno di Veganuary il tuo podcast preferito riapre i battenti e via, dati, statistiche, fatti reali e vita vissuta in pillole di massimo 10 minuti! Massimo! Se sei tra gli iscritti al mese vegano oppure sei un fan di Pillole di Alimentazione questa puntata non può mancare nella tua playlist! Quindi cosa stai aspettando? Non ti resta che ascoltare, condividere la puntata e farmi sapere cosa ne pensi sui miei profili social in primis stefano_recrosio e Pillole di Alimentazione! Seguimi sulla nuova pagina Instagram di Pillole di Alimentazione e commenta o scrivimi se vuoi approfondire l'argomento o se vuoi scoprire i servizi di Pillole di Alimentazione a Milano o online e toccherai con mano il modo che sta rivoluzionando il mondo del fitness e dell'educazione alimentare per una maggior consapevolezza del viver sano! Sostieni il progetto del podcast e diventa un Patreon e avrai diritto a tanti vantaggi esclusivi, no, non mento! Clicca qui! --> Patreon

SPIRITUAL EVOLUTION
MICRO E MACRO COSMO

SPIRITUAL EVOLUTION

Play Episode Listen Later Jan 7, 2023 2:35


Quando sono venuto a conoscenza della Legge di attrazione penso di aver fatto gli stessi ragionamenti di molte persone. Benessere fisico ed economico, amore, fortuna etc.. Ed ho constatato che la positività e la negatività veramente attraggono quel che siamo in quel periodo piuttosto che un altro. Ma la vita ci insegna che bisogna andare incontro a quel che si desidera ed è per questo che la fortuna aiuta gli audaci. Nulla arriva per caso e senza sacrifici.. Quel che ritengo più importante è il sapere veramente ciò che si desidera anche perché il nostro subconscio spesso non è allineato al nostro desiderio mentale.. Trovare il giusto equilibrio non è facile ma nemmeno impossibile, infatti con la meditazione ed altre tecniche è possibile. Ma quanti di noi effettivamente si mettono a meditare o scrivere gli obiettivi ringraziando continuamente . Quando ci si rivolge all'universo spesso lo si fa come si fa quando si prega ad un Dio. Ma quando si inizia a conoscere il concetto di Micro e Macro le cose cambiano.. Si inizia a concepire l'universo come un tutt'uno.. Se guardate il nostro organismo al microscopio noterete che è identico alle nostre Galassie e se guardate l'universo al telescopio noterete l'interno del nostro corpo. Quindi non resta che dire che noi siamo l'universo, siamo un tutt'uno e tutti connessi l'uno con l'altro. Vibriamo ognuno a frequenze diverse ma comunque connessi. I nostri organi assomigliano ai nostri frutti e verdure. I nostri palmi sono uguali a quelli delle foglie. Siamo un unico organismo vivente fatto di innumerevoli cellule.. Tratta questa conclusione la legge di attrazione prende un altro significato e la richiesta all'universo diventa una richiesta di evoluzione umana e connessione totale con il tutt'uno che ci circonda. Una volta presa consapevolezza di questo il desiderio cambia oltre che a voler vivere una vita serena. Il ringraziamento va ad avere avuto la fortuna di vivere in questo mondo e di aver compreso il perché del nostro percorso evolutivo. Yuri Estini

Come Comunicare per Vendere - i Sarti del Web
Il periodo MIGLIORE per fare impresa! - Podcast 367

Come Comunicare per Vendere - i Sarti del Web

Play Episode Listen Later Jan 7, 2023 54:25


Siamo in diretta LIVE sul Podcast dei Sarti del Web: Comunicare per VendereIl titolo della puntata di oggi è: Il periodo MIGLIORE per fare impresa!Ho deciso di prendermi questo spazio per fare Quattro Chiacchiere con te su:- quello che succede nel mondo (e può esserti utile)- strategie per aumentare il tuo fatturato- le risposte alle tue domande!Quindi, quale è il periodo MIGLIORE per fare impresa?E ancora:1 - Sbaragliare la concorrenza o fallire2 - Come comprano le persone oggi?3 - Unico si, ridicolo no!…e molto altroPuoi farmi tutte le domande che vuoi in diretta durante la trasmissioneSe preferisci l'anonimato compila il form che trovi in fondo al sito www.isartidelweb.itE se vuoi scoprire di più su come attirare clienti ed aumentare il fatturato, entra nel mondo dei Sarti del Web!

3' Grezzi di Cristina Marras
3' grezzi Ep. 372 Ma poi il cane muore?

3' Grezzi di Cristina Marras

Play Episode Listen Later Jan 7, 2023 3:01


Da ora in poi non dovrete più mettervi le mani sugli occhi perché sullo schermo ci sono scene che vi fanno impressione, questo sito vi permette di controllare la presenza di scene che vi danno fastidio, e a certa gente danno fastidio le cose più strane!LINK: https://www.doesthedogdie.com/categories/TRASCRIZIONE (translation below)Quando alla televisione vengono scene che mi danno fastidio, io chiudo gli occhi e spesso mi perdo gran parte di quello che succede nello schermo, anche se poi me lo faccio raccontare dalle persone che ci sono con me. Quindi è con grande gioia che ho scoperto l'esistenza di un sito che avverte spettatori e spettatrici sulla presenza di scene che possono dare fastidio. Il sito si chiama Does the Dog Die, ma il cane poi muore? Vi metto naturalmente il link nelle note del podcast. Oltre che essere un servizio utile, è molto divertente andare a vedere un po' leggere quelle che sono le categorie che ad alcune persone danno fastidio.Vabbè, ci sono le categorie canoniche che tutti possiamo immaginarci, quindi scene dove muore il cane, il gatto, il cavallo in generale, scene di lotte tra animali o comunque dove ci sono abusi su animali. Poi ci sono anche altri tipi di scene che possono dare fastidio, se ad esempio ci sono insetti, ci sono ragni, se ci sono abusi di diverso tipo, poi c'è tutto un elenco di di torture che non vi sto a dire perché appunto mi farebbe venire i gli incubi questa notte.E' divertente però vedere anche categorie che non sono così ovvie, ad esempio c'è qualcuno a cui da fastidio vedere nei film scene in cui muore il drago. Eh va beh, comunque è sempre un animale . Ci sono poi delle persone che non vogliono vedere scene ambientate nella doccia, non so se questo sia un problema di nudità o un problema legato ai film di Hitchcock. Poi ci sono naturalmente i clown, e questo va beh, lo sanno tutti che alcune persone hanno problemi a vedere i clown, scene con la telecamera che fa movimenti bruschi e anche questo lo capisco, perché sì, anche io quando vedo scene ad esempio registrate sulle montagne russe, guardo fino a un certo punto e poi devo guardare da un'altra parte; gente che non vuol vedere scene dove si infrange la 4.ª parete. Sono andato a controllare. Ma perché? Che problema ha la 4.ª parete? Perché può dare problemi a chi soffre di paranoia o di ansia, sapete quando pensate che tutti vi guardino, che i film stiano parlando proprio di voi?Ci sono poi delle persone che hanno problemi a vedere scene dove ci sono dei tradimenti all'interno della coppia, insomma c'è una lista lunghissima, non solo, ma poi si possono anche fare dei suggerimenti, casomai la vostra fobia, il vostro fastidio non fosse incluso in quello elencato nel sito Does the Dog Die quindi potete sicuramente seguire il link che metto nelle note del programma e suggerire anche voi la vostra fobia, così guardiamo le nostre serie tv tranquillamente, mangiamo il popcorn senza dover chiudere gli occhi.TRANSLATIONWhen scenes that annoy me appear on television, I close my eyes and often miss a large part of what happens on the screen, even if I then get the people who are with me to tell me about it. So it is with great joy that I discovered the existence of a site that warns viewers about the presence of scenes that can be annoying. The site is called Does the Dog Die, of course I'll put the link in the podcast notes.In addition to being a useful service, it's a lot of fun to go and read a little about the categories that annoy some people. Oh well, there are the canonical categories that we can all imagine, that is scenes where the dog, the cat, the horse die, scenes of fights between animals or in any case where there is animal abuse.Then there are also other types of scenes that can be annoying, for example if there are insects, there are spiders, if there are abuses of different kinds, then there is a whole list of tortures that I won't tell you because it would give me nightmares tonight.But it's fun to also see categories that aren't so obvious, for example there's someone who doesn't want to see scenes in movies where the dragon dies. Oh well, it's still an animal. Then there are some people who don't want to see scenes set in the shower, I don't know if this is a nudity problem or a problem related to Hitchcock's films. Then there are of course the clowns, and that's okay, everyone knows that some people have problems seeing clowns; scenes with the camera making sudden movements, and I understand this too, because yes, me too when I see scenes for example recorded on a roller coaster, I look a bit and then I have to look away; people who don't want to see scenes where the 4th wall breaks. I went to check. But why? What's wrong with the 4th wall? Because it can give problems to those suffering from paranoia or anxiety, you know when you think everyone is watching you, that the movies are really talking about you?Then there are people who have problems seeing scenes where there are betrayals within the couple, in short, there is a very long list, not only that, but then you can also make suggestions, just in case your phobia, your annoyance was not included in the one listed on the Does the Dog Die site. You can surely follow the link I put in the program notes and suggest your phobia too, so we can watch our TV series peacefully, eating popcorn without having to close our eyes.

Mamma Superhero
Ep. 179: Cosa ho lasciato nel 2022

Mamma Superhero

Play Episode Listen Later Jan 5, 2023 21:34


Con l'inizio del nuovo anno, tutti riflettiamo su cosa lasciare andare per cominciare al meglio il prossimo giro intorno al sole. E perché no? Per essere anche una madre migliore! Nell'anno trascorso, ci sono stati dei traguardi. Ma cos'è che invece ti ha trattenuto? Cos'è che non vorresti ritrovare nei mesi a venire? Nell'episodio di questa settimana, ti racconto le 3 cose che ho lasciato indietro per poter vivere meglio. Sto parlando di 3 caratteristiche che non fanno altro che appesantire il lavoro (già complesso) di una mamma. E chi è che vorrebbe aggiungere altro carico, a quello che già dobbiamo gestire? Lasciare questi 3 compagni di viaggio che probabilmente ci hanno accompagnate per tanto tempo non è semplice. Quindi premi play per scoprire come ho fatto! ***MSH Facebook: https://www.facebook.com/mammasuperhero MSH Instagram: https://www.instagram.com/mammasuperhero/ MSH Blog:

3' Grezzi di Cristina Marras
3' grezzi Ep. 369 Quadernini

3' Grezzi di Cristina Marras

Play Episode Listen Later Jan 4, 2023 3:01


La magia dei temi scritti da bambine e bambini sui quadernetti di scuola, un fantastico progetto che non solo ci fa leggere i contenuti ma ci fa anche vedere i quadernetti con le righe, i quadretti, le sbavature, gli errori e le correzioni. Uno spaccato di vita che copre un periodo dal '700 ai primi anni del 2000. Un archivio da sfogliare gratuitamente in rete.LINK: Archivio dei Quaderni di Scuola https://quadernini.tumblr.comTRASCRIZIONE (translation below)Avere ancora i quaderni di quando si andava a scuola, una volta che si è diventati adulti, è un grande lusso. Significa che c'è qualcuno, un adulto, che li ha conservati quando noi eravamo bambini, eravamo troppo piccoli per capire che importanza avrebbero potuto avere poi, decine di anni più tardi, arrivati da adulti. Ma è anche il lusso di avere un posto dove conservare le decine o forse anche centinaia di quaderni accumulati durante una carriera scolastica. Un lusso non aver dovuto mai cambiare casa o nazione o continente. Io ho pochissimi quaderni di quando andavo alle elementari, forse 1 o 2, per ogni volta che li riprendo in mano, bello vedere la mia scrittura di quando ero bambina e leggere anche le cose molto ingenue, molto molto toccanti a volte, che si scrivevano quando si era bambini.Quindi potete immaginarvi la mia felicità quando ho scoperto che esiste un Archivio dei Quaderni di Scuola. È un archivio che ha circa 1500 quaderni italiani scritti da bambini e bambine a partire dalla fine del Settecento e arriva fino ai primi anni del 2000, ci sono anche un migliaio di quaderni scritti da bambini e bambine di altri paesi. E questo archivio ha anche un bellissimo sito internet infatti è da lì che ho preso queste queste informazioni (poi naturalmente nelle note del programma vi metto anche il link al sito) e il sito è fatto benissimo perché oltre a far vedere quello che i bambini scrivevano, pubblica anche i quaderni veri e propri, quindi i quaderni a righe a quadretti.Sfogliando così nel sito mi sono soffermata su un paio di chicche, comunque emerge leggendo tra le righe dei temi tutto quello che è tutto quello che crea una una società. Quindi si parla di feste e l'immancabile cambio delle stagioni, ma si leggono anche poi tra le righe le sovrastrutture messe dagli adulti, come il bambino di 5.ª elementare che nel suo tema Autoritratto dice "Mia mamma dice che se solo stessi un attimo zitto si metterebbero a suonare tutte le campane di Macerata, però quando poi non parlo lei si preoccupa subito". E chi è che non si può immedesimare in questo tipo di di rapporto tra mamma e bambino?Vi invito assolutamente andare a spulciare e a leggere tra le righe di questi di questi temi fatti da bambini in tutte in tutti i periodi. C'è una bambina sfollata a Seveso che sogna di tornare a Milano, scritta nel '45, insomma, passerete un po' di tempo a ricordare di quando voi eravate bambini e bambine. Magari vi fa venir voglia di andare a riprendere un vostro quaderno.TRANSLATIONStill having the notebooks from when you went to school, once you become an adult, is a great luxury. It means that there was someone, an adult, who kept them when we were children, we were too young to understand what importance they could have, tens of years later, once we are adults. But it's also the luxury of having somewhere to keep the dozens or maybe even hundreds of notebooks accumulated over a school career. A luxury never having had to move house or country or continent.I have very few notebooks from when I went to elementary school, maybe 1 or 2, and when I pick them up again, it's nice to see my handwriting from when I was a child and also read the very naive, sometimes touching things that were written when we were children.So you can imagine my happiness when I discovered that there is an "Archive of School Notebooks". It is an archive that has about 1500 Italian notebooks written by boys and girls starting from the end of the eighteenth century and up to the early 2000s, there are also a thousand notebooks written by boys and girls from other countries. And this archive also has a wonderful website, in fact that's where I got this information from (I'll include the link to the site in the program notes) and the site is very well done because, in addition to showing what the children were writing, also publishes the actual notebooks, so the squared and lined notebooks.Browsing through the site in this way, I focused on a couple of gems, and reading between the lines of the writings, all that is that creates a society emerges. So they write about festivities and the inevitable change of seasons, but we also read between the lines the superstructures put up by adults, like the 5th grade child who in his essay "Self-Portrait" states "My mom says that if only for a moment I would shut up, all the bells of Macerata would ring, but when I don't speak she gets worried immediately". And who cannot identify with this type of relationship between mother and child?I absolutely invite you to go and sift through and read between the lines of these compositions written by children in all of the periods. There is a displaced girl in Seveso who dreams of returning to Milan, written in 1945 during WW2, in short, you will spend some time remembering when you were boys and girls. Maybe it makes you want to go get your now notebook.

RADIOIMMAGINARIA
#Medicina Non so cosa fare!!!

RADIOIMMAGINARIA

Play Episode Listen Later Jan 4, 2023 25:45


Radioimmaginaria MedicinaPodcastBella regaz! Oggi vi parliamo di Netflix e poi, visto che in vacanza non si sa mai cosa fare per passare il tempo, vi daremo qualche consiglio. Quindi se anche voi non sapete come combattere la noia, ascoltateci!

BASTA BUGIE - Famiglia e matrimonio
Lettere alla redazione: l'abbandono del figlio nato fuori dal matrimonio

BASTA BUGIE - Famiglia e matrimonio

Play Episode Listen Later Jan 3, 2023 5:45


TESTO DELL'ARTICOLO ➜ www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=7246LETTERE ALLA REDAZIONE: L'ABBANDONO DEL FIGLIO NATO FUORI DAL MATRIMONIOdi Pietro GuidiGentile redazione di BastaBugie,ho letto con attenzione l'articolo da voi pubblicato che difende il cognome paterno dato al figlio ed mi trovo particolarmente d'accordo anche quando Pietro Guidi scrive che anche le mogli dovrebbero avere il cognome del marito.Tutto questo è vero, ma secondo me non basta. Infatti se è vero che il padre ha diritto di imporre il cognome al figlio, però non sempre ne ha il dovere, ma soltanto quando il figlio è stato generato all'interno del matrimonio. In questa società assistiamo a moltissime rivendicazioni femministe che lamentano il fatto che l'uomo può scappare dopo avere messo incinta una donna, lasciando a lei la difficoltà di badare al figlio e di mantenerlo. Da questo punto di vista sono state fatte numerose leggi che impongono all'uomo di pagare gli alimenti ai figli anche se sono nati fuori dal matrimonio. Appartengono alla stessa corrente ideologica gli assegni di mantenimento dati alla moglie divorziata o separata.Voi potreste sussultare sulla sedia per quello che sto per dirvi: secondo me, e anche secondo le leggi fino all'avvento della rivoluzione sessuale e dell'ideologia della parità di genere, l'uomo che abbandona la sua donna incinta può farlo, perché non è tenuto a mantenere quel figlio. Sarebbe tenuto a farlo solo se i due fossero sposati, altrimenti no. Non sto dicendo che è bello abbandonare il proprio figlio solo perché nato fuori dal matrimonio, ma affermo che l'uomo che lo facesse secondo me non sarebbe da biasimare.È infatti il legame del matrimonio che obbliga a riconoscere i figli che nascono all'interno di esso. Quindi la donna che si concede sessualmente ad un uomo con cui non è sposata deve sapere che lei non può pretendere niente da lui. Deve conoscere i rischi che corre. Quindi, in una società normale, dovrebbe pretendere dal suo uomo che la sposi prima di concedersi a letto. Non solo per motivi religiosi, ma anche per i seguenti motivi naturali. Il legame matrimoniale è fatto apposta a difesa dell'uomo e della donna. In quel legame l'uomo sapeva che sua moglie si era impegnata a restargli sempre fedele e quindi non doveva temere nessun concorrente in amore. La donna invece viene difesa dal matrimonio visto che il marito si è impegnato a sostentare la famiglia. Ma se non si è sposati nessuno dei due ha queste protezioni: entrambi possono essere traditi e la donna rischia di essere abbandonata con il figlio che porta in grembo senza poter rivendicare nulla, visto che l'uomo a cui si è concessa non aveva assunto con lei nessun impegno.GiovanniRISPOSTA DELLA REDAZIONECaro Giovanni,la tua mail forse non è del tutto condivisibile, ma non possiamo certo negare che gli obblighi sia per il marito che per la moglie nascono dallo stringere il patto matrimoniale.Detto questo però riteniamo che un uomo che mette incinta una donna fuori del matrimonio sia colpevole di immoralità al pari di lei. Infatti la legge di Dio chiama fornicazione tali rapporti, quando sono praticati da persone non sposate, e chiama adulterio i rapporti sessuali tra persone sposate, ma non tra di loro (adulterio semplice quando è sposato uno dei due, adulterio doppio quando sono entrambi coniugati). Entrambi quindi sono peccato grave.Per quanto riguarda la questione del cognome o degli alimenti purtroppo questa materia è trattata dalle leggi civili senza più distinguere tra figli legittimi, cioè nati all'interno del matrimonio, e figli illegittimi. La confusione regna dunque sovrana ed è aggravata dalle complesse questioni dell'utero in affitto che per ora è illegale in Italia, ma che in realtà viene praticato all'estero e poi si pretendono riconoscimenti anche qui da noi.Insomma a noi premeva ricordare che quella del cognome non è una questione secondaria, ma che fa parte di un più ampio progetto di distruzione della famiglia che è praticamente ormai completato nei nostri ordinamenti statuali.Noi crediamo che sia importante ripartire dalla Legge di Dio scritta nel cuore di ogni uomo per ripristinare la realtà naturale sul matrimonio.

Prescribing Prevention
Congiuntivite

Prescribing Prevention

Play Episode Listen Later Jan 2, 2023 3:45


CONTATTIE-mail: prescribing.prevention@gmail.comInstagram: https://www.instagram.com/prescribingprevention/Twitter: https://twitter.com/prevenzionepodFacebook: https://www.facebook.com/Prescribing-Prevention-103668348262609/TikTok: https://www.tiktok.com/prescribingpreventionTumblr: https://www.tumblr.com/blog/prescribingprevention Le informazioni ed i temi affrontati non sostituiscono la consulenza, la diagnosi o il trattamento del medico. Quindi anche se in principio le informazioni che condivideremo sono corrette, potrebbero non essere applicabili in senso stretto alla tua particolare condizione di salute. Il mio mantra preferito in questo senso è: “Sebbene io sia medico… non sono il TUO medico”. Inoltre, nonostante faremo del nostro meglio nel fornire informazioni di qualità (accurate e aggiornate) non sempre possiamo garantire precisione, completezza o tempestività delle informazioni medico-scientifiche contenute nei singoli episodi, in quanto gli aspetti scientifici specifici relative alla salute cambiano frequentemente; pertanto, potrebbero apparire come obsoleti ad alcuni o parziali ad altri.

Le parole che non hai mai letto
Episodio 738 - Benvenuto 2023

Le parole che non hai mai letto

Play Episode Listen Later Jan 1, 2023 1:46


Parole che mi dedico e vi dedico per accogliere con grinta il 2023! Testo & musica : Fortunato Cacco Testo : Sarà un anno semplice? no! ma quando mai lo è stato? Ci saranno dei problemi? Sì! quando mai non ce ne sono stati? Ti incazzerai? Ovvio!quando mai non l'hai fatto? Starai male? Chiaro, hai l'abbonamento alle lacrime! Andrà tutto secondo i piani? bhe…quando mai ne hai avuto uno! Avrai tutto quello che desideri? (risate) Lascia perdere i miracoli…funzionano solo nei film d'amore italiani e nelle serie tv cancellate dopo una stagione e ricomprate dopo da netflix L'unica cosa che ti posso dire è che sarà un anno nuovo e quindi un viaggio nuovo! Armati di voglia di partire e lascia a casa gli slogan vincenti che gli altri ti insegnano solo per venderti qualcosa. Ricorda che volere non è potere….volere è credere che tutto sia possibile… Quindi buon anno e buon viaggio!

Easy Italian: Learn Italian with real conversations | Imparare l'italiano con conversazioni reali

Ebbene sì, Matteo e Raffaele questa volta si vedono! E non con una telecamera, ma sono tutti e due a Napoli. Venite a prendere anche voi un aperitivo, e fare due chiacchiere. Trascrizione interattiva e Vocab Helper Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership Note dell'episodio Promesso! Per l'anno prossimo ci attrezzeremo per una qualità ancora migliore per le versioni "esterne" del podcast! Iniziamo con ottimi proposito per il nuovo anno ;D Cosa è successo nell'ultima puntata di Easy Italian? https://www.youtube.com/watch?v=tplYLXsGG4w Iniziamo bene, anzi finiamo con l'inizio... che confusione. Allora inziamo con l'aperitivo! Cos'è e da dove viene? Addirittura pare che il primo "aperitivo" sia stato "prescritto" da Ippocrate nel V secolo a.C. https://it.wikipedia.org/wiki/Aperitivo E poi le bevande classiche da aperitivo: Aperol https://en.wikipedia.org/wiki/Aperol Campari https://it.wikipedia.org/wiki/Campari Spritz https://it.wikipedia.org/wiki/Spritz E poi giustamente, per chi non vuole un aperitivo alcolico? Il Crodino (l'analcolico biondo!) https://it.wikipedia.org/wiki/Crodino Non potevano mancare riassunti dell'anno passato e buoni propositi per l'anno nuovo. Trascrizione Transcript Musica Raffaele: [0:26] Cin-cin! (Salute!) Perché insomma è l'ultima puntata dell'anno, Matteo. Quindi... (Ebbene sì!) è tempo di brindisi, e noi abbiamo preparato questa puntata speciale sugli aperitivi in particolare, ma in genere sui brindisi, su qualcosa da bere, e su cosa si beve in Italia per aperitivo, ma anche a per salutare l'anno che finisce. Matteo: E per brindare a questa cosa abbiamo deciso di farlo live, qui tutti e due a Napoli, da piazza Bellini: una piazza fantastica, molto tranquilla, inaspettatamente. Perché Napoli durante queste... il periodo festivo è abbastanza caotica come città. ... Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership

On The Nature Of Light - Un podcast di e sulla fotografia
Il magico oroscopo fotografico 2023

On The Nature Of Light - Un podcast di e sulla fotografia

Play Episode Listen Later Dec 31, 2022 17:18


Amiche e amici di Otnol, che ne dite di chiudere questo 2022 con qualche risata a denti stretti?! E quale modo migliore per far questo se non con un attendibilissimo, accuratissimo, studiatissimo OROSCOPO FOTOGRAFICO 2023 inventato dal sottoscritto e pertanto ufficiale e 100% fuffa free!I segni sono arbitrariamente diventati marchi di macchine fotografiche. Le date dove ha inizio o fine un segno sono state scelte randomicamente tranne 2 (indovinate quali?!) Le divinazioni mi sono giunte in modo del tutto scientifico. All'inizio ho cercato di scrutare le stelle, ma c'era nuvoloso. Quindi ho guardato i fondi di caffè, ma ci ho letto solamente un passaggio piuttosto complesso dell'Ulisse di Joyce. Non stava andando molto bene.Allora ho deciso di tirare un dado da venti del mio set per D&D e a seconda del numero (basso = sfiga, alto = culo) ho inventato delle predizioni che se fossi modesto definirei come estremamente accurate e meticolose, ma essendo io immodesto mi spingo a definire come VERE AL 100%Quindi voi che segno siete? Io sono Pentax.Colgo l'occasione per porgere i miei servili auguri per un distinto 2023.HakuAh! Un'ultima cosa, mi stavo quasi dimenticandoPotete anche vedere questa puntata su youtube se volete!Oppure la potete ascoltare anche su Spotify, mica è obbligatorio ascoltarla qui.Insomma fate voi, sapete come funzionaPUOI CONTRIBUIRE AL PROGETTO! https://bit.ly/otnol-tipeeeQUI TROVI TUTTI I LINK https://linktr.ee/alessiobottiroliDOVE SEGUIRE IL PROGETTOPodcast: https://bit.ly/otnol-substackYoutube: http://bit.ly/hk-subscribeTelegram: https://t.me/otnolMIEI CONTATTITelegram: @alessiobottiroliSito Web: http://bit.ly/hkbwportInstagram: http://bit.ly/hakuigEmail: alessio.bottiroli@gmail.com This is a public episode. If you would like to discuss this with other subscribers or get access to bonus episodes, visit onthenatureoflight.substack.com

Italian Podcast
News in Slow Italian #520- Italian Grammar, News, and Expressions

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022 9:41 Very Popular


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. Cominceremo ripensando ad alcuni dei principali eventi del 2022. Successivamente, commenteremo alcuni dei recenti decreti imposti dal governo talebano in Afghanistan per limitare ulteriormente i diritti delle donne. Quindi, nella sezione scientifica, discuteremo i risultati di un affascinante studio pubblicato dalla rivista Science, che spiega perché e come le rane di vetro diventano trasparenti. Parleremo infine della lunga storia dei cosiddetti “brutti maglioni di Natale”.    Continuiamo con la seconda parte del nostro programma, Trending in Italy. Innanzitutto, parleremo di un'iniziativa legislativa del partito Fratelli d'Italia, attualmente al governo, per autorizzare la caccia degli animali selvatici anche nelle aree urbane, nei parchi e nelle aree protette. Parleremo infine dell'indagine annuale svolta dal quotidiano Il Sole 24 Ore sul livello della qualità di vita, secondo la quale la provincia di Bologna è risultata la più virtuosa d'Italia per il 2022. - Il mondo riguarda al 2022 con la speranza di un 2023 migliore - Il governo talebano bandisce le donne afghane dalle università e dalle ONG - La scienza ha scoperto come le “rane di vetro” diventano trasparenti - La lunga storia del “Brutto Maglione di Natale” - Polemiche per la legge sulla caccia in città - Bologna è la provincia d'Italia dove si vive meglio

Io Non Mi Rassegno
Le migliori notizie del 2022 - #645

Io Non Mi Rassegno

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022 22:30


Siamo arrivati alla fine di questo anno, e quale miglior modo di festeggiare capodanno se non con una puntata di Io Non Mi Rassegno dedicata alle cose più belle successe nell'anno appena trascorso? Quindi se stavate cercando ad un'alternativa ai cenoni, una buona ragione per dire no a quell'evento imperdibile a cui vi hanno invitato in cui i Cugini di Campagna duettano con Iva Zanicchi (questa almeno è la mia idea delle cose che succedono agli eventi di Capodanno), o cercate qualcos'altro da guardare che non sia il conto alla rovescia di Amadeus su Raiuno vestito come i cugini di Campagna, che duetta con Iva Zanicchi (ma quante ce ne sono di Iva Zanicchi in giro?), siete nel posto giusto.INDICE:01:50 - Le rinnovabili non fanno più notizia03:39 - La vittoria di Lula su Bolsonaro05:26 - Patagonia diventa di proprietà del Pianeta07:42 - Il calo drastico del consumo di carne10:48 - L'Ue vara il pacchetto su Riciclo e riuso13:17 - La carovana per la Pace in Ucraina15:22 - La tutela dell'ambiente è in Costituzione17:30 - La grande manifestazione contro la 'ndrangheta19:23 - Il bando delle auto a motore endotermico21:40 - La notizia migliore in assoluto _______________________Abbonati: https://www.italiachecambia.org/abbonati/Seguici su: Telegram - https://t.me/itachecambiaInstagram (Italia che Cambia) - italiachecambiaInstagram (Andrea Degl'Innocenti) - deglinnocentiandreaFacebook - /itachecambia

Focus economia
Censis. L'Italia post populista che teme l'inflazione e odia i privilegi

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022


È stato presentato oggi il 56° Rapporto sulla Situazione sociale del Paese del Censis. Il ritratto che ne emerge presenta quasi tutti gli italiani convinti che l'inflazione salirà ancora, e la maggior parte è convinta che il proprio tenore di vita scenderà. Per questo risultano oggi odiosi per la stragrande maggioranza i privilegi e le ostentazioni di ricchezza. Le disparità più odiate dagli italiani sono quindi il gap tra le retribuzioni dei dipendenti e dei manager, i bonus milionari di buonuscita per i 'top' ("pagati per andarsene piuttosto che per lavorare"); le tasse troppo ridotte dei giganti del web; i "facili guadagni" di personaggi come gli influencer, ritenuti "senza un comprovato talento e competenze certe", ma anche, le feste sfarzose dei vip e i loro jet privati, lo sfoggio di auto e suv potenti, di ville con giardini e piscine, e poi l'esibizione (anche sui social) di vacanze, cene, hotel e locali di gran lusso. Altri numeri che non rendono felici sono quelli dello "tsunamidemografico", la fascia di età over 65 anni passera dall'attuale 23% della popolazione al 33% in soli venti anni. Ne parliamo con Massimiliano Valerii, Direttore generale del Censis. Roma e Milano primi comuni per Pil dal turismo Città d'arte campioni nella creazione di ricchezza turistica e centinaia di comuni si rivelano dei top performer del Pil grazie all'industria dell'ospitalità. Al primo posto della classifica ecco Roma con circa 7,6 miliardi di euro seguita da Milano con circa 3,5 miliardi, Venezia che supera di poco i 3 miliardi e Firenze con più di 2,8 miliardi. Non mancano poi le sorprese come San Michele al Tagliamento che grazie alla frazione Bibione riesce a battere la rinomata costiera amalfitana, Cavallino-Treporti supera Taormina e Chioggia lascia al tappeto Ischia. Sono questi i sorprendenti comuni campioni del valore aggiunto generato dalle attività turistiche. È quanto emerge dallo studio «La ricchezza dei comuni turistici - Ranking secondo la creazione di valore aggiunto», preparato da Sociometrica elaborando i dati Istat. Il focus dello studio è sui primi 500 comuni per presenze turistiche, dove si concentra l'83% del totale degli ospiti.Oltre alla classifica dei comuni italiani per Pil dal turismo, Sociometrica ha anche stimato l'andamento del 2022 che vede l'avvicinarsi dei flussi ai livelli del 2019. In termini di presenze complessivamente lo studio stima per quest'anno 389,4 milioni di presenze contro i 436,7 milioni del 2019 con un gap del 10,8%. In termini di valore aggiunto generato dalle presenze turistiche nel 2022 si superano gli 89,1 miliardi di euro contro i 99,9 miliardi del 2019. Quindi un settore in forte ripresa che si avvicina ai livelli pre pandemia anche se, per riuscire a raggiungere i livelli del 2019, sarà necessario fare i conti con il caro energia, che potrebbe mettere in pericolo la sostenibilità di tante attività, oltre che la diminuzione della domanda a causa dei prezzi in forte salita. E la questione occupazionale, con alcune professioni difficili da reperire sul mercato. Ne parliamo con Antonio Preiti, economista e direttore di Sociometrica. La nuova frontiera della calzatura marchigiana: addio a Russia e Ucraina, ora si va verso Stati Uniti e Cina Nove mesi di guerra e le sanzioni a Mosca hanno spinto gli imprenditori del distretto Fermano-Maceratese a spostare i pesi del business altrove. Dopo Russia e Ucraina, la nuova frontiera della calzatura marchigiana sono Stati Uniti, grazie al cambio favorevole, e Cina, dove dopo due anni di blackout sono ripresi gli acquisti delle griffe. Sono diventati rispettivamente il secondo e terzo mercato di sbocco dopo la Germania. Così la Russia scivola all'ottavo posto tra le destinazioni: con poco meno di 31 milioni di euro fatturati nei primi 6 mesi di quest' anno e una perdita del -24% rispetto all'anno scorso -37% rispetto al 2019. L'export in Ucraina oggi è impalpabile con 2,2 milioni fatturati. L'export complessivo del comparto nel primo semestre è comunque stato positivo: 627 milioni fatturati, +28,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e appena -3,3% raffrontato con il 2019, l'anno del pre-covid. Approfondiamo il tema con Valentino Fenni, Presidente della Sezione Calzature di Confindustria Fermo e vice Presidente di Assocalzaturifici. Lavazza, bonus contro il carovita e venerdì breve Venerdì breve, permessi caregiving, estensione del congedo di paternità, ampliamento dello smart working. Sono alcuni dei principali punti del contratto integrativo del gruppo Lavazza approvato a larga maggioranza dai lavoratori del Centro Direzionale. L'accordo, che avrà efficacia per il triennio 2023-2025 integra gli aspetti legati ai piani di sviluppo del Gruppo, all'evoluzione dell'organizzazione del lavoro, alla valorizzazione dei collaboratori e al welfare aziendale dei circa 1.000 dipendenti impiegati negli uffici di 'Nuvola' a Torino e del centro di Settimo Torinese. Nello specifico entro il prossimo 12 gennaio un bonus speciale una tantum per andare incontro al caro vita, del valore complessivo di 700 euro totalmente detassati e articolato in forma di buoni acquisto, bonus carburante e rimborso delle utenze domestiche. L'inflazione, però, ha anche un rovescio della medaglia, e Lavazza come tutte le grandi aziende del food deve fare i conti con un aumento delle materie prime e dell'energia. Ne parliamo con Antonio Baravalle, amministratore delegato di Lavazza.

L'Orologio
Ep. 188 - L'Orologio X Bauscia Cafè

L'Orologio

Play Episode Listen Later Dec 29, 2022 64:12


Quindi, siamo tornati! L'episodio 188 è quello che ci proietta sul ritorno del campionato ed è il primo della collaborazione con @bausciacafe. Per raccontare sempre e solo l'Inter, in modi nuovi.Buon ascolto!A cura di Marco Lo Prato e Gianluca Scudieri

BASTA BUGIE - Famiglia e matrimonio
E' bello avere il cognome del padre... e del marito

BASTA BUGIE - Famiglia e matrimonio

Play Episode Listen Later Dec 28, 2022 12:19


TESTO DELL'ARTICOLO ➜ www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=7247E' BELLO AVERE IL COGNOME DEL PADRE... E DEL MARITOQuest'anno la Corte Costituzionale ha abolito il cognome del padre attribuito in modo automatico, ma è un imbarbarimento... persino la moglie dovrebbe avere il cognome del marito (come Margaret Thatcher, Hilary Clinton e Ursula von der Leyen)di Pietro GuidiMercoledì 27 aprile la Corte Costituzionale ha definito illegittime le norme che attribuiscono al figlio di una coppia il cognome del padre in modo automatico. Per dare al figlio soltanto il cognome paterno d'ora in poi sarà necessario che entrambi i genitori siano d'accordo. Questa notizia non deve stupirci.Già in moltissimi paesi europei vigevano leggi simili, se non ancora più estreme. In Spagna vengono dati entrambi i cognomi. Nei Paesi Bassi si attribuisce di comune accordo uno dei due cognomi. In Germania, Svizzera, Grecia, Ungheria, Romania e Croazia viene assegnato ai figli il cognome scelto dai genitori per tutta la famiglia. In Francia e in Belgio si possono assegnare entrambi i cognomi in ordine alfabetico. Addirittura in Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia e Austria viene attribuito automaticamente il cognome della madre dall'anagrafe, a meno che si dia indicazione della propria scelta. In Lussemburgo siccome sono più indecisi fanno un sorteggio.Quindi la legge attualmente vigente in Italia non è un caso isolato, ma è parte di un processo di revisione del ruolo della donna all'interno della famiglia che ha colpito tutto l'Occidente. Si dice infatti che una volta la famiglia avesse uno stampo esclusivamente patriarcale: il padre veniva chiamato capofamiglia ed era lui che decideva tutto, mentre la donna era relegata al ruolo di serva del marito, alla cura dei figli e alle faccende domestiche. In quest'ottica il fatto di dare anche il cognome della donna non è impuntarsi per una cosa da niente, ma è un segno del nuovo ruolo assunto dalla donna all'interno della famiglia.Se una femminista mi esponesse così le motivazioni del dare anche il cognome materno al figlio gli direi che ha ragione, eccetto che nella soluzione. È verissimo che dare il cognome materno al figlio non è una quisquilia burocratica, ma rivoluziona sostanzialmente il ruolo della donna. Il problema è che il vecchio ruolo che aveva la donna nella famiglia andava benissimo e quello nuovo storpia la sua natura. Permettere alla donna di dare il cognome ai propri figli è l'ennesimo passo avanti nella decostruzione del ruolo del padre e del maschio e del conseguente crollo della famiglia. E questo va a scapito anche della donna. È insomma un ulteriore passo avanti di questa ideologia cieca nei confronti della realtà. Sì, sto parlando di realtà perché dare il cognome del padre al figlio (e anche alla moglie) non è una convenzione sociale che può essere cambiata perché risolve i problemi dati dalla realtà biologica. Infatti il cognome del padre risolve l'incertezza della paternità per i figli e, se proprio vogliamo dirla tutta, la moglie dovrebbe portare il cognome del marito a sua maggior garanzia.IL COGNOME DEL PADRE PER I FIGLINel nostro DNA ci sono scritti due bisogni fondamentali: quello di sopravvivere e quello di riprodurci. Per questo esistono l'istinto alla sopravvivenza e quello dell'accoppiamento sessuale. In questo caso ci interessa il secondo. Noi ci riproduciamo perché istintivamente desideriamo trasmettere i nostri geni alla generazione futura. Non ci basta che la specie umana si riproduca, ma ogni individuo desidera che siano i suoi geni ad essere portati avanti. Traducendo in un linguaggio contemporaneo: non ci basta sapere che qualcuno faccia sesso, ma vogliamo essere noi personalmente a farlo. E siccome la natura mette un piacere dove ci realizziamo, noi ci realizziamo trasmettendo i nostri geni alla generazione futura.Pensiamo agli animali che, pur di accaparrarsi le femmine per potersi riprodurre, sono disposti a lottare fino all'ultimo sangue. Quindi è interesse di ogni maschio, animale o umano che sia, far sì che sia solo lui a generare figli dalla sua femmina e nessun altro. Altrimenti starebbe sprecando le sue risorse e le sue energie per mantenere i figli del suo rivale: oltre al danno la beffa! I latini spiegavano questo concetto dicendo: "Mater semper certa, pater numquam". Da qui capiamo l'esigenza del padre di imporre il cognome: così facendo lo riconosce come suo e si impegna a mantenerlo e proteggerlo. Da questo discende che il bambino entra a far parte della famiglia del padre, è sottomesso alla sua potestà e per questo ottiene il diritto ad essere mantenuto dal padre, il diritto all'eredità e a tutte le cose che sono dovute ad un figlio. Diversamente no. Infatti ogni vero diritto nasce da un dovere e il diritto ad essere mantenuto dai genitori nasce dal dovere di stare sottomesso a loro.Dai ragionamenti fatti sul cognome paterno si può capire che questa non è una rivendicazione fine a sé stessa, ma deriva dal fatto che è l'uomo a esercitare il ruolo di capofamiglia con tutto il carico di responsabilità che esso comporta: se la famiglia va male o patisce la fame è colpa sua.Comprendiamo quindi come imporre il nome o il cognome è un gesto dalla portata grandissima. Dare il nome infatti è sempre stato un atto di autorità. Pensiamo nei vangeli a quando Gesù cambia il nome a Simone, che da quel giorno si chiamerà Pietro. In questo modo Gesù aveva affermato di avere il potere su di lui. Era Gesù che comandava e Pietro obbediva. La stessa cosa deve succedere in famiglia. Il padre infatti deve prendersi la responsabilità di mantenere e difendere la famiglia e per questo motivo è lui che ha il diritto, ma anche il dovere di comandare. Se per non prendersi la responsabilità scaricasse sulla moglie l'onere di decidere, verrebbe meno a un suo preciso dovere.Diversamente da quello che in genere si crede, in famiglia non si può decidere in due. Non è possibile che siano entrambi i genitori a comandare, ma deve essercene uno che ha l'ultima parola. Ogni realtà ordinata ha una e una sola guida. Pensiamo ad una azienda, una squadra di calcio, uno stato ecc. Se ci fossero due persone a comandare nel momento in cui si trovassero in disaccordo ci si bloccherebbe. Inoltre credere che l'accordo sia sempre possibile a condizione di parlarne abbondantemente è un'illusione tutta femminile. Se in una famiglia vi dicono che comandano tutti e due in realtà ci sarà sempre uno che ha l'ultima parola. E se l'uomo ha abdicato dal suo ruolo di capofamiglia per "decidere insieme", state sicuri che, quando si troverà in disaccordo con la moglie, farà un ulteriore passo indietro e lascerà decidere a lei trasformandosi piano piano in un'ameba. E chi dei due debba comandare ce lo indica la natura: all'uomo viene donata maggior forza fisica e maggior logicità nel ragionamento proprio per adempiere a questo compito. Alla donna invece viene data una maggior sensibilità ed emotività che le permettono di svolgere meglio il suo compito di cura nei confronti del marito, dei figli e, di conseguenza, della loro casa. Una donna affezionata a suo marito farà dei gesti di amore che a lui non sarebbero mai venuti in mente.IL COGNOME DEL MARITO PER LA MOGLIEQuindi, come conseguenza di tutto quello che è stato detto facciamo un passo ulteriore: non solo i figli devono avere il cognome del padre, ma anche la moglie dovrebbe prendere il cognome del marito. Infatti il cognome indica la persona a cui sei soggetto. Finché vivi in casa con i tuoi genitori è a loro che sei soggetto e sono loro che ti proteggono e ti mantengono. Quando invece vai a vivere con il tuo marito è lui che prende su di sé il dovere di mantenerti e di proteggerti e ti accetta nella sua famiglia: per questo è giusto che la donna porti il cognome del marito. Questa cosa è magnificamente spiegata quando Gesù istituisce il sacramento del matrimonio, ribadendo l'insegnamento originario di Dio sulla sessualità. Ad un certo punto Gesù dice, citando quello che Dio aveva detto ad Adamo ed Eva: "Per questo l'uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne". Fate bene attenzione alle parole: l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre. Perché non dice che anche la donna li abbandonerà? Perché la donna non abbandona nessuna sicurezza. L'uomo infatti abbandonerà la sicurezza della casa paterna e diventerà responsabile della sua vita. La donna no. La donna passerà dalla protezione dei suoi genitori a quella del marito. Non sarà in nessun momento abbandonata a se stessa. E il cambio di cognome dopo il matrimonio esprime proprio questa realtà: io porto il cognome di colui che mi protegge, di chi ha la responsabilità su di me.Persino Hilary Clinton porta il cognome del marito Bill, ex presidente degli Stati Uniti, in quanto deve tutta la sua carriera politica a lui. E non si può certo dire che la Clinton sia antifemminista, anzi. Stesso discorso per Ursula von der Leyen, attuale presidente della Commissione europea. Il suo cognome è in realtà quello del marito.In conclusione dobbiamo augurarci che un giorno le donne possano tornare a capire che la loro realizzazione non passa dal competere con l'uomo su chi ha il potere, ma riconoscano il loro ruolo naturale nella cura della famiglia.

Ultim'ora
Covid, Bertolaso "Un passeggero su due proveniente da Cina positivo"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Dec 28, 2022 2:08


"Abbiamo fatto due controlli sui primi due voli arrivati a Malpensa da Pechino. Sul primo, su 92 passeggeri 35 (il 38%) sono positivi. Ancora peggio il secondo: su 120 passeggeri 62 (il 52%) sono positivi. Quindi quasi un passeggero su due era positivo al Covid. Questo sta a sottolineare il fatto che in Cina la situazione non è così tranquilla come qualcuno fa pensare". Lo ha spiegato l'assessore regionale lombardo al Welfare, Guido Bertolaso.trl/gsl

Ultim'ora
Covid, Bertolaso "Un passeggero su due proveniente da Cina positivo"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Dec 28, 2022 2:08


"Abbiamo fatto due controlli sui primi due voli arrivati a Malpensa da Pechino. Sul primo, su 92 passeggeri 35 (il 38%) sono positivi. Ancora peggio il secondo: su 120 passeggeri 62 (il 52%) sono positivi. Quindi quasi un passeggero su due era positivo al Covid. Questo sta a sottolineare il fatto che in Cina la situazione non è così tranquilla come qualcuno fa pensare". Lo ha spiegato l'assessore regionale lombardo al Welfare, Guido Bertolaso.trl/gsl

Caffe 2.0
2680 L'Europa - più guerra preventiva alla disinformazione per soldi

Caffe 2.0

Play Episode Listen Later Dec 27, 2022 8:14


Le parole. Come cambiarne significato. Troppo facile fare dinsiformazione per soldi. Certo. Quindi basta limitare la libertà di pubblicare inserzioni online. Come ? Preventivamente, ovvio. E i GAFAM propongono di aiutare a trovare le fake news e fermarle. Preventivamente. E sul fronte sanzioni per condotte dannose ? Tutti insieme in modo strano, chi piu', chi con meno risorse e poteri. Anche questo da mettere a posto. Per la sicurezza possiamo ridurre preventivamente la libertà di parola ? No, ma alcuni algoritmi sono troppo potenti e poco controllati. Quindi non pensiamo di ridurre il potere di certi algoritmi: solo pensare di poter mandare messaggi troppo mirati solo per ottenere un consenso elettorale promettendo fuffa, non e' concepibile. Ma il problema e' disegnare un sistema di responsabilità e di azioni efficace. Ma in mancanza di una visione di insieme, continueremo a viaggiare a vista. Sbattendo a destra e a sinistra.Cercate in linkografia fake news su caffe20.it

Keration Podcast
Come essere diversi

Keration Podcast

Play Episode Listen Later Dec 26, 2022 1:32


Ognuno di noi ha i suoi gusti in fatto di vestiti. Quello che indossi dice molto sul tipo di persona che sei, su cosa rappresenti e su cosa credi. A differenza del passato, quando la mentalità era molto chiusa, quella attuale offre molto spazio per l'individualità e per le preferenze personali. Ma questo significa accettare ogni nuova moda a occhi chiusi? La moda che prevede di indossare i jeans strappati a scuola nacque una quarantina di anni fa, ed è ancora in voga. Eppure, ancora oggi continua a non essere accettata dalla maggioranza degli insegnanti. Naturalmente, nessuno vuole apparire fuori moda. I genitori saggi hanno il diritto di stabilire alcune regole che riguardano l'abbigliamento. Quindi, possono vietare ai figli gli stili di abbigliamento che sono sciatti, suggestivi, stravaganti o offensivi. Si preoccupano dell'impressione che i loro figli darebbero vestendosi in questo modo. Altre mode bizzarre riguardano i capelli. Permetto di apparire ‘diversi', ma possono creare situazioni molto imbarazzanti. Di solito si può dimostrare di essere persone per bene senza sembrare vistosamente antiquati. Naturalmente vestirsi in modo conservativo non ti farà vincere alcun concorso di popolarità, ma ti aiuterà a distinguerti come diverso! --- Send in a voice message: https://anchor.fm/corgiov/message

Pilota
Ma quindi, questo Andor? - Pilotino 26

Pilota

Play Episode Listen Later Dec 26, 2022 121:38


In cui Alice e Andrea e tre ospiti specialissimi preparano la rivoluzione!Con la partecipazione straordinaria di:- Jacopo Colò, di Fumble- Paolo D'alessandro, di NerdTalk- Cristina Resa, degli IncompetentiSe ti è piaciuto questo episodio dacci ⭐⭐⭐⭐⭐ su Spotify, consiglialo a tutti e seguici suInstagram: https://www.instagram.com/pilota.podcast/Twitter: https://twitter.com/PilotaPodcastSe vuoi sostenere Pilota e gli altri podcast di Querty, associati! https://www.querty.it/chi-siamo/

Querty
Ma quindi, questo Andor? - Pilotino 26

Querty

Play Episode Listen Later Dec 26, 2022 121:38


In cui Alice e Andrea e tre ospiti specialissimi preparano la rivoluzione!Con la partecipazione straordinaria di:- Jacopo Colò, di Fumble- Paolo D'alessandro, di NerdTalk- Cristina Resa, degli IncompetentiSe ti è piaciuto questo episodio dacci ⭐⭐⭐⭐⭐ su Spotify, consiglialo a tutti e seguici suInstagram: https://www.instagram.com/pilota.podcast/Twitter: https://twitter.com/PilotaPodcastSe vuoi sostenere Pilota e gli altri podcast di Querty, associati! https://www.querty.it/chi-siamo/

Made IT
Best of Made IT 2022

Made IT

Play Episode Listen Later Dec 26, 2022 33:54


Il 2022 è stato un grande anno per Made IT. Abbiamo raggiunto dei risultati che non ci aspettavamo tra i quali scoprire di essere tra 1% dei podcast di Spotify più condivisi e nei 5% più seguiti al mondo. Per questo dobbiamo un enorme grazie a voi, i nostri ascoltatori, e speriamo che continuerete a seguirci e a condividere il podcast con tutte le persone che pensate debbano ascoltarlo! Ma non è tutto qui... siamo riuscite ad intervistare degli ospiti incredibili che hanno raccontato la loro storia con entusiasmo e trasparenza - lasciandoci qualche perla di saggezza. Quindi per coronare l'anno abbiamo deciso di portarvi un episodio speciale che raccoglie alcuni dei momenti più emozionanti e dei consigli piu preziosi che hanno condiviso gli ospiti di questa ultima stagione. Scriveteci su Instagram o LinkedIn per farci sapere quali sono stati per voi i momenti più belli! I momenti che abbiamo scelto sono stati estratti da questi episodi: - #76 Il momento giusto per lanciare un nuovo business con Davide Dattoli, Founder di Talent Garden - #79 L'agricoltura del futuro con Luca Travaglini, Founder di Planet Farms - #63 Come apprendere le giuste competenze per raggiungere i tuoi obbiettivi con Luca Mastella, Founder di Learnn - #66 Gli ingredienti del successo con Vittoria Zanetti, Founder di Poke House

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
CONCORDANZA a SENSO: Come NON sbagliare le FRASI in italiano

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Dec 23, 2022 16:19


In questo articolo affronteremo il tema della concordanza a senso. Non lasciatevi spaventare dal nome! In realtà si tratta di un semplice concetto che spiegheremo passo passo. Se ne avete già sentito parlare, probabilmente avrete avuto dubbi sull'argomento, a cui nessuno ha mai saputo dare risposte efficaci. Non è così? E allora, se vi interessa scoprire di cosa si tratta e cercate una spiegazione chiara ed esaustiva del concetto di concordanza a senso...continuate a leggere questo articolo! I 3 tipi di concordanza a senso Prima di tutto, cosa si intende per concordanza? La concordanza è l'operazione che facciamo quando creiamo un accordo tra gli elementi di una frase (articoli, aggettivi, nomi, verbi) in genere, numero e persona. Ovvero, quando cambiamo l'ultima lettera delle parole, al maschile o al femminile, al singolare o al plurale. Ad esempio: Caterina è una ragazza simpatica —> è = 3ª persona singolare, perché concorda con il soggetto (Caterina, lei) + una ragazza simpatica, perché concordano con Caterina, a cui si riferiscono, che è singolare e femminile. Questa è la concordanza “tradizionale”, che tutti avrete studiato e che starete praticando e provando a padroneggiare. Questo tipo di concordanza è chiamato “concordanza grammaticale”, perché segue le regole grammaticali. Ma l'argomento di questo articolo è, più specificamente, la “concordanza a senso”, che è un altro tipo di concordanza. Questa dà più importanza agli elementi che determinano il senso, il significato della frase, piuttosto che dare importanza alla sua grammatica. Semplificando il concetto, la concordanza a senso risulta essere un po' più “flessibile” di quella grammaticale. Ma cosa intendiamo? Vediamolo insieme! Innanzitutto, è bene sapere che esistono 2 tipi principali di concordanza a senso. Tipo 1 Il primo tipo avviene quando abbiamo a che fare con un complemento partitivo  (ovvero, introdotto da DI, che specifica l'insieme di cui fa parte il nome a cui si riferisce) che regge una proposizione relativa. E cioè, in breve, stiamo parlando di strutture come “uno di … (un gruppo) che”). Ecco un esempio: Laura è una di quelle persone che sa / sanno sempre come comportarsi Il dubbio è: dopo il pronome relativo CHE, si usa il verbo al singolare (che concorda con “Laura, una”) o al plurale (che concorda con “persone”)? Cosa ne pensate? Ebbene, secondo le regole di grammatica e quella che si definisce concordanza grammaticale, il verbo deve concordare con il partitivo, cioè con ciò che si trova dopo il “di” (persone, in questo caso): Laura è una di quelle persone che sanno sempre come comportarsi (concordanza grammaticale) Ma, secondo la concordanza a senso, il verbo deve concordare con il nome principale, il soggetto logico che davvero esprime il significato della frase (Laura, in questo caso): Laura è una di quelle persone che sa sempre come comportarsi (concordanza a senso) E quindi? Quale delle due è corretta? La concordanza grammaticale è sempre corretta: seguendo le norme grammaticali, la frase relativa è retta dal complemento partitivo (di quelle persone = nome plurale à verbo al plurale). Però la concordanza a senso è molto molto comune nella lingua parlata e nelle conversazioni, poiché è vero che noi stiamo parlando di Laura, su un piano logico. Quindi potrebbe capitarvi di sentirla o leggerla spesso, soprattutto perché non è considerata come un vero e proprio errore. Ricordatevi, però, che sarebbe da evitare in contesti formali, per ragioni di chiarezza. Se volete il un consiglio, utilizzate sempre la concordanza grammaticale, così sapete di essere sempre nella parte della ragione. Però, è importante in ogni caso chiarificare tutto, così che voi possiate riconoscere la concordanza a senso quando la sentite e che siate perfettamente in grado di capire perché è stata usata. Tipo 2 Il secondo tipo avviene quando si ha un soggetto collettivo (cioè u...

Outcast - La voce dei videogiocatori borderline

Chiudiamo (?) la nostra annata di chiacchiere sui videogiuochi giuocati con tre ore di analisi approfondite (?) su quattro avventure (?) uscite negli ultimi mesi. Si parte con Return to Monkey Island (03:43). Poi proseguiamo con Scorn (44:07). Quindi ci buttiamo su Somerville (01:36:43). Andiamo infine a chiudere con Pentiment (02:18:33). Per tutti e quattro i giochi, avvisiamo prima di passare agli spoiler. Buon ascolto! Soundtraccia: Outcast Magazine - Davide Tosini

Voci di impresa
Umbria e Toscana, storie di eccellenze imprenditoriali

Voci di impresa

Play Episode Listen Later Dec 17, 2022


Protagoniste di questa puntata tre aziende specializzate in settori diversi ma accomunate da un percorso di crescita accelerato dagli investimenti in ricerca e sviluppo. Tre avventure imprenditoriali selezionate nell'ambito di "Imprese Vincenti", il roadshow promosso da Intesa Sanpaolo con l'obiettivo di valorizzare le piccole e medie imprese. Questa settimana lo speciale Giro d'Italia ha fatto tappa a Firenze per raccontare aziende toscane e umbre. La prima storia ci porta nel cuore dell'Umbria, a Campello sul Clitunno, dove è sbocciata e si è sviluppata l'avventura imprenditoriale di "Meccanotecnica Umbra", azienda meccanica specializzata in componenti per vari settori. Poi spazio al "Gruppo Sitem", altro marchio internazionale nella meccanica, con sede a Trevi. Quindi, da Sesto Fiorentino, la testimonianza imprenditoriale di "Everex", società di ingegneria che nel tempo si è specializzata nella produzione di strumenti per le analisi diagnostiche e di distributori automatici.

Europa Europa
Si tratta sui fondi Ue all'Ucraina, Orban li congela

Europa Europa

Play Episode Listen Later Dec 11, 2022


Ancora niente accordo sui 18 miliardi di euro per l'Ucraina a causa del veto dell'Ungheria. «Ci sono milioni di persone senza acqua, riscaldamento o elettricità. Quindi dobbiamo davvero andare avanti». Parla il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, al termine dell'Ecofin nel quale Budapest ha bloccato il pacchetto di aiuti a Kiev per ottenere in cambio il via libera al Pnrr da 5,8 miliardi e di fatto uno sconto sul congelamento dei fondi strutturali per il mancato rispetto dello Stato di diritto (in ballo ci sono 7,5 miliardi). ne parliamo con Beda Romano, corrispondente del Sole24Ore da Bruxelles. Nella seconda parte ospite Giulia De Florio (dell'associazione premio Nobel per la Pace 2022 Memorial), curatrice con Sergej Bondarenko, di "Proteggi le mie parole", un documento prezioso per dar voce a chi oggi nella Russia di Putin la voce non può usarla per difendere le proprie idee.In collaborazione con Euranet Plus

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
Il verbo CHIEDERE e le sue mille espressioni in italiano

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Dec 11, 2022 14:31


In italiano il verbo CHIEDERE è molto usato sia per esprimere il desiderio di ottenere, l'esigenza di avere qualcosa sia per domandare e interrogare per sapere. Ascoltando gli italiani però, forse avrai notato che questo verbo è presente in tantissimi modi di dire, frasi fatte e semplici espressioni verbali. In questo video vedremo le più comuni! 13 ESPRESSIONI con il verbo CHIEDERE Vediamo insieme le principali espressioni italiane che contengono il verbo CHIEDERE 1. Chiedere scusa Esprimere tristezza, rimpianto o rimorso per quello che si è detto o fatto nei confronti dell'interlocutore, riconoscendo i propri errori, con lo scopo di riconciliarsi e ripristinare un rapporto. Esempio: Ops… Vi chiedo scusa! Stavo rispondendo a qualche messaggio… 2. Chiedere perdono Un altro modo per dire “chiedere scusa”. Questa espressione, però, è utilizzata anche in ambito religioso: si chiede all'interlocutore (una persona o Dio) di assolvere l'errore (o il peccato) commesso. Esempio: Vi chiedo perdono se sono stata un po' assente… Avete sentito la mia mancanza? 3. Chiedere venia La parola “venia” significa favore, grazia, perdono, generalmente lieve. Dunque, “chiedere venia” vuol dire domandare perdono in situazioni di piccole colpe. Questa espressione è utilizzata spesso in registri molto elevati e aulici per scusarsi o anche in maniera scherzosa nella quotidianità. Esempio: Come hai detto che ti chiami? Lisa Petragallo? Pietragalla? Petrigallia? Chiedo venia se l'ho pronunciato male! Non l'ho mai sentito però… 4. Chiedere clemenza Utilizzata soprattutto in contesti giuridici, per richiedere benevolenza nella punizione e disponibilità al perdono. Esempio: Signor giudice, sento di dover chiedere clemenza per il mio cliente. È innocente! 5. Chiedere giustizia Questa è ancora un'espressione legata all'ambito giuridico, ma è usata spesso anche nella quotidianità: la richiesta è che si agisca in modo giusto e corretto nei confronti di qualcuno o che si ristabilisca un diritto calpestato o un torto subito. Esempio: Graziana mi ha rotto questo bracciale e io adesso chiedo giustizia! Me ne deve ricomprare almeno tre! 6. Chiedere (il) permesso Domandare ad altre persone l'autorizzazione (verbale o scritta) per dire o fare qualcosa. È molto usata soprattutto dai bambini, a scuola o a casa, per chiedere all'insegnante o ai genitori di poter fare qualcosa. Esempio: Più tardi c'è l'aperitivo in centro? Più tardi quando? Tra 15 minuti? Non so se riesco a farcela… Dovrei chiedere il permesso a Graziana perché la sto aiutando con un video… Lo so, anche io penso che dirà di no! Lei è così stakanovista… 7. Chiedere uno sforzo Esigere dall'interlocutore il massimo delle energie e dell'impegno nell'attività che sta svolgendo o che dovrà svolgere. Esempio: Mi dispiace, non posso venire. Graziana mi ha chiesto uno sforzo per completare questo video e non posso deluderla. È lei che mi paga! Però ti prometto che ci sarò al prossimo aperitivo! 8. Chiedere conto Richiedere, in modo pressante, una spiegazione o una giustificazione riguardo a qualcosa che è stato fatto o detto. Esempio: Finalmente ho trovato i miei auricolari! Chissà chi li aveva presi! Sicuramente Graziana… Ma gliene chiederò conto… Non la passerà liscia questa volta!  9. Chiedere conferma Accertarsi sulla verità di una notizia o sulla correttezza di una cosa fatta o detta, per avere la prova certa di un fatto o di una supposizione. Esempio: Mi hanno invitata a una festa questa sera, però ho ricevuto un messaggio molto generico… Ma davvero c'è una festa a casa di Luca? Ti chiamavo per chiedere conferma… Sì? Benissimo! 10. Chiedere lumi Volere un chiarimento, una spiegazione da qualcuno. La parola “lumi”, infatti, significa luce. Quindi, con questa espressione si vuole che qualcuno faccia luce su una questione, con una spiegazione ben dettagliata. Esempio:

Mamma Superhero
Ep. 175: Come sopravvivere alle vacanze di Natale

Mamma Superhero

Play Episode Listen Later Dec 7, 2022 23:22


Siamo onesti: non è facile sopravvivere alle vacanze natalizie quando hai dei bambini al seguito! E per quanto gioioso possa essere, il Natale (come tante altre festività) genera caos in casa. *** Scarica il PDF gratuito con i 10 consigli: https://mammasuperhero.mykajabi.com/sopravvivere-alle-feste Infatti, i bambini non vanno a scuola e non seguono più una routine. Sono sopraffatti da regali, film e giochi, e la sera è inevitabile che vadano a letto più tardi. E le mamme? Beh, loro lavorano il doppio e non hanno tempo per riposare il corpo (e la mente). È normale che tutto questo scombussolamento possa condurre a più confusione rispetto al solito. Quindi, ora più che mai, abbiamo bisogno di prepararci e capire come arrivare al Capodanno senza sentirci delle pezze! Premi play e ascolta subito l'episodio che ho preparato per te! Troverai 10 consigli pratici su come sopravvivere alle festività natalizie in modo totalmente nuovo. *** Scarica il PDF gratuito con i 10 consigli: https://mammasuperhero.mykajabi.com/sopravvivere-alle-feste *** MSH Facebook: https://www.facebook.com/mammasuperhero MSH Instagram: https://www.instagram.com/mammasuperhero/ MSH Blog: https://www.mammasuperhero.com/come-sopravvivere-alle-vacanze-natalizie/

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
16 Espressioni italiane con il Verbo DARE

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Dec 6, 2022 14:36


Il verbo dare è molto particolare, dato che possiede molti significati, tra cui porgere, passare, offrire, donare ecc... Ma sapevate che è anche molto utilizzato in espressioni e modi di dire italiani? In questo articolo scopriremo insieme alcuni dei più comuni, con tanto di esempi! Quindi, se siete curiosi di conoscerli... proseguite la lettura! 16 espressioni idiomatiche in italiano con "DARE" 1. Dare fastidio Provocare noia, irritazione, disturbare una persona. Luca mi dà sempre fastidio ascoltando musica ad alto volume quando cerco di studiare 2. Dare ai/sui nervi Questa espressione si può considerare un sinonimo di quella precedente: infastidire, irritare qualcuno a tal punto da farlo esasperare. È così arrogante! Il suo comportamento mi dà proprio sui nervi! 3. Dare retta O (meno frequente) “dare ascolto”: ascoltare e seguire i consigli o gli ordini di qualcuno. Dammi retta, comincia a frequentare quel corso di yoga e vedrai che sarai meno stressato! 4. Dare una mano Aiutare qualcuno a svolgere una determinata attività. Luigi ci ha dato una mano con il trasloco. È importante non confondere questa espressione con “darsi la mano” che invece indica stringersi la mano con qualcuno, per esempio quando ci si presenta a qualcuno che si vede per la prima volta. 5. Dare voce Far sentire le proprie parole o idee, anche quando le altre persone o le circostanze lo rendono complicato. Ho finalmente dato voce ai miei pensieri nei suoi confronti: adesso non siamo più amici ma mi sono tolta un bel peso! 6. Darsi da fare Impegnarsi molto in modo produttivo nello svolgimento di un'azione o nella realizzazione di un compito. Gli architetti si sono dati molto da fare per completare in tempo il progetto della nostra casa. 7. Dare i numeri Perdere momentaneamente la ragione. Ma anche: essere nervosi o arrabbiati per un fatto accaduto o qualcosa che ci è stato detto. Con questo significato: “dare di matto”. Quando il capo ha visto l'errore che avevamo commesso, ha dato i numeri e stava per licenziarci. 8. Non dare tregua Continuare a far soffrire o a disturbare, infastidire qualcuno. Quest'anno la pioggia proprio non ci dà tregua: non vediamo il sole da settimane! Viceversa, “dare tregua” significa smettere di infastidire qualcuno. Mi ha dato tregua quando finalmente gli ho detto che non ne potevo più delle sue lamentele. 9. Dare spazio Aiutare, incentivare, supportare nella realizzazione di un'idea o un progetto, dare la possibilità di crescita. Nel mondo del lavoro, è importante dare spazio ai giovani e alle loro idee. 10. Darci dentro Impegnarsi molto a fare qualcosa. Simone ci sta dando dentro con il nuoto in questi giorni per vincere la gara la prossima settimana. 11. Dare corda Dimostrarsi disponibili ad ascoltare qualcuno o incoraggiare qualcuno a fare qualcosa. Spesso esprime una sfumatura negativa, per sottolineare che quello che si sta ascoltando o incoraggiando è insensato, stupido. Se continui a dargli corda, non la smetterà più di parlare! 12. Dare atto Comunicare ufficialmente, riconoscere apertamente un'idea, un'azione o un comportamento. Devo dare atto che sento sempre delle proposte innovative da parte di Lucia. 13. Dare credito Concedere fiducia, credere a qualcuno. Ho dato credito alle sue parole e ciò che abbiamo ottenuto è stato un fallimento totale! 14. Dare filo da torcere Rendere la vita difficile a qualcuno, causare molte difficoltà. Imparare l'italiano può dare filo da torcere, ma ne vale la pena! 15. Dare per scontato (qualcosa/qualcuno) Considerarlo come assolutamente certo e sicuro, anche se non si è ancora verificato (per azioni). Non dare mai per scontata l'opinione altrui in una riunione! Abbiamo dato per scontati i nostri dipendenti e invece ci hanno traditi e sono andati a lavorare per la concorrenza....

Pilota
Ma quindi, questo A League of Their Own? - Pilotino 25

Pilota

Play Episode Listen Later Nov 29, 2022 47:56


In cui Alice e Alice parlano di A League of Their Own, (in Italia con lo spettacolare titolo di "Ragazze vincenti: la serie"! Non vi sentite già un po' più vincenti anche voi?) disponibile su Prime Video, mentre Andrea ascolta con l'attenzione e la perspicacia di un cane a cui viene mostrato un trucco di magia.Se ti è piaciuto questo episodio dacci ⭐⭐⭐⭐⭐ su Spotify, consiglialo a tutti e seguici suInstagram: https://www.instagram.com/pilota.podcast/Twitter: https://twitter.com/PilotaPodcastSe vuoi sostenere Pilota e gli altri podcast di Querty, associati! https://www.querty.it/chi-siamo/

Storia in Podcast
Pietro I il Grande - Quarta parte

Storia in Podcast

Play Episode Listen Later Nov 28, 2022 16:33


La Grande Ambasceria, ovvero il grande viaggio diplomatico voluto da Pietro, si risolse in un fiasco politico. A quel punto, Pietro stipulò una tregua trentennale con l'Impero ottomano e volse le mire espansionistiche a nord, contro gli svedesi, padroni del Baltico. Lo scontro con Carlo XII, giovane condottiero che viveva solo per combattere, durò, con brevi pause, una ventina d'anni e si concluse con il trionfo di Pietro e il declino della potenza scandinava.Umiliati nel 1700 dagli svedesi a Narva, i russi si rifecero con gli interessi nel 1704 nella stessa Narva e a Dorpat. Quindi inaugurarono una tattica destinata a non tramontare mai: ritirarsi all'interno e lasciar fiaccare dal freddo e dalla lunghezza delle linee di approvvigionamento il nemico. Stremati, gli svedesi vennero sbaragliati nel 1709 a Poltava. I russi dilagarono nei loro territori espugnando Vyborg, Riga e l'attuale Tallinn.Lo storico Andrea Santangelo racconta in questo podcast la storia di Pietro il Grande, il primo imperatore di Russia a promuovere una politica riformista e di modernizzazione del paese sul modello occidentale. - Pietro il Grande: L'adolescenza (Prima parte) - Pietro il Grande: “L'allegra compagnia” (Seconda parte) - Pietro il Grande: La prima campagna militare e la marina da guerra (Terza parte) - Pietro il Grande: La Grande Ambasceria in Occidente, il ritorno a Mosca e la guerra contro Carlo XII (Quarta parte) - La nascita del Grande Impero russo (Quinta parte)A cura di Deborah Natale. Montaggio di Silvio Farina.https://storiainpodcast.focus.it - Canale: La storia della Storia------------Storia in Podcast di Focus si può ascoltare anche su Spotify http://bit.ly/VoceDellaStoria ed Apple Podcasts https://podcasts.apple.com/it/podcast/la-voce-della-storia/id1511551427.Siamo in tutte le edicole... ma anche qui:- Facebook: https://www.facebook.com/FocusStoria/- Gruppo Facebook Focus Storia Wars: https://www.facebook.com/groups/FocuStoriaWars/ (per appassionati di storia militare)- YouTube: https://www.youtube.com/user/focusitvideo- Twitter: https://twitter.com/focusstoria- Sito: https://www.focus.it/cultura

Focus economia
Roma e Milano primi comuni per Pil dal turismo

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022


Città d'arte campioni nella creazione di ricchezza turistica e centinaia di comuni si rivelano dei top performer del Pil grazie all'industria dell'ospitalità. Al primo posto della classifica ecco Roma con circa 7,6 miliardi di euro seguita da Milano con circa 3,5 miliardi, Venezia che supera di poco i 3 miliardi e Firenze con più di 2,8 miliardi. Non mancano poi le sorprese come San Michele al Tagliamento che grazie alla frazione Bibione riesce a battere la rinomata costiera amalfitana, Cavallino-Treporti supera Taormina e Chioggia lascia al tappeto Ischia. Sono questi i sorprendenti comuni campioni del valore aggiunto generato dalle attività turistiche. È quanto emerge dallo studio «La ricchezza dei comuni turistici - Ranking secondo la creazione di valore aggiunto», preparato da Sociometrica elaborando i dati Istat. Il focus dello studio è sui primi 500 comuni per presenze turistiche, dove si concentra l'83% del totale degli ospiti.Oltre alla classifica dei comuni italiani per Pil dal turismo, Sociometrica ha anche stimato l'andamento del 2022 che vede l'avvicinarsi dei flussi ai livelli del 2019. In termini di presenze complessivamente lo studio stima per quest'anno 389,4 milioni di presenze contro i 436,7 milioni del 2019 con un gap del 10,8%. In termini di valore aggiunto generato dalle presenze turistiche nel 2022 si superano gli 89,1 miliardi di euro contro i 99,9 miliardi del 2019. Quindi un settore in forte ripresa che si avvicina ai livelli pre pandemia anche se, per riuscire a raggiungere i livelli del 2019, sarà necessario fare i conti con il caro energia, che potrebbe mettere in pericolo la sostenibilità di tante attività, oltre che la diminuzione della domanda a causa dei prezzi in forte salita. E la questione occupazionale, con alcune professioni difficili da reperire sul mercato. Ne parliamo con Antonio Preiti, economista e direttore di Sociometrica.

Pilota
Ma quindi, questa stagione 2 di Only Murders in the Building? - Pilotino 24

Pilota

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022 23:55


In cui Alice, Andrea e Alice si compiacciono che pure la seconda stagione di Only Murders in the Building è venuta bene, e non era affatto scontato!Bonus: tuttə amano Selena GomezSe ti è piaciuto questo episodio dacci ⭐⭐⭐⭐⭐ su Spotify, consiglialo a tutti e seguici suInstagram: https://www.instagram.com/pilota.podcast/Twitter: https://twitter.com/PilotaPodcastSe vuoi sostenere Pilota e gli altri podcast di Querty, associati! https://www.querty.it/chi-siamo/

Italian Podcast
News In Slow Italian #512 - Italian Expressions, News, and Grammar

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Nov 4, 2022 8:01 Very Popular


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. In primo luogo, commenteremo il ritorno al potere dell'ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. In seguito, discuteremo della decisione della Russia di rientrare nell'accordo, mediato dalle Nazioni Unite, che consente l'esportazione di grano ucraino attraverso il Mar Nero. Quindi, nella sezione scientifica, parleremo di una foto scattata dall'osservatorio Solar Dynamics della NASA, che mostra un'immagine davvero unica del sole. E infine, parleremo del pioniere del rock'n'roll Jerry Lee Lewis, morto venerdì scorso all'età di 87 anni.    Nella seconda parte del nostro programma, Trending in Italy, parleremo del centenario della Marcia su Roma, una manifestazione eversiva che diede inizio alla dittatura fascista di Benito Mussolini, prendendo in considerazione anche i recenti sviluppi politici in Italia. Parleremo infine dell'intervista rilasciata dal nuovo ministro delle Infrastrutture e leader della Lega, Matteo Salvini, in cui sostiene che uno degli obiettivi del nuovo governo è la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina. - Benjamin Netanyahu torna al potere con un nuovo governo di destra - La Russia accetta di rientrare nell'accordo che consente all'Ucraina di esportare grano - La NASA ha fotografato un'immagine del Sole mentre “sorride” - Il pioniere del rock'n'roll Jerry Lee Lewis è morto all'età di 87 anni - Il Centenario della Marcia su Roma - Matteo Savini punta a costruire il Ponte sullo Stretto di Messina

Italiano Automatico Podcast
Episode 540: 10 Frasi Brevi in Italiano Per La Conversazione | Imparare l’Italiano

Italiano Automatico Podcast

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 9:33


✅❌Hai capito come si usano queste frasi italiane? INIZIA IL QUIZ https://bit.ly/3NjhN2y In questo podcast imparerai 10 frasi brevi che gli italiani usano ogni giorno. Le frasi e le espressioni italiane che vedremo insieme sono rivolte a studenti con un livello intermedio o avanzato. Grazie alle frasi che imparerai, potrai parlare con più facilità in italiano poiché sono frasi veramente usatissime e questo ti darà modo di parlare in italiano sempre più naturalmente e facilmente. 0:00 - INTRODUZIONE 1:46 - 1. A OCCHIO E CROCE2:22 - 2. DI GRAN LUNGA2:53 - 3. DI PUNTO IN BIANCO3:33 - 4. ECCOMI4:09 - 5. MI TOCCA4:42 - 6. NEL GIRO DI5:08 - 7. OGNI TANTO5:31 - 8. PER FILO E PER SEGNO6:14 - 9. PRIMA O POI6:48 - 10. SONO COMBATTUTO7:44 - CONCLUSIONE#1 A OCCHIO E CROCEA occhio e croce o semplicemente a occhio significa all'incirca, più o meno, su per giù. Si usa solitamente per fare un calcolo approssimativo, senza essere troppo precisi. Vediamo degli esempi: A occhio e croce alla riunione ci saranno stati cento dipendenti.  A occhio e croce quell'uomo avrà quarant'anni. #2 DI GRAN LUNGA Di gran lunga significa di molto. Si trova generalmente insieme a comparativi o superlativi relativi. Come in queste frasi: Giada è di gran lunga la più intelligente della classe.  Questo è di gran lunga il migliore limoncello che abbia mai assaggiato in vita mia.  #3 DI PUNTO IN BIANCODi punto in bianco significa all'improvviso, tutt'a un tratto, quando una cosa succede senza preavviso, inaspettatamente. Le cose che accadono di punto in bianco solitamente ci sorprendono e ci colgono impreparati, producendo così un effetto sorpresa.  Cristina se n'è andata di punto in bianco. Stavamo cenando quando di punto in bianco abbiamo sentito una scossa di terremoto.   #4 ECCOMIQuando qualcuno ti chiama e vuoi dire che sei presente, che sei lì, puoi dire eccomi o anche eccomi qua. E al plurale diventa eccoci.  Qualcuno sa dove è finito Giuseppe? Eccomi! Stavo finendo di preparare il pranzo.  Dove sono Carlo e Lucia? Eccoci qua! abbiamo trovato molto traffico in autostrada.   #5 MI TOCCAUn modo colloquiale per dire devo farlo io è mi tocca. Questa espressione si può sentire da sola o insieme a un verbo all'infinito che indica cos'è che ci tocca fare, ovvero cos'è che dobbiamo fare. Vediamo subito degli esempi: Oggi mi tocca fare la spesa.  Domani mi tocca pulire la casa.  #6 NEL GIRO DINel giro di significa nell'arco di, nel corso di, in, e si riferisce al tempo. Vediamo alcuni esempi: L'imbianchino ha detto che finirà il lavoro nel giro di una settimana.  Finiremo il progetto nel giro di due mesi.  #7 OGNI TANTOOgni tanto significa qualche volta, di tanto in tanto, talvolta.  Ogni tanto vado a trovare Maura in ospedale.  Dovresti fare attività fisica ogni tanto.  #8 PER FILO E PER SEGNOPer filo e per segno significa minuziosamente, nei minimi particolari, precisamente, in modo accurato.Si usa per descrivere un'azione eseguita in modo preciso o un concetto spiegato in modo dettagliato. Com'è stata la festa di ieri sera? Voglio sapere tutto, per filo e per segno. La nonna è molto curiosa, mi chiede sempre di raccontarle tutto per filo e per segno.   #9 PRIMA O POIPrima o poi significa a un certo punto nel tempo, una volta o l'altra. Si usa per dire che una cosa succederà, ma non si sa quando esattamente, però pensiamo che accadrà, presto o tardi.  Prima o poi Giancarlo scoprirà tutta la verità. Abbi pazienza, vedrai che prima o poi passerai l'esame.   #10 SONO COMBATTUTOQuando siamo indecisi su quale decisione prendere possiamo dire sono combattuto oppure al femminile sono combattuta. Quindi quando sei davanti a una scelta difficile e sei indeciso, incerto, stai esitando perché ti trovi in una situazione di incertezza, dirai sono combattuto.  Devo cambiare il telefono, sono combattuto tra questo e quel modello.  Carlotta è combattuta tra la rabbia e la preoccupazione. 

Psicologia con Luca Mazzucchelli
Il mio miglior investimento: cosa accade se affronti la paura - con Andrea Abondio

Psicologia con Luca Mazzucchelli

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 1:58


Andrea Abondio mi ha chiesto qual è stato il mio miglior investimento. Senza dubbio il mio miglior investimento sono i miei figli perché mi danno energia, motivazione e slancio verso il futuro. Questa preziosa domanda mi ha fatto pensare che, in effetti, diventare padre era quello che mi spaventava di più. Cosa accade se affronti la paura? Diventa entusiasmo. Quello che oggi mi entusiasma di più, in passato mi spaventava. Quindi quello che oggi ti spaventa, se lo affronti potrebbe trasformarsi in entusiasmo.

Italian Podcast
News In Slow Italian #511 - Italian Expressions, News, and Grammar

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Oct 28, 2022 8:26 Very Popular


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle principali notizie di questa settimana. In primo luogo, parleremo della nomina, cerimoniata martedì dal Re Carlo III, di Rishi Sunak alla carica di Primo Ministro della Gran Bretagna. Commenteremo poi il notevole successo che i Paesi europei hanno raggiunto nel riempire al 95% i depositi di stoccaggio di gas naturale, entro la scadenza del 1° novembre, superando l'obiettivo originario dell'80%. Quindi, discuteremo di un recente studio pubblicato sulla rivista Nature che indica come alcune mutazioni genetiche che hanno aiutato alcuni individui a sopravvivere alla peste nera nel 1348, sono collegate a determinate malattie autoimmuni che colpiscono i loro discendenti ancora oggi. Infine, commenteremo l'onorificenza dell'Ordine di San Michele e San Giorgio che la principessa Anna ha conferito all'attore Daniel Craig - lo stesso onore concesso al suo personaggio James Bond - in riconoscimento al suo eccezionale contributo al cinema e al teatro.    Nella seconda parte del nostro programma, Trending in Italy, parleremo di alcuni audio pubblicati da LePresse, nei quali Silvio Berlusconi dice di aver ristabilito i rapporti con Vladimir Putin, facendo anche una ricostruzione sconclusionata delle responsabilità del Cremlino nell'invasione dell'Ucraina. Discuteremo infine della straordinaria impresa sportiva dell'italiano Filippo Ganna, che ha stabilito di recente il nuovo record dell'ora nel ciclismo. - Il Re Carlo III incarica Rishi Sunak di formare il prossimo governo britannico - Impianti di stoccaggio del gas in Europa riempiti al 95%. E sta arrivando altro gas - I sopravvissuti alla peste nera hanno sviluppato una mutazione genetica protettiva - Daniel Craig riceve la stessa onorificenza di James Bond - Gli audio di Silvio Berlusconi su Putin e la Guerra in Ucraina - Filippo Ganna segna uno storico record di velocità

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
Le Espressioni con la Preposizione SU in italiano

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Oct 22, 2022 11:32


In italiano la preposizione semplice SU è utilizzata in parecchie espressioni verbali e in molti modi di dire utilizzati nella quotidianità dai madrelingua. In questa lezione potrai conoscerli tutti e imparare a parlare in modo più naturale e spontaneo in italiano. 10 Espressioni italiane con la preposizione SU da ricordare Ti presento ora 10 espressioni con la preposizione semplice SU, molto gettonate dai madrelingua italiani nell'uso scritto e soprattutto orale. Gli esempi riportati vi faranno scoprire quanti utilizzi diversi può avere una piccola preposizione semplice. Pronti a scoprirli? Su misura È un'espressione che può essere utilizzata in contesti differenti:  -per riferirsi ad un capo di abbigliamento cucito e tagliato in base alle misure di una determinata persona, che dovrà indossarlo  Non posso prestarti questo vestito perché è fatto su misura e le nostre taglie sono diverse!); -per riferirsi a qualcosa che si adatta perfettamente alle caratteristiche di qualcuno  Sono sicura che non avrai problemi! Si tratta di un lavoro fatto su misura per te). Sul serio Possiamo utilizzare questa espressione al posto di “veramente/per davvero/senza scherzi” Sto pensando sul serio di comprare una villa in campagna e lasciare lo stress della città. o in domande retoriche per esprimere dubbio o meraviglia. Sul serio?! Hai organizzato tutto questo solo per lei? Spesso la troviamo accompagnata dal verbo “fare”, per dire “impegnarsi veramente/non scherzare” Smettila di mettermi dubbi, io faccio sul serio con questo nuovo lavoro! e dal verbo “prendere”, per intendere “affrontare con grande impegno e serietà qualcosa o qualcuno”. Prendevamo sul serio le nostre promesse, perciò non abbiamo mai deluso nessuno. Su due piedi Per riferirsi ad un'azione fatta o una decisione presa senza esitazione, all'improvviso, senza pensarci su. Quello che ci chiedi è complesso: non possiamo risponderti così su due piedi. Abbiamo bisogno di consultare i nostri avvocati. Su per giù (suppergiù) È un'espressione utilizzata al posto di “all'incirca/pressappoco/più o meno”. Viviamo in questa casa su per giù da 5 anni. Sul colpo Possiamo utilizzare “sul colpo” per riferirci ad un'azione che si svolge “immediatamente/subito”. Molto spesso la ritroviamo nella famosa espressione “morire sul colpo”.  Sembra che la vittima sia morta sul colpo: non ha sofferto molto. Nero su bianco È un'espressione utilizzata per stabilire in modo definitivo una situazione o mettere per iscritto qualcosa. Quindi, il “nero” rappresenta l'inchiostro della penna che scrive sulla carta, che è di colore “bianco”. Spesso ritroviamo questa espressione accompagnata dal verbo “mettere”. Potremo collaborare insieme solo quando deciderai di mettere le cose nero su bianco. Altrimenti, non mi fido. Sulla ventina/trentina/quarantina… È un'espressione che possiamo usare quando facciamo una supposizione sull'età di una persona. Significa “circa vent'anni/trent'anni/quarant'anni…”. Mentre venivo qui, un uomo sulla quarantina mi ha chiesto che ora fosse. Su richiesta È un'espressione utilizzata per esprimere un'azione non obbligatoria/facoltativa. Il pullman per Milano fa 5 fermate più altre 3 solo su richiesta. Possiamo anche trovare l'espressione “su richiesta di”, che significa “in seguito alla domanda di…”  Vi lascio i suoi documenti a richiesta dell'ispettore. Sulle spine È un'espressione utilizzata quando si è in uno stato di ansia, di preoccupazione. Spesso è preceduta dai verbi “stare” o “tenere”. Mi ha tenuto sulle spine per tutta la sera e poi finalmente mi ha rivelato il suo segreto. Sul filo del rasoio È un'espressione utilizzata in situazioni di pericolo o di rischio. La possiamo trovare con i verbi “stare” o “essere”. Dopo tutto quello che hai fatto, per quanto mi riguarda,

L'italiano vero
86 – Da Milano a Venezia in…

L'italiano vero

Play Episode Listen Later Oct 22, 2022 1036:12


Ciao Italiani Veri! Tutto bene? Noi, o meglio parte di noi, con la mente è ancora in vacanza.

Italian Podcast
News In Slow Italian #510- Best Italian Program for Intermediate Learners

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Oct 21, 2022 9:01 Very Popular


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. In primo luogo, commenteremo l'apertura del 20° Congresso del Partito Comunista Cinese, l'evento politico più importante del Paese, avvenuta domenica. Successivamente, discuteremo della controversa decisione dell'Unione europea di esentare dalle sanzioni alcune industrie e merci russe. Quindi, nella parte scientifica del nostro programma, parleremo dello studio di un team di ricercatori che ha impiantato neuroni umani nel cervello di ratti, per studiare i disturbi neurali. Infine, parleremo della decisione di due attiviste del gruppo ecologista Just Stop Oil di gettare zuppa di pomodoro sul famoso dipinto I Girasoli di Vincent Van Gogh esposto alla National Gallery di Londra.    Continuiamo ora con l'annuncio della seconda parte del nostro programma, Trending in Italy. Questa settimana, parleremo delle polemiche che hanno colpito il noto reality Grande Fratello Vip, dopo che uno dei concorrenti ha lasciato la trasmissione a causa di alcuni problemi di salute mentale. Parleremo infine di Maria Sole Ferrieri Caputi, la prima donna della storia ad aver arbitrato una partita di calcio maschile della Serie A. - Xi Jinping apre il 20° Congresso del Partito Comunista Cinese - Controversie sulla decisione dell'UE di esentare alcuni enti russi dalle sanzioni - Ricercatori impiantano cellule cerebrali umane nei ratti per studiare i disturbi neurali - Attiviste di Just Stop Oil lanciano zuppa di pomodoro contro un dipinto di Van Gogh - La questione della salute mentale irrompe al Grande Fratello Vip - Il primo arbitro di calcio donna della Serie A