Podcasts about venezia

city in northeastern Italy

  • 1,127PODCASTS
  • 4,272EPISODES
  • 31mAVG DURATION
  • 1DAILY NEW EPISODE
  • Sep 20, 2022LATEST
venezia

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about venezia

Show all podcasts related to venezia

Latest podcast episodes about venezia

Ultim'ora
Patuanelli e Pecoraro Scanio “Rito caffè merita riconoscimento Unesco"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022 1:52


Il ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli e il presidente della fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio rilanciano in un video la candidatura del “caffè espresso italiano tra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli”.pc/gsl

Ultim'ora
Patuanelli e Pecoraro Scanio “Rito caffè merita riconoscimento Unesco"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022 1:52


Il ministro delle politiche agricole Stefano Patuanelli e il presidente della fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio rilanciano in un video la candidatura del “caffè espresso italiano tra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli”.pc/gsl

BASTA BUGIE - Politica
La propaganda più potente a disposizione dei governi è il cinema

BASTA BUGIE - Politica

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022 12:40


TESTO DELL'ARTICOLO ➜ www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=7146LA PROPAGANDA PIU' POTENTE A DISPOSIZIONE DEI GOVERNI E' IL CINEMA di Mauro FaverzaniLa Disney tradisce sempre di più la propria vocazione all'intrattenimento, per far proprie le derive etiche imperversanti a livello sociale: dopo le proteste per la "svolta" Lgbtqi+, ora la Walt Disney Studios, assieme alla Nbc Universal, a Google, alla Sony Pictures e ad altre grandi aziende, figura tra i partner dell'Anneberg Inclusion Initiative, il think tank voluto dalla University of Southern California per «studiare - come recita il sito ufficiale - la diversità e l'inclusione nell'intrattenimento attraverso ricerche originali e progetti sponsorizzati».Che cosa significa, al di là dei termini roboanti, nello specifico? Non si tratta solo di una ricerca teorica, di una fotografia dell'esistente, bensì di un coinvolgimento attivo e militante degli studenti (soprattutto, ma non solo), affinché producano cortometraggi e film, che promuovano tematiche quali gender, femminismo ed aborto. Per farlo, sono stati messi a punto (e finanziati) strumenti quali, ad esempio, i cosiddetti «programmi di accelerazione». In particolare, il «Reproductive Rights Accelerator», annunciato lo scorso 17 agosto, rappresenta un sostegno per un minimo di tre studenti di cinematografia, che abbiano «una storia da raccontare sui diritti riproduttivi. Il premio offre uno stipendio di 25.000 dollari per la produzione e lo sviluppo di un cortometraggio incentrato sulla salute riproduttiva». Oppure «The Inclusion Rider» ovvero integrazioni contrattuali per contrastare «i pregiudizi» nei casting e nelle assunzioni nell'industria dell'intrattenimento, incrementando, ad esempio, la presenza percentuale sullo schermo di donne, persone di colore, disabili e membri della comunità Lgbt, come ha specificato la professoressa Stacy L. Smith, docente associato di comunicazione presso l'University of Southern California Annenberg School for Communication and Journalism. Circa l'aborto, la professoressa Smith ha precisato di aver pensato al Reproductive Rights Accelerator Program ed al modo per sovvenzionarlo, dopo la decisione della Corte Suprema americana di escludere l'aborto dall'elenco dei "diritti": «Con le limitazioni ai diritti riproduttivi - ha affermato - non solo è necessario trovare soluzioni legali per proteggere le comunità emarginate, ma è essenziale educare e informare il pubblico su questi temi. L'intrattenimento ha la capacità unica di raggiungere gli spettatori e di fornire questa educazione. Il nostro obiettivo è quello di far capire quante opportunità ci siano di usare lo storytelling come strumento per ampliare la conversazione e creare un cambiamento sostanziale negli atteggiamenti e nelle politiche». Secondo l'Università - precisa l'agenzia InfoCatólica -, anche noti attori di Hollywood e la multinazionale dell'aborto Planned Parenthood sovvenzionerebbero l'iniziativa.Dunque, nulla di improvvisato o di casuale, bensì un disegno preciso, meditato a tavolino, per promuovere l'aborto assieme a Lgbt, femminimo e dintorni. L'elenco delle iniziative concrete è lungo, è sufficiente consultare il sito dell'USC Annenberg, per rendersene conto. E grandi aziende lo sostengono anche economicamente, come la Disney, che, come Netflix, Warner Bros, Discovery, Amazon, già ha annunciato di farsi carico dei costi delle trasferte delle proprie dipendenti, decise ad abortire, benché residenti negli Stati dove l'aborto oggi è illegale. Ma non solo: un'indagine condotta dalla Society for Human Resource Management ha rilevato come molte aziende stiano, di contro, tagliando i congedi di maternità alle donne, che scelgano la vita o dando alla luce il figlio in grembo o adottando bambini. Incredibile e disumano!E non è ancora tutto... Sempre la Disney ha recentemente scatenato accese polemiche con la nuova serie per adulti Little Demon, lanciata lo scorso 25 agosto. Questa la trama: tredici anni dopo essere stata ingravidata da Satana, Laura e la figlia Chrissy, riconosciuta come anticristo, cercano di vivere una vita normale nel Delaware, ma forze mostruose le perseguitano, guidate dallo stesso Satana, che vuole custodire l'anima della figlia.Per quanto aberrante sia l'impianto della serie, uno dei creatori, Seth Kirschner, oltre ad annunciare la presenza di scene di nudo, ha mostrato di non aver scrupoli in merito: «Continueremo finché non ci diranno di smettere», ha dichiarato, come riportato dall'agenzia InfoCatólica.La serie, commercializzata e distribuita dalla Disney, che ne è la proprietaria, viene prodotta, tra gli altri, dalla Evil Hag Productions, la «Strega cattiva», tanto per restare in tema... Aubrey Plaza, che presta la voce alla madre, Laura, durante la presentazione, ha dichiarato, tenendo in mano un tridente rosso: «Mi piace il fatto che si stia normalizzando il paganesimo. Laura è una strega, che lo pratica». Sconcertante. Ma non basta. Nel calderone esoterico, non si è voluto far mancare neppure il richiamo al gender: Satana si rende conto ad un certo punto che suo figlio Chrissy, l'anticristo, considerato un maschio, in realtà è una femmina, per cui sentenzia: «Il futuro è al femminile». Bandiere transgender si alternano a parallelismi satirici tra Bibbia e media ed a scene, in cui si promuovono i pessimi esempi, come le congratulazioni rivolte alla giovane per aver insultato sua madre Laura.Molte le proteste e le reazioni negative scatenate dalla serie demoniaca, per la cui cancellazione molte organizzazioni, cattoliche e non, hanno già avviato raccolte-firme, subito giunte a decine di migliaia di adesioni. Mike Johnson, repubblicano, rappresentante degli Stati Uniti per il quarto Distretto congressuale della Louisiana, ha commentato sulla propria pagina Facebook: «Non sono riuscito a raggiungere il telecomando abbastanza velocemente per proteggere mio figlio di 11 anni dall'anteprima e mi chiedo quanti altri bambini vi siano stati esposti e quanti altri milioni si sintonizzeranno sulla nuova serie. Disney e FX hanno deciso di abbracciare e commercializzare ciò che è chiaramente malvagio, statene alla larga!».Attenzione, quindi, perché ormai il male è a portata di un click. Teniamolo presente.Nota di BastaBugie: Roberto Marchesini nell'articolo seguente dal titolo "Venezia trans, il cinema si fa propaganda. Come previsto" spiega perché i film sono una delle armi di propaganda più potenti a disposizione degli Stati. Infatti a Venezia è tutto un fiorire di pellicole sul mondo trans. Non c'entra la cultura, non c'entra l'arte. È solo propaganda e così è sempre stato dal fascismo in poi.Ecco l'articolo completo pubblicato su La Nuova Bussola Quotidiana il 7 settembre 2022:Partito il Festival del Cinema di Venezia, partiti gossip e polemiche. Tra le polemiche che ci interessano ci sono quelle che lamentano una sovra-rappresentazione di temi LGBTQ+ nei film in concorso. C'è, ad esempio, Tar, con Cate Blanchett che interpreta Lydia Tar. Costei è stata la prima direttrice d'orchestra tedesca, lesbica, che nel film molesta diverse musiciste della propria orchestra.C'è L'immensità, del[la] regista transessuale Emanuele Crialese. Protagonista del film è Penelope Cruz, che veste i panni della madre di una ragazza di 12 anni convinta di essere maschio. Il padre, ovviamente, è ottuso e violento. E poi c'è Monica, di Andrea Pallaoro, che racconta la storia di una donna che torna a casa per occuparsi della madre. Il punto è che l'attor* protagonista è Trace Lysette, transessuale e attivista per i diritti LGBTQ+.Infine c'è Le favolose, di Roberta Torre, dedicato all'incontro di sette amic* trans per commemorare l'ottav*, Antoni*, morta e sepolta dalla famiglia con abiti maschili. Apriamo una parentesi, prima di tornare a Venezia: anche alla Notte della taranta (dal minuto 22:15) è comparso un* transessuale sul palco. Chiusa parentesi, torniamo al Festival di Venezia.Insomma: transessualità come se piovesse. E arriviamo al punto.Consideriamo scandalose queste pellicole perché, essendo il Festival del Cinema di Venezia una manifestazione culturale di livello internazionale, dovrebbe essere un momento qualitativamente e artisticamente elevato. Dovrebbe, insomma, presentare il meglio - dal punto di vista culturale - della produzione cinematografica italiana, europea e mondiale. Non solo: consideriamo il cinema arte, appunto, ma anche intrattenimento di livello elevato. Ma se queste premesse fossero sbagliate? Se il cinema non fosse altro che una forma - particolarmente efficace - di propaganda? Mussolini, nel 1922, affermò che «il cinema è l'arma più forte dello stato», perché le immagini, la musica e i dialoghi hanno una capacità impressionante di far presa sul popolo. Ecco, nel 1936, perché decise di fondare gli studios di Cinecittà; ecco perché, nel 1932, decise di inaugurare la prima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, in occasione del decennale della marcia su Roma. Tra i premi distribuiti, dal 1938 ci fu la Coppa Mussolini per il miglior film.Ma non solo il fascismo considerò il cinema come un'arma propagandistica: in un testo del 1943, intitolato The Motion Picture as a Weapon of Psychological Warfare (Il film come arma di guerra psicologica), nella prima pagina leggiamo: «I film sono una delle armi di propaganda più potenti a disposizione degli Stati Uniti». Per questo motivo, anziché distruggere Cinecittà e azzerare la Mostra del Cinema di Venezia, nel dopoguerra vengono rivitalizzati: per sfruttare - questa volta in chiave antifascista - il loro potenziale propagandistico.Perché, piaccia o meno, il cinema è stato e continua ad essere un'arma tra le più potenti nella guerra culturale che infiamma il mondo.

Salotto Monogatari
Salotto al Festival - 79° Mostra del cinema di Venezia #7

Salotto Monogatari

Play Episode Listen Later Sep 19, 2022 62:35


Dopo essere tornati da Venezia i salottieri si riuniscono per il recap finale della 79° Mostra del cinema. 00:00 - Introduzione 01:39 - Il signore delle formiche (Amelio) 10:37 - All the Beauty and the Bloodshed (Poitras) 26:44 - Vera (Covi, Frimmel) 35:17 - Princess (De Paolis) 36:23 - Music for Black Pigeons (Leth, Koefoerd) 39:53 - Gli orsi non esistono (Panahi) 47:25 - Copenhagen Cowboy (Refn) Anchor: https://anchor.fm/salotto-monogatari Spotify: https://open.spotify.com/show/2QtzE9ur6O1qE3XbuqOix0?si=mAN-0CahRl27M5QyxLg4cw Apple Podcasts: https://podcasts.apple.com/it/podcast/salotto-monogatari/id1503331981 Google Podcasts: https://www.google.com/podcasts?feed=aHR0cHM6Ly9hbmNob3IuZm0vcy8xNmM1ZjZiNC9wb2RjYXN0L3Jzcw== Logo creato da: Massimo Valenti Sigla e post-produzione a cura di: Alessandro Valenti / Simone Malaspina Per il jingle della sigla si ringraziano: Alessandro Corti e Gianluca Nardo

Ex voto
Ep.10 - Conte e Salvini: l'Avvocato e il Capitano

Ex voto

Play Episode Listen Later Sep 18, 2022 27:15


Durante la legislatura più pazza della storia repubblicana, Giuseppe Conte e Matteo Salvini sono stati tutto e il contrario di tutto. Hanno fatto e disfatto maggioranze. Hanno governato insieme per poi sfidarsi in parlamento mentre scoppiava lo scandalo dei rapporti tra la Lega e la Russia di Putin. Hanno sostenuto entrambi l'esecutivo di Mario Draghi prima di sfilarsi e portare l'Italia a elezioni anticipate in settembre. Sono diversi come il giorno e la notte, il compassato giurista che i Cinque Stelle hanno voluto a palazzo Chigi e l'incontenibile leader che ha resuscitato il partito di Bossi cambiandone i connotati. Quella tra l'Avvocato e il “Capitano” leghista è una relazione complicata al tempo del populismo.I contributi audio di questa puntata sono tratti dall'informativa del presidente del consiglio Giuseppe Conte al senato del 24 luglio 2019, disponibile sulla pagina Youtube di Palazzo Chigi; dall'intervento di Matteo Salvini all'assemblea generale di Confindustria Russia a Mosca del 17 ottobre 2018, disponibile su Agi.it; dalla dichiarazione alla stampa di Giuseppe Conte del 23 maggio 2018, disponibile sul canale Youtube de La Repubblica; dall'episodio della trasmissione Il Pranzo è servito con Matteo Salvini, condotta da Davide Mengacci e trasmessa da Rete4 nel 1993, disponibile su Mediaset Infinity; dalla registrazione della dichiarazione d'indipendenza della Padania pronunciata da Umberto Bossi a Venezia il 16 settembre del 1996, disponibile sul canale Youtube di Associated Press; dalla manifestazione Renzi a casa! del 28 febbraio 2015 a Roma, disponibile sul canale Youtube di Lega Salvini Premier; dal discorso inaugurale del presidente Donald Trump a Washington del 20 gennaio 2017, disponibile sul canale Youtube di CNN; dalla registrazione dell'incontro all'hotel Metropol di Mosca pubblicata da Buzzfeed il 10 luglio 2019; dalla registrazione della festa della Lega Romagna tenutasi al Papeete Beach di Milano Marittima il 4 agosto 2019, disponibile sul canale Youtube de La Repubblica; dall'intervento al Senato del presidente del consiglio Giuseppe Conte del 20 agosto 2019, disponibile sul canale Youtube de La Repubblica; dall'intervento al senato di Matteo Salvini del 20 agosto 2019, disponibile su La7.it; dalla dichiarazione alla stampa di Matteo Salvini dell'8 agosto 2019, disponibile sul canale Youtube de La Repubblica; dalle dichiarazioni alla stampa del presidente del consiglio Giuseppe Conte del 4 febbraio 2021, disponibili sul canale Youtube di Palazzo Chigi.

Radio 24 Podcast
Olympia - A Venezia Endorfine Rosa Shocking, il cinefestival dello sport al femminile

Radio 24 Podcast

Play Episode Listen Later Sep 18, 2022


"Non è possibile che vi siano due numero uno. Alla fine, uno solo vince. E per essere quello che vince, sei disposto a dare tutto te stesso". Parole di Ayrton Senna, il leggendario asso della Formula Uno, che racchiudono l'essenza delle sfide sportive: duelli in cui primeggia chi ha più voglia, fame, di vincere. E saranno proprio questi duelli al centro della nuova stagione di "Olympia", il programma di storytelling sportivo ideato e condotto da Dario Ricci. Attraverso testimonianze inedite, audio dei protagonisti, voci d'epoca, rivivremo pagine leggendarie della storia dello sport, scandite dalle rivalità più grandi e profonde, che hanno segnato e cambiato il modo di intendere lo sport, il costume, la storia e la società. Dai duelli sui pedali tra Coppi e Bartali a quelli all'ultima frenata (o anche oltre …) tra senna e Prost; dalle sfide a colpi di servizio e voleé tra Roger Federe e Rafa Nadal, alle sfide tra le squadre che hanno segnato la storia come l'Italia e la Germania del calcio, l'Unione Sovietica e gli Stati Uniti nel basket, l'Australia e gli All Blacks neozelandesi nel rugby. Duelli, confronti, sfide. Perché - come ci ricorda Julio Velasco, il grande allenatore della pallavolo, "chi vince festeggia, chi perde spiega". E da gennaio 2020, "Olympia guarderà verso i Giochi Olimpici di Tokyo2020 (che si svolgeranno dal 24 luglio al 9 agosto 2020), raccontando agli appassionati ascoltatori di Radio24 le grandi rivalità che hanno caratterizzato la storia delle Olimpiadi. Anche quest'anno, ad accompagnare Dario Ricci in questo viaggio tra sport e memoria, ci sarà il prof. Stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari sportive presso l'Università Cattolica di Milano e mental coach di molti campioni dello sport italiano.

Olympia
A Venezia Endorfine Rosa Shocking, il cinefestival dello sport al femminile

Olympia

Play Episode Listen Later Sep 18, 2022


Dieci film per un viaggio affascinante e profondo nell'universo femminile attraverso la lente dello sport. Dieci pellicole indipendenti, provenienti per la maggior parte da Paesi remoti o ambientati in angoli di mondo insoliti. Dieci gemme che vengono proposte al pubblico come preziosa testimonianza artistica per parlare di tematiche importanti e quantomai attuali come la violenza sulle donne, la forza delle tradizioni culturali, i rapporti nelle società patriarcali, la sessualità, la relazione con l'ambiente. Torna Endorfine Rosa Schocking, il cinefestival che racconta storie di sport al femminile da ogni parte del mondo. Dalla storia della ragazza indigena canadese che vuole diventare una campionessa di snowboard e soffre per l'inevitabile allontanamento dalla sua tradizione culturale alle peripezie della nazionale femminile iraniana di calcio a cinque che si aggiudica la finale degli Asian Games in Malesia e deve riuscire a uscire dal Paese nonostante il capitano non abbia il permesso firmato del marito per farlo; dalla storia della due donne che per prime attraversano sugli sci la Haute Route non-stop da Chamonix a Zermatt allo sguardo intimo su come il surf cambia la vita di una ragazza dello Sri Lanka. Tante piccole e al contempo grandi storie unite dal filo rosso dello sport come forza e sprone per combattere le convenzioni e scintilla di consapevolezza e crescita. L'appuntamento quest'anno e a Venezia dal 26 al 30 settembre, presso la Casa del Cinema - Videoteca Pasinetti. Dario Ricci ne parla con Laura Aimone, ideatrice e curatrice di Endorfine Rosa Shocking.olympia@radio24.it

Start - Le notizie del Sole 24 Ore
Esplorazioni acquatiche a New York, due secoli di amori all'hotel Danieli e Carlo III re della sostenibilità

Start - Le notizie del Sole 24 Ore

Play Episode Listen Later Sep 18, 2022 8:38


Un itinerario fra fiumi e oceano per scoprire New York da un punto di vista alternativo e un ritratto di Carlo III come paladino della moda responsabile. Nella versione Weekend di Start parliamo anche di un festival fra design e arte sul Lago di Como e dei duecento anni di un hotel simbolo di Venezia

DeGenerando CINEMA
Venezia 79 - con Luigi Locatelli

DeGenerando CINEMA

Play Episode Listen Later Sep 17, 2022 91:12


A sorpresa tornano le chiacchierate in compagnia di Luigi Locatelli, che reduce dal Festival di Venezia, ha commentato i premi e i film più interessanti del concorso. E' stato un privilegio, il ritorno a quella che tornerà ad essere una necessaria consuetudine. Buon ascolto.

Chassis
Chassis di sabato 17/09/2022

Chassis

Play Episode Listen Later Sep 17, 2022 59:55


Dal 2002 va in onda Chassis-Il contenitore di pellicole di Radio Popolare. Un programma pensato per informare ed evocare con un tono leggero fatto di parole, note e suoni che sostituendo le immagini permettono di ricreare con la propria capacità di ascolto emozioni e riflessioni suggerite dal cinema. Il programma, che prende il nome dal contenitore che conserva e ripara dalla luce le pellicole all'interno della macchina da presa, va in onda ogni domenica mattina con quasi un'ora di interviste a registi, attori, autori, musiche e parole dal mondo della celluloide. A volte con interventi e opinioni di critici, sempre con i racconti di chi il cinema lo fa. Un programma d'informazione sulle uscite cinematografiche settimanali e le cronache dai Festival di Cannes, Venezia, Torino, Locarno. Inoltre viene dato spazio alle novità editoriali in campo cinematografico e ogni puntata di Chassis si chiude con una canzone dei titoli di coda, tratta ogni mese da una colonna sonora diversa. Vi aspetta ogni giovedì dalle 21.00 alle 22.00 in FM 107.60, in streaming o su app.

ANSA Voice magazine
Tanti film, il cinema torna in sala nel weekend

ANSA Voice magazine

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022 4:51


Da Maigret a Crialese, film da Venezia e non solo.

Cult
Cult di venerdì 16/09/2022

Cult

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022 56:30


Oggi a Cult: il Festival del Parco di Monza, secondo collegamento con la Biennale Musica di Venezia, un progetto d'arte con le detenute di San Vittore e le foto di Raffaella Rigobello, Maurizio Nichetti introduce l'edizione 2022 di Visioni dal Mondo, la rubrica di fumetti del venerdì di Antonio Serra... Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica, teatro, letteratura, filosofia, sociologia, comunicazione, danza, fumetti e graphic-novels… e molto altro! Cult è in onda dal lunedì al venerdì dalle 11.30 alle 12.30. La sigla di Cult è “Two Dots” di Lusine. CHIAMA IN DIRETTA: 02.33.001.001

Tutto Esaurito
Mitch Sul Red Carpet A Venezia 12-09-2022

Tutto Esaurito

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022


Marco Galli presenta l'esclusivo podcast di Tutto Esaurito

il posto delle parole
Salvatore Natoli "Festival Filosofia" La virtù e il merito

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 20:53


Salvatore Natoli"Festival Filosofiahttps://www.festivalfilosofia.it/Festival Filosofia, CarpiSabato 17 settembre 2022, ore 11:30Lezione Magistrale di Salvatore Natoli"La virtù e il merito"Virtù e merito sono entrambi agonistici (perché anche la prima è in concorrenza, contro il vizio): ma praticare il bene può essere solo un principio performativo?Salvatore Natoli è stato a lungo professore di Filosofia teoretica presso l'Università di Milano-Bicocca. Attento alla ricostruzione delle linee fondamentali del progetto moderno, ha rivolto la sua attenzione al senso del divino nell'epoca della tecnica e alla possibilità di un'etica che sappia confrontarsi con il rapporto tra felicità e virtù e con gli aspetti della corporeità e del sacro, sottovalutati dal razionalismo classico. Ha indagato l'esperienza del dolore, dedicando studi anche alla teoria dell'azione e alle forme del fare. Tra le sue opere recenti: L'edificazione di sé. Istruzioni sulla vita interiore (Roma-Bari 2010); I comandamenti. Non ti farai né idolo né immagine (con P. Sequeri, Bologna 2011); Le verità del corpo (Milano 2012); Le inquietudini della fede (Venezia 2014); I nodi della vita (Brescia 2015); Il rischio di fidarsi (Bologna 2016); Scene della verità (Brescia 2018); L'animo degli offesi e il contagio del male (Milano 2018); Il fine della politica. Dalla «teologia del regno» al «governo della contingenza» (Torino 2019); Uomo tragico, uomo biblico. Alle origini dell'antropologia occidentale (Brescia 2019); L'uomo dei dolori (Bologna 2020).Salvatore Natoli"L'uomo dei dolori"Edizioni Dehoniane EDBhttps://dehoniane.it/Il dolore che viene rappresentato nella Via Crucis è fortemente implicato con l'iniquità poiché è il giusto che muore a causa del male inflittogli da altri uomini. La Via dolorosa è dunque un'allegoria della nostra condizione e la potenza del messaggio cristiano non si limita a premiare il giusto, ma a perdonare e trasformare il cattivo. Gesù non ha tolto il dolore dal mondo uccidendo il colpevole, ma ha mostrato agli uomini l'iniquità mostrandosi come vittima innocente. Così Gesù manifesta il divino che c'è nell'uomo. In questo senso, anche senza risurrezione, il cristianesimo resta paradossale e anche un non credente si può sentire cristiano.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Cult
Cult di giovedì 15/09/2022

Cult

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 56:40


Oggi a Cult: inizia la Biennale Musica 2022 a Venezia; alla BAM di Milano la nuova edizione del City Concert; Claudio Longhi introduce la nuova stagione del Piccolo Teatro; a Forlì Ibrida Festival è dedicato all'identità digitale; la rubrica di lirica/classica ddel giovedì di Giovanni Chiodi Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica, teatro, letteratura, filosofia, sociologia, comunicazione, danza, fumetti e graphic-novels… e molto altro! Cult è in onda dal lunedì al venerdì dalle 11.30 alle 12.30. La sigla di Cult è “Two Dots” di Lusine. CHIAMA IN DIRETTA: 02.33.001.001

Yugen
Yugen Flash 10 - Venezia 79 Speciale Festival del Cinema

Yugen

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 33:55


3 top e 3 flop del Festival del Cinema edizione numero 79 scelti da Simone Soranna, Andrea Piemonti e Alberto Brumana. Quindi 9 (se la matematica non sbaglia). ATTENZIONE: Contiene anche un cane che abbaia, cannibali, la nuova serie di Refn, il peggior film del Festival, un dibattito sul costo dello Spritz, Vivaticket, una cena con l'attrice di Stringer Things e 3 domande stupide ai nostri frequentatori del Lido pieno di stelle. P.S. A proposito di stelle, lasciaci la tua recensione su Spotify e/o Apple Podcast, please!

Advanced Italian
Advanced Italian #357 - International news from an Italian perspective

Advanced Italian

Play Episode Listen Later Sep 14, 2022 7:23


Liz Truss è la nuova prima ministra del Regno Unito Il Cile boccia la nuova Costituzione Trump non dimentica Giuseppe Conte Insegnare la fisica sulle piattaforme sociali I vincitori del Festival del Cinema di Venezia 2022

Rated LGBT Radio
Rated G Radio: VIP Guest Co-Host Venezia Hirsch!

Rated LGBT Radio

Play Episode Listen Later Sep 13, 2022 60:00


Welcome back to the Fall Season of Rated G Radio!   Tonight we're starting our FRESH - nothing stale about tonight's World Premiere, with special guest co-host Venezia Hirsch. Tonight Venezia and I will get caught up with tales of Hollywood, Fitness, Personal Journeys and so much more!   Where have we been all summer long?  You'll hear all the Drama tonight! Also available on Apple's Podcasts and iHeart Radio under our Rated LGBT Radio banner!

SBS Italian - SBS in Italiano
Venezia premia nuovamente un documentario, Coppa Volpi a Cate Blanchett e Colin Farrell

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Sep 12, 2022 16:47


Chiude i battenti il festival del Lido, con due registe donne premiate con i massimi riconoscimenti.

Filmfrelst
Filmfrelst #521: Venezia 2022 – Ana de Armas er Marilyn Monroe i «Blonde»

Filmfrelst

Play Episode Listen Later Sep 12, 2022 43:11


Venezia 2022: Ingen film fikk mer oppmerksomhet i Venezia enn Blonde, regissør Andrew Dominiks svært forsinkede, nesten tre timer lange og kolossalt ambisiøse «biografiske» film om ikonet Marilyn Monroe. Resultatet har splittet kritikerne, for dette er en eksperimentell film som konsekvent unnviker konvensjoner vi forbinder med såkalte biopics. Blonde er på en måte Dominiks Fire Walk With Me og Mulholland Drive – en Hollywood-horror av mørkeste merke, der den berømte hovedpersonen utsettes for maktmisbruk, ydmykelser og seksuelle overgrep utført av menn. Så nedadgående er spiralen, at noen vil oppleve filmen – finansiert og distribuert av Netflix, med strømmepremiere 28. september – som ensidig, spekulativ og voyeuristisk. Men har man noen gang sett Hollywoods destruktive bli skildret så nådeløst? I sentrum av det hele gjør skuespiller Ana de Armas (Knock Knock, No Time to Die) en sjeldent god og hjemsøkende rolletolkning. I noen av scenene er hun til forveksling lik originalen, men det er også noe spøkelsesaktig over fremtoningen – som kler filmens marerittaktige stemning. Vi diskuterer dette og mange andre aspekter ved filmen i samtalen nedenfor. Ved mikrofonene sitter Karsten Meinich, Lars Ole Kristiansen og Pernille Middelthon. Episoden inneholder ikke spoilere. God lytting!

Il podcast di Alessandro Barbero: Lezioni e Conferenze di Storia
#040 Lepanto, 1571 – Creatività Distruttrice – Barbero Riserva (Festival della Mente, 2009)

Il podcast di Alessandro Barbero: Lezioni e Conferenze di Storia

Play Episode Listen Later Sep 11, 2022 55:30


«Le due flotte che si affrontarono a Lepanto erano il prodotto di una tecnologia affinata nel corso dei secoli e di colossali investimenti da parte dei tre imperi, l'ottomano, il veneziano e lo spagnolo, che insieme governavano tutto il mondo mediterraneo. La costruzione delle 400 galere fu possibile solo grazie all'esistenza di impianti industriali all'avanguardia come gli arsenali di Venezia e di Istanbul, e allo sfruttamento spietato di risorse forestali in via di esaurimento; i governi dovettero ricorrere a mezzi estremi per reclutare i 60.000 rematori necessari. Eppure, quando le due flotte si incontrarono era praticamente certo che una delle due sarebbe stata cancellata in poche ore…»Dal Festival della Mente 2009 di Sarzana, il prof. Barbero racconta la battaglia di Lepanto del 1571Festival Della Mente: https://festivaldellamente.itCommunity & Palco del Mercoledì: https://barberopodcast.it/communityTwitter: https://twitter.com/barberopodcastFacebook: https://facebook.com/barberopodcastInstagram: https://instagram.com/barberopodcastGeorge Street Shuffle by Kevin MacLeodLink: https://incompetech.filmmusic.io/song/3800-george-street-shuffleLicense: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

mea talk
Giorgia Soleri e le polemiche.

mea talk

Play Episode Listen Later Sep 11, 2022 30:26


Giorgia Soleri e la sua partecipazione al Festival del Cinema di Venezia. Il red carpet con Moët e le polemiche. La questione alcool e le vecchie affermazioni di Giorgia Soleri. Cosa ne pensiamo noi?

Alessandro Barbero al Festival della Mente: Lezioni e Conferenze di Storia
#040 Lepanto, 1571 – Creatività Distruttrice – Barbero Riserva (Festival della Mente, 2009)

Alessandro Barbero al Festival della Mente: Lezioni e Conferenze di Storia

Play Episode Listen Later Sep 11, 2022 55:30


«Le due flotte che si affrontarono a Lepanto erano il prodotto di una tecnologia affinata nel corso dei secoli e di colossali investimenti da parte dei tre imperi, l'ottomano, il veneziano e lo spagnolo, che insieme governavano tutto il mondo mediterraneo. La costruzione delle 400 galere fu possibile solo grazie all'esistenza di impianti industriali all'avanguardia come gli arsenali di Venezia e di Istanbul, e allo sfruttamento spietato di risorse forestali in via di esaurimento; i governi dovettero ricorrere a mezzi estremi per reclutare i 60.000 rematori necessari. Eppure, quando le due flotte si incontrarono era praticamente certo che una delle due sarebbe stata cancellata in poche ore…»Dal Festival della Mente 2009 di Sarzana, il prof. Barbero racconta la battaglia di Lepanto del 1571Festival Della Mente: https://festivaldellamente.itCommunity & Palco del Mercoledì: https://barberopodcast.it/communityTwitter: https://twitter.com/barberopodcastFacebook: https://facebook.com/barberopodcastInstagram: https://instagram.com/barberopodcastGeorge Street Shuffle by Kevin MacLeodLink: https://incompetech.filmmusic.io/song/3800-george-street-shuffleLicense: http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

Radiotube Social Network
Radiotube Social Network del 10 settembre 2022

Radiotube Social Network

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022


Il co-conduttore d'eccezione è Massimiliano Panarari, docente di comunicazione politica alla Luiss. Torniamo a parlare di Venezia 2022 con Mattia Carzaniga (Rolling Stone, Vanity Fair), diventato una vera e propria star sui social. Addio alla Regina Elisabetta, sovrana che sembrava davvero immortale. Ne parliamo con Giorgia Olivieri, giornalista di Vanity Fair grande esperta di reali d'Inghilterra. Ci raggiunge poi la booktoker Megi Bulla.

Radio 24 Podcast
La rosa purpurea - Da Venezia alla sala, Gianni Amelio racconta Il Signore delle formiche, ci sono anche Love life e Margini

Radio 24 Podcast

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022


Un programma settimanale dedicato al "cinema-cinema", ai film in sala, al racconto delle trame attraverso le "suggestioni audio" di dialoghi e musiche. Numerose ed esclusive interviste ai protagonisti di ogni tempo, le riflessioni su quel che i film suggeriscono alla nostra vita. I film più belli e meritevoli, grandi o piccoli che siano, sotto la lente d'ingrandimento di critici e pubblico, con le voci raccolte fuori dalle sale. Non mancherà comunque uno spazio dedicato ai DVD, il principale mezzo di (ri)scoperta dei capolavori del passato noti o misconosciuti. Si giocherà, ogni settimana con il film misterioso. Chi indovinerà dopo avere ascoltato un breve dialogo di un film vincerà una copia di quel DVD.

Filmfrelst
Filmfrelst #520: Venezia 2022 – Paul Schraders «Master Gardener» og Abel Ferraras «Padre Pio»

Filmfrelst

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 29:55


Venezia 2022: I denne festivalepisoden tar vi for oss Paul Schraders Master Gardener, som muligens blir den amerikanske auteurens siste film, og nye arbeider av Abel Ferrara og Frederick Wiseman. Master Gardener er avslutningen på Paul Schraders trilogi om synd, selvtukt og forsoning (som begynte med First Reformed og The Card Counter). Denne gangen møter vi gartneren Narvel (Joel Edgerton) som bærer på en mørk fortid og har funnet seg selv på ny mellom vekstene i et imponerende hageanlegg, drevet av aristokraten Norma (Sigourney Weaver). I tillegg snakker vi om to andre aldrende filmskapere med nye filmer i Venezia: Abel Ferrara og hans Padre Pio, samt Frederick Wiseman, som har laget sin første fiksjon, A Couple. Ved mikrofonene sitter Karsten Meinich, Lars Ole Kristiansen og Pernille Middelthon. Episoden inneholder ingen spoilere. God lytting!

Il cacciatore di libri
Speciale Premio Campiello

Il cacciatore di libri

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022


Puntata speciale dedicata al Premio Campiello, assegnato il 3 settembre a Venezia. Ha vinto il romanzo "I miei stupidi intenti" di Bernardo Zannoni (Sellerio): un esordio che è stato candidato dalla Giuria dei letterati direttamente nella categoria principale. Così Bernardo Zannoni, 27 anni, è il vincitore più giovane nella storia del Campiello. Il suo romanzo ha ottenuto 101 preferenze dalla giuria popolare di 300 lettori. Al secondo posto Antonio Pascale "La foglia di fico" (Einaudi), al terzo posto Elena Stancanelli "Il tuffatore" (La nave di Teseo), a seguire Fabio Bacà "Nova" (Adelphi), infine Daniela Ranieri "Stradario aggiornato di tutti i miei baci" (Ponte alle Grazie).

Prima Pagina
Carlo III e la fine di una monarchia; caro-bollette, obbligatori i contatori anti-spreco: 10 settembre di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 23:06


Con #Carlo III finisce un tipo di #monarchia @vittoriosabadin; #Elisabetta e il fantino #Dettori @nicolapinna; obbligatorio il #contatore della #luce anti-spreco @andreabassi; il tetto al #prezzo del #gas, Europa all'attacco @gabrielerosana; la #Meloni sul carobollette @albertogentili; #Renzi: non facciamo stampella a nessuno @andreabulleri; #Letta senza freni #francescobechis; ministero #istruzione corruzione da tre milioni della #boda @michelaallegri; il #Festival del #cinema di #Venezia @ilariaravarino

Prima Pagina
Tornano il superbonus e gli aiuti; il ritiro delle truppe russe; come si torna a scuola: 11 settembre di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 17:48


#Carobollette, i #contatori intelligenti per risparmiare @andreabassi; dopo la morte di #Elisabetta scoppia la pace tra i #Windsor @vittoriosabadin; #Ucraina, il ritiro delle truppe #russe @claudiaguasco; #scuola , come battere la paura del primo giorno @lorenaloiacono; #festivaldivenezia i #vincitori @ilariaravarino; #festivaldivenezia, le tendenze del cinema @gloriasatta

El Resaltador de la Realidad
#ResaltadorGeek | S03E02 Kevin Feige se la va a dejar caer en el D23

El Resaltador de la Realidad

Play Episode Listen Later Sep 9, 2022 69:19


EL GRAN RUMOR DE LA SEMANA es que Henry Cavill será confirmado en la #D23Expo como un villano del #MCU. ¿Harry Style le escupió a Chris Pine? Daniel Richtman ya dice que Andrew Garfield y su versión de Spiderman estará en Avengers Secret Wars, bajale dos Danielito. Brendan Fraser y Ana de Armas reciben prolongados aplausos en La Biennale di Venezia por sus peliculas #TheWhale y el biopic de Marilyn Monroe, respectivamente. De eso y más en este episodio de #ResaltadorGeek - - - - - ¿Te gusta nuestro contenido? Apóyanos convirtiéndote en un Patreon y tendrás acceso a contenido EXCLUSIVO para ti y otros beneficios. Accede a www.patreon.com/elresaltadordelarealidad o en la app como El Resaltador de la Realidad #podcast #podcastenespañol #podcastpuertorico #podcastpuertorriqueño #contenidopr #política #sátirapolítica #cómics #blog #blogenespañol #podcastdepolítica #historiadepuertorico #puertorico --- Send in a voice message: https://anchor.fm/elresaltadordelarealidad/message Support this podcast: https://anchor.fm/elresaltadordelarealidad/support

Filmfrelst
Filmfrelst #519: Cate Blanchett i Todd Fields «Tár»

Filmfrelst

Play Episode Listen Later Sep 8, 2022 19:59


Venezia 2022: I denne episoden snakker vi om Todd Fields nye film Tár der Cate Blanchett spiller en verdensberømt dirigent og komponist som får livet sitt snudd opp ned idet hun blir kansellert. Todd Field fikk en forrykende start på regikarrieren med In the Bedroom (2001) og Little Children (2005), men siden den gang har det vært stille, og i dag er han nok mest kjent for sin rolle som Nick Nightingale i Stanley Kubricks Eyes Wide Shut (1999). Kubrick er for øvrig en viktig referanse for stilen og stemningene i Tár, som går fra å være et sjeldent autentisk kunstnerportrett og en intellektuell film om klassisk musikk, til å bli en slags paranoiathriller, satt til Berlin. Cate Blanchett gjør muligens sin aller fremste rolletolkning som Lydia Tár, og Field er den første amerikanske filmskaperen som diskuterer kanselleringskultur. Tár er en film om vår tid – med tidløse kvaliteter. Ved mikrofonene sitter Lars Ole Kristiansen, Karsten Meinich og Ida Madsen Hestman. Episoden inneholder ingen spoilere. God lytting!

Cult
Cult Estate di giovedì 08/09/2022

Cult

Play Episode Listen Later Sep 8, 2022 73:12


Cult Estate è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Oggi a Cult Estate: Roberto Festa in diretta da Mantova con gli ospit del FestivaLetteratura 2022, Corrado Spanger racconta l'edizione 2022 del Premio Annoni per la drammaturgia LGBTQ+, Mauro Meneghelli lancia il GenderBender Festival a Bologna, al Piccolo Teatro Strehler torna dopo 10 anni di successi "Gardenia", firmato dal regista Frank Van Laecke, nell'ambito dei festeggiamenti per il 50° del Teatro Franco Parenti, Barbara Sorrentini in collegamento dalla Mostra del Cinema di Venezia...

Prima Pagina
L'Europa non fa sconti e Putin s'innervosisce; i Cinquestelle fanno perdere all'Italia 17 miliardi: 8 settembre di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 8, 2022 22:48


Lo stop europeo al ricatto #russo @gabrielerosana; lite #Draghi #cinquestelle per 17 miliardi di aiuti @andreabassi; #terzopolo ago della bilancia @francescomalfetano; uccise i genitori ora #BennoNeumair è sotto processo @cristianamangani; #Obama torna alla #Casabianca @annaguaita; #FestivalVenezia, la giornata @ilariaRavarino; Moltoeconomia, come risparmiare #energia @alessandracamilletti

Prima Pagina
Sanzioni europee, la Russia in difficoltà; Il volo della gazza al test di medicina: 7 settembre di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 7, 2022 17:45


Le #misure e gli #aiuti contro il #carobollette @andreabassi; la #Russia entra in campagna elettorale @andreabechis; effetto #sanzioni #europee: la Russia non ha microchip @gabrielerosana; #Putin costretto a comprare i missili della #Corea del Nord @annaguaita; Il volo della gazza al #test di #medicina @lorenaloiacono; la sclerata di Gianni #Amelio al #Festival di #Venezia @ilariaravarino

Cult
Cult Estate di mercoledì 07/09/2022

Cult

Play Episode Listen Later Sep 7, 2022 77:09


Cult Estate è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. A Cult estate di oggi: Roberto Festa in diretta dal FestivaLetteratura di Mantova intervista Marco Belpoliti; Barbara Sorrentini dalla Mostra del Cinema di Venezia; la compagna Marionettistica Colla e una nuova rassegna "Con i fili e con le mani" nei quartieri di Milano; a Milano apre un nuovo museo d'arte etrusca alla Fondazione Rovati; Alma Rosè lancia l'edizione 2022 dell'Humus Festival al Parco Lambro

SBS Italian - SBS in Italiano
Festival di Venezia, ecco i film in rassegna

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Sep 6, 2022 10:39


Il 31 agosto è stata inaugurata la 79ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, meglio e comunemente nota come Festival di Venezia. L'esperta di cinema, Sandra Bordigoni offre un resoconto della cerimonia d'apertura e dei film in rassegna.

Chiamate Roma Triuno Triuno
Aggiornamenti dal festival del cinema di Venezia

Chiamate Roma Triuno Triuno

Play Episode Listen Later Sep 6, 2022 7:19


Effetto giorno le notizie in 60 minuti
Energia, varato il Piano Cingolani per il risparmio

Effetto giorno le notizie in 60 minuti

Play Episode Listen Later Sep 6, 2022


Un grado di temperatura e un'ora al giorno di riscaldamento in meno, ecco il regolamento per il risparmio nazionale pubblicato dal Ministro Cingolani: "Si può fare a meno di 5 miliardi di metri cubi all'anno". Ne parliamo con il Presidente dell'ENEA, Gilberto Dialuce. Maxi operazione dei Carabinieri a caccia di Matteo Messina Denaro, 35 arresti in Sicilia tra i fedelissimi del boss. Nostro ospite il Comandante del ROS dei Carabinieri, Gen. Pasquale Angelosanto. Infine ancora al Lido di Venezia per la Mostra del Cinema con la nostra Marta Cagnola.

24 Mattino - Le interviste
Direzione voto con Speranza e Brugnaro

24 Mattino - Le interviste

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022


La terza parte di 24 Mattino inizia con il consueto appuntamento con l'attualità e la politica analizzata da Paolo Mieli. Poi inizia il nostro percorso di avvicinamento alle elezioni politiche del 25 settembre, oggi scopriamo le proposte elettorali di Roberto Speranza, ministro della Salute, candidato per la coalizione di centrosinistra e Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia e presidente e fondatore di Coraggio Italia una delle componenti della lista Noi Moderati.

Effetto giorno le notizie in 60 minuti
Strage di Monaco del 1972, la Germania chiede scusa (e risarcisce)

Effetto giorno le notizie in 60 minuti

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022


50 anni fa la strage alle Olimpiadi di Monaco: vi fu un attacco di un gruppo palestinese agli atleti israeliani, la Germania chiede scusa per come fu gestita la vicenda e risarcisce gli eredi delle vittime. Ne parliamo con Daniel Mosseri, firma de Il Foglio, Panorama e Il Giornale, con il quale ci colleghiamo da Berlino. Con Alberto Orioli (Vicedirettore de Il Sole 24 Ore), commentiamo questa seconda fase della campagna elettorale, all'indomani dell'incontro dei principali leader politici che si è tenuto durante il Forum Ambrosetti a Cernobbio. Mostra del Cinema di Venezia. Da oggi nelle sale "L'Immensità" di Emanuele Crialese. Andiamo al Lido con la nostra inviata Marta Cagnola.

Pinocchio
Puntata del 05/09/2022

Pinocchio

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022 98:39


Il reportage di Diego sul Festival del cinema di Venezia, tante piccole notizie e le storie degli ascoltatori. Tante mamme aiutano con consigli utili una nostra ascoltatrice in procinto di partorire.

Pinocchio
Mostra del cinema di Venezia vista da Diego

Pinocchio

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022 7:24


Prima Pagina
Caro-bollette, cosa farà l'Europa dopo l'appello di Mattarella; Salvini rovina la festa alla Meloni: 4 settembre di Italo Cramignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 4, 2022 15:44


Caro-#bollette, #Mattarella sprona l'#Europa @gabrielerosana; #Starace (Enel): ecco perché aumenta il #prezzo del #gas @claudiaguasco; #Salvini anticipa la #Meloni a #Cernobbio @marioajello; Il #Pd insegue #Cinquestelle @andreabulleri; la sorpresa al #Festival di #Venezia @ilariaravarino

Prima Pagina
La minaccia russa: vi faremo pagare le sanzioni; come saranno gli aiuti contro il caro-bollette: 5 settembre di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Sep 4, 2022 18:05


I#russi: il #gas costerà carissimo @gabrielerosana; cosa prevedono gli #aiuti contro il #carobollette @lucacifoni; a #Cernobbio le imprese si misurano con la campagna elettorale, Conte ignorato @claudiaguasco; #Salvini rovina la festa alla #Meloni @marioajello; oggi primo giorno del test di medicina, le nuove regole @lorenaloiacono; #Festival di #Venezia e le sue nuove mode@ilariaravarino

Easy Italian: Learn Italian with real conversations | Imparare l'italiano con conversazioni reali

Vuoi l'inizio della scuola, vuoi la fine dell'estate, c'è un mese dell'anno che è probabilmente il più intenso e nuovo dell'anno. Secondo voi che mese è? Trascrizione interattiva e Vocab Helper Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership Note dell'episodio Cosa è successo a Venezia? I surfisti nel canal grande https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/veneto/surfisti-a-venezia-i-due-ragazzi-stranieri-hanno-pagato-la-multa-e-lasciato-la-citta_53716041-202202k.shtml Durante la puntata abbiamo parlato delle navi da crocera a Venezia, fortunatamente c'è stato un decreto per evitare che si avvicinino alla città, ma ci vorra ancora un po' di tempo. https://www.repubblica.it/cronaca/2021/05/13/news/venezia-300781852/ Ecco la pagina di cui abbiamo parlato https://www.metropolitano.it/venezia-non-e-disneyland/#:~:text=2016.,il%20centro%20storico%20di%20Venezia. Trascrizione Transcript Musica Raffaele: [0:25] Ultimi giorni d'estate, Matteo. Matteo: [0:29] Siamo arrivati alla fine... Raffaele: [0:32] Così suona malissimo, però! Matteo: [0:34] No, in effetti sì! ... Support Easy Italian and get interactive transcripts, live vocabulary and bonus content: easyitalian.fm/membership

Radio 24 Podcast
La rosa purpurea - Da Venezia i nuovi film di Inarritu e Baumbach - Intervista a Roberta Torre

Radio 24 Podcast

Play Episode Listen Later Sep 3, 2022


Un programma settimanale dedicato al "cinema-cinema", ai film in sala, al racconto delle trame attraverso le "suggestioni audio" di dialoghi e musiche. Numerose ed esclusive interviste ai protagonisti di ogni tempo, le riflessioni su quel che i film suggeriscono alla nostra vita. I film più belli e meritevoli, grandi o piccoli che siano, sotto la lente d'ingrandimento di critici e pubblico, con le voci raccolte fuori dalle sale. Non mancherà comunque uno spazio dedicato ai DVD, il principale mezzo di (ri)scoperta dei capolavori del passato noti o misconosciuti. Si giocherà, ogni settimana con il film misterioso. Chi indovinerà dopo avere ascoltato un breve dialogo di un film vincerà una copia di quel DVD.

Indagini
Veneto e Friuli Venezia Giulia, 1994-2006 – Prima parte

Indagini

Play Episode Listen Later Sep 1, 2022 40:57


Il 21 agosto 1994 a Sacile, in provincia di Pordenone, durante la sagra degli osei, una fiera antichissima, esplose una bomba che ferì leggermente alcune persone. Era semplice polvere da sparo in un tubo. La notizia passò quasi inosservata, in fondo nessuno aveva riportato danni troppo seri. E nessuno poteva immaginare che nelle settimane seguenti a quelle bombe ne sarebbero seguite altre, e poi altre ancora negli anni successivi. Dal 1994 al 2006 in Veneto e Friuli Venezia Giulia esplosero bombe sempre più sofisticate: bombe trappola, nascoste in ovetti Kinder, barattoli di Nutella, tubetti di maionese, candele. Vennero ferite moltissime persone e a lungo in tanti ebbero paura di cose consuete, come fare la spesa al supermercato, andare in chiesa, aprire un barattolo. Indagarono tante procure, Venezia, Treviso, Pordenone, Udine, Trieste. E tanti investigatori che spesso non si parlavano tra di loro. Ci furono fughe di notizie, vennero tracciati molti profili psicologici. Una persona fu sospettata, restò al centro delle indagini per cinque anni. Si scoprì che una prova, la cosiddetta “pistola fumante” che avrebbe dovuto dimostrare la sua colpevolezza, era in realtà stata manomessa. E ancora oggi non sappiamo chi abbia costruito e messo tutte quelle bombe, se fosse una persona sola, se fossero tanti. E perché.

Indagini
Veneto e Friuli Venezia Giulia, 1994-2006 – Seconda parte

Indagini

Play Episode Listen Later Sep 1, 2022 49:42


Il 21 agosto 1994 a Sacile, in provincia di Pordenone, durante la sagra degli osei, una fiera antichissima, esplose una bomba che ferì leggermente alcune persone. Era semplice polvere da sparo in un tubo. La notizia passò quasi inosservata, in fondo nessuno aveva riportato danni troppo seri. E nessuno poteva immaginare che nelle settimane seguenti a quelle bombe ne sarebbero seguite altre, e poi altre ancora negli anni successivi. Dal 1994 al 2006 in Veneto e Friuli Venezia Giulia esplosero bombe sempre più sofisticate: bombe trappola, nascoste in ovetti Kinder, barattoli di Nutella, tubetti di maionese, candele. Vennero ferite moltissime persone e a lungo in tanti ebbero paura di cose consuete, come fare la spesa al supermercato, andare in chiesa, aprire un barattolo. Indagarono tante procure, Venezia, Treviso, Pordenone, Udine, Trieste. E tanti investigatori che spesso non si parlavano tra di loro. Ci furono fughe di notizie, vennero tracciati molti profili psicologici. Una persona fu sospettata, restò al centro delle indagini per cinque anni. Si scoprì che una prova, la cosiddetta “pistola fumante” che avrebbe dovuto dimostrare la sua colpevolezza, era in realtà stata manomessa. E ancora oggi non sappiamo chi abbia costruito e messo tutte quelle bombe, se fosse una persona sola, se fossero tanti. E perché.

MLS Today (Official Podcast)
Could We See Gianluca Busio Play for Charlotte FC? | MLS Today

MLS Today (Official Podcast)

Play Episode Listen Later Aug 30, 2022 35:43 Very Popular


David Gass is joined by Katie Goodman to relive all the scenes on the ground from last Friday's statement win by Austin FC. Then, a catch up with Gianluca Busio as he talks Venezia, Serie B, the USMNT, and a potential future with Charlotte FC.