Podcasts about Cagliari

Comune in Sardinia, Italy

  • 535PODCASTS
  • 2,004EPISODES
  • 39mAVG DURATION
  • 5WEEKLY NEW EPISODES
  • Nov 4, 2022LATEST
Cagliari

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about Cagliari

Show all podcasts related to cagliari

Latest podcast episodes about Cagliari

Tutti Convocati
Euro antipasto di Derby

Tutti Convocati

Play Episode Listen Later Nov 4, 2022


La Roma batte in casa il Ludogorets nel segno di Zaniolo e supera il girone di Europa League. Non ci riesce invece la Lazio, sconfitta 1-0 dal Feyernoord in Olanda. Per la squadra di Sarri sarà Conference League. Un ottimo antipasto europeo di quello che sarà il derby della Capitale di domenica alle 18. Iniziamo qui il derby Roma-Lazio insieme ai tifosi Fabrizio Roncone e Mauro Mazza. Dal 7 novembre, in Sardegna e poi nei cinema di tutta Italia, esce "Nel nostro cielo un rombo di tuono", il docufilm di Riccardo Milani su Gigi Riva. Il regista romano (di fede interista) ci racconta come è riuscito a stanare lo schivo campione simbolo del Cagliari. Con la complicità di Stefano Meloccaro, convochiamo Francesco Passaro, giovane talento del tennis italiano che sarà alle prossime Next Gen ATP Finals di Milano insieme a Lorenzo Musetti.

When Saturday Comes
E72 - One-off champions, Lucerne lullaby & guest John Nicholson

When Saturday Comes

Play Episode Listen Later Oct 28, 2022 49:39


Here's an idea: Get twice as many podcasts and longer editions of these ones, and support our print magazine, by joining the WSC Supporters' Club. Sign up here: www.patreon.com/whensaturdaycomesFiling through their multi-tier in-tray for nothing in particular, magazine editor Andy Lyons, writer Harry Pearson and host Daniel Gray discuss One-Off Champions, from Riva's Cagliari to West Bromwich via Betis Balompié. WSC Deputy Editor Tom Hocking talks us through the pages of magazine issue 426, Record Breakers brings a lullaby from Lucerne, and we continue our sprightly feature, The Final Third, in which a guest contributes a match, a player and an object to the WSC Museum of Football. Joining Dan as our visiting curator this time is football writer and novelist, John Nicholson.Support the show

Unica Radio Podcast
Radio Smart: oggi i ragazzi intervistano l’artista Lukajan

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 15, 2022 4:00


I giovani ragazzi e ragazze del centro di quartiere "La Bottega dei Sogni" raccontano con la propria voce i luoghi della città di Cagliari. Radio Smart è il contenitore in cui i giovani descrivono attraverso una serie di podcast audio i paesaggi cittadini e le loro idee per migliorare la città in cui vivono. Il laboratorio radiofonico RADIO WEB si propone di dar voce ai ragazzi attraverso la produzione di un programma radiofonico che racconterà tematiche di attualità. Un format e linguaggi innovativi, pensati dai ragazzi per i ragazzi. La redazione di Radio Smart, nome scelto dai giovani protagonisti, porterà avanti una serie di appuntamenti radiofonici per raccontare il territorio della città di Cagliari. Attraverso la loro voce si darà spazio alle esperienze positive di interazione tra mondi diversi. Un diario del mondo giovanile dove la radio è mezzo per comunicare e valorizzare il territorio in cui vivono. Un processo di riflessione anche per gli adulti che possono immedesimarsi nel punto di vista dei più giovani. In questo spazio privilegiato di accoglienza, attenzione e ascolto, i ragazzi hanno sperimentato competenze trasversali utili per il quotidiano e per il futuro attraverso incontri laboratoriali e informali dedicati all'intrattenimento educativo. La Radio Education è uno strumento che consente di realizzare il diritto di esprimere le proprie opinioni ed essere ascoltati. Una redazione di giovani ragazzi La giovane redazione è stata coinvolta in una serie di attività di creazione di podcast audio come Il suono delle origini e Cucina dal mondo. Protagoniste del format le voci delle mamme del Centro di Quartiere La Bottega dei Sogni che si raccontano attraverso la propria storia linguistica . Una esperienza di scoperta dei suoni della propria lingua madre attraverso l'ascolto di ninna nanne, filastrocche e scioglilingua. Un format di condivisione della tradizione culinaria dei paesi d'origine delle mamme, e tante altre curiosità e riflessioni tra due culture. Le attività sono realizzate in collaborazione con Unica Radio, redazione radio nata per volontà di un gruppo di studenti universitari che hanno condiviso l'esperienza e la passione per la cultura e la radio presso l'Università degli Studi di Cagliari. L'obiettivo è quello di permettere ai giovani di comunicare attraverso il media radiofonico affinché questo possa essere accessibili, fruibile ed inclusivo con i linguaggi della cultura, al fine di generare benessere per le persone e per il territorio. Unica Radio ed Efys Il laboratorio Radio web è stato realizzato nel pieno della seconda/terza ondata pandemica, nel gennaio del 2021. A causa delle modalità “d'emergenza” e del distanziamento sociale abbiamo creato uno spazio narrativo proponendo il racconto degli spazi di Cagliari. Radio Web fa parte dei laboratori dedicata a minori, adulti e intergenerazionali, finalizzati a promuovere l'aggregazione sociale, l'intercultura, la partecipazione e la trasmissione dei saperi. Maggiori informazioni sul progetto Il progetto Accresce – Azioni Condivise per la Creazione di una Rete di Sostegno per la Comunità Educante è ideato e promosso dall'Associazione EFYS Onlus con i contributi dell'8×1000 Valdese e si propone di mettere in Rete tutti gli attori della comunità educante e rafforzarne le competenze con strategie innovative di formazione, coinvolgimento, aggregazione e messa a sistema delle buone prassi. Le azioni ACCRESCE sono promosse con il supporto di una fitta rete di associazioni e cooperative del territorio: F4CR network, Cooperativa sociale – Il Giardino di Clara, Unica RADIO, Inmediazione, Cooperativa sociale Passaparola, Associazione Culturale Puntozero, Sardinia Open data e il sostegno dell'Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni del Dipartimento Giustizia Minorile. Per saperne di più sul progetto ACCRESCE, la comunità educante si fa rete!

J-TACTICS's show
J-World S04 E04

J-TACTICS's show

Play Episode Listen Later Oct 14, 2022 19:15


Quarta puntata della quarta stagione della rubrica, nel canale spreaker J-TACTICS, dedicata alle women ed alle giovanili della Juventus, J-WORLD.La Juventus Next Gen vede sfumare la vittoria a Piacenza con un gol di Cesarini in zona...Cesarini.3-3 il risultato finale di una partita a dir poco emozionante.«Abbiamo una buona squadra, con giocatori che possono ambire a categorie superiori.Giornate come oggi insegnano che bisogna crescere, perché il calcio degli adulti è complicato, con il tempo saranno pronti»Le parole di Mister Brambilla al termine del match.La Juventus Next Gen non passa sul campo del Vicenza, che vince con una doppietta di Ferrari, un gol per tempo.La partita si chiude, in sostanza, a venti minuti dalla fine, quando ancora Ferrari svetta di testa più in alto di tutti e segna il gol del 2-0.Ancora una volta tre gol, ancora una volta tre punti. Cambia la competizione, dalla Youth League si passa al campionato, ma per i bianconeri non cambia nulla. Anche in questo caso la Juventus Under19 esce dal campo con una vittoria pesante e importante.A Vinovo finisce 3-1 per i bianconeri contro la Sampdoria grazie alle reti di Yildiz, al suo quarto gol consecutivo nelle ultime tre partite, Mbangula e Turco. Sul finale i blucerchiati rendono meno amara la sconfitta con il gol di Ivanovic.La squadra di Montero continua a essere in testa alla classifica, momentaneamente in solitaria, con 17 punti dopo 7 giornate disputate.La Juventus Under19 di Mister Montero conquista la prima vittoria della sua Youth League e lo fa con una prova che racconta la volontà di non farsi sfuggire i tre punti e non lascia scampo al Maccabi Haifa. Succede tutto nel secondo tempo: Yildiz firma il vantaggio bianconero, gli israeliani rispondono con Shibli, poi Hasa e Anghelè chiudono i conti.3-1 il risultato finale per i nostri ragazzi.Una bella vittoria che rilancia la Juve in classifica in attesa del faccia a faccia tra PSG e Benfica.Successo esterno per 1-3 sui pari età del Cagliari per i giovani bianconeri dell'Under16.Ad Assemini i nostri ragazzi ottengono la seconda vittoria in tre gare disputate, salendo a quota 7 punti in classifica.Di Merola, Giardino e Bellino le reti della nostra Under16. Ottima gara quella disputata dai ragazzi allenati da Mister Rivalta che, intorno al minuto 20 della ripresa, vanno addirittura avanti 0-3 nel punteggio.Domenica positiva anche l'under15, la squadra di Mister Benesperi che torna a Torino con una vittoria netta per 0-3 ottenuta sul campo dei pari età del Cagliari.Continua il percorso netto dei bianconeri: tre vittorie nelle prime tre giornate e terzo clean sheet consecutivo.A decidere la sfida contro la formazione sarda la doppietta di Bracco e il gol di Ceppi.Un tris messo a segno tutto nel primo tempo che, di fatto, mette in discesa la partita.L'under17 femminile fa un sol boccone delle avversarie del Bulè Bellinzago con un perentorio 17-0 che si commenta da solo.Anche l'under15 femminile vince d'autorità, 6 gol alle malcapitate ragazze dell'Accademia Torino.Non mancherà poi uno sguardo ai prossimi impegni delle women e delle giovanili:Sampdoria-Juve women,Domenica 16 ottobre, ore 14:30.Juve Next Gen-Pro Sesto,Domenica 16 ottobre, ore 14:30.Bologna-Juve Under19,Domenica 16 ottobre, ore 10:30,C.S. Niccolò Galli.Juve-Milan Under19 femm.,Domenica 16 ottobre, ore 14:30.Juve-Independiente Ivrea Under17 femm.,Domenica 16 ottobre, ore 15.Juve-Independiente Ivrea Under15 femm.,Domenica 16 ottobre, ore 17.Anche quest'anno sarà nostra guida nel mondo Juve, il sempre competente e preciso amico Roberto Loforte, Fuori rosa TV.

Unica Radio Podcast
Dino Garau dal Festival Strangius si racconta

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 14, 2022 10:35


Il tema della lotta alla libertà affrontato dal medico radiologo Dino Garau, figlio del partigiano Antonio "Geppe" Garau, al Festival internazionale della Letteratura Autobiografica Dino Garau è un medico radiologo, e figlio del partigiano Nino Garau. Ha accolto le volontà del padre, facendo in modo che le pagine del suo diario fossero pubblicate dopo la sua morte. Suo padre, Nino Garau, (Antonio Garau), (Cagliari, 12 dicembre 1923 – Cagliari, 12 luglio 2020), è stato un partigiano antifascista sardo con il nome di battaglia “Geppe”. Ha ricoperto l'incarico di Segretario generale del Consiglio regionale della Sardegna. Dino Garau e il Festival Strangius 2022 Durante il Festival Strangius 2022 è avvenuta la presentazione del diario di Nino Garau (Antonio Garau): “La resistenza di Geppe. Diario di un giovane sardo che scelse di combattere per la libertà e la democrazia” a cura di Walter Falgio. L'evento prevedeva un incontro con Dino Garau e il giornalista professionista Walter Falgio. I lettori interessati hanno potuto rivolgere le loro domande riguardanti il libro a Walter Falgio e esaurire le loro curiosità legate all'ambito familiare del partigiano domandandole al figlio Dino Garau. Durante l'intervista Dino Garau si è raccontato, ammettendo di conoscere le aspettative che il padre riversava in lui in quanto figlio maggiore. "Fortunatamente - ha spiegato Dino - la mia ambizione a diventare medico e il suo desiderio che continuassi con gli studi in medicina si sono incontrati". Dino ha sottolineato che la permanenza e il rispetto di quei valori per il quale suo padre Nino Garau ha combattuto sono ciò a cui si aspira tramite la pubblicazione delle sue memorie. Lo stesso Antonio Garau ha richiesto che il suo diario venisse pubblicato dopo la sua morte dichiarando: “Non vorrei che i miei comportamenti e le mie azioni durante la Resistenza fossero risucchiati da quella grossa marea di scritti avvenuta dopo la Liberazione”.

Unica Radio Podcast
Rifrazioni Sonore: Maurizio Corona

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 14, 2022 12:10


A volte nel lavoro, a volte nella relazione, sembra che certe problematiche si ripresentino di continuo, Perché ? Maurizio Corona ci introduce alla Mappa dei Talenti, una tecnica di auto-conoscenza basata sulla psico-bio-genealogia che aiuta a risolvere i conflitti personali e scoprire i talenti reali. Cenni Biografici Maurizio Corona e' laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Odontoiatria. Fin dagli anni '80 si e' interessato all'approccio olistico al paziente, studiando diverse discipline tra cui l'agopuntura. Successivamente si e' rivolto alla psico-biologia approfondendola, e attualmente tiene sedute individuali a Cagliari, e conferenze e seminari sulla psico-bio-genealogia in diverse parti d'Italia. Pubblicazioni Nel 2016 ha iniziato la pubblicazione del primo di 22 libri, facenti parte di una saga dal titolo "l'Eredità Iniziatica”, dal nome “Due occhi color miele”. Nel marzo 2019 ha pubblicato sulla piattaforma di Erba Sacra un seminario online sulla Mappa dei Talenti e nel maggio dello stesso anno ha pubblicato insieme a Fabio Zancanella, un libro dal titolo Basi Scientifiche della Mappa dei Talenti. La Mappa dei Talenti E' una variazione originale di Maurizio Corona, sulla base della Mappa dei Bisogni ideata da Jean Claude Badard, ricercatore esperto in Bio-Psicosomatica. La Bio-Psicosomatica è una disciplina abbastanza recente, che fonda le sue radici nella psicosomatica e nella psicogenealogia che, a loro volta si rifanno agli studi di Henry Laborit e la Psicobiologia La mappa dei talenti utilizza un sistema numerologico per analizzare la psico-somatica e bio-genealogia del paziente. Attraverso questa analisi, si aiuta il paziente a identificare concretamente le sue capacita innate nel vissuto reale - non nella narrazione interiore (quello che diciamo a noi stessi di noi stessi) e come attivare o usare questi 'talenti' per risolvere i suoi problemi in vari ambiti, da quello relazionale a quello lavorativo, fino a quello spirituale. Spesso i conflitti di lunga data non risolti derivano da qualche forma di inibizione di reazioni emotive male interpretate, come per esempio gli accessi di rabbia interiorizzati. E proprio in questi conflitti, che si celano talenti inesplorati o male indirizzati che, una volta scoperti, possono illuminare un nuovo percorso di vita e migliorare la qualità della vita del paziente, della costellazione familiare da cui proviene e della comunità in cui opera. Il Progetto Horus di Maurizio Corona, offre vari corsi sia in persona che online basati anche sulla mappa dei talenti. Il Progetto Horus è in primis una Scuola di Educazione Sociale, dedita alla soluzione delle problematiche relative alle singole persone e agli ambiti sociali, come ad esempio aziende o team sportivi. La prossima conferenza di Maurizio Corona sarà in occasione della presentazione del libro: Due Occhi Color Miele, da Atlantide alle Piramidi, presso l'associazione TredicesimaLuna, Venerdì 14 Ottobre, Via Malta 45, a Cagliari.

Unica Radio Podcast
Andrea Ferrero una storia da raccontare

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 13, 2022 9:53


Andrea Ferrero 51 anni Cagliaritano è un artista che si diverte a colorare la vita degli altri, ma in primis la sua. All'età di 28 anni gli viene diagnosticata una retinite pigmentosa e da quel momento la sua vita prende un percorso diverso; "diverso" nel senso più positivo che possiamo immaginare: -"Ho scoperto che la malattia va sempre più veloce della ricerca e che essere di buon umore, positivi, ottimisti aiuta ma non basta a contrastare la degenerazione della malattia."- si racconta Andrea. La tecnica che utilizza per creare le sue opere è ricca di sentimento ed emozioni che partono dal cuore di Andrea, infatti a un certo punto decide di dare spazio alla sua creatività sostituendo il pannello alle sue mani. Dal pennello alle mani Le mani come strumento di lavoro che gli permettono di creare un rapporto diretto con l'opera, di sentire il colore muoversi nelle sue dita e imprimersi negli spazi ruvidi della tela che dona un tocco di magia a questo processo creativo. Andrea non può vedere quello che nasce dalle sue mani, ma ogni suo lavoro è minuziosamente impeccabile, un'opera concepita con cura e amore. Potete trovare alcune delle opere di Andrea in Viale Bonaria a Cagliari nella quale troverete in allegato un QR code che permetterà anche alle persone non vedenti di godersi queste opere d'arte. http://www.andreaferrero.eu/arteeffimeranelcuoredicagliari

il posto delle parole
Sergio Ariotti "Festival delle Colline Torinesi"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Oct 12, 2022 14:10


Sergio Ariotti"Festival delle Colline Torinesi"Torna il Festival delle Colline Torinesi d'autunno(Torino, fino al 6 novembre) 7 prime, 8 produzioni, 20 spettacoli, 27 giorni, 37 recite Il festival ventisetteIl Festival delle Colline Torinesi - Torino Creazione Contemporanea torna fino al 6 novembre 2022. La storica rassegna teatrale, sempre organizzata dalla TPE - Teatro Astra, propone un'edizione di ampio respiro che può contare su 7 prime, 8 produzioni, 20 spettacoli, 27 giorni e 37 recite. Un festival contemporaneo d'autunnoIl Festival delle Colline prosegue il suo nuovo cammino di festival d'autunno ribadendo il rapporto con la creazione contemporanea anche grazie alla partnership progettuale con la Fondazione Merz, nei cui spazi, specie durante la settimana di ContemporaryArt, avranno luogo gli appuntamenti di teatro performativo. Con una formula che ha già affrontato con successo la prova del pubblico nel 2021. Il temaIl tema generale del Festival viene sintetizzato ancora da confini/sconfinamenti, ovvero da un percorso di riflessione che accompagna al superamento dei molti steccati posti tra i linguaggi artistico-espressivi e che ipotizza un affrancamento - per spettacoli e performance, ove possibile - dai luoghi che tradizionalmente li ospitano. Si tratta di un tema a più declinazioni se si pensa anche agli sconfinamenti generati dalle guerre, di drammatica attualità, dalle migrazioni di ogni genere; senza dimenticare le diaspore di artisti minacciati e perseguitati. La citazione di Walter Benjamin presente nello spettacolo di Sotterraneo L'angelo della storia (Teatro Astra, 14 e 15 ottobre), quasi una metafora della sua esistenza, ne è un indizio. Il Paese ospiteÈ confermato anche nel 2022 il focus biennale su un Paese ospite che sarà ancora il Belgio e in particolare il ritratto di Mette Ingvartsen, coreografa e danzatrice, la quale, grazie al Festival, affronta la sua prima vera tournée italiana che tocca, oltre a Torino: Roma, Prato e Cagliari, in teatri partner della Rete IN Italia. La danzatrice e coreografa danese, attiva in Belgio, propone il suo ultimo lavoro, The Dancing Public (Teatro Astra, 28 e 29 ottobre), in cui esplora l'estasi del ballo in uno straordinario incontro sociale all'indomani della pandemia. Musica incessante con movimenti, canti, parole e pubblico coinvolto. Una festa, una frenesia fisica. IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

3athlon Praat - Méér over Triathlon
3athlon Praat #140 - De highs en de lows op Kona

3athlon Praat - Méér over Triathlon

Play Episode Listen Later Oct 12, 2022 55:23


Topprestaties, atleten die boven zichzelf uitstegen of juist door het ijs zakten; er gebeurde heel veel op Kona, zowel in de vrouwen- als mannenrace. Met Chelsea Sodaro en Gustav Iden werden we in ieder geval getrakteerd op twee prachtige winnaars. We bespreken de highs en lows van het WK en daarnaast komt ook Cagliari nog even voorbij.

Unica Radio Podcast
Falgio Walter dal Festival Strangius 2022

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022 17:18


Al Festival Strangius 2022 con Walter Falgio che ci racconta il diario del partigiano Antonio Garau Walter Falgio (Quartu Sant'Elena, 1970), insegnante e giornalista professionista, è il presidente e fondatore dell'Istituto sardo per la storia dell'Antifascismo e della Società contemporanea (ISSASCO) associato alla Rete nazionale degli istituti per la Resistenza. Falgio è inoltre dottore di ricerca in Storia moderna e contemporanea presso l'Università di Cagliari (XVIII Ciclo) e possiede una laurea in Filosofia, sempre all'Università di Cagliari, con la votazione di 110/110 lode. Ha pubblicato saggi e monografie per Cuec, AM&D e FrancoAngeli. Festival Strangius 2022 Giovedì 29 settembre 2022 si è svolto l'incontro con Dino Garau (figlio del partigiano Antonio Garau) e Walter Falgio per la presentazione del libro “La Resistenza di Geppe: diario di un giovane sardo che scelse di combattere per la libertà e la democrazia” (Soter Edizioni). “La resistenza di Geppe. Diario di un giovane sardo che scelse di combattere per la libertà e la democrazia” Ci sono voluti sessant'anni perché Antonio ("Nino") Garau (Cagliari, 1923), decidesse di condividere la sua memoria di partigiano. Per sessant'anni ha dovuto custodire i suoi pensieri dolorosi scontrandosi con la memoria del movimento di resistenza, spesso superficiale, frettolosa e imprecisa. Oggi “La resistenza di Geppe. Diario di un giovane sardo che scelse di combattere per la libertà e la democrazia” è diventato un libro pubblicato dalla casa editrice Soter a cura di Walter Falgio grazie all'impegno di Issasco, l'Istituto sardo per la storia dell'antifascismo e della società contemporanea. In accordo con le sue volontà, la pubblicazione del suo diario è avvenuta dopo la sua morte (12 luglio 2020). Garau stesso ha spiegato il motivo di questa scelta: “Non vorrei che i miei comportamenti e le mie azioni durante la Resistenza fossero risucchiati da quella grossa marea di scritti avvenuta dopo la Liberazione”. Walter Falgio ci racconta il lungo processo che ha riportato a galla i duri ricordi di Nino Garau. Il partigiano ha voluto inoltre sottolineare la significativa azione delle donne in quel periodo di lotta per la libertà, per lui e per Falgio poco riconosciuta. Il giornalista, che presiede l'Istituto sardo per la storia dell'antifascismo e della società contemporanea, ISSASCO, ha dichiarato quanto questa esperienza l'abbia formato e quanto sia importante continuare a divulgare la storia anche ai giovani d'oggi. Informazioni tratte da: "La resistenza di Geppe", in un libro i ricordi del partigiano cagliaritano Antonio Garau - nemesismagazine.it

Unica Radio Podcast
Intervista a Valentina Casalena: Premio Andrea Parodi 2022

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022 10:08


Dal 13 al 15 ottobre a Cagliari si terrà la quindicesima edizione del Premio Andrea Parodi: ne abbiamo parlato con Valentina Casalena. Mancano pochi giorni al 15° “Premio Andrea Parodi”, uno dei più importanti contest europei di world music, in programma dal 13 al 15 ottobre all'Auditorium del Conservatorio "Giovanni Pierluigi da Palestrina" di Cagliari e organizzato dalla Fondazione Andrea Parodi. Le serate, che inizieranno alle 20.30, sono a ingresso gratuito con prenotazione al Boxoffice Sardegna (070 657428 - info@boxofficesardegna.it ). A confrontarsi nella finale del contest saranno Balentia (Sardegna), Beija Flor (Sicilia), Escarteen Sisters (Catalogna), Folkatomik (Piemonte), Raquel Kurpershoek (Olanda / Spagna), Walter Laureti (Lazio), Antonio Smiriglia (Sicilia) e Ual·la! (Catalogna), che si esibiranno in tutte tre le serate. Ad alternarsi con loro sul palco ci saranno ospiti di rilievo del panorama musicale italiano e internazionale. Venerdì 14 saliranno sul palco il Cuncordu e Tenore de Orosei, a cui andrà il Premio Albo d'oro 2022, e Matteo Leone (vincitore del Premio nel 2021), che presenterà anche il video di “In mézu ô mo`”, prodotto dalla Fondazione Parodi. Nella serata finale del 15 sarà invece la volta del Canzoniere Grecanico Salentino, di Tosca e del cantautore portoghese Tiago Nacarato, che riceverà il Premio Albo d'oro internazionale e proporrà anche qualche brano con la stessa Tosca. L'esibizione di Nacarato è in collaborazione con Officina Pasolini, laboratorio creativo di alta formazione e HUB culturale della Regione Lazio, dove si esibirà il giorno successivo. Inoltre, nelle prime due serate del Parodi il Conservatorio di Cagliari proporrà l'esibizione di alcuni suoi studenti: il 13 Sara Murgia e il 14 Movie Brass e Tallinn Trumpet Ensemble. Tutti gli ospiti, così come i finalisti, interpreteranno un brano del repertorio di Andrea Parodi, l'artista a cui la manifestazione è dedicata. Parodi, scomparso nel 2006, dopo aver fatto parte dei Tazenda ha intrapreso una importante carriera solista nell'ambito della world music. Tracce del suo percorso (come immagini, video, audio) si potranno trovare dal 12 al 15 ottobre in Piazza Porrino (di fronte al Conservatorio) nel Museo multimediale itinerante a lui dedicato, visitabile ad accesso libero. A presentare la manifestazione, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda, saranno Gianmaurizio Foderaro e Ottavio Nieddu. Principale e prestigioso media partner dell'evento è Rai Radio1. Le tre serate saranno trasmesse in diretta streaming sulle pagine Facebook della Fondazione Andrea Parodi e di EjaTV. La terza anche su quelle di Rai Radio1 e Rai Radio Tutta Italiana. La notte fra il 15 e 16 ottobre, a partire dalle 00.40, su Rai Radio1 ci sarà invece una puntata speciale di “Stereonotte-Brasil”, curata come sempre da Max De Tomassi, trasmessa in diretta dal Premio Parodi, con interviste a molti dei protagonisti del Premio e con l'ascolto di loro brani. Importante anche la programmazione degli appuntamenti collaterali al Premio, tutti a ingresso libero. Il 14 ottobre nella sala Bembo dell'Hotel Ulivi e palme alle 16 si terrà un seminario sui diritti degli artisti interpreti ed esecutori a cura di Andrea Marco Ricci (del Nuovo IMAIE) ed alle 16.45 uno sul diritto d'autore a cura di Claudio Carboni (del Consiglio di gestione della SIAE). Alle 17.30 ci sarà poi la presentazione del volume “Storie di straordinaria fonia” (Bertoni editore) di Foffo Bianchi, Francesca Gaudenzi e Duccio Pasqua, con Bianchi e Pasqua. Conduce il pomeriggio Ottavio Nieddu. Nello stesso luogo sabato 15 alle 10.30 ci sarà spazio per la consueta giornata di studi del Premio Parodi, con una tavola rotonda su “Cantare a quattro in Sardegna: dai contesti rituali alla world music”. Interverranno Ignazio Macchiarella e Marco Lutzu dell'Università di Cagliari; Jacopo Tomatisn dell'Università di Torino; Sebastiano Pilosu dell'Associazione Tenores Sardegna e Diego Pani della Memorial University of Newfoundland. Alle 12 sarà la volta del “Premio Blogfoolk Choice”, assegnato al miglior album di world music dell'annata dal periodico online BlogFoolk Magazine. A vincere è ”Still Moving” di Justin Adams & Mauro Durante. Nelle finali gli otto artisti si esibiranno dal vivo davanti a tre ampie giurie, una tecnica, una critica e una internazionale, tutte composte da autorevoli addetti ai lavori, che saranno in buona parte presenti in platea (altri in remoto). Ecco la composizione delle giurie. Giuria tecnica: Elena Ledda (direttrice artistica, musicista), Andrea Ruggeri (musicista), Pippo Rinaldi Kaballà (musicista), Simonetta Soro (musicista, attrice), Silvano Lobina (musicista), Gino Marielli (musicista), Gigi Camedda (musicista), Gesuino Deiana (Musicista), Lia Careddu (attrice), Gisella Vacca (musicista, attrice), Cristina Maccioni (Attrice), Marti Jane Robertson (ingegnere del suono), Antonio Ferraro (Ingegnere del suono), Foffo Bianchi (Ingegnere del suono), Marco Lutzu (etnomusicologo, Università di Cagliari, Partner), Ignazio Macchiarella (etnomusicologo, Università di Cagliari, Partner), Nicola Meloni (operatore culturale), Annamaria Loddo (operatrice culturale), Nicola Spiga (operatore culturale), Rambaldo degli Azzoni Avogadro (discografico, operatore culturale), Jacopo Tomatis (Partner, Premio Città di Loano), Gaetano d'Aponte (Partner, Premio Bianca d'Aponte), Michele Palmas (Partner, S'ard Music), Andrea Del Favero (Partner, Folkest), Gigi Di Luca (Partner, Ethnos Festival), Stefano Starace (Partner, Mo'l'estate Spirit Festival), Andrea Marco Ricci (Partner, NUOVO IMAIE), Claudio Carboni (Partner, Consigliere di Gestione SIAE), Luigi Fontana (Partner, U.N.A. Unione Autori Musicali). Giuria critica: Claudio Agostoni (Popolare Network), Paolo Ardovino (giornalista musicale), Angela Calvini (Avvenire), Simone Cavagnino (Unica Radio), Flavia Corda (Tgr Sardegna), Franz Coriasco (Rai Italia), Tore Cubeddu (Eja Tv), Flaviano De Luca (Manifesto), Ciro De Rosa (Songlines /Globofonie), Max De Tomassi (Rai Radio1), Daniela Deidda (Sardegna Eventi 24), Enrico Gaviano (La Nuova Sardegna), Felice Liperi (Repubblica), Elisabetta Malantrucco (Rai Radio Techetè), Luigi Mameli (Radiolina), Marco Mangiarotti (Quotidiano Nazionale), Tonino Merolli (Funweek), Duccio Pasqua (Radio 1), Fausto Pellegrini (Rainews), Timisoara Pinto (Gr Rai), Francesco Pintore (Unione sarda), Cristiano Sanna (Tiscali), Claudio Scaccianoce (Gli stati generali), Giacomo Serreli (giornalista musicale), John Vignola (Rai1), Giuseppe Vota (Rai). Giuria internazionale: Sergio Albertoni (Rsi Radio Svizzera Italiana), Thorsten Bednarz (DeutchlandFunk Kultur, Germania), Andrew Cronshaw (Froots Magazine, Rough Guide To World Music, Regno Unito), Petr Doruzka (Czech Radio, Rep. Ceca), Edyta Łubińska (Università di Varsavia, Istituto di Etnologia e Antropologia culturale), Piotr Pucylo (Globaltica Festival, Polonia), Albert Reguant (Radio Ona de Barcelona, Catalogna), Juan Antonio Vazquez (Mundofonias, Spagna). Il vincitore assoluto avrà diritto ad una borsa di studio di € 2.500, oltre alla possibilità di esibirsi in alcuni festival partner del Parodi nel 2023, come l'European Jazz Expo (Sardegna) e Folkest (Friuli), oltre che nello stesso Premio Andrea Parodi. Potrà inoltre usufruire di assistenza legale e manageriale per un anno da parte di Siedas. Il vincitore del Premio della Critica avrà invece la possibilità di realizzare un videoclip professionale di un brano, prodotto dalla Fondazione Andrea Parodi. Per alcuni dei finalisti del Premio ci sarà anche la possibilità di essere invitati ad esibirsi in alcuni dei festival partner (come Mare e Miniere, Premio Bianca d'Aponte, Mo'l'estate Spirit Festival, Musiconnect-italy). Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall'omonima Fondazione grazie a Regione autonoma della Sardegna (fondatore), Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (contributo e patrocinio). Partner della manifestazione sono: European Jazz Expo, Folkest, Premio Bianca d'Aponte, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Mare e Miniere, Musiconnect-italy, Ethnos Festival, Mo'l'estate Spirit Festival, Mare aperto, Festival del torto, World Music Academy, Associazione Culturale S'Ardmusic, Fondazione Barùmini – Sistema cultura, Comune di Aggius – Etnosfera, Conservatorio di musica di Cagliari Giovanni Pierluigi da Palestrina, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla musica dell'Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali), SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, NUOVOIMAIE, Federazione degli Autori, U.N.A. (Unione nazionale autori), Siedas, Boxofficesardegna, AF Motors. Media partner sono Rai Radio 1, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Sardegna, Radio Popolare, Tiscali, Unica Radio, Ejatv, Sardegnaeventi24.it, Il giornale della musica, Blogfoolk, Folk Bulletin. Partner internazionali: Deutchlandfunk Radio (Germania), Mundofonías (Spagna), Czech Radio - Petr Dorůžka (Rep. Ceca), Radio Ona de Barcelona (Catalogna), Association Musica Italiana (Francia), World Music Charts Europe (Rep. Ceca), Radio Wira Wiri (Olanda). Segui gli aggiornamenti su Unica Radio.

Unica Radio Podcast
Sharper Night, intervista a Simona Campus

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022 31:06


In occasione della Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori abbiamo intervistato Simona Campus, spaziando tra l'importanza di un'arte accessibile e in grado di comunicare e la magia che scaturisce dalla comunicazione con un pubblico in grado di accoglierla. Una magia che ritroviamo al MUACC di Cagliari. Simona Campus insegna Museologia come professoressa a contratto all'Università degli Studi di Cagliari. Dopo la Laurea in Lettere e la Specializzazione in Storia dell'Arte ha conseguito il Dottorato di ricerca, indagando l'ambito delle relazioni tra arti visive e letteratura nella cultura italiana del Novecento. Attualmente è curatrice del MUACC, Museo universitario per le arti e le culture contemporanee. E' proprio del MUACC che abbiamo discusso durante questa intervista. Un museo ad ampio raggio Simona Campus ci parla del museo come una sorta di laboratorio che coinvolge la comunità nelle sue sperimentazioni, sottolineando l'importanza del pubblico. Il MUACC si propone come museo universitario moderno che segue i principi dell'ICOM e come un museo in grado di parlare alle persone, proponendosi come istituzione aperta, dinamica, e in continua crescita. L'obiettivo è rendere frubile la possibilità di conoscere al pubblico. Il museo cresce soprattutto grazie al feedeback della sua comunità di riferimento, per questo le attività sono pensate soprattutto nell'ottica di un museo ''vivo, popolato, e abitato'', attraverso molteplici iniziative. L'obiettivo è creare uno spazio di dialogo, nel quale sia possibile discutere non solo di arte, ma anche dei temi delle culture contemporanee. Il MUACC si propone come un'istituzione lontana dall'impartizione di una conoscenza unidirezionale, per proporsi come un luogo nel quale la conoscenza si costruisce attraverso dialoghi e percorsi. Il MUACC e il legame intrinseco con gli studenti Oltre ai tirocini curriculari previsti nei piani formativi al MUACC si lavora anche attraverso i tirocini Erasmus. ''Il museo ha bisogno delle studentesse e degli studenti, ma mi piace lavorare affinché anche le studentesse e gli studenti sentano il bisogno del museo'' ci dice Simona Campus ''Nell'ottica di una concezione laboratoriale secondo la quale questo luogo diventa spazio straordinario per sperimentare le pratiche curatoriali, le diverse competenze che un'istituzione così complessa porta con sè. I tirocini diventano momento di confronto diretto con un mondo che appare misterioso. Il museo appare come un grande spettacolo teatrale quando lo si va a visitare, difficilmente si coglie la complessità di quello che sta dietro ad un prodotto finito. E' fondamentale capire il percorso che porta alla realizzizione delle iniziative che si svolgono''. Tra l'arte di Italo Antico e la nuova esposizione in arrivo di Franca Sonnino Dall'inizio della sua apertura al pubblico il MUACC espone una collezione del maestro Italo Antico, uno dei protagonisti del rinnovamento artistico in Sardegna dalla seconda metà del Novecento. L'artista ha donato all'Ateneo un corpus di 50 opere. In occasione della Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori il MUACC ha pensato che tra le modalità di valorizzazione fosse importante dare un occhio di riguardo alle nuove generazioni, andando alla scoperta di nuovi linguaggi in grado di facilitare la scoperta dell'arte. Il risultato è stato gratificante e ha aiutato a comprendere come l'arte possa essere raccontata in maniera semplice ma mai banale, i bambini hanno giocato un ruolo fondamentale in quanto ricettori eccezionali. Il MUACC si appresta ad allestire la sua prima mostra temporanea, quella di Franca Sonnino. Uno dei temi principali che questa mostra sceglie di indagare è quello dell'arte al femminile e più in generale dell'arte di genere. E' importante parlare di questioni di genere nell'ottica di un museo che parla di società e si occupa di quelli che sono i grandi temi del nostro tempo. Franca Sonnino, artista con una rinnovata carica espressiva, legata alla Sardegna grazie anche alla sua amicizia con Maria Lai, è stata in grado di coniugare il suo lingaggio artistico al tempo. La svolta nel percorso artistico dell'artista arriva con il consiglio di Maria Lai, che accortasi della sua perizia tecnica nel lavoro a maglia le consiglia di usare le sue mani ''non per fare oggetti utili, ma per fare cose inutili''. Le parole di Simona Campus sull'artista ''Franca Sonnino appartiene a quella generazione di artiste che hanno rivoluzionato la storia dell'arte con nuovi linguaggi, prima rinchiusi dentro una dimensione domestica - ci spiega Simona Campus - utilizzando nuovi medium per proporre un proprio pensiero dell'arte scardinato da un sistema patriarcale, utilizzando questi elementi come possibilità affinché la differenza sia portatrice di significato e di rivendicazione del proprio posto in un sistema ancora chiuso''.

Unica Radio Podcast
Sharper night alla ricerca delle emozioni

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022 12:12


Sharper night alla ricerca delle emozioni Cagliari si emoziona con la notte dei ricercatori Sharper night alla ricerca delle emozioni, il progetto coinvolgerà con una serie di attività rivolte ad un pubblico di tutte le età grandi e piccoli curiosi coinvolti nella scoperta del mestiere di ricercatore. Dietro a questa iniziativa coesistono vari settori e varie figure professionali. Figura di spicco è quella di Marco Guicciardi, Professore di Psicometria e Psicologia dell'università degli Studi di Cagliari. Il Professore insieme agli allievi della scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute hanno portato avanti un progetto dedicato interamente ai più piccoli. Gioco di emozioni I bambini e le bambine (dai 5 ai 10 anni) ascolteranno una breve storia, nella quale dovranno intuire l'emozione del protagonista. I partecipanti sono stati suddivisi in gruppi da 4 partecipanti ad ogni gruppo è stato chiesto di associare alla storia le emozioni riportate nei palloncini che troveranno alla fine del percorso a staffetta. Al termine i bambini e le bambine potranno avere in dono il palloncino da loro scelto durante lo svolgimento dell'attività. Stimoli Il progetto è stato svolto all'interno dell'Orto botanico di Cagliari. Questa scelta ha contribuito a creare un'atmosfera ricca di stimoli per tutti i partecipanti che hanno risposto in maniera ottimale e con creatività alle attività proposte dagli specializzandi che hanno saputo far fronte ad ogni circostanza. Sharper night, nuove iniziative La risposta a questa iniziativa ha mostrato una grande voglia di rimettersi in gioco anche per i più grandi. "Con il passare delle edizioni potrebbe essere interessante proporre qualcosa anche per gli adolescenti e giovani adulti a seguito soprattutto di questi anni influenzati dal covid", queste le parole del Professor Guicciardi durante l'intervista rilasciata per Unica Radio.

TRIATLON con mayúsculas
TRIATLÓN, con mayúsculas - Capítulo 17 – Sara Guerrero y David Castro ante su gran objetivo del año en Cagliari.

TRIATLON con mayúsculas

Play Episode Listen Later Oct 6, 2022 123:21


En este mes de octubre presentamos el noveno podcast de la temporada. Un programa que empieza con las intervenciones de Sara Guerrero y David Castro y sus sensaciones antes de viajar a Cagliari, debut en unas Series Mundiales para la gallega y una ilusionante vuelta del manchego después de una lesión al principio de la temporada. Ambos consiguieron su clasificación al proclamarse campeones de España de distancia olímpica en Banyoles. A continuación repasamos los éxitos conseguidos en el Campeonato de Europa donde fuimos líderes del medallero de la mano del paratriatleta Multisport Legend Kini Carrasco y acompañados de su ya prometida Natalia Manzano quien también compitió en Bilbao. También hablamos con Jairo Ruíz Campeón de España de Paratriatlón Sprint en los Juegos del Agua en Cartagena y con Andrés Cendán triatleta élite del Club Cidade de Lugo Fluvial que compitieron como binomio en el primer Campeonato de España de Triatlón Inclusivo un espectacular formato de relevos súper sprint con la participación de 18 parejas inclusivas Y por último, cerramos este capítulo de nuevo con la sección de RRSS de Berta Ballesteros y el análisis de los últimos eventos, entre ellos el Campeonato de Europa de Bilbao Bizkaia en el mes de septiembre y casi el final de temporada. De la mano del conductor del programa, Alberto González “Pipe” y del director de comunicación de la FETRI, Daniel Márquez, escucharemos las entrevistas y disfrutaremos de un episodio más del Podcast de la FETRI. ¡TRIATLÓN, con mayúsculas!

Unica Radio Podcast
Intervista a Paolo Fresu: presentazione “Insulae Lab”

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 4, 2022 9:09


A Berchidda nasce il primo Centro di Produzione Musica: “Insulae Lab” - Centro di Produzione del jazz e della creatività artistica delle isole del Mediterraneo, coordinato dall'Associazione Time in Jazz. Ne abbiamo parlato con il direttore artistico Paolo Fresu. “Insulae Lab” è un progetto importante volto ad indagare la proposta isolana sarda e quella siciliana, mettendo in relazione artisti e progetti, lingue e repertori chiamati a costituire una nuova insularità che, per cerchi concentrici, lambirà le piccole e grandi isole del Mediterraneo come Corsica, Sicilia, Elba, Malta, isole greche (Creta, Spetses, eccetera). Oggi l'idea sarà finalmente raccontata alla Sardegna, nel corso dell'incontro in programma nella sede di Cagliari della Fondazione Sardegna. Ma il 28 luglio scorso il progetto “Insulae Lab”, direzione artistica di Paolo Fresu, è stato presentato a Roma (alla casa del jazz) insieme agli altri 4 centri di produzione musica del mondo del jazz appena qualche settimana dopo l'ufficialità da parte del Ministero della cultura. Gli altri? Sono il Centro Adriatico Produzione Musica Ets di Pescara, We-Start - Piemonte Orientale Music nato per iniziativa di Associazione Rest-Art di Novara, il Centro Produzione Musica di Roma frutto dell'unione di Intenti di Casa del jazz e Auditorium Parco della Musica (Fondazione Musica per Roma), e il Toscana Produzione Musica Ets sull'asse Firenze-Pisa. Esserci ed esserci insieme a queste altre preziose realtà, per un piccolo centro di Sardegna come Berchidda, è un riconoscimento ancora più importante. L'obiettivo del Centro di produzione è valorizzare le realtà isolane d'ambito, mettendole in connessione tra loro, dando forma a una rete tra isole del Mediterraneo che abbia nodi indissolubili e complementari in artisti giovani - e non - che possano delineare nuove rotte della musica, scrutando gli orizzonti altri senza mai scordare la tradizione, inglobandola anzi e creandone una ancora più nuova che comprenda ed esalti quella passata. “Insulae Lab” impatterà, quindi, su qualità e quantità di nuovi progetti artistici, con una conseguente, auspicabile e crescente presenza di nuovi talenti, nuovi progetti musicali prodotti (saranno 9 e dovranno concretizzarsi in almeno 40 repliche) e almeno 20 progetti ospitati. Paolo Fresu: “Insulæ Lab è migrazione musicale e culturale che ha come obiettivo la produzione di nuovi progetti artistici, l'incontro di musicisti provenienti da tutte le isole del Mediterraneo e l'indagine dei plurilinguaggi di arte e creatività. Insulæ Lab intende esprimere la sua naturale vocazione nella dimensione internazionale dell'area del Mare Nostrum, dove potrà trovare collaborazione artistica e progettuale con il festival internazionale Time In Jazz e altre realtà regionali, nazionali e internazionali. La declinazione insulare, già evocata dal termine latino Insulae, plurale di Insula, ne riprende il respiro originario della particolare configurazione fisica della Sardegna per trovare le affinità con altri territori, in primis quelli insulari. L'esplorazione dei linguaggi più significativi, la relazione con il territorio, il dialogo con pubblici nuovi, la sostenibilità e l'attenzione alle pluralità sono alla base di uno sguardo curatoriale fornisce al sistema strumenti ed energie utili alla crescita che la qualità artistica di musicisti e musiciste merita”. Luoghi come Berchidda chiamati a diventare funzionali dimore a supporto e ispirazione della produzione di nuove opere, sedi di Centri forti e stabili in opposizione all'essere “svantaggiati” dei territori isolani, sostenuti dalla capacità di promuovere - attraverso professionalità individuate ad hoc - i progetti in Italia e all'estero. Promuovere il nuovo per favorire il ricambio generazionale. Internazionalizzare diffondendo lo spettacolo italiano all'estero. Affinare il meccanismo di collaborazione e scambio, operando al contempo una ridefinizione della filiera, infarcita di creatività e desiderosa di mettere l'incontro artistico al centro di tutto il processo di progettazione, programmazione e valorizzazione. Di seguito alcuni artisti coinvolti nei progetti prodotti: Rita Marcotulli, Luigi Lai, Warren Galea, Elena Ledda, Etta Scollo, Mauro Palmas, Alfio Antico, Salvatore Maiore, Rossella Faa, Paolo Carrus Ottetto, Elisa Nocita, Sebastiano Dessanay, Joe Debono, Giacomo Deiana, Fanou Torracinta, Emanuele Primavera, Dino Rubino, Nguyên Lê, Luca Mannutza, Salvatore Maltana, Giovanni “Nanni” Gaias, Giuseppe “Peppe” Spanu, Angus Bit, Manu Invisible, Pietro Pirelli, Giacomo Tantillo, Paolo Vicari, Elias Lapia, Claudio Miliani, Nicola Muresu, Marcello Peghin, Cuncordu e Tenore de Orosei, Donatella Martina Cabras. “Insulae Lab” in tre anni occuperà in 3mila giornate lavorative i lavoratori dello spettacolo oltre a incentivare tutto l'indotto. Un impegno che l'Associazione Time in Jazz diretta da Paolo Fresu affronta, oltre ai fondi FUS, grazie al cofinanziamento della Fondazione di Sardegna e dell'Assessorato al Bilancio e Programmazione della Regione Sardegna, della Comunità Montana del Monte Acuto e Unione Riviera di Gallura. A contorno una fitta rete di collaborazioni e connessioni attivate sul territorio regionale e nazionale: Conservatorio di Sassari, Conservatorio di Cagliari e con i licei musicali del nord Sardegna, Orchestra jazz della Sardegna, Seminari jazz di Nuoro, i Festival jazz storici isolani, oltre ad una coproduzione con FuoriMargine - Centro di produzione di Danza & Arti Performative della Sardegna e a uno speciale omaggio a due grandi artisti, Costantino Nivola e Pinuccio Sciola, rappresentati rispettivamente dal Progetto Antine e dal progetto Fotolitho Jazz. Pietre e luce in musica. Segui gli aggiornamenti su Unica Radio.

Ultim'ora
Samsung, al via l'Innovation Campus

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Oct 3, 2022 2:03


Offrire agli studenti competenze digitali avanzate nei settori dell'Intelligenza Artificiale, dei Big Data, della Cybersecurity e dell'Internet of Things. Prende il via in sei atenei la nuova edizione di Innovation Campus, programma di alta formazione sviluppato da Samsung Italia. Il progetto coinvolgerà le Università di Bari, Cagliari, Genova, Pavia, Pisa e del Salento.fsc/gsl/gtr

Design Voices - Salone Del Mobile
Roberto Palomba - That's why I'm a lucky designer

Design Voices - Salone Del Mobile

Play Episode Listen Later Oct 3, 2022 17:14


Life is like an onion, and its every layer represents the values we want to be associated with. That's the underlying belief behind the career and life of Roberto Palomba, Italian architect and designer and founder with Ludovica Serafini of the ps+a design studio. From growing up in the city of Cagliari, on the island of Sardinia, to working for an iconic luxury brand to renovating an old palace in the south of Italy in Puglia, one thing is very clear to Roberto: being remembered for the values and quality of your job is more important than for its style and its fashion.Salone del Mobile and STIR present Design Voices - #thinkNEXT, produced by Dog-Ear.

Unica Radio Podcast
Giampaolo Cassitta al Festival Stràngius

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Oct 1, 2022 18:04


Dal 28 settembre al 2 ottobre Serramanna ospiterà il celebre Festival Stràngius; evento dedicato alla letteratura che darà vita a performance, mostre, laboratori e presentazioni di alcuni libri in uscita. Tra gli autori che calcheranno il palco del Festival ci sarà Giampaolo Cassita, nato a Oristano il 19/8/1959. Carriera Giampaolo Cassitta si avvicina alla scrittura riuscendo a vincere numerosi premi e aggiudicarsi il terzo posto al concorso "Città di Ozieri" nella categoria "poesie in catalano" presentando una bellissima poesia dal titolo "Aqueixa nit la lluna" (Stasera la luna). A partire dagli anni 80 la sua carriera decolla con la pubblicazione di una raccolta di poesie "Fogli di quaderno" , in collaborazione con Marisa Castellini per le edizioni del Sole, ad Alghero. Nel 1995 presenta una mostra dal titolo: "il percorso e la memoria" a Isili, attraverso una serie di dipinti. Giampaolo Cassitta e gli anni 2000 Alle porte del 2001 pubblica il suo primo romanzo diviso in tre edizioni: Asinara, il rumore del silenzio, prefazione di Giancarlo Caselli Frilli editori, Genova. Nello stesso anno le soddisfazioni non mancano e Cassitta riesce a vincere il premio al concorso Pinayrano 2001, con il racconto "L'orto di Paonessa". Nel 2002 pubblica, con Lorenzo Spanu, il secondo romanzo "Supercarcere Asinara", viaggio nell'isola dei dimenticati , Frilli Editori, Genova. Gli anni dopo crea una collaborazione con il gruppo musicale "Humaniora" e con il cantautore "Mariano Melis" con i quali produrrà uno spettacolo intitolato "il gioco della memoria", ma oltre lo spettacolo, nascono tre canzoni. Nel 2006 un nuovo spettacolo prende vita dal titolo "libri e canzoni". Nella primavera del 2005 esce il libro-saggio "la zona grigia, storia di un sequestro di persona" Condaghes edizioni, Cagliari. Il libro viene presentato alla fiera internazionale del libro di Torino, proposto all'interno di uno spettacolo con le canzoni degli Humaniora. Durante l'estate dello stesso anno, dopo tre edizioni viene riproposto, in edizione economica, il primo romanzo "Asinara, il rumore del silenzio". Alcuni racconti sono apparsi sui periodici "Le due città" e su "derive e approdi" . Tema Festival Questo e molto altro sarà raccontato al Festival Stràngius. Sarà un momento in cui l'autore presenterà il suo nuovo libro e si confronterà con altri autori riguardo il tema dei rifiuti, ponendosi come punto di partenza la domanda: "rifiuti, ricchezza o danno?" Il sito dell'autore www.giampaolocassitta.it

Unica Radio Podcast
Deepfake, tecnica per la sintesi dell’immagine umana

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Sep 30, 2022 4:00


Intervista al professore Gian Luca Marcialis del dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica Intervista al professore Gian Luca Marcialis sui deepfake, tecnica per la sintesi dell'immagine umana, in occasione della Notte dei ricercatori. Il professore Gian Luca Marcialis è fondatore e responsabile dell'Unità Biometria, che in occasione dell'evento, mostrerà come sia possibile arrivare a duplicare le impronte, il volto e la voce e diffonderle in rete per proporsi addirittura come una sorta di "avatar". "Con i deepfake parliamo di attacchi relativamente nuovi emessi a partire dal 2018 -commenta il professore Marcialis-, da quello che era nato da un semplice gioco per uso ludico, di puro intrattenimento. Inoltre si è scoperto che con le tecniche moderne di intelligenza artificiale, attraverso un numero adeguato di campioni, ovvero esempi di foto del volto di un' eventuale "vittima", è possibile copiarlo su un'altra scena facendogli fare quello che il "falsario" preferisce". "Possiamo dire che parliamo di una riproduzione dell'immagine umana che agisce come una "marionetta" -continua-, perchè ciò che fa non è dato dalla sua volontà. La cosa più grave è che non è una riproduzione originale, bensì digitale del soggetto che può apparire in foto o in video". L'Unità Biometria dimostrerà anche come sia possibile da una semplice fotografia ottenere una visione tridimensionale della propria faccia, creando il presupposto per un alter ego realistico addirittura riproducibile con materiale sintetico. "Abbiamo sviluppato delle tecniche basate sulla stima della profondità di una caratteristica -conclude-, ad esempio la punta del naso rispetto alla posizione della guancia e dell'occhio. In base a questo metodo l'immagine passa da una struttura bidimensionale a una tridimensionale". Durante la manifestazione saranno impiegati computer portatili per visualizzare i software sviluppati dall'unità. Oltre al professor Marcialis, tra i partecipanti ricordiamo: Giulia Orrù, Sara Concas, Roberto Casula, Simone Maurizio La Cava e Marco Micheletto del dipartimento di Ingegneria elettrica ed eletronica dell'Università di Cagliari.

Unica Radio Podcast
“L’unico mondo possibile” di Vania Erby al Festival Strangius

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Sep 29, 2022 6:53


L'autrice Vania Erby sulla crisi climatica con il suo libro "L'unico mondo possibile. Dalla resilienza all'azione" presente al Festival Strangius 2022 Vania Erby è una esperta in politiche ambientali e cambiamento climatico. È nata a Cagliari nel 1972, ed è laureata in ingegneria presso l'università degli Studi di Cagliari. L'autrice si occupa di politica ambientale da oltre 20 anni. Ideatrice del progetto “I bambini che piantano gli alberi” realizzato a Cagliari. Una conoscitrice della Sardegna, la sua terra, affascinata dalla natura e dagli spazi aperti. In Sardegna pratica diversi sport, tra cui trail-running e trekking, discesa in corda (abseiling) e beach volley. "L'unico mondo possibile" è il suo libro d'esordio. Il suo libro dal titolo "L'unico mondo possibile - dalla resilienza all'azione" è un saggio sulla crisi ambientale e della socialità, legato ai cambiamenti climatici. L'opera affronta la crisi ambientale collegandola indissolubilmente alla crisi sociale. Viene posta l'attenzione sull'urgenza di sviluppare un agire comune a livello di comunità locale per prepararsi a future situazioni emergenziali che potrebbero mettere a repentaglio la sopravvivenza stessa della razza umana sul pianeta. Nel libro si pone l'accento sulla necessità che le comunità locali e gli individui sviluppino nuove forme di resilienza per far fronte alle criticità ambientali che si presenteranno nell'imminente futuro. Per contro non dà soluzioni alla crisi in atto ma propone strade che, il singolo individuo e le comunità, dovrebbero percorrere per trovarsi preparati e far fronte agli sconvolgimenti che il clima ci porrà dinnanzi.

Just Italian
75. Parliamo di Cagliari

Just Italian

Play Episode Listen Later Sep 28, 2022 8:23


Trascrizione episodi e contenuti extra su --> https://patreon.com/justitalian Cagliari è una città che con i suoi monumenti storici del passato, le sue spiagge di acqua cristallina e i suoi panorami straordinari conquista qualunque turista.

Ninja News, l'economia digitale
I tagli delle Big Tech

Ninja News, l'economia digitale

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 3:47


Stai ascoltando un estratto gratuito di Ninja PRO, la selezione quotidiana di notizie per i professionisti del digital business. Con Ninja PRO puoi avere ogni giorno marketing insight, social media update, tech news, business events e una selezione di articoli di approfondimento dagli esperti della Redazione Ninja. Vai su www.ninja.it/ninjapro per abbonarti al servizio.Meta e Google tagliano i costi e il personale. Entrambe le società cercano di fronteggiare la crisi economica riorganizzando i reparti e concedendo ai lavoratori un certo periodo di tempo per candidarsi ad altri ruoli all'interno dell'azienda. 30 giorni per la società madre di Facebook e 60 per Google. Tecnologie digitali nelle aziende italiane stentano a decollare. Appena il 39% usa il cloud, solo il 18% l'Intelligenza Artificiale (AI) e quasi un'impresa innovativa su due lamenta rallentamenti a causa di carenze di competenze digitali. Lo scenario emerge dal report presentato da Amazon Web Services (Aws) sul ruolo del digitale in Italia e sul possibile impatto economico delle tecnologie. Amazon estende i suoi progetti sulle rinnovabili. Il colosso dell'eCommerce ha annunciato l'espansione del suo portfolio di iniziative legate alle energie rinnovabili a livello globale, incrementando di 2,7 gigawatt (GW) la sua capacità di energia pulita grazie a 71 nuovi progetti legati alle energie rinnovabili. In Italia ne verranno attivati 5 legati ai depositi di smistamento presenti nelle città di Parma, Pisa, Perugia, Palermo e Cagliari.

Unica Radio Podcast
Festival Premio Emilio Lussu 2022: ascolta la conferenza di presentazione

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 17:29


Dal 30 settembre al 5 ottobre ritorna il Festival Premio Emilio Lussu, l'evento letterario dedicato al grande intellettuale, combattente e antifascista sardo. Nel fitto calendario sono previsti incontri con autori, reading letterari, laboratori di scrittura e di promozione della lettura, partecipazione delle scuole. Premiati Paolo Colagrande, Mauro Tetti, Adriano Prosperi e Marco GalliPremio alla Carriera a Paco Ignacio Taibo II. Dopo le numerose anteprime letterarie che nel corso dell'anno hanno anticipato l'evento, dal 30 settembre al 5 ottobre ritorna a Cagliari il Festival Premio Emilio Lussu, che da otto edizioni permette di riscoprire e approfondire la figura e l'opera del grande intellettuale sardo, uomo d'azione e di cultura, politico ed espressione iconica dell'antifascismo. Le sei giornate si svolgeranno principalmente nella Sala Castello dell'Hotel Regina Margherita, e saranno dedicate a incontri con gli autori, a reading letterari, laboratori di scrittura e di promozione della lettura, con un fittissimo calendario che non trascura il coinvolgimento delle scuole. Il 1° ottobre, la cerimonia di premiazione vedrà coronare con la fronda d'alloro per la Narrativa edita lo scrittore Paolo Colagrande, la Menzione speciale Narrativa giovani sarà conferita a Mauro Tetti e il premio Saggistica edita ad Adriano Prosperi. Per la Narrativa a fumetti edita, il primo premio andrà a Marco Galli. Il Premio Lussu alla Carriera sarà assegnato allo scrittore, giornalista, saggista ed attivista politico spagnolo, naturalizzato messicano, Paco Ignacio Taibo II. Il 2 ottobre un'intera giornata sarà dedicata al “V convegno internazionale di studi su Emilio Lussu”, quest'anno rivolto al tema de “L'autonomia come valore etico e morale”. Uno speciale omaggio sarà tributato al poeta cantautore Piero Ciampi, così come il 5 ottobre, nel centenario della nascita, al poeta Bartolo Cattafi. Tra le numerose iniziative c'è spazio per un dialogo tra il cinema e la letteratura, con la proiezione dei cortometraggi vincitori della XI edizione “BookCiak Azione! 2022 in tour” tratti alla letteratura. La manifestazione èorganizzata dall'Associazione culturale L'Alambicco in collaborazione con La Macchina Cinema, con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Cagliari, il partenariato dei comuni di Armungia, Elmas, Modica e Seravezza e di numerosi Enti, Atenei, Centri studi per la letteratura e Associazioni culturali. Il programma è stato presentato il 22 settembre a Cagliari dal direttore artistico del festival, Alessandro Macis, e dalla responsabile della direzione organizzativa, Patrizia Masala. In rappresentanza del presidente della Regione, Christian Solinas, sono intervenuti Antonello Carboni e Alberto Contu. IL PROGRAMMA Venerdì 30 settembre il Festival prende il via alle 17 con l'inaugurazione ufficiale nella Sala Castello dell'Hotel Regina Margherita, per dare spazio dalla presentazione del libro “Ritorno in Iran” (La nave di Teseo, 2022) di Fariborz Kamkari, che dialogherà con Elisabetta Balduzzi. Alle 18 sarà proposta la visione il film “Kurdbûn. Essere curdo” (Italia, 2022) del regista Fariborz Kamkari, che si intratterrà a dialogare con Alessandro Macis e a rispondere alle domande dei presenti. Ultimo appuntamento della serata, alle 20, sarà la presentazione del libro “Diplomazia clandestina” di Emilio Lussu (The dot company, 2021), riedito con la prefazione di Valdo Spini, che interverrà assieme a Gianni Massa e Gianfranco Fancello, con il coordinamento di Gian Giacomo Ortu e le letture di Elisabetta Balduzzi. Sabato 1 ottobre, dalle 10 alle 12 sarà possibile partecipare al laboratorio “Imparare a leggere un'opera letteraria” condotto da Guido Conti. L'iscrizione gratuita fino a quaranta partecipanti ed è possibile prenotare contattando info@festivalpremioemiliolussu.org o il numero 3280951378. Alle 17 in Sala Castello sarà il momento solenne delle premiazioni. La giuria internazionale composta dal presidente Guido Conti, dai giornalisti Bruno Quaranta e Manuela Ennas, dalla professoressa Miruna Bulumete dell'Università di Bucarest e dal professor Raniero Speelman dell'Università di Utrecht, consegnerà il massimo riconoscimento per la Narrativa edita a Paolo Colagrande per il suo “Salvarsi a vanvera” (Einaudi, 2022); Menzione speciale Narrativa giovani sarà conferita a Mauro Tetti per “Nostalgie della terra” (Italo Svevo Edizioni, 2021) e il premio Saggistica edita ad Adriano Prosperi per “Un tempo senza storia” (Einaudi, 2021). Il premio Narrativa a fumetti edita sarà invece conferito a Marco Galli per “Il nido” (Coconino Press, 2022), dalla giuria internazionale presieduta dal fumettista spagnolo Àngel De La Calle e composta dal critico del fumetto Mario Greco, dal fumettista Sandro Dessì e dallo sceneggiatore Bepi Vigna. Infine, alle 19, sarà consegnato il Premio Emilio Lussu alla Carriera allo scrittore, giornalista, saggista ed attivista politico spagnolo, naturalizzato messicano, Paco Ignacio Taibo II, che incontrerà il pubblico. La giornata di domenica 2 ottobre sarà interamente dedicata al “V convegno internazionale di studi su Emilio Lussu”, quest'anno rivolto al tema de “L'autonomia come valore etico e morale”. Una doppia sessione, mattutina e pomeridiana, coordinata da Gian Giacomo Ortu. A partire dalle 9.30 interverranno Gianmario Demuro con “Il lessico costituzionale di Emilio Lussu”; Christian Rossi con “La politica internazionale nel pensiero di Emilio Lussu”; poi Italo Birocchi tratterà di “Istituzioni e società civile dopo la Costituzione: i sindacati nel pensiero di Lussu”; Gian Giacomo Ortu esporrà la relazione “Per una democrazia laica”; Salvatore Mura “Le idee di Emilio Lussu per la Rinascita”. Dalle 17 alle 19, a intervenire saranno i relatori Alberto Cabboi con “Nel ricordo di Cesare, per l'autonomia dell'Alto Adige: Emilio Lussu ed Ernesta Bittanti Battisti”; Giovanni Tesio con “Memoria del Novecento, memorie di guerra”; Luísa Marinho Antunes Paolinelli con “Da Un anno sull'Altipiano di Emilio Lussu ad Alabarde alabarde di José Saramago - La guerra e la responsabilità”. Spazio sarà poi dato alla discussione e alle conclusioni. Alle 21.30 Diego Bertelli e Paolo Capodacqua presenteranno “Parole e musiche d'autore”, un omaggio al poeta cantautore Piero Ciampi, di cui sarà presentato il libro “53 poesie” (Lamantica Edizioni, 2021). Il dialogo tra Alessandro Macis e il curatore dell'opera, Diego Bertelli, sarà introdotto da Virginia Buonavolontà. Lunedì 3 ottobre alle 9, saranno coinvolti nella platea del festival gli studenti delle Scuole superiori di II grado. Il segmento “Memoria e coscienza civile” prenderà il via con la presentazione del libro “Primo Levi. Il laboratorio della coscienza” (Interlinea, 2022) di Giovanni Tesio, impreziosita dalle letture di Elisabetta Baldussi. L'autore dialogherà con Guido Conti e risponderà alle domande del pubblico e degli studenti. Alle 11.30 l'appuntamento è al Centro Internazionale del Fumetto /AMI Archivio Multimediale dell'Immaginario, in Via Falzarego n. 35, per una speciale visita alla Mostra permanente e l'incontro con gli ospiti del festival, sotto il coordinamento di Bepi Vigna. La sezione “Memoria e coscienza civile” riprende alle 17 omaggiando lo scrittore Beppe Fenoglio nel centenario della nascita. A rievocarne i tratti salienti della vita e le opere di partigiano, scrittore e traduttore piemontese sarà Guido Conti, in un dialogo partecipativo con il pubblico. Subito dopo Gian Giacomo Ortu presenta il volume di cui è curatore “Emilio Lussu civilis homo” (Ticinum Editore, 2021) assieme agli autori dei diversi saggi. Alle 19 la serata si conclude con la presentazione del libro “Le conseguenze economiche delle leggi razziali” (Il Mulino, 2022) di Ilaria Pavan, che risponderà alle domande di Cecilia Novelli, intervallate dalle letture di Andreina Del Raso. Martedì 4 ottobre, il festival abbraccia i siti storici della città di Cagliari, con partenza alle 10, attraverso una visita guidata a numero chiuso a cura di Trip Sardinia. È possibile prenotare chiamando il numero 328095178. Alle 17 in Sala Castello, Maria Teresa Giaveri presenta il suo libro “Lady Montagu e il Dragomanno” (Neri Pozza, 2021) assieme a Caterina Arcangelo, con le letture di Andreina Del Raso. Alle 18 Pierluigi Allotti e Raffaele Liucci presentano “Il Corriere della Sera. Biografia di un quotidiano” (Il Mulino, 2021) assieme al giornalista Andrea Frailis. Alle 19 il fumettista serbo Aleksandar Zograf dialoga della sua graphic novel “Il quaderno di Radoslav e altre storie sulla Seconda guerra mondiale” (001 Edizioni, 2021) in compagnia di Ángel De La Calle e Mario Greco. Alle 20 ancora una graphic novel, “La ballata di Hugo” (Edizioni Lo scarabeo, 2021) sarà presentata da Elisabetta Randaccio assieme a Bepi Vigna, che ne è autore con Mauro De Luca. Il festival si conclude mercoledì 5 ottobre, con quattro appuntamenti a partire dalle 17 con l'omaggio, nel centenario della nascita, al poeta Bartolo Cattafi, del quale sarà presentato il libro “L'osso, l'anima” (Le Lettere, 2022) a cura di Diego Bertelli. Alle 18 sarà presentato il libro “Vi racconto Nanni Loy” (Aigra, 2021) di Giovanni Virgadaula, che dialogherà con Antioco Floris, accompagnati dalle letture di Andreina Del Raso. Alle 19 Caterina Arcangelo e Mario Greco illustrano i contenuti del nuovo numero della rivista FuoriAsse – Officina della cultura (FuoriAsse Edizioni, 2022), dedicata al tema del Dono. Ultimo appuntamento alle 20, con “BookCiak Azione! 2022 in tour”, che presenta la proiezione dei cortometraggi vincitori della XI edizione, ispirati alla letteratura. A introdurre il segmento, in cui il cinema dialoga con la letteratura, sarà l'ideatrice e organizzatrice del concorso Gabriella Gallozzi, in compagnia della critica cinematografica Elisabetta Randaccio. Segui gli aggiornamenti su Unica Radio.

Unica Radio Podcast
Intervista a Patrizia Masala e Alessandro Macis: Festival Premio Emilio Lussu 2022

Unica Radio Podcast

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 5:43


Dal 30 settembre al 5 ottobre ritorna il Festival Premio Emilio Lussu, l'evento letterario dedicato al grande intellettuale, combattente e antifascista sardo. Nel fitto calendario sono previsti incontri con autori, reading letterari, laboratori di scrittura e di promozione della lettura, partecipazione delle scuole. Premiati Paolo Colagrande, Mauro Tetti, Adriano Prosperi e Marco GalliPremio alla Carriera a Paco Ignacio Taibo II. Dopo le numerose anteprime letterarie che nel corso dell'anno hanno anticipato l'evento, dal 30 settembre al 5 ottobre ritorna a Cagliari il Festival Premio Emilio Lussu, che da otto edizioni permette di riscoprire e approfondire la figura e l'opera del grande intellettuale sardo, uomo d'azione e di cultura, politico ed espressione iconica dell'antifascismo. Le sei giornate si svolgeranno principalmente nella Sala Castello dell'Hotel Regina Margherita, e saranno dedicate a incontri con gli autori, a reading letterari, laboratori di scrittura e di promozione della lettura, con un fittissimo calendario che non trascura il coinvolgimento delle scuole. Il 1° ottobre, la cerimonia di premiazione vedrà coronare con la fronda d'alloro per la Narrativa edita lo scrittore Paolo Colagrande, la Menzione speciale Narrativa giovani sarà conferita a Mauro Tetti e il premio Saggistica edita ad Adriano Prosperi. Per la Narrativa a fumetti edita, il primo premio andrà a Marco Galli. Il Premio Lussu alla Carriera sarà assegnato allo scrittore, giornalista, saggista ed attivista politico spagnolo, naturalizzato messicano, Paco Ignacio Taibo II. Il 2 ottobre un'intera giornata sarà dedicata al “V convegno internazionale di studi su Emilio Lussu”, quest'anno rivolto al tema de “L'autonomia come valore etico e morale”. Uno speciale omaggio sarà tributato al poeta cantautore Piero Ciampi, così come il 5 ottobre, nel centenario della nascita, al poeta Bartolo Cattafi. Tra le numerose iniziative c'è spazio per un dialogo tra il cinema e la letteratura, con la proiezione dei cortometraggi vincitori della XI edizione “BookCiak Azione! 2022 in tour” tratti alla letteratura. La manifestazione èorganizzata dall'Associazione culturale L'Alambicco in collaborazione con La Macchina Cinema, con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, il contributo della Regione Autonoma della Sardegna e del Comune di Cagliari, il partenariato dei comuni di Armungia, Elmas, Modica e Seravezza e di numerosi Enti, Atenei, Centri studi per la letteratura e Associazioni culturali. Il programma è stato presentato il 22 settembre a Cagliari dal direttore artistico del festival, Alessandro Macis, e dalla responsabile della direzione organizzativa, Patrizia Masala. In rappresentanza del presidente della Regione, Christian Solinas, sono intervenuti Antonello Carboni e Alberto Contu. IL PROGRAMMA Venerdì 30 settembre il Festival prende il via alle 17 con l'inaugurazione ufficiale nella Sala Castello dell'Hotel Regina Margherita, per dare spazio dalla presentazione del libro “Ritorno in Iran” (La nave di Teseo, 2022) di Fariborz Kamkari, che dialogherà con Elisabetta Balduzzi. Alle 18 sarà proposta la visione il film “Kurdbûn. Essere curdo” (Italia, 2022) del regista Fariborz Kamkari, che si intratterrà a dialogare con Alessandro Macis e a rispondere alle domande dei presenti. Ultimo appuntamento della serata, alle 20, sarà la presentazione del libro “Diplomazia clandestina” di Emilio Lussu (The dot company, 2021), riedito con la prefazione di Valdo Spini, che interverrà assieme a Gianni Massa e Gianfranco Fancello, con il coordinamento di Gian Giacomo Ortu e le letture di Elisabetta Balduzzi. Sabato 1 ottobre, dalle 10 alle 12 sarà possibile partecipare al laboratorio “Imparare a leggere un'opera letteraria” condotto da Guido Conti. L'iscrizione gratuita fino a quaranta partecipanti ed è possibile prenotare contattando info@festivalpremioemiliolussu.org o il numero 3280951378. Alle 17 in Sala Castello sarà il momento solenne delle premiazioni. La giuria internazionale composta dal presidente Guido Conti, dai giornalisti Bruno Quaranta e Manuela Ennas, dalla professoressa Miruna Bulumete dell'Università di Bucarest e dal professor Raniero Speelman dell'Università di Utrecht, consegnerà il massimo riconoscimento per la Narrativa edita a Paolo Colagrande per il suo “Salvarsi a vanvera” (Einaudi, 2022); Menzione speciale Narrativa giovani sarà conferita a Mauro Tetti per “Nostalgie della terra” (Italo Svevo Edizioni, 2021) e il premio Saggistica edita ad Adriano Prosperi per “Un tempo senza storia” (Einaudi, 2021). Il premio Narrativa a fumetti edita sarà invece conferito a Marco Galli per “Il nido” (Coconino Press, 2022), dalla giuria internazionale presieduta dal fumettista spagnolo Àngel De La Calle e composta dal critico del fumetto Mario Greco, dal fumettista Sandro Dessì e dallo sceneggiatore Bepi Vigna. Infine, alle 19, sarà consegnato il Premio Emilio Lussu alla Carriera allo scrittore, giornalista, saggista ed attivista politico spagnolo, naturalizzato messicano, Paco Ignacio Taibo II, che incontrerà il pubblico. La giornata di domenica 2 ottobre sarà interamente dedicata al “V convegno internazionale di studi su Emilio Lussu”, quest'anno rivolto al tema de “L'autonomia come valore etico e morale”. Una doppia sessione, mattutina e pomeridiana, coordinata da Gian Giacomo Ortu. A partire dalle 9.30 interverranno Gianmario Demuro con “Il lessico costituzionale di Emilio Lussu”; Christian Rossi con “La politica internazionale nel pensiero di Emilio Lussu”; poi Italo Birocchi tratterà di “Istituzioni e società civile dopo la Costituzione: i sindacati nel pensiero di Lussu”; Gian Giacomo Ortu esporrà la relazione “Per una democrazia laica”; Salvatore Mura “Le idee di Emilio Lussu per la Rinascita”. Dalle 17 alle 19, a intervenire saranno i relatori Alberto Cabboi con “Nel ricordo di Cesare, per l'autonomia dell'Alto Adige: Emilio Lussu ed Ernesta Bittanti Battisti”; Giovanni Tesio con “Memoria del Novecento, memorie di guerra”; Luísa Marinho Antunes Paolinelli con “Da Un anno sull'Altipiano di Emilio Lussu ad Alabarde alabarde di José Saramago - La guerra e la responsabilità”. Spazio sarà poi dato alla discussione e alle conclusioni. Alle 21.30 Diego Bertelli e Paolo Capodacqua presenteranno “Parole e musiche d'autore”, un omaggio al poeta cantautore Piero Ciampi, di cui sarà presentato il libro “53 poesie” (Lamantica Edizioni, 2021). Il dialogo tra Alessandro Macis e il curatore dell'opera, Diego Bertelli, sarà introdotto da Virginia Buonavolontà. Lunedì 3 ottobre alle 9, saranno coinvolti nella platea del festival gli studenti delle Scuole superiori di II grado. Il segmento “Memoria e coscienza civile” prenderà il via con la presentazione del libro “Primo Levi. Il laboratorio della coscienza” (Interlinea, 2022) di Giovanni Tesio, impreziosita dalle letture di Elisabetta Baldussi. L'autore dialogherà con Guido Conti e risponderà alle domande del pubblico e degli studenti. Alle 11.30 l'appuntamento è al Centro Internazionale del Fumetto /AMI Archivio Multimediale dell'Immaginario, in Via Falzarego n. 35, per una speciale visita alla Mostra permanente e l'incontro con gli ospiti del festival, sotto il coordinamento di Bepi Vigna. La sezione “Memoria e coscienza civile” riprende alle 17 omaggiando lo scrittore Beppe Fenoglio nel centenario della nascita. A rievocarne i tratti salienti della vita e le opere di partigiano, scrittore e traduttore piemontese sarà Guido Conti, in un dialogo partecipativo con il pubblico. Subito dopo Gian Giacomo Ortu presenta il volume di cui è curatore “Emilio Lussu civilis homo” (Ticinum Editore, 2021) assieme agli autori dei diversi saggi. Alle 19 la serata si conclude con la presentazione del libro “Le conseguenze economiche delle leggi razziali” (Il Mulino, 2022) di Ilaria Pavan, che risponderà alle domande di Cecilia Novelli, intervallate dalle letture di Andreina Del Raso. Martedì 4 ottobre, il festival abbraccia i siti storici della città di Cagliari, con partenza alle 10, attraverso una visita guidata a numero chiuso a cura di Trip Sardinia. È possibile prenotare chiamando il numero 328095178. Alle 17 in Sala Castello, Maria Teresa Giaveri presenta il suo libro “Lady Montagu e il Dragomanno” (Neri Pozza, 2021) assieme a Caterina Arcangelo, con le letture di Andreina Del Raso. Alle 18 Pierluigi Allotti e Raffaele Liucci presentano “Il Corriere della Sera. Biografia di un quotidiano” (Il Mulino, 2021) assieme al giornalista Andrea Frailis. Alle 19 il fumettista serbo Aleksandar Zograf dialoga della sua graphic novel “Il quaderno di Radoslav e altre storie sulla Seconda guerra mondiale” (001 Edizioni, 2021) in compagnia di Ángel De La Calle e Mario Greco. Alle 20 ancora una graphic novel, “La ballata di Hugo” (Edizioni Lo scarabeo, 2021) sarà presentata da Elisabetta Randaccio assieme a Bepi Vigna, che ne è autore con Mauro De Luca. Il festival si conclude mercoledì 5 ottobre, con quattro appuntamenti a partire dalle 17 con l'omaggio, nel centenario della nascita, al poeta Bartolo Cattafi, del quale sarà presentato il libro “L'osso, l'anima” (Le Lettere, 2022) a cura di Diego Bertelli. Alle 18 sarà presentato il libro “Vi racconto Nanni Loy” (Aigra, 2021) di Giovanni Virgadaula, che dialogherà con Antioco Floris, accompagnati dalle letture di Andreina Del Raso. Alle 19 Caterina Arcangelo e Mario Greco illustrano i contenuti del nuovo numero della rivista FuoriAsse – Officina della cultura (FuoriAsse Edizioni, 2022), dedicata al tema del Dono. Ultimo appuntamento alle 20, con “BookCiak Azione! 2022 in tour”, che presenta la proiezione dei cortometraggi vincitori della XI edizione, ispirati alla letteratura. A introdurre il segmento, in cui il cinema dialoga con la letteratura, sarà l'ideatrice e organizzatrice del concorso Gabriella Gallozzi, in compagnia della critica cinematografica Elisabetta Randaccio. Segui gli aggiornamenti su Unica Radio.

Years of Lead Pod
Rosa dei Venti, pt. 3: "The Fact Does Not Exist"

Years of Lead Pod

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022 89:27


References Jeffrey Bale, The Darkest Sides of Politics: Postwar Fascism, Covert Operations, and Terrorism. London: Routledge 2018. Gianni Barbacetto, Il grande vecchio. Milano: Rizzoli, 2010. Umberto Berlenghini, "Amos Spiazzi, non era Papadòpulos," Spazio70, found at: https://spazio70.com/anni-70/msi-ordine-nuovo-e-avanguardia-nazionale/amos-spiazzi-non-era-papadopulos/?cn-reloaded=1 Anna Cento Bull, Italian neofascism: The strategy of tension and the politics of nonreconciliation. New York: Berghahn Books, 2008. Brendan Leonard Connors, "The US Foreign Service in Italy and the Byington Family Consular Dynasty in Naples (1897-1973)." Università degli Studi di Cagliari, 2018. Sara D'Agati. "The United States Information Agency and Italy during the Johnson Presidency 1963-1969." PhD diss., University of Cambridge, 2017. Mirco Dondi, L'eco del boato: Storia della strategia della tensione, 1965-1974, Roma: Editore Laterza, 2014. Gianni Flamini, Il partito del golpe: Le strategie della tensione e del terrore dal primo centrosinistra organico al sequestro Moro, 1964-1968, Vol. 1. Ferrara: Italo Bovelenta, 1981. Gianni Flamini, Il partito del golpe: Le strategie della tensione e del terrore dal primo centrosinistra organico al sequestro Moro, 1968-1970, Vol. 2. Ferrara: Italo Bovelenta, 1982. Gianni Flamini, Il partito del golpe: Le strategie della tensione e del terrore dal primo centrosinistra organico al sequestro Moro, 1971-1973, Vol. 3. Ferrara: Italo Bovelenta, 1983. Aldo Giannuli, Bombe a inchiostro. Milan: Rizzoli, 2008. Frédéric Laurent, L'orchestre noir: Enquête sur les réseaux néo-fascistes. Paris: Nouveau Monde, 2016. Stefania Limita, Doppio Livello: Come si organizza la destabilizzazione in Italia. Milan: Chiarelettere, 2014. Graham Martin, 210. Backchannel Message From the Ambassador to Italy (Martin) to the President's Assistant for National Security Affairs (Kissinger), April 5, 1971, Foreign Relations of the United States, 1969–1976, Vol XLI, Western Europe; NATO, 1969–1972. Found at https://history.state.gov/historicaldocuments/frus1969-76v41/d210 Guido Salvini, "Procedimento penale nei confronti di AZZI Nico ed altri," Ufficio Istruzione sez. 20, N.2643/84A R.G.P.M. N.721/88F R.G.G.I. Tribunale Civile e Penale di Milano, 1995. Found at: https://diazilla.com/doc/860999/la-sentenza-1 Senato Della Repubblica, Commissione Parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi, "Audizione Dottor Salvini," 35th Seduta, Rome: November 15, 1995. Senato Della Repubblica, Commissione Parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi, Decisioni adottate dalla Commissione nella seduta del 22 marzo 2001 in merito alla pubblicazione degli atti e dei documenti prodotti e acquisiti, Doc. 23, n. 64, Vol. 1, Tomo 2, Rome: 2001. Senti Le Rani Che Canto. https://sites.google.com/site/sentileranechecantano/cronologia Angelo Vetrone, La Strategia della Paura: Eversione e strabismo nell'Italia del Novecento. Milan: Mondadori, 2019. Tim Weiner, Legacy of Ashes: The History of the CIA. New York: Doubleday, 2006.

Ascolta la Notizia
Letta: «Con Meloni al governo la disoccupazione passò dal 21 al 31%»

Ascolta la Notizia

Play Episode Listen Later Sep 8, 2022 0:50


«L'ultima volta che la destra ha governato c'era anche Giorgia Meloni al Governo: il presidente del Consiglio era Berlusconi, il ministro dell'Economia era Tremonti e il ministro delle Politiche giovanili era Giorgia Meloni». Lo ha detto il segretario Pd Enrico Letta ieri sera al pubblico di Cagliari. «Quel Governo fu costretto a dimettersi perché stava portando l'Italia in bancarotta nel 2011. Dal 2008, in tre anni di Governo - proprio sulla competenza che era di Giorgia Meloni, le politiche giovanili – la disoccupazione passò dal 21 per cento al 31 per cento: non sono statistiche, ma sono ragazze e ragazzi in carne e ossa che poi se ne sono andati via dall'Italia», ha ricordato il leader dem.

Sand Talk - The Beach Soccer Podcast
VolleyPass - Joscha and Marcel talk about reaching almost 500k followers and the upcoming events

Sand Talk - The Beach Soccer Podcast

Play Episode Listen Later Sep 8, 2022 10:31


VolleyPass - Joscha Metzler and Marcel Nowak talk about reaching almost 500k followers on Instagram and TikTok, as well as their disappointment in the WBG Qualifier. They also look ahead to upcoming events: in Cagliari the EBSL Superfinal and the World Winners Cup. Influencers, German internationals and Real Münster players: Joscha and Marcel look ahead to their coming tournaments 

ANSA Voice Daily
Permessi umanitari, basta intenzione di seria integrazione

ANSA Voice Daily

Play Episode Listen Later Sep 6, 2022 2:49


il posto delle parole
Lorenzo Tanzini "Cosimo de' Medici"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 1, 2022 30:23


Lorenzo Tanzini"Cosimo de' Medici"Salerno Editricehttps://www.salernoeditrice.it/‘Il Vecchio', il ‘Padre della Patria', ma soprattutto il nonno di Lorenzo il Magnifico: Cosimo de' Medici (1389-1464) è un personaggio molto noto, soprattutto per la storia della sua famiglia. Si tratta invece di una figura che come poche altre incarna la supremazia politica e culturale della Firenze del primo Quattrocento. Cosimo fu innanzitutto uno straordinario uomo d'affari, il più grande banchiere dell'Europa del suo tempo: da questa esperienza e dalle relazioni finanziarie maturò anche le sue eccezionali doti politiche, che gli permisero di reggere le sorti della sua città e del suo Stato con uno stile originalissimo, grazie al quale giocò insieme il ruolo di leader e quello di tutore dei valori repubblicani. Banchiere e uomo politico, Cosimo coltivò una rete di amicizie e frequentazioni nell'ambito della cultura umanistica e investì risorse imponenti nell'arte, nella raccolta di libri e oggetti preziosi, nella promozione delle imprese assistenziali e delle comunità religiose. Questo libro affronta i tanti aspetti della poliedrica personalità di Cosimo, attingendo alla voce delle fonti del tempo e alle sue stesse parole, per restituire alla sua figura la freschezza e la vitalità con cui lo conobbero i contemporanei.Lorenzo Tanzini, studioso di Storia delle istituzioni, delle pratiche giudiziarie, del pensiero politico tra Medioevo e Rinascimento, insegna Storia Medievale all'Università di Cagliari. Tra le sue pubblicazioni si ricorda almeno A consiglio. La vita politica nell'Italia dei comuni (Roma-Bari 2014).IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Piergiorgio Pulixi "La settima luna"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Aug 26, 2022 17:23


Piergiorgio Pulixi"La settima luna"Rizzoli Editorehttps://www.rizzolilibri.it/La notizia è di quelle che richiedono un brindisi speciale. Su una terrazza incastonata nel Supramonte, in uno degli hotel più incantevoli della Sardegna, il vicequestore Vito Strega sta festeggiando la nascita della nuova unità investigativa sui crimini seriali. Con lui ci sono le inseparabili ispettrici Eva Croce e Mara Rais. Finalmente tutto sembra andare per il verso giusto. Ma una telefonata li riporta alla realtà e i tre devono salutare il cielo terso e il sole dell'isola.Nelle terre paludose del Parco del Ticino è stato ritrovato il corpo di una ragazza. Quando l'ispettrice Clara Pontecorvo arriva sul posto, stenta a credere ai propri occhi: la vittima ha le mani legate dietro la schiena e indossa una maschera bovina. Mancava solo questo per Clara, che ha già un grosso problema: è alta 1,98, non trova mai dei vestiti adatti a lei. Tantomeno un uomo. L'istinto le dice che quella scena del crimine potrebbe essere la riproduzione di un altro delitto avvenuto anni prima in Sardegna. E nessuno, meglio di Strega, Rais e Croce, conosce quel caso, che aleggia ancora nelle loro vite come un'ossessione. Ora a piede libero c'è un emulatore, che vuole i riflettori puntati su di sé… I poliziotti dovranno essere più uniti che mai, e Vito Strega, per la prima volta così vulnerabile, si troverà a fare i conti con il proprio passato.Piergiorgio Pulixi, in un romanzo dal passo ritmato di danza, si addentra nei meandri oscuri dell'umano e interroga l'essenza più intima di una terra impenetrabile. Dall'inizio alla fine, una domanda, come un tarlo, accompagna Strega e noi lettori: sono i poliziotti a dare la caccia al killer o è lui a dare la caccia a loro?PIergiorgio Pulixi, nato a Cagliari nel 1982, vive a Londra. Ha pubblicato Perdas de Fogu (Edizioni E/O 2008), L'albero dei Microchip (Edizioni Ambiente 2009), Donne a perdere (Edizioni E/O 2010) e la serie poliziesca iniziata con Una brutta storia (Edizioni E/O 2012) e La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014).IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Paolo Pinna Parpaglia "Chi ha ucciso Desiré Bellanova?"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Aug 20, 2022 15:45


Paolo Pinna Parpaglia"Chi ha ucciso Desiré Bellanova?"Il primo caso dell'investigatore Antony DepinNewton Compton Editorihttp://newtoncompton.com/È il primo giorno di lavoro per Antony Depin. Fresco di licenza da investigatore privato, pistola Beretta nella fondina sotto la giacca, Borsalino calato sugli occhi e baffi perfettamente allisciati, attende nel suo ufficio che qualcuno richieda le sue prestazioni da cento euro al giorno più le spese e gli extra. L'attesa non sarà lunga: Desiré Bellanova, una donna tanto bella quanto pericolosa, rimasta vedova da poco tempo, lo incarica di scoprire chi ha dato l'ordine di assassinare il marito. Depin affronterà il suo primo caso con l'entusiasmo dell'esordiente, toccherà fili scoperti, si metterà sia contro i buoni, il tenente Sullivan, che contro i cattivi, il boss locale Angelino Baille, e alfine porterà a termine l'incarico. Ma la sua cliente non è lì per congratularsi con lui: qualcuno l'ha freddata con un colpo di rivoltella nel petto. E il caso improvvisamente si riapre: chi ha ucciso Desiré Bellanova?In questo nuovo romanzo, Paolo Pinna Parpaglia, ammiccando ai grandi capolavori noir della letteratura americana, ci regala un poliziesco indimenticabile.Un protagonista insolito e indimenticabilePaolo Pinna Parpaglia è nato nel 1974. Laureato in giurisprudenza, svolge la professione forense dal 2005. Vive a Cagliari. La Newton Compton ha pubblicato Quasi colpevole, Quasi innocente, Vendetta privata, Inviato a giudizio e Chi ha ucciso Desiré Bellanova?IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

LSE Middle East Centre Podcasts
Keynote 1: Patrizia Manduchi on Antonio Gramsci, from Sardinia to the Arab World

LSE Middle East Centre Podcasts

Play Episode Listen Later Aug 5, 2022 39:13


This keynote lecture took place at the Gramsci in the Middle East & North Africa Conference organised by the LSE Middle East Centre in cooperation with Ghent University from 9-10 May, 2022. The conference explored, through empirically-grounded research, how Gramsci's work can help us make sense of our contemporary moment in the region marked by a significant expansion in resistance and uprising. Patrizia Manduchi is Director of the GramsciLab and Associate Professor of History of the Contemporary Arab World at the Department of Political and Social Sciences of the University of Cagliari. She has published numerous works on the topic of Islamic radicalism, such as: 'The fury of Allah' (Quaderni di Orientalia Karalitana); 'From pen to mouse: Dissemination tools of the concept of jihad' (curated by Franco Angeli); 'This world is not a place for rewards: Life and works of Sayyid Qutb, martyr of the Muslim Brothers' (Aracne) and 'Voices of dissent: Student movements, opposition politics and democratic transition in Asia and Africa' (Aracne). Brecht De Smet is a senior postdoctoral researcher at the Middle East and North Africa Research Group at Ghent University, where in 2012 he completed his PhD. Brecht's research interests entail prefigurative and hegemonic class politics, marginalization, and political economy in Egypt, the MENA region, and beyond. He has published articles, opinion pieces, and two books on the politics of revolution and counter-revolution in Egypt (2016). He is now working on the 'Understanding political change from the Margins: Social and Environmental Justice in Morocco and Tunisia' project sponsored by the Belgian Fund for Scientific Research. This conference was supported by the Departments of Government, Sociology, and the Atlantic Fellows for Social and Economic Equity programme based at the International Inequalities Institute, LSE.

The Roaring Peacock: Leeds United Podcast
Leeds United 22/23 Preseason review

The Roaring Peacock: Leeds United Podcast

Play Episode Listen Later Aug 4, 2022 67:25


The boys from the Peacock are back with a final pod to review the Preseason. We'll look back at 6-2 drubbing of Cagliari, the ticketing system and anticipate the new season, the stilton kit, and potential incomings and outgoings left. Will we sign a new left back and striker? Will Klich leave? Feat Adonis Storr @theadelites, Big Mac @ewanmetcalf and Barney from the Internet @BarneyLUFC21 #theroaringpeacock #lufc

The Square Ball: Leeds United Podcast
Weekly Show #286: Football is Back!

The Square Ball: Leeds United Podcast

Play Episode Listen Later Aug 2, 2022 59:02 Very Popular


Leeds United's season kicks off on Saturday against Wolves and we can't wait! Maybe the thumping victory against Cagliari has got us all giddy. With levisolicitors.co.uk/thesquareball See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.

Orta Know Better
Who's gone earblind? [S3E1]

Orta Know Better

Play Episode Listen Later Aug 2, 2022 74:57


Cagliari game, new tickets, signings, Wolves gameSupport this show http://supporter.acast.com/orta-know-better. See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.

Mighty Whites Podcast
MWP 165: Scored Six in the final friendly. May as well just give us the trophy, right?

Mighty Whites Podcast

Play Episode Listen Later Aug 1, 2022 57:09


A lot of positives from the final friendly, a 6-2 win over Cagliari at Elland Road. We go through the news from last couple of days and the final friendly – in amore detail than we did for the Australia … Continued

Sardegna DigitalLibrary - Audio del giorno
100 di questi libri : La chiave del Vaticano, n. 56

Sardegna DigitalLibrary - Audio del giorno

Play Episode Listen Later Jul 29, 2022


E' ambientato nelle stanze di San Pietro il noir " La chiave del Vaticano", pubblicato dal Mestrale di Nuoro: ne parla l'autrice Clara Spada. Dal 22 al 25 ottobre l'ottava edizione del Festival Amistade, incontro tra culture, lingue, scritture, andrà in scena a Oschiri, Calangianus, Tempio Pausania e Olbia, dove sarà la cerimonia di premiazione. Il presidente dell'associazione Amistade, Mario Bua, presenta il cartellone di quest'anno. Il 26 ottobre al Lazzaretto di Cagliari il circolo dei lettori Miele Amaro dedica una serata allo scrittore di fantascienza James Graham Ballard. Presenta l'iniziativa lo studioso Ignazio Sanna.

Sardegna DigitalLibrary - Audio del giorno

La Francia attacca il Regno di Sardegna. Siamo nel Dicembre del 1792 e la flotta rivoluzionaria francese tenta un doppio sbarco per conquistare la Sardegna e annetterla alla Francia. Napoleone è uno degli ufficiali che attaccano La Maddalena. Domenico Millelire è l'eroe sardo che impedisce la conquista delle isole maddalenine. Ma l'invasione passa anche per Carloforte e Cagliari dove quattromila soldati sbarcano sul litorale. Che battaglia!

Il Terzo Uomo
Intervista 20 - Leonardo Semplici

Il Terzo Uomo

Play Episode Listen Later Jul 20, 2022 30:49


Abbiamo intervistato Leonardo Semplici, ex allenatore della SPAL e del Cagliari. Abbiamo parlato dell'evoluzione che ha avuto durante la sua carriera, le differenze nel suo approccio tra quando inizia una stagione con una squadra e quando subentra in corsa, le sue preferenze riguardo la prima costruzione, Lazzari, Cragno, Bernardeschi e molto altro.

Digital Nomad Stories
Why Work-Life Integration Is Extra Important For Digital Nomads

Digital Nomad Stories

Play Episode Listen Later Jun 27, 2022 44:31


Does work-life balance even exist? I'm actually not sure anymore, especially when you live nomadically and work from anywhere. In this episode, Satu Makinen and I chat about work-life integration, the value of changing careers, and life in Cagliari, Sardinia.Do you want to hear more about nomad life in Cagliari? Listen to my interview with Theresa FeulnerConnect with Satu:@nordicnaturalbeautyawards on instagram and other social channelsSatu Makinen on LinkedInConnect with Anne:Leave a review or voice message at digitalnomadstories.coOn instagram @digitalnomadstoriespodcastLearn more about my business: The Podcast Babes

Italian Wine Podcast
Ep. 965 Understanding Fine Wine Consumers | Wine2Wine Recorded Sessions

Italian Wine Podcast

Play Episode Listen Later Jun 23, 2022 36:57


Welcome to Episode 965; Understanding Fine Wine consumers with Pauline Vicard and Valentina Argiolas Welcome to Wine2Wine Business Forum 2021 Series. The sessions are recorded and uploaded on Italian Wine Podcast. wine2wine is an international wine business forum, held annually in Verona Italy since 2014. The event is a key reference point for wine producers and a diverse variety of wine professionals eager to develop and grow their wine business worldwide. About today's session: What does the concept of Fine Wine means for consumers? Who are “the Fine Wine consumers”? Where are they? How do they buy? What do they drink? Do High Networth Individuals share similar buying profiles? How to meet HNWI's expectations? Who are the consumers who can influence Fine Wine sales? How can they be identified? In which communities can they be found? How and where do they engage with Fine Wine? What comes next for Fine Wine? How are Fine Wine consumers likely to react to change and disruption? What are the levers of change needed in order to adapt and thrive More about the today's speaker: Pauline Vicard was born and raised into a winemaking family in Burgundy, Pauline Vicard has been working in the wine sector for the last 15 years both in Europe and Internationally, in the market research department of the Burgundy wine office and the French Embassy, before creating her own corporate wine events and education company in Lille, France. She moved to London in 2015 to spearhead the Wine Library of the unique and acclaimed Clerkenwell London, a multi-space design destination, before developing the concept of Fine Minds 4 Fine Wines with Nicole Rolet that led to the creation of Areni Global. Pauline now directs all Areni's activities, when she is not studying for the Master of Wine exam or playing ultimate frisbee. To find out more visit: Facebook: https://www.facebook.com/pauline.vicard.7 Instagram: @labelsandgrapes Twitter: @labelsandgrapes LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/pauline-vicard-70505b33/ More about today's Moderator Valentina Argiolas was born in 1977, of a family of wine growers of Serdiana, in the countryside of southern Sardinia, close to Cagliari. From a very early age, she was involved in the Winery's life, playing among the wine barrels and the crates of harvested grapes, and witnessing for more than thirty years the history of her family's enterprise. The Winery's founder was her paternal grandfather, the clan's Patriarch, who even after handing the family business over to his children remained its bedrock until the ripe old age of 103. To find out more visit: Facebook: https://www.facebook.com/ArgiolasWinery Instagram: @argiolaswinery Twitter: @argiolaswinery LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/cantina-argiolas-vini/ Let's keep in touch! Follow us on our social media channels: Instagram @italianwinepodcast Facebook @ItalianWinePodcast Twitter @itawinepodast Tiktok @MammaJumboShrimp LinkedIn @ItalianWinePodcast If you feel like helping us, donate here www.italianwinepodcast.com/donate-to-show/ Until next time, cin cin!

A History of Italy » Podcast
138 - Aragonese Sardinia and Sicily (1410 - 1500)

A History of Italy » Podcast

Play Episode Listen Later Jun 21, 2022 17:29


We take a quick look at some of the situations and key events in Sardinia and Sicily in the 15th century as the Aragonese consolidate their hold over their new possessions

Forza Italian Football
Serie A 2021/22 Season Review: AC Milan are champions of Italy again

Forza Italian Football

Play Episode Listen Later Jun 6, 2022 103:17


The 2021/22 season was exactly what we all hoped it would be, with everything going to the final day. Conor, Euan, and Vito are here to look back on the campaign that saw AC Milan crowned champions, Inter, Napoli, and Juventus reach the Champions League, and Genoa, Cagliari, and Venezia relegated to Serie B.The guys revealed their Teams of the Season, their highlights of the campaign, and their pre-season predictions as well.Forza Italian Football are now on Patreon, where you can sign up, give us your support and get the chance to have your questions answered on the pod, as well as being able to enjoy extra premium content.Don't forget to subscribe on your preferred platform and, of course, leave us a review!Support this show http://supporter.acast.com/forzaitlianfootball. See acast.com/privacy for privacy and opt-out information.