Podcasts about questa

Village in New Mexico, United States

  • 2,342PODCASTS
  • 12,608EPISODES
  • 32mAVG DURATION
  • 1DAILY NEW EPISODE
  • Dec 5, 2022LATEST
questa

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about questa

Show all podcasts related to questa

Latest podcast episodes about questa

Alessandro Barbero al Festival della Mente: Lezioni e Conferenze di Storia
#061 Roma Multietnica – Barbero Riserva (Editore Laterza, 2007)

Alessandro Barbero al Festival della Mente: Lezioni e Conferenze di Storia

Play Episode Listen Later Dec 4, 2022 51:56


«L'impero romano è un impero multietnico, un melting pot di culture, dove nel tempo la differenza tra cittadino, cives, romano e indigeno si è assottigliata: cittadini lo si poteva anche diventare, e così nel corso degli anni la popolazione dell'impero si è trasformata in un unico, immenso ed eterogeneo corpo politico e culturale.»Questa registrazione fa parte delle "Lezioni di Storia" dell'Editore Laterza.Community & Palco del Mercoledì: https://barberopodcast.it/communityTwitter: https://twitter.com/barberopodcastFacebook: https://facebook.com/barberopodcastInstagram: https://instagram.com/barberopodcastGeorge Street Shuffle by Kevin MacLeodLink: https://incompetech.filmmusic.io/song/3800-george-street-shuffleLicense: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

Parole di Storie - Favole
I tre porcellini. Una fiaba dei fratelli Grimm

Parole di Storie - Favole

Play Episode Listen Later Dec 4, 2022 12:15


C'erano una volta tre piccoli porcellini che se ne andavano in giro per il mondo soli e soletti a cercar fortuna, e soprattutto bisognosi di una casa dove poter dormire. Il primo porcellino trovò un contadino che trascinava una grande balla di paglia. “Per favore signor contadino! Per favore contadino... signor contadino per favore... o' contadino ma che c'hai la paglia nelle orecchie?" “Eh, sì che c'è? Chi è che chiama?” rispose il contadino. “Per favore contadino, che me la daresti quella balla di paglia?” “Questa balla di paglia?” “Che me la daresti per favore?” “E perché dovrei dartela? O' porcellino!” “Ti, prego signor contadino, vorrei costruirmi una casa calda e bella, tutta di paglia" E l'uomo contadino, che era buono e generoso, che fece? gliela regalò. Il porcellino allora si costruì una bella casetta tutta di paglia, comoda e morbida, e andò a dormire al calduccio. La mattina dopo, appena spuntò il sole, il porcellino sentì bussare alla porta. Continue reading

Parole di Storie - Fiabe
I tre porcellini. Una fiaba dei fratelli Grimm

Parole di Storie - Fiabe

Play Episode Listen Later Dec 4, 2022 12:15


C'erano una volta tre piccoli porcellini che se ne andavano in giro per il mondo soli e soletti a cercar fortuna, e soprattutto bisognosi di una casa dove poter dormire. Il primo porcellino trovò un contadino che trascinava una grande balla di paglia. “Per favore signor contadino! Per favore contadino... signor contadino per favore... o' contadino ma che c'hai la paglia nelle orecchie?" “Eh, sì che c'è? Chi è che chiama?” rispose il contadino. “Per favore contadino, che me la daresti quella balla di paglia?” “Questa balla di paglia?” “Che me la daresti per favore?” “E perché dovrei dartela? O' porcellino!” “Ti, prego signor contadino, vorrei costruirmi una casa calda e bella, tutta di paglia" E l'uomo contadino, che era buono e generoso, che fece? gliela regalò. Il porcellino allora si costruì una bella casetta tutta di paglia, comoda e morbida, e andò a dormire al calduccio. La mattina dopo, appena spuntò il sole, il porcellino sentì bussare alla porta. Continue reading

Outcast Popcorn
È già Natale coi Guardiani della galassia, David Harbour, Will Ferrell e Ryan Gosling

Outcast Popcorn

Play Episode Listen Later Dec 2, 2022 78:24


Questa settimana apriamo le danze chiacchierando di incassi al cinema, fra Strange World e Knives Out (01:54). Poi buttiamo lì altre due parole veloci su The Menu (16:14). Quindi si parla del moscissimo Guardiani della Galassia Holiday Special (18:25). Proseguiamo col ben più convincente The Woman King (29:04). Quindi tocca abbracciare lo spirito festivo con Spirited - Magia di Natale (42:00). Si cambia poi direzione verso l'orrore di Il prodigio (50:10). Chiudiamo unendo tutto con Una notte violenta e silenziosa (01:01:05). Buon ascolto! Soundtraccia: Pengo (Locomotive Mix) - Andrea Babich

Segreti Bancari Podcast
Cina in picchiata libera?

Segreti Bancari Podcast

Play Episode Listen Later Dec 2, 2022 13:05


ULTERIORI RISORSE: https://www.segretibancari.com/La Cina è sull'orlo di un baratro e i mercati non se ne sono ancora accorti? La bolla immobiliare, il cui apice è esploso con la crisi di Evergrande non è affatto finita. Qualcosa cova sotto la cenere ed è bene essere prudenti. Questa nuova puntata del nostro podcast affronta la questione cinese dal punto di vista dell'investitore per capire cosa fare.RESTA SEMPRE AGGIORNATO- Iscriviti al canale YouTube: https://bit.ly/3vzNnzI- Segui tutti gli altri episodi del podcast: https://bit.ly/3p0C9Ba- Visita il Blog di Segreti Bancari https://bit.ly/3gbE7MU- Scopri INVESTO, la nostra newsletter settimanale premium https://bit.ly/3mMhXCiSOLUZIONI PER INVESTIRE- Investi con il nostro aiuto: https://bit.ly/3DpsWca- Impara ad investire in autonomia: https://bit.ly/3wTy5qx

Diellecast
Tanto per... (Just for fun)

Diellecast

Play Episode Listen Later Dec 1, 2022 46:34


Questa puntata è una vera dedica alla leggerezza, vi raccontiamo le notizie di tutti giorni che ci lasciano un sorriso in bocca. Dall'uomo colpito ben sette volte dai fulmini arriveremo a parlare delle acrobazie di Jack (il cane di Lia) attraverso fatti che ci hanno lasciate veramente sorprese. Speriamo che ascoltando queste storie anche voi vi farete due risate e penserete quello che ci siamo chieste anche noi più volte durante l'episodio “ma com' è possibile?” Ci auguriamo che vi divertiate come lo abbiamo fatto noi. Buon ascolto. Daniela & Lia This episode is a true dedication to lightheartedness, we tell you the stories that make us smile every time. From the man struck seven times by lightning to the stunts of Jack (Lia's dog), we talk about occurrences that have left us truly surprised. We hope that listening to these stories makes you laugh and think what we too asked ourselves several times during the episode "but how is this possible?" We hope you enjoy it as much as we did.

Oggi Parliamo - Learn Italian with
342. ESPRESSIONE: Fare l'avvocato del diavolo

Oggi Parliamo - Learn Italian with

Play Episode Listen Later Dec 1, 2022 8:03


Oggi parliamo dell'espressione "fare l'avvocato del diavolo". Questa espressione ha chiaramente un'origine religiosa ed è molto utilizzata.Contenuti⏱️ 00:59 Una discussione controversa⏱️ 03:13 Significato dell'espressione⏱️ 04:13 Esempio

ImpactGirl
103: La Tua Nuova Strategia di Marketing

ImpactGirl

Play Episode Listen Later Nov 29, 2022 16:21


Quando anni fa decisi di lasciare il digital marketing, ero totalmente NAUSEATA da un approccio alla vendita che mi aveva avvelenato l'anima. E ripromisi a me stessa che se mai fossi tornata a dedicarmi a questa nicchia, l'avrei fatto in modo DIVERSO (e ugualmente efficace).Nessuno dei grandi nomi di allora avrebbe scommesso sulla riuscita di tutto questo… e invece

MELOG Il piacere del dubbio
Vite in "sharenting"

MELOG Il piacere del dubbio

Play Episode Listen Later Nov 29, 2022


Quanto e cosa condividete sui social della vita dei vostri figli? E con quali accorgimenti? Questa la domanda che pone ai suoi ascoltatori oggi Melog che ospita Davide Cino, ricercatore universitario che ha scritto un saggio sul tema dello "Sharenting" e cioè della pratica di condividere foto e video della propria genitorialità e dei figli.

Chiesa Cristiana Evangelica  della Vera Vite
Sperare in un Dio misericordioso – Giona 3 | 27 Novembre 2022

Chiesa Cristiana Evangelica della Vera Vite

Play Episode Listen Later Nov 27, 2022


CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIOTempo di lettura: 10 minuti Tempo di ascolto audio/visione video: 24 minutiOggi è la prima domenica in cui per tradizione accendiamo la prima delle candele della Corona dell'Avvento,  quella che ci ricorda la Speranza. Paolo ha detto:“Questa speranza poi non ci porta alla delusione, perché, accada quel che accada, sappiamo che Dio ci ama e sentiamo dentro di noi il calore del suo amore che, per mezzo dello Spirito Santo, ci ha riempito il cuore.” (Romani 5:5 PV)E forse avrete notato anche che il titolo della serie di messaggi è cambiato: non è più una misericordia inaspettata,ma una misericordia promessa. Dio aveva promesso che avrebbe mandato qualcuno a riscattarci... ma nessuno si sarebbe aspettato che avrebbe mandato il Figlio a farlo.Ma questa è la natura di Dio: Dio è amore. Se qualcuno ti ama, lui ti ascolta; è per quello che la speranza è indissolubilmente legata alla preghiera: ecco cosa dice Dio nei Salmi, a proposito della preghiera.“...poi invocami nel giorno della sventura; io ti salverò, e tu mi glorificherai.” (Salmo 50:15)“Benedetto sia Dio, che non ha respinto la mia preghiera e non mi ha negato la sua grazia.” (Salmo 66:20) “Egli ascolterà la preghiera dei desolati e non disprezzerà la loro supplica.” (Salmo 102:17)“Perciò ogni uomo pio t'invochi mentre puoi essere trovato; e qualora straripino le grandi acque, esse, per certo, non giungeranno fino a lui.” (Salmo 32:6)Possiamo rivolgerci a Dio in qualsiasi occasione, in qualsiasi circostanza. Non importa cosa abbiamo fatto. Non importa in quale stato emotivo ci troviamo. Nulla dovrebbe impedirci di rivolgerci a Dio.Eppure... spesso ci fermiamo. E quando lo facciamo, ci troviamo in una lunga fila di persone che hanno fatto lo stesso. Non a caso Giona fa parte di queste. Soprattutto alla luce dell'ultimo versetto.“Perciò ogni uomo pio t'invochi mentre puoi essere trovato; e qualora straripino le grandi acque, esse, per certo, non giungeranno fino a lui.” (Salmo 32:6) Leggiamo la situazione in cui si trova Giona:“Il Signore fece venire un gran pesce per inghiottire Giona. Giona rimase nel ventre del pesce tre giorni e tre notti. Dal ventre del pesce Giona pregò il Signore, il suo Dio, e disse: «Io ho gridato al Signore, dal fondo della mia angoscia, ed egli mi ha risposto; dalla profondità del soggiorno dei morti ho gridato e tu hai udito la mia voce. Tu mi hai gettato nell'abisso, nel cuore del mare; la corrente mi ha circondato, tutte le tue onde e tutti i tuoi flutti mi hanno travolto. Io dicevo: “Sono cacciato lontano dal tuo sguardo! Come potrei vedere ancora il tuo tempio santo?” Le acque mi hanno sommerso, l'abisso mi ha inghiottito; le alghe si sono attorcigliate alla mia testa. Sono sprofondato fino alle radici dei monti, la terra ha chiuso le sue sbarre su di me per sempre; ma tu mi hai fatto risalire dalla fossa, o Signore, mio Dio! Quando la vita veniva meno in me, io mi sono ricordato del Signore e la mia preghiera è giunta fino a te, nel tuo tempio santo. Quelli che onorano gli idoli vani allontanano da sé la grazia; ma io ti offrirò sacrifici con canti di lode, adempirò i voti che ho fatto. La salvezza viene dal Signore». E il Signore diede ordine al pesce, e il pesce vomitò Giona sulla terraferma.” (Giona 2:1-11)Ciò che ha pregato Giona nel ventre del pesce,sono le medesime parole (parola più parola meno) che il Signore aveva messo in cuore a Davide, Asaf e agli altri che hanno scritto i Salmi:"Io ho gridato al Signore, dal fondo della mia angoscia, ed egli mi ha risposto." (Giona 2:3).“Nella mia angoscia ho invocato il Signore, ed egli mi ha risposto.” (Salmo 120:1). “...ma tu mi hai fatto risalire dalla fossa, o Signore, mio Dio!” (Giona 2:7 b).“Benedici, anima mia, il Signore e non dimenticare nessuno dei suoi benefici. Egli perdona tutte le tue colpe, risana tutte le tue infermità; salva la tua vita dalla fossa, ti corona di bontà e compassioni...”(Salmo 103:2-4).“Quelli che onorano gli idoli vani allontanano da sé la grazia...” (Giona 2:9)“Detesto quelli che si affidano alle vanità ingannatrici; ma io confido nel Signore.”(Salmo 31:6).La Bibbia è un unico lungo piano, di libro in libro, di generazione in generazione, di evento in evento, che parla di Speranza, di una misericordia promessa, e che ci esorta a parlare con Dio.La scorsa volta avevamo detto che lo Spirito Santo ci aiuta quando non sappiamo cosa pregare. Ma la stessa cosa vale per la Bibbia. Quante volte vi è capitato che in una situazione vi venga in mente una Scrittura che parla proprio di quella situazione? Oppure state valutando cosa fare in una situazione di vita e vi viene in mente una parola della Scrittura e riconoscete che quella è la risposta che cercavate?La Bibbia, la Parola di Dio, è un “serbatoio” da cui potete attingere... ma solo se la leggete, la studiate, la memorizzate.Giona evidentemente lo aveva fatto. Ma che tipo di preghiera è? Potrebbe sembrare una preghiera di pentimento, in cui Giona torna in sé e confessa umilmente al Signore di aver peccato. Giona vede che Dio vuole avere misericordia di Ninive e che ha scelto Giona come suo strumento.Ho detto “potrebbe sembrare”... perché al capitolo 4 leggiamo:“Giona ne provò gran dispiacere e ne fu irritato. Allora pregò e disse: «O Signore, non era forse questo che io dicevo, mentre ero ancora nel mio paese? Perciò mi affrettai a fuggire a Tarsis. Sapevo infatti che tu sei un Dio misericordioso, pietoso, lento all'ira e di gran bontà e che ti penti del male minacciato. 3 Perciò, Signore, ti prego, riprenditi la mia vita; poiché per me è meglio morire piuttosto che vivere».” (Giona 4:1-3)Al capitolo 4 Giona è di nuovo sulla terraferma, è vivo e salvo, e non accetta la misericordia di Dio per Ninive; così, prega con rabbia.Ma al capitolo 2, invece, lui sta pregando quella che si definisce la "preghiera della trincea"; era quella che pregavano i soldati nella 1° Guerra Mondiale, dove gli eserciti si affrontavano l'uno di fronte all'altro e scavavano trincee per conquistare il terreno.Ogni giorno i soldati entravano nella trincea, e non sapevano se ne sarebbero usciti vivi; e così pregavano: "Dio, se mi tiri fuori da questa situazione, farò tutto quello che vuoi".Giona sta recitando una preghiera da trincea. Osservate i tempi della preghiera "Dal ventre del pesce Giona pregò il Signore..." (Giona 2:2)."Io ho gridato al Signore, dal fondo della mia angoscia..." (Giona 2:3)"Io dicevo: “Sono cacciato lontano dal tuo sguardo!" (Giona 2: 4).“...ma tu mi hai fatto risalire dalla fossa, o Signore, mio Dio! Quando la vita veniva meno in me, io mi sono ricordato del Signore e la mia preghiera è giunta fino a te, nel tuo tempio santo. (Giona 2:7-8)Giona non spera... è semplicemente disperato. Pensava di voler solo essere gettato in mare e farla finita. Ma adesso realizza che è ancora vivo … o forse è morto (non lo sappiamo), ma comunque ancora pensa, riflette... e finalmente prega!. È una preghiera da trincea.Guardate l'atteggiamento di Giona nella preghiera: "Tu mi hai gettato nell'abisso, nel cuore del mare..." (Giona 2: 4)Mica è vero! E' stato lui a dire ai marinai di gettarlo come zavorra dalla nave per far placare i venti!E adesso invece dice che è Dio ad averlo buttato a mare! Dio è il colpevole!“Quando la vita veniva meno in me, io mi sono ricordato del Signore” (Giona 2:8).C'è voluto un bel po' per far decidere Giona di parlare con Dio! E adesso, nel ventre del pesce, pensa: “Bisogna che succeda qualcosa prima che parta della digestione del pesce”. E si ricorda solo allora di pregare! Ma non ricorda che forse dovrebbe confessare il suo peccato, e magari chiedere scusa... anzi!“IO ho gridato al Signore... IO mi sono ricordato...la mia preghiera è giunta...” “Io l'ho fatto! La mia pietà. La mia spiritualità. I miei sforzi.”"Quelli che onorano gli idoli vani allontanano da sé la grazia; ma io ti offrirò sacrifici con canti di lode, adempirò i voti che ho fatto. La salvezza viene dal Signore».”. (Giona 2:9-10)"Guardami Dio. Non sono come quei pagani che non ti adorano. Sono molto meglio. Ti seguirò. Sarò fedele!”A dirla tutta, proprio in questo momento in superficie, su un mare calmo, quei cosiddetti marinai senza valore, adoratori di idoli, invocano il nome del Signore. E il loro timore di Dio è diventato timore., stupore, meraviglia, riverenza... per il Signore!Capita, quando ci troviamo nella trincea, di ricordare a Dio perché dovrebbe salvarci... evitando accuratamente di ricordare perché dovrebbe non farlo. Per i nostri peccati, per le nostre mancanze, per i nostri rifiuti... Se fossimo onesti, Dio dovrebbe girarsi dall'altra parte... e non guardare Giona... e nemmeno noi!Ma non lo fa! Giona viene salvato dalla misericordia inaspettata di Dio. Le preghiere di Giona possono essere pronunciate nella più completa disperazione, ma Dio le ascolta comunque. E Dio risponde ancora ad esse. Risponde a Giona... e anche a noi!Non perché ci siamo umiliati. Non perché abbiamo detto le parole giuste. Non perché abbiamo l'atteggiamento giusto. E certamente non perché in qualche modo siamo migliori degli altri. Ma solo perché il suo carattere è la misericordia.Giona non aveva visto la misericordia promessa da Dio all'opera, noi si, in quel primo Natale... senza che avessimo chiesto scusa, senza che ci fossimo pentiti... solo perché Dio aveva promesso che avrebbe avuto misericordia di noi.Per Giona aveva scelto un pesce per portare la Salvezza; per tutti noi ha scelto una Vergine Ha mandato un bambino, attraverso una giovane donna:“Perciò il Signore stesso vi darà un segno: ecco, la giovane concepirà, partorirà un figlio, e lo chiamerà Emmanuele.” (Isaia 7:14) "...che tradotto vuol dire 'Dio con noi'". (Matteo 1:23 b)È un momento che racchiude pienamente la misericordia inaspettata di Dio che ci da Speranza.Anni dopo, a quel figlio, nato da una Vergine, qualcuno avrebbe chiesto un altro segno:“Allora alcuni scribi e farisei presero a dirgli: «Maestro, noi vorremmo vedere da te un segno». Ma egli rispose loro: «Una generazione malvagia e adultera chiede un segno; segno non le sarà dato, se non il segno del profeta Giona. Poiché, come Giona stette nel ventre del pesce tre giorni e tre notti, così il Figlio dell'uomo starà nel cuore della terra tre giorni e tre notti.” (Matteo 12:38-40)Qual è il segno? Un luogo che dovrebbe essere un luogo di morte definitiva, dopo tre giorni si rivela un luogo di vita. Il ventre di un pesce gigante. E il cuore della terra, che è una tomba.Non si va deliberatamente in questi luoghi e non ci si aspetta di tornare. Ma Giona lo fece. E Gesù dice ai farisei che lo farà anche lui. Sappiamo che è esattamente quello che è successo. È successo perché un Dio misericordioso ha voluto salvare un popolo peccatore che si trovava in una situazione disperata.Dio ha fatto questo in quel primo Natale, ancor prima che coloro che fuggono da Lui si rendessero conto che Egli sta attivamente creando una strada, una via, una salvezza.Gesù viene a Natale per aprirla: dalla morte certa alla vita eterna. Dal ventre della morte, che sia un grande pesce, una tomba, o una vita lontana dal Padre, alla speranza di un altro giorno, di un'altra vita, di una vita nuova in Cristo. Rinati!Il segno di Giona è la Speranza! La speranza per noi peccatori che pregano nella trincea, che affondano disperatamente, che mangiano le alghe, che vivono nella trincea. E' la misericordia inattesa di Dio, ma che Dio aveva promesso... e Dio è fedele! La misericordia che salverà. Il segno di Cristo è la Speranza... quella con la esse maiuscola, giunta sulla terra attraverso una Vergine che partorisce colui che sarà la misericordia inattesa ma promessa, di Dio che ci trae fuori dalla morte del peccato e ci proietta verso una vita vissuta assieme al nostro Padre. Nascerà Emmanuele, Dio con noi! Preghiamo.GUARDA LE DIAPOSITIVE DEL MESSAGGIOGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU FACEBOOKGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU INSTAGRAM---   GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO IN HD

Segreti Bancari Podcast
Traditi da M-Elon?

Segreti Bancari Podcast

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 13:15


NOI per TE: https://www.segretibancari.com/Questa puntata del podcast racconta tre casi di aziende che hanno avuto un andamento anomalo ai danni di chi vi ha investito. L'obiettivo è rendersi conto che fare stock picking, ossia cercare di scegliere i titoli migliori in cui investire, è e sarà sempre un'attività rischiosa.RESTA SEMPRE AGGIORNATO- Iscriviti al canale YouTube: https://bit.ly/3vzNnzI- Segui tutti gli altri episodi del podcast: https://bit.ly/3p0C9Ba- Visita il Blog di Segreti Bancari https://bit.ly/3gbE7MU- Scopri INVESTO, la nostra newsletter settimanale premium https://bit.ly/3mMhXCiSOLUZIONI PER INVESTIRE- Investi con il nostro aiuto: https://bit.ly/3DpsWca- Impara ad investire in autonomia: https://bit.ly/3wTy5qx

POLI.RADIO
Intervista a VERSAILLES

POLI.RADIO

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 17:51


Nuovo ospite a POLI.RADIO! Questa volta è venuto a trovarci @_.versailles._, che ci ha parlato del suo ultimo singolo "Comfort Fit", della sua storia e dei suoi progetti futuri. Se vi siete persi l'intervista, recuperatela qui ascoltando questo podcast!

Roma Tre Radio Podcast
FOLLOW UP - Di brand, Spotify e lampade a fungo (SERENDIPITY)

Roma Tre Radio Podcast

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 25:50


Primo episodio di SERENDIPITY, nuovo format di FOLLOW UP in cui vi condividiamo le cose che più ci hanno colpito nell'ultimo periodo riguardo digital, business e tecnologia. Possono essere notizie, articoli, libri, tool, siti web etc etc. Unica regola, non ci sono regole. Questa settimana abbiamo parlato di potere e valore del brand, di The Playlist, la serie che racconta la storia di Spotify, e... di lampade a fungo. Curiosi?

Non divaghiamo!
LIBRI E TIK TOK: Intervista a leggoromance (S.3,E.9)

Non divaghiamo!

Play Episode Listen Later Nov 24, 2022 34:50


Eccoci qua con una nuova puntata di Non divaghiamo! Banana e balisico li vedreste mai insieme? beh vi assicuriamo che è una bomba tanto quanto tik tok e libri! Questa combinazione ce la racconta Elisa in arte @leggoromance che in questa intervista ci parla di tutto e di più, dalle recensioni e opinioni esposte online (con tutto quello che ne consegue) a Booktok e Bookstagram, passando per Wattapad, rapporto con la sua community e quella che è l'impressione che ha del rapporto tra giovani e libri in Italia. Voi cosa ne dite? fatecelo sapere nei commenti! #interview #fun #intervista #Spotify #music #talkshow #curiosità #curiosity #startup #autoproduzione #indie #podcastitaliani #newpodcast #podcaster #podcastlife #podcast #nondivaghiamo #instagram

Focus economia
Stallo sul price cap sul gas

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 24, 2022


Non è peregrino parlare di farsa. Questa è l'impressione che emerge ascoltando le dichiarazioni dei ministri dell'energia degli stati dell'Ue più scontenti come Francia, Spagna (è uno scherzo), Grecia (stiamo perdendo tempo) e "last but not least" Italia (la montagna europea partorisce questo topolino). La surreale proposta della Commissione Europea presentata l'altro ieri sera di 275 euro a megawattora ha mandato tutto in stallo. Dall'altra parte Germania e Olanda sono meno drastici. I tedeschi dicono che sono pronti a trattare ma che "in linea generale la direzione è quella giusta". Sembra la pietra tombale a qualsiasi discussione. E, come se non bastasse, i nemmeno i mercati sembrano gradire, con il gas che ieri ha toccato il massimo di questi giorni a 133,9 euro. Ne parliamo con Adriana Cerretelli del Sole 24 Ore. Nutriscore: tolto da Agenda Ue. Rinvio a 2024 "La Commissione Ue ha tolto dall' agenda per i prossimi mesi la proposta legislativa sull'etichettatura europea nutrizionale che, tra le varie proposte, comprende tra l'altro il famigerato Nutriscore". Così l'europarlamentare Paolo De Castro, a margine del XX Forum della Coldiretti, che si è tenuta oggi a Roma. "Una notizia estremamente positiva" perché si arriva al 2024, per scadenza dell' attuale legislatura a fine 2023 e elezioni l'anno dopo. "Questa Commissione e questo Parlamento non potranno proporre nè portare a temine nulla che riguardi etichettatura nutrizionale. Di fatto avremo più tempo per convincere che il Nutriscore non va bene". Naturalmente, spiega poi De Castro, "questo non significa che la Commissione non possa rimettere la proposta" che contiene anche il Nutriscore "ma non vederla nell'Agenda significa che fino all'estate del 2023 non ci saranno proposte sul tavolo. Di fatto è un tema di cui se ne occuperanno la prossima Commissione e il prossimo Parlamento europeo, visto che il 31 dicembre 2023 finisce il periodo di azione delle attuali istituzioni europee". Approfondiamo il tema con Paolo De Castro, europarlamentare Pd e membro della Commissione Agricoltura del Parlamento UE. A2a rivede il Piano strategico, 16 miliardi sull'Italia A2a rivede il 'Piano Stratregico 2021-2030', riportando gli investimenti a 16 miliardi di euro, dopo averli alzati a 18 lo scorso gennaio, per concentrarsi esclusivamente sull'Italia. È il messaggio lanciato al mercato dall'amministratore delegato Renato Mazzoncini, che ha ribadito l'obiettivo di "tenere in Italia" tutte le risorse disponibili per sostenere "l'autonomia energetica del Paese". "Il 2022 - spiega Mazzoncini - è stato caratterizzato da un quadro gepolitico ed economico complesso e da uno scenario energetico volatile". Così, alla luce di questo contesto che non migliorerà in modo stabile prima del 2026, il cda ha deciso di "adeguare il piano per continuare a garantire la solidità del gruppo e affrontare le nuove sfide" del Paese. "Gli investimenti sono stati aggiornati - aggiunge - privilegiando la crescita organica nel mercato domestico e confermando l'economia circolare e la transizione energetica come pilastri della strategia di A2a". Ne parliamo proprio con Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di A2A.

Salotto del Terrore con Massimo&Andrea

Questa sera si fanno esperimenti con il nuovo microfono e intanto proviamo a inaugurare la nuova rubrica Radio Terrore in versione Live! Puoi partecipare LIVE anche tu lasciando dei messaggi audio sul canale telegram del salotto del terrore qui: https://t.me/salottodelterrore

SBS Italian - SBS in Italiano
“Non si esce da questa crisi del mondo del lavoro e crisi democratica se non si è tutti insieme”

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Nov 22, 2022 14:12


Silvana Cappuccio è responsabile del Dipartimento Internazionale dello SPI-CGIL (Sindacato Pensionati Italiani). L'abbiamo intervistata nel corso del congresso dell'International Trade Union Confederation (ITUC) che si è svolto a Melbourne.

Pilota
Ma quindi, questa stagione 2 di Only Murders in the Building? - Pilotino 24

Pilota

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022 23:55


In cui Alice, Andrea e Alice si compiacciono che pure la seconda stagione di Only Murders in the Building è venuta bene, e non era affatto scontato!Bonus: tuttə amano Selena GomezSe ti è piaciuto questo episodio dacci ⭐⭐⭐⭐⭐ su Spotify, consiglialo a tutti e seguici suInstagram: https://www.instagram.com/pilota.podcast/Twitter: https://twitter.com/PilotaPodcastSe vuoi sostenere Pilota e gli altri podcast di Querty, associati! https://www.querty.it/chi-siamo/

Opinionated Monday
70. "Non punizioni ma terapia" ft. Kaya

Opinionated Monday

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022 39:15


[TW: VIOLENZA DI GENERE] Saremo per sempre grate a Kaya, per averci chiesto di venire in puntata come ospite per raccontarci questa cosa che le è successa. Questa puntata è in preparazione al 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, una puntata in cui Kaya si racconta a cuore aperto e non si lascia definire da ciò che le è accaduto. La salute mentale è fondamentale, e troppo spesso quella degli uomini viene completamente ignorata, e tra mascolinità tossica e ruoli patriarcali da dover ricoprire, il risultato è troppo spesso violento.   --- Send in a voice message: https://anchor.fm/opinionated-monday/message

Chiesa Cristiana Evangelica  della Vera Vite
La nostra identità davanti a un Dio misericordioso - Giona 2 | 20 Novembre 2022 |

Chiesa Cristiana Evangelica della Vera Vite

Play Episode Listen Later Nov 20, 2022


Nella tempesta, come credenti abbiamo due possibilità: tacere, ed essere zavorra inutile, o proclamare Dio, e portare conforto e salvezza. Anche quando la tempesta è dentro di noi.---CLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIOTempo di lettura: 10 minuti Tempo di ascolto audio/visione video: XX minutiLa settimana scorsa abbiamo concluso con Giona nella città di Iafo  che pagava il biglietto per salpare verso Tarsis.Abbiamo detto che Giona lo faceva per due ragioni: il timore di andare in una città di omicidi e perché trovava troppo inquietante la misericordia che Dio  stava estendendo alla città di Ninive.Un breve riassunto visivo delle azioni di Giona può essere visto guardando una mappa. La città natale di Giona è Gat-Efer. Ninive è il luogo in cui Dio ha chiamato Giona a fare l'annuncio. La città portuale di Iafo (l'attuale Giaffa) è il luogo in cui Giona si reca a prendere la barca. La località dove Giona era diretto è Tarsis, probabilmente in Spagna. Giona sta letteralmente andando nella direzione opposta... il più lontano possibile.Che cosa fa il Signore a questo proposito?  Il Signore manda una tempesta. Leggiamo Giona 1:4-16"Il Signore scatenò un gran vento sul mare, e vi fu sul mare una tempesta così forte che la nave era sul punto di sfasciarsi. I marinai ebbero paura e invocarono ciascuno il proprio dio e gettarono a mare il carico di bordo, per alleggerire la nave. Giona, invece, era sceso in fondo alla nave, si era coricato e dormiva profondamente. Il capitano gli si avvicinò e gli disse: «Che fai qui? Dormi? Àlzati, invoca il tuo dio! Forse egli si darà pensiero di noi e non periremo».  Poi si dissero l'un l'altro: «Venite, tiriamo a sorte e sapremo per causa di chi ci capita questa disgrazia». Tirarono a sorte e la sorte cadde su Giona. Allora gli dissero: «Spiegaci dunque per causa di chi ci capita questa disgrazia! Qual è il tuo mestiere? Da dove vieni? Qual è il tuo paese? A quale popolo appartieni?»Egli rispose loro: «Sono Ebreo e temo il Signore, Dio del cielo, che ha fatto il mare e la terraferma». Allora quegli uomini furono presi da grande spavento e gli domandarono: «Perché hai fatto questo?» Quegli uomini infatti sapevano che egli fuggiva lontano dalla presenza del Signore, perché egli li aveva messi al corrente della cosa.  Poi gli dissero: «Che dobbiamo fare di te perché il mare si calmi per noi?» Il mare infatti si faceva sempre più tempestoso. Egli rispose: «Prendetemi e gettatemi in mare, e il mare si calmerà per voi; perché io so che questa gran tempesta vi piomba addosso per causa mia».  Tuttavia quegli uomini remavano con forza per raggiungere la riva; ma non riuscivano, perché il mare si faceva sempre più tempestoso e minaccioso. Allora gridarono al Signore e dissero: «Signore, non lasciarci perire per risparmiare la vita di quest'uomo e non accusarci del sangue innocente; poiché tu, Signore, hai fatto come ti è piaciuto».  Poi presero Giona, lo gettarono in mare e la furia del mare si calmò.  Allora quegli uomini furono presi da un grande timore del Signore; offrirono un sacrificio al Signore e fecero dei voti." (Giona 1:4-17)Quando si scatena la tempesta Giona sa perfettamente perché. Non è la prima tempesta che vediamo nelle Scritture; anzi, la Bibbia ne è piena. Il profeta Geremia ne aveva annunciata una:“Ecco, la tempesta del Signore! Il furore scoppia, la tempesta imperversa, scroscia sul capo degli empi.  L'ira del Signore non si placherà, finché non abbia eseguito, compiuto i disegni del suo cuore; negli ultimi giorni lo capirete appieno.” (Geremia 23:19-20)I marinai sono esperti di quel tratto di mare, e subito capiscono che non si tratta di una tempesta “normale”; nessuna nuvola, nessun vento, nessun temporale l'ha preceduta ed annunciata; è scoppiata così, all'improvviso.E' per questo che, invece di remare, di lascare la randa, o di fare altro per governare la nave, si mettono tutti a pregare.Si, ma quale dio pregare? Provenendo probabilmente da più parti del medio oriente ognuno ne aveva uno o più: quale era quello che si era adirato, e perché? “ È il dio del mare che è stato offeso?  O il dio dei marinai?  O il dio dei venti?  Era il tuo dio o il mio?” Alla fine, tanto vale pregarli tutti!Ma una cosa la fanno per governare la nave:  gettano il carico in mare:  era una mossa disperata,  perché in pratica stavano gettando in mare il motivo per cui sarebbero stati pagati una volta a Tarsis. Ma dovevano alleggerire la nave, innalzare la linea di galleggiamento per farla stare un po' più in alto nell'acqua,  in modo da avere meno possibilità  che le onde la sommergessero.E Giona dove è? Dov'è il profeta che sente la voce di Dio? Quello che sa esattamente qual è il Dio da pregare?  Dove si trova? Cosa sta facendo? Semplicemente, dorme beato! Agli occhi del capitano  che Giona non ci provi nemmeno.   è un atto di assoluto egoismo  e di totale disprezzo per tutti gli altri sulla nave Avrebbe dovuto essere sul ponte a pregare assieme a tutti gli altri... pregare il suo dio, non dormire beato!Guardate questi due versetti:“La parola del SIGNORE fu rivolta a Giona, figlio di Amittai, in questi termini: «Àlzati, va' a Ninive, la gran città, e proclama contro di lei che la loro malvagità è salita fino a me».” ( Giona 1:2)“Il capitano gli si avvicinò e gli disse: «Che fai qui? Dormi? Àlzati, invoca il tuo dio! Forse egli si darà pensiero di noi e non periremo». (Giona 1:6)In cosa si somigliano?  Nella frase “ALZATI!” Capiamo che Giona  è uno di quelli che preferisce NON fare... evitare, lasciare ad altri... Paolo parla di quelli come lui in Romani:“Ora, come invocheranno colui nel quale non hanno creduto? E come crederanno in colui del quale non hanno sentito parlare? E come potranno sentirne parlare, se non c'è chi lo annunci?” (Romani 10:14)Giona avrebbe potuto salire sul ponte, dire a tutti :”Un attimo, è inutile che preghiate a questi dei inesistenti: ora pregherò io il vero Dio, colui che può placare la tempesta!” Che testimonianza sarebbe stata? Quanti si sarebbero convertiti? Quanti avrebbero rinunciato ai falsi dei? Perché è vero, offrono un sacrificio a Dio... ma quale Dio? Un Dio che non conoscono, perché Giona,   ancora una volta, fugge.Due applicazioni per  noi.  La prima.Quando vediamo altri nel pericolo che invocano altri dei, preghiamo assieme a loro, indicandogli il vero Dio, oppure dormiamo? Attenzione, perché nei momenti di pericolo, noi abbiamo sì Dio...  ma spesso anche noi abbiamo una serie infinita  di altri piccoli dei accessori... Il danaro, la fama, il sesso, l'amico potente... tutte cose che pensiamo possano “aiutare”, se non sostituire il vero Dio.Come credenti siamo tenuti a salire sul ponte  dove tutti ci vedono, e ci guardano, e a dare testimonianza di quale Dio sia in controllo di tutto.La seconda. Ve la spiego con il versetto di Romani che viene prima di quello che abbiamo letto:“...perché, se con la bocca avrai confessato Gesù come Signore e avrai creduto con il cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato...” (Romani 10:9)Se abbiamo confessato con la bocca, e creduto col cuore, allora abbiamo libero accesso all'aiuto del Padre; si chiama: preghiera. Paolo afferma:“Non angustiatevi di nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio in preghiere e suppliche, accompagnate da ringraziamenti.” (Filippesi 4:6)Ed ecco, Giona affronta  una situazione che ha bisogno di preghiera.  Giona si alza e va sul ponte... Ma mentre gli altri pregano...lui no.  Non c'è traccia di Giona che parla a Dio.Non cambia nulla quando non parliamo con Dio. Giona tace. La tempesta continua.  Viene quindi attuata una nuova strategia. Opinabile. Tirare a sorte. Ma Dio la usa per puntare il dito su GionaE inizia l'interrogatorio dei marinai per capire perché Dio ce l'ha con Giona: “Che tipo di lavoro fai? Da dove vieni? Qual è il tuo Paese? Di quale popolo sei?". Io me l'immagino come se a Giona piovessero addosso tutte le domande assieme, urlate nella tempesta. E Giona risponde a fatica:“Sono un ebreo.  Sono nato nella famiglia dell'alleanza di Dio  e godo della speranza di essere adottato come figlio di Dio.  Ho la legge, il culto del tempio  e promesse che non sono state date a nessun'altra nazione.  La mia terra è Israele,  la terra promessa da Dio come suo luogo. Adoro l'Eterno, il Dio del cielo, che ha fatto il mare e la terra.”I marinai erano contenti di prendere i soldi di Giona che stava scappando dal suo Dio... Ma adesso capiscono che Giona stava fuggendo da qualcosa di veramente importante, e anche se non conoscono quel suo Dio, lo temono, e lo incolpano: “Perché hai fatto questo?”  gli dicono.E' la stessa frase con cui Dio si rivolge ad Eva: (letteralmente la stessa nell'originale in ebraico):“Il Signore Dio disse alla donna: «Che hai fatto?». Rispose la donna: «Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato»” (Genesi 3:13 CEI)Eva credeva forse che Dio non avrebbe vista? Giona credeva forse che Dio non lo avrebbe seguito? Assurdo! Irrealizzabile!  Ma anche noi, talvolta... spesso...  facciamo lo stesso!Se vi è di conforto (per me lo è)  sappiate che siamo in buona compagnia... il grande re Davide è un nostro sodale:“Davanti a te ho ammesso il mio peccato, non ho taciuto la mia iniquità. Ho detto: «Confesserò le mie trasgressioni al SIGNORE», e tu hai perdonato l'iniquità del mio peccato.” (Salmo 32:5)Basterebbe che Giona si pentisse, ammettesse la colpa, pregasse chiedesse perdono,  e tornasse al Signore... ma non lo fa... Nel capitolo 4 leggeremo queste parole: "O SIGNORE, non era forse questo che io dicevo, mentre ero ancora nel mio paese? Perciò mi affrettai a fuggire a Tarsis. Sapevo infatti che tu sei un Dio misericordioso, pietoso, lento all'ira e di gran bontà e che ti penti del male minacciato.".(Giona 4:2)Giona aveva capito il piano di Dio; salvare Ninive... e non gli piaceva! trovava troppo inquietante  il pensiero della misericordia inattesa di Dio verso i Niniviti; non la voleva, non la accettava. quindi fugge, quindi rimane in silenzio.E Giona, da credente, da figlio di Dio ribellandosi tacendo, diventa “altro”.“I marinai ebbero paura e invocarono ciascuno il proprio dio e gettarono a mare il carico di bordo, per alleggerire la nave. Giona, invece, era sceso in fondo alla nave, si era coricato e dormiva profondamente.” (Giona 1:5)."«Prendetemi e gettatemi in mare, e il mare si calmerà per voi; perché io so che questa gran tempesta vi piomba addosso per causa mia».". (Giona 1:12)“Poi presero Giona, lo gettarono in mare e la furia del mare si calmò.” (Giona 1:15).I marinai avevano gettato la merce che ormai era zavorra  per alleggerire la nave; Giona in questo momento non è più un figlio di Dio... è “zavorra”, un peso inutile, un peso di cui ci si può disfare...Mi chiedo quante volte sono stato solo zavorra perché non ho parlato con Dio, perché non ho parlato di Dio e perché ho disobbedito a Dio, e perché mi sono ostinato a non ammettere il mio errore.Credere in Cristo, si va bene,   ma seduto  al posto di pilotaggio,  vivendo a modo mio,  facendo le mie scelte,  seguendo i miei desideri  e non cercando il Signore in queste decisioni. Sono un cittadino del cielo.  Ma mi affido al mio denaro,  alla mia carriera,  al mio status,  al mio lavoro,  alla mia conoscenza,  alla mia abilità  e alla mia attenzione molto mondana.  Non ho parlato con Dio di tutto questo.Se faccio così, posso diventare “zavorra”. Zavorra che appesantisce la nave mia e degli altri, piuttosto che salvarla dalle onde.E questo spesso succede perché non accettiamo che la misericordia imprevista di Dio  è anche per noi,  quando capisco di aver smesso di parlare con Dio e di affidarmi a lui.E sarebbe bastato un  “Perdonami! Ho sbagliato, avevi ragione tu, ritorno ad ascoltare e a parlare con te” e non sarei più stato zavorra.Qual è la nostra identità? Non è quella di essere un peso; anche quando attraversiamo momenti di ribellione,  di interrogativi irrisolti,  di dubbio.Forse è una crisi di fede.  Forse siamo sopraffatti dagli eventi. Forse ci sentiamo come se le nostre parole rimbalzassero sul soffitto, e Dio ci avesse dimenticato.E non riusciamo ad accettare  che la misericordia inaspettata di Dio sia anche per noi,   nei dubbi, nella ribellione, nel fuggire lontano...Se, anzi, quando ci troviamo lì,  continuiamo a parlare con Dio.  Forse non sappiamo nemmeno cosa dobbiamo dire.  Anche lì Dio, nella sua misericordia, ha coperto quella situazione.“Nello stesso modo, anche lo Spirito Santo ci aiuta giorno per giorno nei nostri problemi e nelle nostre preghiere. Perché, in realtà, noi non sappiamo neppure per che cosa pregare, né pregare nel modo giusto, ma lo Spirito Santo prega per noi con tale sentimento, che non si può esprimere a parole.” (Romani 8:26 PV)“Dio, eccomi... vorrei parlare... ma non ho le parole.” Lo Spirito di Dio dentro di noi dice:  "Stai tranquillo, ci penso io".Questa è la misericordia inattesa di Dio. Questa è l'identità di essere figli... amati, ricercati, compresi, aiutati, perdonati.Giona non riuscì ad accettarla... ma noi non siamo Giona... e non vogliamo essere zavorra.E non dobbiamo fare nulla di più che parlare al nostro Dio.Preghiamo.GUARDA LE DIAPOSITIVE DEL MESSAGGIOGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU FACEBOOKGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU INSTAGRAM---   GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO IN HD

Learn Italian with Luisa
Ep. 98 - Giro turistico di Ravenna

Learn Italian with Luisa

Play Episode Listen Later Nov 19, 2022 27:08


Giro turistico di Ravenna - Spendieren Sie einen Cafè (1€)? Donate a coffee (1€)? https://ko-fi.com/italianoLivello A2/B1In questo episodio vi parlo di Ravenna e delle cose che si possono visitare in questa bella città Buongiorno cari amici e amanti dell'italiano e benvenuti al podcast numero 98.In questo episodio torniamo a parlare di turismo, visto che siamo tutti tornati da tempo al lavoro, vi faccio viaggiare con la fantasia e vi parlo di una città italiana che vale davvero la pena di visitare.Oggi parliamo di Ravenna.Ravenna si trova nella regione dell'Emilia Romagna. Questa regione è divisa in due regioni storiche ben distinte: l'Emilia che comprende le città di Ferrara, Piacenza, Parma, Modena e parte di Bologna e poi la Romagna dove ci sono le città di Forlì, Cesena, Rimini, Ravenna e l'altra parte di Bologna.Se andate a visitare Ravenna avete una grande scelta di cose da fare: è una città a 8 chilometri dal mare, quindi potete fare il bagno e rilassarvi sulla spiaggia, potete visitare bellissime chiese, basiliche e musei e quindi fare una vacanza culturale e infine potete anche fare una vacanza culinaria perché in questa città si mangia e si beve molto bene. ...The full transcript of this Episode is available via "Luisa's learn Italian Premium" - das komplette Transcript / die Show-Notes zu allen Episoden sind über Luisa's Podcast Premium verfügbar. Den Shop mit allen Materialien zum Podcast finden Sie unter https://premium.il-tedesco.itLuisa's Podcast Premium ist kein Abo - sie erhalten das jeweilige Transscript/die Shownotes sowie zu den Grammatik Episoden Übungen die Sie "pro Stück" bezahlen (ab 25ct). Mehr info unter www.il-tedesco.it bzw. https://www.il-tedesco.it/premiumPer imparare l'italiano - to learn Italian - um Italienisch zu lernen: https://il-tedesco.it Mehr Info unter https://www.il-tedesco.it/premiumRoyalty free music from https://www.FesliyanStudios.comLicense acquired via Donation Purchase License Code: a5a4df71-1839-4960-b2d2-e27ba1681e77

L'IMPRENDIPROMOTORE Podcast
228 - Siamo consulenti finanziari o promotori?

L'IMPRENDIPROMOTORE Podcast

Play Episode Listen Later Nov 18, 2022 29:12


"Siamo consulenti finanziari o promotori?"Questa la domanda posta da Lucia, una consulente finanziario, a Enrico Florentino.Ascolta che cosa ha detto Florentino nel nuovo episodIo dell'IMPRENDIPROMOTORE Podcast.Fai avere le tue domande ad Enrico Florentino scrivendo a: info@imprendipromotore.itEnrico sarà felice di dedicare una puntata dell'IMPRENDIPROMOTORE Podcast a risponderti!

RISORSE UTILI:_____________________

Made IT
#87 Che startup cerca un Venture Capital con Andrea di Camillo, Founding Partner di P101

Made IT

Play Episode Listen Later Nov 14, 2022 40:00


P101 uno dei più grandi gestori di fondi Venture Capital (VC) in Italia. Andrea ha un percorso ricchissimo: ha partecipato alla nascita del Venture Capital in Italia ed alla fondazione di due delle società pioniere del tech italiano, Buongiorno Vitaminic e Banzai Media, di cui avete già sentito parlare sul podcast. Ne abbiamo approfittato per fargli tantissime domande su quello che vede nel mercato VC in Italia. Andrea ci racconta cosa cerca un investitore in una startup e ci spiega quali sono i settori e i business model più interessanti su cui puntare, ma ci ricorda anche tutti gli errori più comuni e i sacrifici che deve fare ogni founder. Andrea nasce a Biella nel 1970 e la massima aspirazione di sua mamma è vederlo lavorare in un'azienda tessile della zona. Andrea invece inizia la sua carriera da Olivetti all'alba della rivoluzione digitale e lavorerà anche con Elserino Piol, considerato il padre del VC in Italia, e Oliver Novick, che ha curato l'area innovazione dell'intero Gruppo Olivetti. Da lì Andrea partecipa al lancio del primo fondo italiano di Venture Capital, Kiwi 1: guidando gli investimenti del fondo in Yoox, Venere e Vitaminic, la prima piattaforma italiana di musica online, che ha anche co-fondato. Dopo aver lavorato con Carlo De Benedetti e preso un anno sabbatico per girare il mondo. Nel 2004 Andrea co-fonda Banzai Media (quotata in Borsa a Milano nel 2015), dove è stato Co-CEO della società fino al 2010. Nel 2011 e nel 2012 Andrea ha preso parte ai lavori di una task force presso il Ministero dello Sviluppo Economico, collaborando con il Segretario Corrado Passera. Questa attività è sfociata nel rapporto Restart Italia, che contiene alcune delle misure attuali a sostegno dell'innovazione, del capitale di rischio e della nuova imprenditorialità in Italia. Arriviamo poi a P101, che oggi gestisce 500 milioni di euro e ha completato più di 100 investimenti in 47 società tra cui Tannico, Cortilia, MusixMatch, Deporvillage, Milkman, e Musement. Insomma sarà un episodio ricco di spunti e informazioni. SPONSOR ShippyPro sta rivoluzionando il settore shipping con una tecnologia che permette a tutti gli e-commerce, anche quelli più piccoli, di offrire un'esperienza di spedizione pari a colossi come Amazon o Zalando. Vi invitiamo ad andare su www.shippypro.com e registrarvi per una prova gratuita. -- SOCIAL Seguici su Instagram Seguici su LinkedIn

Essere e avere
Consumi e metaverso: l'era dell'influencer aumentato - La nuova generazione del lusso

Essere e avere

Play Episode Listen Later Nov 13, 2022


Quali trasformazioni comporterà il graduale imporsi del metaverso, la nuova dimensione di internet, il cosiddetto web3 che si profila all'orizzonte? Questa nuova dimensione immersiva della nostra vita digitale influenzerà le nostre abitudini quotidiane perché da lì passeremo per informarci, divertirci, acquistare, comunicare, lavorare. Una nuova dimensione non solo per gli utenti, i consumatori, ma anche per i brand, i comunicatori, gli influencer. I millennials in primis, ma anche la generazione zeta, stanno consolidando la loro presenza nel mondo dei consumi, diventano sempre più strategici per capire come si muoveranno gli equilibri, in base a quali gusti, istanze, preferenze e opposizioni. Tutti elementi che nel lusso, nei consumi del cosiddetto alto di gamma diventano fondamentali, guidano le mosse di veri e propri colossi.

Italian Podcast
News In Slow Italian #513 - Italian Expressions, News, and Grammar

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Nov 11, 2022 9:11


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. Dedicheremo le nostre prime due notizie alla COP27, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, aperta il 6 novembre e che continuerà fino al 18 novembre in Egitto. In primo luogo, esamineremo alcuni dei punti chiave della conferenza e dei commenti fatti da diversi leader mondiali. In seguito, esamineremo alcuni degli obiettivi fissati durante la precedente conferenza sul clima, tenutasi in Scozia, e ne commenteremo i risultati. Successivamente, nella parte scientifica, discuteremo di un recente studio pubblicato dal New England Journal of Medicine che indica che i funghi allucinogeni potrebbero aiutare a combattere la depressione. Infine, parleremo di un'opera d'arte iconica dell'artista olandese Piet Mondrian chiamata New York City I, che pare essere stata appesa all'incontrario per decenni, secondo una ricerca di una storica dell'arte.    Continuiamo con l'annuncio della seconda parte del nostro programma, Trending in Italy. Questa settimana, parleremo delle polemiche che hanno colpito la maggioranza di governo, dopo l'approvazione di una legge pensata per limitare i "rave party" illegali. Infine, parleremo ancora un po' della tela di Mondrian, esposta per oltre settant'anni nel verso sbagliato: la scoperta è stata attribuita alla storica dell'arte Susanne Meyer-Büser, ma è stato completamente ignorato l'importante contributo reso dall'artista italiano Francesco Visalli. - I leader mondiali partecipano alla Conferenza sul clima del 2022 in Egitto - Gli obiettivi della conferenza sul clima del 2021 in Scozia non sono sulla buona strada - I funghi allucinogeni aiutano a combattere la depressione - L'opera New York City I di Piet Mondrian appesa al contrario - Polemiche per una nuova legge sui “rave party” illegali - Un italiano dietro la scoperta del quadro di Mondrian appeso al contrario

L'IMPRENDIPROMOTORE Podcast
226 - Come posso farmi dare più soldi dai miei clienti

L'IMPRENDIPROMOTORE Podcast

Play Episode Listen Later Nov 11, 2022 26:46


"Come posso farmi dare più soldi dai miei clienti?"Questa è la domanda che un ascoltatore ha fatto ad Enrico Florentino. Aumentare la propria "share of wallet", la quota di portafoglio presso un cliente, è una delle strategie più importanti per poter far crescere la propria impresa di consulenza finanziaria.In questa puntata, Enrico Florentino spiega all'ascoltatore come fare.Fai avere le tue domande ad Enrico Florentino scrivendo a: info@imprendipromotore.itEnrico sarà felice di dedicare una puntata dell'IMPRENDIPROMOTORE Podcast a risponderti!

RISORSE UTILI:_____________________

Educare con calma
114. Imbarazzo: come parliamo di questa emozione ai bambini?

Educare con calma

Play Episode Listen Later Nov 11, 2022 17:32


In questo episodio di Educare con Calma condivido con te la domanda di un genitore su come parlare ai figli di che cos'è l'imbarazzo e offro la mia risposta che tocca molti argomenti per me importanti. :: Nell'episodio menziono: Il gioco produttivo Vocabolario delle emozioni :: Come appoggiare il podcast Io non faccio pubblicità e non accetto sponsor, perché le pubblicità alimentano il consumismo e mi danno fastidio (quindi non voglio sottoporre voi una cosa che dà fastidio a me). Se vi piace il mio podcast e volete aiutarmi a mantenerlo vivo, potete aiutarmi a diffonderlo lasciando una recensione sulla piattaforma dove lo ascoltate e/o acquistare uno dei miei corsi o prodotti: Educare a lungo termine – un corso online su un'educazione più consapevole (che educa noi prima dei nostri figli). Tanti genitori mi dicono che gli ha cambiato la vita. Co-schooling: educare a casa – un corso online su come giocare con i figli in maniera produttiva e affiancare il percorso scolastico per mantenere vivo il loro naturale amore per il sapere. Come si fa un bebè – una guida sull'educazione sessuale per il genitore + libretto stampabile per bambini per avviare la conversazione Storie Arcobaleno – una guida sulla diversità di genere per il genitore + libro stampabile per bambini per abbattere i tabù. È il tuo coccodrillo – una guida sui capricci per il genitore + libro stampabile per bambini per aiutarli a processare le emozioni. La Tela Shop – qui trovate attività stampabili in stile montessori per bambini (chiamarle attività è riduttivo), libricini per prime letture, audiolibri per bambini di favole sulla realtà, lezioni online di disegno e di musicalità… e presto molto altro!

Italiano ON-Air
Bisettimanale o bimestrale? - Episodio 8 (stagione 2)

Italiano ON-Air

Play Episode Listen Later Nov 9, 2022 4:00 Transcription Available


[English below]Questa settimana ci confrontiamo con un errore molto comune in italiano, anche per i madrelingua? Cosa significa bisettimanale esattamente? 2 volte alla settimana oppure ogni 2 settimane? E bimestrale? Scopriamolo insieme a Katia e Raimondo!Segui il nostro podcast sulla lingua italiana "Italiano ON-Air" su: https://podcast.scuolaleonardo.comoppure sulle principali piattaforme di podcast:Apple Podcasts | Spotify | Amazon Music | Google PodcastPer informazioni sulla Scuola Leonardo da Vinci:  www.scuolaleonardo.com----------- ENGLISH ------------This week we talk about a widespread mistake in Italian, even for native speakers. What exactly does "bisettimanale" (biweekly) mean? 2 times a week or every 2 weeks? And "bimestrale" (bimonthly)? Let's find out together with Katia and Raimondo!Follow our podcast  on the Italian language "Italiano ON-Air"  by Scuola Leonardo da Vinci: https://podcast.scuolaleonardo.comor on the leading podcast platforms:Apple Podcasts | Spotify | Amazon Music | Google PodcastMore information on Scuola Leonardo da Vinci:   www.scuolaleonardo.com

Tutti Convocati
Da Ago a Pecco, sulla scia dei campioni

Tutti Convocati

Play Episode Listen Later Nov 6, 2022


Bagnaia conquista il titolo della MotoGP su Ducati, diventando il primo pilota italiano dopo Giacomo Agostini nel 1972 a trionfare in sella ad una moto tricolore: convocati proprio Ago e Carlo Pernat, direttamente dal circuito di Valencia dove si è disputata la gara. Commentiamo i temi più caldi emersi sino ad ora in questa 13° giornata di campionato insieme a Xavier Jacobelli. Tra pochi minuti all'Olimpico va in scena il derby della Capitale, con Roma e Lazio che si giocano la possibilità di scavalcare o raggiungere l'Atalanta, sconfitta ieri a Bergamo dal Napoli: convocato Massimo Caputi. Questa sera posticipo con Juventus-Inter, chi vince resta attaccato al treno Scudetto: scopriamo come stanno vivendo l'attesa della partita in casa bianconera con Guido Vaciago, direttore di Tuttosport, e con Ciccio Colonnese, ex giocatore nerazzurro. Il Napoli centra la decima vittoria consecutiva in Serie A, battendo la Dea senza Kvaratskhelia e lanciando un messaggio a tutte le rivali: convocato mister Gigi De Canio. Giroud è nuovamente il deus ex machina rossonero, la sua magia al 90° regala al Milan una sudata vittoria contro lo Spezia: convocato Mario Ielpo, che in passato ha indossato la maglia rossonera.

Easy Italian: Learn Italian with real conversations | Imparare l'italiano con conversazioni reali

Questa settimana si va in giro per l'Italia, tra luoghi, cibo e politica! Matteo e Raffaele ci parleranno di un luogo fantastico, uno strano comunicato e torrone, buonissimo dolce italiano, ma attenzione ai denti! Trascrizione interattiva e Vocab Helper Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership Note dell'episodio Cosa è successo nell'ultima puntata di Easy Italian? - https://www.youtube.com/watch?v=JLFsaczl0ww Pronto?! Chi è!? Come rispondiamo in italiano a telefono e al citofono? Facciamo subito chiarezza. Citofono - Di solito si risponde "Chi è" Telefono - Di solito si risponde "Pronto" Dove ci porta Raffaele, o Bing! se proprio vogliamo essere precisi ;D Il parco dei mostri http://www.bomarzo.net/ https://it.wikipedia.org/wiki/ParcodeiMostri Inarcare le sopracciglia Storcere il naso Queste due espressioni fanno entrambe riferimento ad un sentimento di disapprovazione Il torrone: https://it.wikipedia.org/wiki/Torrone E voi quale preferite? Quello duro o quell morbido? E poi Eastaly! Cos'è? https://www.eataly.com/us_en/ E il presidio slow food https://www.slowfood.com/ Trascrizione Transcript Musica Raffaele: [0:24] Pronto? Pronto? Matteo: [0:26] Buongiorno! Pronto, c'è qualcuno? ... Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership

Focus economia
Ita. Il Mef riapre la partita. Torna l'opzione Msc-Lufthansa

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 3, 2022


Lunedì 31 ottobre scorso è arrivata la comunicazione ufficiale del Mef sulla cessazione dell'esclusiva concessa a Certares, Air France-Klm e Delta per la cessione del controllo di Ita. Potrebbe quindi tornare in scena la cordata tra Msc-Lufthansa che aveva partecipato alla gara la scorsa estate, e Indigo Partners che aveva manifestato interesse lo scorso marzo. Intanto c'è attesa per l'8 novembre, giorno per il quale è in calendario l'assemblea dei soci di Ita che darà il via libera all'aumento di capitale da 400 milioni. Si tratta della seconda tranche del finanziamento complessivo da 1,35 miliardi di euro già autorizzato dall'Ue e suddiviso in tre tranche: 700 milioni per il 2021, 400 per il 2022 e 250 per il 2023. Nell'odg di quel giorno è previsto anche la revoca dell'incarico di presidente ad Alfredo Altavilla. Infine da indiscrezioni nell'assemblea del prossimo 8 novembre all'ordine del giorno ci sarebbe il cambiamento dello statuto della compagnia per la revisione del numero minimo di consiglieri, che da sette passerebbero a cinque per iniziare ad allineare il cda verso la privatizzazione. Ne parliamo con Giorgio Pogliotti de il Sole 24 Ore. Indice Cosulich. Furto del carico per la nave bloccata a Mariupol. Questa mattina sono salpate sette navi cariche di prodotti agricoli dai porti dell'Ucraina nell'ambito dell'accordo sul grano firmato lo scorso 22 luglio a Istanbul. È la conseguenza del ritorno della Russia nell'accordo di quest'estate dopo una sospensione di quattro giorni. Le navi sono state caricate con 290mila tonnellate di prodotti alimentari e sono dirette verso paesi europei e asiatici. Rimane però bloccata la nave del nostro Augusto Cosulich che negli scorsi giorni ha addirittura subito un furto al proprio cargo di 14mila tonnellate di bramme. Nel frattempo un pool di istituti composto da Crédit Agricole Italia, nel ruolo di Arranger, Lender e Banca Agente, e UniCredit, Cdp, Banco Bpm nei ruoli di Arranger e Lender, ha erogato un finanziamento di 29,5 milioni di euro, assistito dalla Garanzia Sace, a Fratelli Cosulich per la costruzione di una nave gasiera. Approfondiamo il tema con Augusto Cosulich, l'agente marittimo genovese, presidente e amministratore delegato della "Fratelli Cosulich". BoE: tassi a top da 2008, attesa recessione "per periodo prolungato" La Bank of England prevede "un outlook molto problematico per l'economia britannica, con una recessione per un periodo prolungato e l'inflazione a livelli elevati sopra il 10% nel breve termine". Questo anche a causa della contrazione dei redditi reali a causa dell'aumento dei costi dell'energia globale, cosa che ha un impatto negativo sui consumi e sulla spesa delle famiglie. La Banca centrale britannica ha alzato i tassi di interesse di 75 punti base, il rialzo maggiore dal 1989, portandoli dal 2,25% al 3%, il livello più alto da novembre 2008. In particolare, come si legge nel documento diffuso al termine della riunione della Monetary Policy Committee (Mpc), il Pil del Regno Unito e' atteso in calo nel 2023 (-1,9% a fine anno) e nel primo semestre 2024, per chiudere l'anno a -0,1% e risalire a +0,7% a fine 2025. La Boe prevede una fase "problematica" protratta, evocando la recessione più lunga della storia recente del Paese fin dagli anni '20 - ossia da quando si registrano i dati sul Pil - sebbene non la più pesante in termini di percentuali. Giorgia Scaturro de Il Sole 24 Ore.

No Vacancy Colorado
Season 4, Episode 43: South in your mouth with Chef Questa Walker

No Vacancy Colorado

Play Episode Listen Later Nov 2, 2022 45:45


On the new episode of Stoned Appetit presented by Standing Akimbo, Kip & CB recap the rowdy halloween party weekend before diving into the Feasts ahead! The first 5 mins something is wonky with the headphones/mic but we right the ship for the last 40.. including a kickass interview with NOLA raised private chef & Denver resident, Questa Walker.We talk about his move to Colorado from the boot, how he found himself at home in the CO culinary community & how he launched his private biz cheffin it up for rockstars, all pro athletes & everyone in the community.Great eats, great guest, Pretty solid episode. tune in!

Crime & Comedy
Eddie The Eagle Edwards - Vite Scomode

Crime & Comedy

Play Episode Listen Later Nov 2, 2022 45:04


Finalmente la rivelazione ufficiale di Vite Scomode, il nuovo Podcast Biografico di Clara Campi e Marco Champier. Una rassegna di personaggi che, in un modo o nell'altro, hanno influenzato l'umanità. Questa prima puntata è un assaggio per chi segue Crime & Comedy: è la storia di "Eddy The Eagle" Edwards, uno che non si è arreso alla sua Vita Scomoda e ha cercato di volare in alto come le Aquile... fallendo miseramente! --------- Seguici su Instagram: https://www.instagram.com/vitescomode.podcast/ --------- Patreon: https://www.patreon.com/crimeandcomedy Tutti i Podcast: https://link.chtbl.com/CrimeandComedy Instagram: https://www.instagram.com/crimeandcomedy.podcast/ Telegram: https://t.me/crimeandcomedy Sito: https://www.crimeandcomedy.it Facebook: https://www.facebook.com/crimeandcomedy/ Youtube: https://www.youtube.com/c/CrimeComedy Instagram: Clara Campi: https://www.instagram.com/claracampicomedy/ Marco Champier: https://www.instagram.com/mrchreddy/ Learn more about your ad choices. Visit megaphone.fm/adchoices

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
5 Errori che gli Stranieri commettono con il SI IMPERSONALE

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Nov 1, 2022 15:38


Innanzitutto: grazie mille! Perché dai commenti e dalle visualizzazioni mi sembra di capire che vi piaccia la serie dei video sui 5 errori più comuni commessi dagli stranieri riguardo a un argomento in particolare: il congiuntivo, la parola QUALCOSA, il verbo TRATTARSI DI… Questo video segue la stessa serie, quindi preparatevi per i 5 errori più comuni commessi dagli stranieri riguardo un argomento piuttosto temuto: il SI IMPERSONALE! Il "SI" impersonale in italiano: i 5 Errori più comuni “Ma il SI impersonale è facilissimo! Bisogna solo usare SI + il verbo alla terza persona singolare! Che sarà mai?” Non fatevi ingannare! Saper parlare bene richiede una conoscenza più approfondita! Ecco a voi i 5 errori più comuni che gli stranieri commettono con il "SI" impersonale in italiano. 1. SI COMPRA LE COSE Molti stranieri seguono la “regola generale” del si impersonale (si + verbo alla 3 persona singolare) ciecamente. Purtroppo non è così facile, come vi anticipavo. Per esempio, la frase “Si compra le cose” è sbagliata! La forma corretta sarebbe “Si comprano le cose”. Perché? Facciamo chiarezza. In questo caso il SI ha funzione PASSIVANTE; inoltre, il verbo ha un oggetto diretto (le cose). In questo caso, l'oggetto diretto del verbo è il soggetto di una frase passiva, perciò il verbo concorda con questo. Ve lo mostro con un esempio. Se io dico Si comprano le bevande In questa frase, “le bevande” è l'oggetto diretto, ma sarebbe anche il soggetto della frase se la trasformassi in forma passiva (Le bevande sono comprate). Dunque, in parole povere, quando si usa il SI PASSIVANTE con un verbo transitivo che regge un oggetto diretto plurale, il verbo dovrà essere coniugato alla 3 persona plurale (si mangiano i panini, si vedranno le stelle, si troveranno i soldi…). Ricordate: se l'oggetto diretto è singolare, il verbo sarà coniugato alla 3 persona singolare. Esempio: Le scelte si fanno in pochi secondi e si scontano per il tempo restante. Paolo Giordano 2. SI LO FA Molti stranieri si confondono quando, con il SI impersonale, hanno bisogno di usare anche un altro pronome. Dove mettere l'uno e l'altro? Quale va prima? Quale va dopo? “Si lo fa?” “Se lo fa?” “Lo si fa?” “Lo se fa?” Sembra un elenco di note musicali… Ebbene, la forma corretta è “Lo si fa”. Infatti, di una cosa potete stare certi: il SI impersonale va sempre immediatamente prima del verbo. Ogni altro pronome, di conseguenza, va aggiunto prima del SI. E la forma “se lo fa”? Vi suona corretta, no? È vero! Esiste, ma significa un'altra cosa! In questa frase, infatti, abbiamo ancora due pronomi insieme, ma il SI non è impersonale, bensì è un SI riflessivo, riferito a una terza persona singolare (lui o lei). Per esempio: Mario si fa il bagno. —> Mario se lo fa. Notate la differenza? Questa frase ha come soggetto Mario, quindi non può essere impersonale. Esempio: Si dice che l'amore rende ciechi. Fa ben di più, rende sordi, paralizza. Quando viene il mal d'amore, si diventa come la mimosa che subito si chiude, nessun grimaldello riesce ad aprirla e più le si fa violenza, più si chiude. Søren Kierkegaard 3. SI HA MANGIATO BENE I tempi composti, come sempre, creano più confusione rispetto al presente, e questo succede anche con il SI impersonale. Per esempio, un errore diffusissimo è quello di usare, al passato prossimo, l'ausiliare “avere” con i verbi che normalmente usano l'ausiliare “avere”. E quindi? Qual è l'errore qui? Ebbene, l'ausiliare per formare i tempi composti dopo il SI impersonale è sempre il verbo "essere". Il participio passato, poi, varia in base alla tipologia del verbo in questione. “Mangiare” è un verbo transitivo, quindi il participio passato rimane nella forma base (in -o): la forma corretta sarebbe “si è mangiato bene”. Esempio: Quando si è parlato molto, si è detto sempre qualcosa che sarebbe stato meglio tacere.

Psicologia con Luca Mazzucchelli
Il mio miglior investimento: cosa accade se affronti la paura - con Andrea Abondio

Psicologia con Luca Mazzucchelli

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 1:58


Andrea Abondio mi ha chiesto qual è stato il mio miglior investimento. Senza dubbio il mio miglior investimento sono i miei figli perché mi danno energia, motivazione e slancio verso il futuro. Questa preziosa domanda mi ha fatto pensare che, in effetti, diventare padre era quello che mi spaventava di più. Cosa accade se affronti la paura? Diventa entusiasmo. Quello che oggi mi entusiasma di più, in passato mi spaventava. Quindi quello che oggi ti spaventa, se lo affronti potrebbe trasformarsi in entusiasmo.

Italiano Automatico Podcast
Episode 540: 10 Frasi Brevi in Italiano Per La Conversazione | Imparare l’Italiano

Italiano Automatico Podcast

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 9:33


✅❌Hai capito come si usano queste frasi italiane? INIZIA IL QUIZ https://bit.ly/3NjhN2y In questo podcast imparerai 10 frasi brevi che gli italiani usano ogni giorno. Le frasi e le espressioni italiane che vedremo insieme sono rivolte a studenti con un livello intermedio o avanzato. Grazie alle frasi che imparerai, potrai parlare con più facilità in italiano poiché sono frasi veramente usatissime e questo ti darà modo di parlare in italiano sempre più naturalmente e facilmente. 0:00 - INTRODUZIONE 1:46 - 1. A OCCHIO E CROCE2:22 - 2. DI GRAN LUNGA2:53 - 3. DI PUNTO IN BIANCO3:33 - 4. ECCOMI4:09 - 5. MI TOCCA4:42 - 6. NEL GIRO DI5:08 - 7. OGNI TANTO5:31 - 8. PER FILO E PER SEGNO6:14 - 9. PRIMA O POI6:48 - 10. SONO COMBATTUTO7:44 - CONCLUSIONE#1 A OCCHIO E CROCEA occhio e croce o semplicemente a occhio significa all'incirca, più o meno, su per giù. Si usa solitamente per fare un calcolo approssimativo, senza essere troppo precisi. Vediamo degli esempi: A occhio e croce alla riunione ci saranno stati cento dipendenti.  A occhio e croce quell'uomo avrà quarant'anni. #2 DI GRAN LUNGA Di gran lunga significa di molto. Si trova generalmente insieme a comparativi o superlativi relativi. Come in queste frasi: Giada è di gran lunga la più intelligente della classe.  Questo è di gran lunga il migliore limoncello che abbia mai assaggiato in vita mia.  #3 DI PUNTO IN BIANCODi punto in bianco significa all'improvviso, tutt'a un tratto, quando una cosa succede senza preavviso, inaspettatamente. Le cose che accadono di punto in bianco solitamente ci sorprendono e ci colgono impreparati, producendo così un effetto sorpresa.  Cristina se n'è andata di punto in bianco. Stavamo cenando quando di punto in bianco abbiamo sentito una scossa di terremoto.   #4 ECCOMIQuando qualcuno ti chiama e vuoi dire che sei presente, che sei lì, puoi dire eccomi o anche eccomi qua. E al plurale diventa eccoci.  Qualcuno sa dove è finito Giuseppe? Eccomi! Stavo finendo di preparare il pranzo.  Dove sono Carlo e Lucia? Eccoci qua! abbiamo trovato molto traffico in autostrada.   #5 MI TOCCAUn modo colloquiale per dire devo farlo io è mi tocca. Questa espressione si può sentire da sola o insieme a un verbo all'infinito che indica cos'è che ci tocca fare, ovvero cos'è che dobbiamo fare. Vediamo subito degli esempi: Oggi mi tocca fare la spesa.  Domani mi tocca pulire la casa.  #6 NEL GIRO DINel giro di significa nell'arco di, nel corso di, in, e si riferisce al tempo. Vediamo alcuni esempi: L'imbianchino ha detto che finirà il lavoro nel giro di una settimana.  Finiremo il progetto nel giro di due mesi.  #7 OGNI TANTOOgni tanto significa qualche volta, di tanto in tanto, talvolta.  Ogni tanto vado a trovare Maura in ospedale.  Dovresti fare attività fisica ogni tanto.  #8 PER FILO E PER SEGNOPer filo e per segno significa minuziosamente, nei minimi particolari, precisamente, in modo accurato.Si usa per descrivere un'azione eseguita in modo preciso o un concetto spiegato in modo dettagliato. Com'è stata la festa di ieri sera? Voglio sapere tutto, per filo e per segno. La nonna è molto curiosa, mi chiede sempre di raccontarle tutto per filo e per segno.   #9 PRIMA O POIPrima o poi significa a un certo punto nel tempo, una volta o l'altra. Si usa per dire che una cosa succederà, ma non si sa quando esattamente, però pensiamo che accadrà, presto o tardi.  Prima o poi Giancarlo scoprirà tutta la verità. Abbi pazienza, vedrai che prima o poi passerai l'esame.   #10 SONO COMBATTUTOQuando siamo indecisi su quale decisione prendere possiamo dire sono combattuto oppure al femminile sono combattuta. Quindi quando sei davanti a una scelta difficile e sei indeciso, incerto, stai esitando perché ti trovi in una situazione di incertezza, dirai sono combattuto.  Devo cambiare il telefono, sono combattuto tra questo e quel modello.  Carlotta è combattuta tra la rabbia e la preoccupazione.