Podcasts about Cuneo

  • 193PODCASTS
  • 425EPISODES
  • 32mAVG DURATION
  • 5WEEKLY NEW EPISODES
  • Jan 11, 2023LATEST
Cuneo

POPULARITY

20152016201720182019202020212022


Best podcasts about Cuneo

Show all podcasts related to cuneo

Latest podcast episodes about Cuneo

Wisdom From The Top
Marvel: Peter Cuneo

Wisdom From The Top

Play Episode Listen Later Jan 11, 2023 46:00


Today, Marvel is one of the most substantial forces in American media, but when Peter Cuneo joined the company as CEO in 1999, it was a struggling publishing house teetering on the edge of bankruptcy. Ten years later, Disney bought Marvel for $4.5 billion. Cuneo tells his unlikely origin story and how he became the "turnaround superhero."

#Autotrasporti
Monte Bianco e Frejus, stangata sui pedaggi. Rossi, Astra: "Aumenti ingiustificati". Digioia (Uetr). "Carenza di autisti, occorre un piano comunitario"

#Autotrasporti

Play Episode Listen Later Jan 2, 2023


Dal 1° gennaio nei trafori del Monte Bianco e del Frejus, i pedaggi sono aumentati del 7,36%. "Un rincaro del tutto ingiustificato, una mazzata per le aziende di autotrasporto", protesta Guido Rossi, segretario di Asstra Trasportatori associati di Cuneo. "Da tempo denunciamo tariffe troppo alte, il passaggio alpino ad Ovest è fortemente penalizzato e così l'economia dei territori", aggiunge. Carenza di autisti, fenomeno internazionale. "In Europa nel mancano almeno 400 mila, è la più grave emergenza per la logistica, per affrontarla occorrono interventi coordinati a livello comunitario per avvicinare i giovani a questo mestiere anche sotto il profilo normativo, a partire dalle patenti", dice Marco Digioa, segretario generale di Uetr, l'unione europea delle associazioni dell'autotrasporto.

Made IT
#91 Il socio perfetto per condividere un'impresa con Gian Maria Gramondi e Luca Cartechini, Co-Founders di Shop Circle

Made IT

Play Episode Listen Later Dec 19, 2022 54:19


Questa settimana abbiamo intervistato Gian Maria Gramondi e Luca Cartechini, i co-founders di Shop Circle, piattaforma leader di strumenti per l'e-commerce. Gian Maria nasce a Cuneo, Luca viene dal Molise. Le loro strade si incrociano per la prima volta al master della ESCP Business School e tra i due nasce subito un forte legame. Ma è ancora presto per costruire qualcosa insieme. Gian Maria fa la sua esperienza nella consulenza con Deloitte e in un big tech come Amazon. Luca lavora da Jeffries, la banca di investimenti, e Pretiosum Ventures, un fondo di venture capital. Nel 2021 arriva finalmente il momento giusto per unire le loro competenze ed esperienze, totalmente complementari, e fondare la loro impresa. Gian Maria e Luca lanciano Shop Circle in stealth mode, con l'idea di creare un aggregatore di applicazioni per l'e-commerce, un business model capital intensive ma altamente scalabile. Effettivamente comprano app da developers che offrono funzionalità extra per brands che utilizzano Shopify per il loro e-commerce per sviluppare e crescerele . Lo scetticismo iniziale degli investitori e le difficoltà non mancano, ma in meno di due anni la coppia di founder raccoglie oltre 65 milioni di dollari, tra debito ed equity, e fa crescere un team di 95 persone in tutto il mondo. Adesso tra i loro clienti ci sono oltre 50 mila aziende, tra le quali colossi come Patagonia, Nespresso e Colgate che si affidano ai tool di Shop Circle per le loro vendite online. Come dice Gian Maria, fare impresa non è uno sprint ma una maratona. Un percorso lungo e complesso da condividere con le persone giuste. Da come si spalleggiano nella nostra intervista non abbiamo dubbi che entrambi abbiano trovato nell'altro l'anima gemella per affrontare questa sfida. -- SPONSORS Barberino's è la catena di barbershop italiana che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia. Con il codice MADEIT avete il 20% di sconto su www.barberinosworld.com fino al 24/12/22 su tutti i prodotti a marchio Barberino's, senza minimo di spesa. - Cents permette agli e-commerce e ai loro clienti di donare ad Enti Non Profit. Anche io ho deciso di fare la mia parte e agire per il cambiamento integrando Cents sull'ecommerce del mio brand Clemi's Market. Ho deciso di integrare Cents per supportare Recup, un ente non profit contro lo spreco alimentare e l'esclusione sociale. Si sono occupati loro dell'integrazione su Shopify ed è stato tutto velocissimo e gratuito, da metà Novembre doniamo l'1% delle nostre vendite a Recup e diamo la possibilità ai nostri clienti di donare 1 euro per ogni acquisto. Per attivare questa nuova iniziativa sul vostro e-commerce visitate il loro sito: https://bit.ly/3UQyHIA -- SOCIAL Seguici su Instagram Seguici su LinkedIn

Non Stop News
Non Stop News: la manovra economica, la stagione invernale dello sci, l'attualità e la finale i Qatar

Non Stop News

Play Episode Listen Later Dec 19, 2022 156:31


Le prime pagine dei principali quotidiani nazionali commentate in rassegna stampa da Davide Giacalone. Le “tradizioni” sulla manovra di governo, si torna a parlare del MES e la scuola. Spazio all'attualità politica. In diretta con noi Antonio Rossitto, inviato speciale di Panorama, l'analisi dei temi politici che troviamo in primo piano sulle pagine dei giornali di oggi. Vi abbiamo raccontato la storia di Elva, il piccolo comune in provincia di Cuneo che conta appena 88 abitanti e ha ricevuto, grazie ai fondi del PNRR, 20 milioni di euro da investire nella città. Ci ha raccontato la vicenda Mariano Allocco, assessore al turismo e all'agricoltura di Elva. Ultimo appuntamento con Diario Mondiale. Ieri la finalissima tra Francia e Argentina. Ne ha parlato questa mattina Paolo Pacchioni con Massimo Caputi. Inizia la stagione invernale dello sci, ne abbiamo parlato questa mattina in Non Stop News con Andy Varallo, Presidente del Consorzio Skicarosello Corvara e Ski World Cup Alta Badia. Si apre oggi una settimana decisiva sul fronte della manovra economica. Potrebbe tramontare la norma sui pagamenti elettronici con il pos. L'attualità, dalla cronaca alla politica, con Daniele Capezzone, editorialista de La Verità. All'interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Enrico Galletti e Massimo Lo Nigro.

Italian Wine Podcast
Ep. 1192 Oscar Farinetti | On The Road Edition

Italian Wine Podcast

Play Episode Listen Later Dec 10, 2022 20:17


Welcome to episode 1192, another installment of 'On The Road Edition', hosted by Stevie Kim. Today Stevie sits down with Oscar Farinetti of Eataly in Verona. More about today's show: Stevie meets Oscar Farinetti, founder of Eataly, in a special location the former Specialised Refrigeration, La Rotonda. In this exceptional example of an industrial building on the 5 October Eataly will open and for this occasion Stevie talks with Oscar Farinetti about his experiences, passion for writing, biodiversity, and above all, the numbers! Oscar Farinetti is an Italian entrepreneur and writer. In 2004 he founded the high-end Italian supermarket Eataly. The New York Times has described it as a “megastore” that “combines elements of a bustling European open market, a Whole-Foods-style supermarket, a high-end food court and a New Age learning center.” The company is based in Monticello d'Alba, Cuneo, Italy and currently controls 42 stores in 17 different countries. On 5 October Eataly Verona will open in an exclusive location and it will be a place to eat, buy and learn about the best and local Italian food and wine. To learn more about the new Eataly in Verona visit: https://www.eataly.net/it_it More about the host: Stevie Kim hosts Clubhouse sessions each week (visit Italian Wine Club & Wine Business on Clubhouse), these recorded sessions are then released on the podcast to immortalize them! She often also joins Professor Scienza in his shows to lend a hand keeping our Professor in check! You can also find her taking a hit for the team when she goes “On the Road”, all over the Italian countryside, visiting wineries and interviewing producers, enjoying their best food and wine – all in the name of bringing us great Pods! To learn more visit: Facebook: @steviekim222 Instagram: @steviekim222 Website: vinitalyinternational.com/wordpress/ Let's keep in touch! Follow us on our social media channels: Instagram @italianwinepodcast Facebook @ItalianWinePodcast Twitter @itawinepodcast Tiktok @MammaJumboShrimp LinkedIn @ItalianWinePodcast If you feel like helping us, donate here www.italianwinepodcast.com/donate-to-show/ Until next time, Cin Cin!

Notizie a colazione
Mer 23 nov | Come aumenta lo stipendio con il taglio al cuneo fiscale; La proposta di Minniti sull'immigrazione; Aggiornamenti sul bonus psicologo

Notizie a colazione

Play Episode Listen Later Nov 23, 2022 12:27


Ultim'ora
Meloni "Impegno per tagliare cuneo fiscale del 5% nella legislatura"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Nov 22, 2022 0:55


"L'obiettivo è destinare due terzi del taglio al lavoratore e un terzo all'azienda". Lo dice il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, intervenendo all'Assemblea nazionale di Confartigianato.sat/gsl (Fonte video: Palazzo Chigi)

Focus economia
Cuneo fiscale, pensioni e stretta sul Reddito: cosa c'è nella manovra oggi in Cdm

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022


Oggi alle 20.30 è convocato il Consiglio dei ministri che delibererà sulla prima Manovra finanziaria del governo Meloni con un pacchetto di circa 30 miliardi. Lo slittamento nell'orario del Cdm, che inizialmente era previsto nel pomeriggio, conferma le tensioni più o meno latenti nella maggioranza, alle prese con una Finanziaria che ancor di più rispetto al passato lascia decisamente pochi margini di manovra, visto che due terzi delle risorse della trentina di miliardi messi a disposizione sono destinati a contenere il caro bollette. Stando alle indiscrezioni si va verso il taglio del cuneo rafforzato fino a 3 punti per i redditi bassi, il superamento della legge Fornero con una soluzione "ponte" che vincola quota 41 al paletto dei 62 anni di età, una stretta sul reddito di cittadinanza e, in tema di flat tax, un aumento della soglia fino a 85mila euro per i liberi professionisti. Si discute anche di una misura che prevedrebbe il taglio dell'Iva per latte e pane ma sembra che potrebbe non essere compresa. Ne parliamo con Gianni Trovati de Il Sole 24 Ore. A che punto è l'approvvigionamento di gas per fare a meno della Russia Il nuovo governo, nel solco del precedente, sta cercando vie alternative al gas russo. Una delle strade per ridurre la dipendenza dall'estero è far crescere la produzione nazionale che lo scorso anno è stata intorno ai 3,3 miliardi di metri cubi di gas naturale a fronte dei 17 che si estraevano nel 2000. A tal proposito il Governo ha tolto due vincoli: ha cancellato il bando totale a due dei molti giacimenti del golfo di Venezia e dell'Alto Adriatico, bloccati per legge da più 30 anni per paura che estrarre il metano dalle profondità dell'Adriatico possa avere effetti anche sull'equilibro di Venezia. Potrebbero essere estratti con la consueta gradualità mineraria, ovviamente; circa 700 milioni di metri cubi l'anno. Inoltre il decreto Aiuti quater potrebbe liberare i giacimenti in tutta Italia alla distanza superiore di 9 miglia dalla costa (16,6 chilometri), invece delle 12 miglia (22,2 chilometri) che costituiscono il limite delle acque territoriali e del divieto alle perforazioni. Intanto oggi il ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, sul reperimento energetico ha dichiarato che "le preoccupazioni sono forti, non tanto per questo inverno che dovremmo riuscire a superare ma sicuramente per il 2023". E, in attesa di novità che latitano da Bruxelles, ha annunciato che nel Cdm di stasera proporrà "una forma di proposta di price cap nazionale che riguarda il sistema delle rinnovabili". Approfondiamo il tema con Jacopo Giliberto, de Il Sole 24 Ore.

il posto delle parole
Cristina Clerico "Scrittori in Città"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Nov 18, 2022 9:58


Cristina ClericoAssessora alla Cultura del Comune di CuneoScrittori in Cittàhttp://www.scrittorincitta.it/http://www.scrittorincitta.it/programma.htmlScrittorincittà è un'iniziativa del Comune di Cuneo, in collaborazione con la Provincia di Cuneo e la Regione Piemonte, ed è organizzato dall'Assessorato per la Cultura del Comune di Cuneo e dalla Biblioteca civica.L'aria è invisibile, e ce ne accorgiamo solo se manca. È leggera, leggerissima, e diventa forte solo quando si muove. È intorno a noi, è dentro di noi, fa parte di noi. Al mattino la si cambia, per cominciare la giornata. Per tutto il giorno abbiamo desiderio di aria, che sia buona e nuova. A volte vorremmo cambiare aria, e non solo alle stanze di casa. Aria è lo spazio che abbiamo davanti per costruire, essere liberi, muoverci. Aria è quella che manca quando ci sentiamo oppressi. Aria è l'ora di diritto che abbiamo tutti, anche in carcere. Le parole dei libri rimangono nell'aria, fuggono dalla carta e ci accompagnano, cambiandoci. L'aria diventa una riflessione sul senso delle cose, attraverso le parole e le immagini. È respirare per sentirsi vivi, è amore per il pianeta e per la sua natura, è la forza dello sport, è la scienza che ci permette di progredire. Con i ragazzi e le ragazze, l'aria è lo spazio per volare, è il luogo della fantasia, è quella che manca quando ti innamori e non sai che fare. È quella che vuoi, e la desideri tanto, dopo due anni passati chiusi in casa. È uno spazio da costruire, insieme. Aria è una città da pensare, che non è fatta solo di edifici e strade, ma soprattutto di quello che le riempie.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Sessantasecondi
Cuneo fiscale, vorrei ma non posso

Sessantasecondi

Play Episode Listen Later Nov 18, 2022 1:36


In 60 secondi, ogni giorno, il vicedirettore del Sole 24 Ore Alberto Orioli commenta le principali notizie, su Radio24 e in questo podcast

il posto delle parole
Oriana Ramunno "Il bambino che disegnava le ombre"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Nov 16, 2022 17:45


Oriana Ramunno"Il bambino che disegnava le ombre"Rizzoli Editorehttps://www.rizzolilibri.it/Premio Città di Cuneo per il Primo RomanzoOriana RamunnoIl bambino che disegnava le ombreromanzo vincitore della XXIV edizione delPremio Città di Cuneo per il Primo Romanzoselezione adultihttp://primoromanzo.cuneo.it/http://www.scrittorincitta.it/Un caso impossibile per il criminologo Hugo FischerQuando Hugo Fischer arriva ad Auschwitz è il 23 dicembre del 1943, nevica e il Blocco 10 appare più spettrale del solito. Lui è l'investigatore di punta della Kriminalpolizei e nasconde un segreto che lo rende dipendente dalla morfina. È stato chiamato nel campo per scoprire chi ha assassinato Sigismud Braun, un pediatra che lavorava a stretto contatto con Josef Mengele durante i suoi esperimenti con i gemelli, ma non ha idea di quello che sta per affrontare. A Berlino infatti si sa ben poco di quello che succede nei campi di concentramento e lui non è pronto a fare i conti con gli orrori che vengono perpetrati oltre il filo spinato.Dalla soluzione del caso dipende la sua carriera, forse anche la sua vita, e Fischer si ritroverà a vedersela con militari e medici nazisti, un'umanità crudele e deviata, ma anche con alcuni prigionieri che continuano a resistere. Tra loro c'è Gioele, un bambino ebreo dagli occhi così particolari da avere attirato l'attenzione di Mengele. È stato lui a trovare il cadavere del dottor Braun e a tratteggiare la scena del delitto grazie alle sue sorprendenti abilità nel disegno.Mentre tutto intorno diventa, ogni giorno di più, una discesa finale agli inferi, tra Gioele e Hugo Fischer nascerà una strana amicizia, un affetto insolito in quel luogo dell'orrore, e proprio per questo ancora più prezioso.Oriana Ramunno, è nata a Rionero in Vulture ma vive a Berlino. Questo è il suo primo romanzo, che verrà pubblicato anche da HarperCollins UK.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Voci di impresa
Digitalizzazione, tre storie vincenti

Voci di impresa

Play Episode Listen Later Nov 12, 2022


Tre aziende, tre avventure imprenditoriali che hanno fatto degli investimenti in digitalizzazione e ricerca e sviluppo la chiave della loro crescita. Sono state selezionate nell'ambito della tappa di Cuneo della quarta edizione di "Imprese Vincenti", il roadshow di Intesa Sanpaolo, che valorizza esempi di eccellenza. La prima storia arriva dalla provincia di Alessandria. A Terruggia ha sede "Pastorfrigo", azienda specializzata nella produzione di banchi refrigerati. A Borgo San Dalmazzo da oltre un secolo "Dino Bikes" "fabbrica" biciclette. È questa la seconda testimonianza di "impresa vincente". Sempre dal cuneese, la terza. È l'avventura imprenditoriale di "Multitel Pagliero" che, dal suo quartier generale di Manta, è specializzata in attrezzature per il lavoro aereo.

Today's Catholic Mass Readings
Today's Catholic Mass Readings Sunday, November 6, 2022

Today's Catholic Mass Readings

Play Episode Listen Later Nov 6, 2022 Transcription Available


Full Text of ReadingsThirty-second Sunday in Ordinary Time Lectionary: 156All podcast readings are produced by the USCCB and are from the Catholic Lectionary, based on the New American Bible and approved for use in the United States _______________________________________The Saint of the day is Saint Nicholas Tavelic and CompanionsNicholas and his three companions are among the 158 Franciscans who have been martyred in the Holy Land since the friars became custodians of the shrines in 1335. Nicholas was born in 1340 to a wealthy and noble family in Croatia. He joined the Franciscans, and was sent with Deodat of Rodez to preach in Bosnia. In 1384, they volunteered for the Holy Land missions and were sent there. They looked after the holy places, cared for the Christian pilgrims, and studied Arabic. In 1391, Nicholas, Deodat, Peter of Narbonne, and Stephen of Cuneo decided to take a direct approach to converting the Muslims. On November 11, they went to the huge Mosque of Omar in Jerusalem and asked to see the Qadix—Muslim official. Reading from a prepared statement, they said that all people must accept the gospel of Jesus. When they were ordered to retract their statement, they refused. After beatings and imprisonment, they were beheaded before a large crowd. Nicholas and his companions were canonized in 1970. They are the only Franciscans martyred in the Holy Land to be canonized. Their liturgical feast is celebrated on November 14. Reflection Francis presented two missionary approaches for his friars. Nicholas and his companions followed the first approach—live quietly and give witness to Christ—for several years. Then they felt called to take the second approach of preaching openly. Their Franciscan confrères in the Holy Land are still working by example to make Jesus better known. Saint of the Day, Copyright Franciscan Media

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane
4261 - Crudo di Cuneo Dop, Salame Piemonte Igp e Mela Rossa Cuneo IGP protagonisti a Golosaria

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane

Play Episode Listen Later Nov 4, 2022 6:08


Ci sono anche tre eccellenze gastronomiche piemontesi - il Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, il Salame Piemonte IGP e la Mela Rossa Cuneo IGP, tra gli stand degli espositori di Golosaria Milano 2022, la manifestazione che celebra 200 produttori, 100 cantine, cucine di strada con un ricco programma di eventi, tra talk, premiazioni, show cooking e wine tasting in calendario all'Allianz MiCo - Milano Congressi dal 5 al 7 novembre.Proprio sabato 5 novembre, giorno di apertura della kermesse che ha per tema il “Gusto della distinzione”, dalle 19 alle 19:45 presso l'area Show Cooking, Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, Salame Piemonte IGP e Mela Rossa Cuneo IGP si presenteranno agli ospiti di Golosaria nel corso di un laboratorio di degustazione guidata. Interverranno Chiara Astesana, presidente Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo DOP; Daniele Veglio, presidente Consorzio di Tutela Salame Piemonte e Bruno Sacchi, direttore O.P. Joinfruit Mela Rossa Cuneo IGP. Modera l'appuntamento Fabio Molinari, giornalista, storico e antropologo.

Focus economia
Taglio al cuneo, flat tax e tregua fiscale: il manifesto economico di Meloni

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 25, 2022


Un vero manifesto programmatico di legislatura quello pronunciato dalla neo-premier Giorgia Meloni nel giorno della fiducia. Per quanto riguarda la politica economica del suo esecutivo ha dichiarato che la prima emergenza a livello nazionale è «rafforzare le misure a sostegno di famiglie e imprese», su bollette e carburanti, un «sostegno imponente» per creare un «argine al caro energia» che «ci costringerà - ha ammesso apertamente - a rinviare alcuni provvedimenti» in programma. Poi Meloni ha parlato di un nuovo patto fiscale, che poggerà su tre pilastri. Il primo: ridurre la pressione fiscale su imprese e famiglie attraverso una riforma all insegna dell equità, riforma dell Irpef con progressiva introduzione del quoziente familiare ed estensione della tassa piatta per le partite Iva dagli attuali 65 mila euro a 100 mila euro di fatturato. Il secondo: una tregua fiscale per consentire a cittadini e imprese (in particolare alle PMI) in difficoltà di regolarizzare la propria posizione con il fisco. Il terzo: una serrata lotta all evasione fiscale (a partire da evasori totali, grandi imprese e grandi frodi sull Iva) accompagnata da una modifica dei criteri di valutazione dei risultati dell Agenzia delle Entrate, che vogliamo ancorare agli importi effettivamente incassati e non alle semplici contestazioni, come incredibilmente avvenuto finora. Approfondiamo il tema con Dino Pesole, editorialista del Sole 24 Ore. Le nuove fabbriche di microchip per ridurre la dipendenza dalla Cina. È possibile una "sovranità tecnologica"? Durante il discorso per la fiducia alla Camera, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, parlando di transizione digitale, ha sostenuto la necessità di una "sovranità tecnologica" per evitare dipendenze strategiche. Al momento la produzione mondiale di semiconduttori è un monopolio quasi del tutto asiatico (80%) del totale. La Cina controlla il 90% delle miniere globali di terre rare, fondamentali nei settori della tecnologia avanzata e delle energie rinnovabili. La taiwanese Tsmc copre il 56% delle vendite delle cosiddette foundries, i mega produttori che stampano chip in conto terzi, destinati a prodotti d'avanguardia come smartphone e tablet, la coreana Samsung il 16, l'altra taiwanese Umc il 7 (stime di S&P Global). In Italia negli ultimi anni si sta cercando di correre ai ripari investendo nella produzione di chip. Il gruppo franco italiano StMicroelectronics (Stm) sta ultimando un nuovo stabilimento per wafer di silicio ad Agrate Brianza, e a Catania realizzerà un nuovo impianto da 700 addetti per ampliare le produzioni nel carburo di silicio, il semiconduttore che sta rivoluzionando l'auto elettrica. L azienda di microchip statunitense Intel, invece, ha selezionato Vigasio come sito preferito per la costruzione di una fabbrica di semiconduttori. L'investimento iniziale coperto per il 40% da fondi pubblici del governo sarà di 4,5 miliardi e si stima che il progetto, che dovrebbe essere completato tra il 2025 e il 2027, creerà 1.500 posti di lavoro diretti e 3.500 indiretti. Paolo Trucco, docente di impianti industriali e sicurezza al Politecnico di Milano.

Deejay 6 Tu
Anonimo di Cuneo si lamenta della moglie paragonata a una bambola gonfiabile

Deejay 6 Tu

Play Episode Listen Later Oct 20, 2022 3:52


Deejay 6 Tu
Anonimo di Cuneo si lamenta della moglie paragonata a una bambola gonfiabile

Deejay 6 Tu

Play Episode Listen Later Oct 20, 2022 3:52


See omnystudio.com/listener for privacy information.

Focus economia
Unione industriali Torino chiede aiuti su energia e cuneo fiscale

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 20, 2022


Non c'è tempo da perdere: «Nel 2019 la bolletta energetica per le imprese era di 8 miliardi, per il 2022 la stima è di 100 miliardi. Questo dà la dimensione dell'emergenza che dobbiamo affrontare». Lo ha detto ieri Carlo Bonomi e continua a ripeterlo da settimane, se non mesi insistendo sull'urgenza di affrontare il caro bollette, specialmente per il mondo industriale. E settimana scorsa ha anche ribadito che non c'è tempo di pensare a flat tax o quota 100 ma bisogna pensare a interventi urgenti come il cuneo fiscale e lo ha fatto dal palco dell Unione Industriali Torino, a fianco del presidente Giorgio Marsiaj e del CEO di Intesa Sanpaolo Carlo Messina. Ne parliamo con Giorgio Marsiaj, Presidente dell'Unione Industriali Torino. Uk, Liz Truss si è dimessa dopo 45 giorni da premier La premier britannica Liz Truss si è dimessa dopo soli 45 giorni dalla nomina, il più breve mandato di sempre nel Regno Unito. Lo ha annunciato lei stessa nel primo pomeriggio. La Truss paga il programma economico di drastici tagli fiscali che ha mandato onde d urto sui mercati e diviso il suo Partito Conservatore, appena sei settimane dopo la nomina. Un elezione per la nuova leadership Tory sarà completata entro la prossima settimana. Parlando davanti al suo ufficio al numero 10 di Downing Street, Truss ha ammesso di non poter mantenere le promesse fatte quando si è candidata a leader dei conservatori, avendo perso la fiducia del suo partito. Intanto, dopo l'annuncio delle dimissioni della Truss, scende ai minimi dallo scorso 11 ottobre il differenziale tra titoli di stato inglesi e Bund decennali tedeschi, che scivola da 213,48 a 144,1 punti, dopo le dimissioni della premier Liz Truss. In calo 2,2 punti il rendimento annuo dei titoli britannici al 3,84%, a fronte di un rialzo di 3,9 punti al 2,4% dei Bund decennali tedeschi. Approfondiamo il tema con Giorgia Scaturro, Sole 24 Ore Londra e con Paolo Guerrieri, docente di Economia alla Paris School of International Affairs, Sciences-Po (Parigi) e alla Business School dell Università di San Diego, California.

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane
3079 - Ripartono da Cuneo le selezioni del Gelato Festival World Masters

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane

Play Episode Listen Later Oct 5, 2022 4:27


Il nuovo calendario quadriennale delle competizioni legate al Gelato Festival World Masters, il campionato mondiale organizzato con partner strategici Carpigiani e Sigep – Italian Exhibition Group, è ripartito da Cuneo dove sono stati selezionati i primi 6 gelatieri piemontesi e liguri che andranno alla semifinale italiana. La gara si è svolta il 3 ottobre nella sede del concessionario Carpigiani Cold Service Group ed ha coinvolto 16 gelatieri delle province di Cuneo e Savona.

il posto delle parole
Paola Buscaglia "Festival dei Luoghi Comuni"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Oct 5, 2022 9:45


Paola Buscaglia"Festival dei Luoghi Comuni"https://www.festivaldeiluoghicomuni.it/I colori dell'antico Egittosabato 8 ottobre 2022, ore 18:30Festival dei Luoghi Comuni, Cuneocon Paola Buscaglia ed Enrico Ferrarisin collaborazione con il Museo EgizioPrenota qui il tuo posto:https://www.eventbrite.com/e/biglietti-i-colori-dellantico-egitto-422306318567Gli Egizi vivevano in un mondo pieno di colori, ciascuno dotato di una specifica identità e una storia da raccontare. La vita si svolgeva nel verde delle campagne che accompagnano lo scorrere del Nilo; poco oltre il verde, le sabbie del deserto riflettevano il viaggio del sole che, dall'alba al tramonto, sfumava dal giallo al rosso; il Nilo e i suoi depositi annuali di limo coloravano la terra di nero preparandola ad un nuovo risveglio mentre il cielo e il mare offrivano gradazioni di blu e di turchese che assumevano così un valore divino perché incommensurabile.Da queste esperienze dello spazio circostante, i colori fondamentali della cultura egizia sono così acquisiti nei loro valori semantici di morte e di vita (rosso e nero), di fecondità e rigenerazione (verde e azzurro) e di luce e creazione (giallo); i colori danno il nome alle parti del mondo così come ai sentimenti umani, e riproducono la vitalità del Creato nelle forme d'arte che oggi ammiriamo nei musei.A questa segreta grammatica dei colori egizi è dedicato l'incontro con Enrico Ferraris e Paola Buscaglia, un egittologo e una restauratrice, che da diverse prospettive (letteraria, artigianale, scientifica, archeologica, antropologica e artistica) renderanno visibile la rete di significati con cui i colori, allora come oggi, offrono uno sguardo sul modo in cui l'uomo percepisce e comprende il mondo che lo circonda.Paola Buscaglia è una restauratrice specializzata in opere dipinte su supporto organico (1998). Attiva in vari laboratori e come libera professionista (1998-2006), dal 2007 è strutturata al CCR, come restauratore con funzioni di ricerca, didattica e progettazione. Dal 2009 è Coordinatrice del settore Scultura Lignea, la cui attività prevede anche la conservazione e lo studio di manufatti egizi dipinti. Ha una naturale inclinazione verso studi e progetti di ricerca integrati. Nel 2021 ha intrapreso un dottorato di ricerca in Metrologia presso il Politecnico di Torino, dipartimento di Scienza applicata e Tecnologia.Enrico Ferraris è dal 2013 curatore presso il Museo Egizio. Ha lavorato per la missione di scavo dell'Università di Torino ad Alessandria d'Egitto (2001-2007) e per il Ministero degli Affari Esteri Italiano al Museo Egizio del Cairo (Grand Egyptian Museum, 2004). È responsabile del programma di analisi dei reperti della tomba intatta di Kha e Merit, denominato TT8 Project (2018-2023).Ha curato per il Museo Egizio la mostra temporanea “Archeologia Invisibile” e “Aida. Figlia di due mondi”Il Museo Egizio – nato nel 1824 – è il più antico museo dedicato alla civiltà sviluppatasi sulle rive del Nilo e vanta la seconda collezione di antichità egizie del mondo nonché la più importante al di fuori dell'Egitto. Nei suoi quasi 200 anni di storia, il Museo si è più volte trasformato, rinnovato e ripensato, cercando di coniugare le esigenzedella ricerca scientifica con quelle di fruizione del pubblico; custodisce una collezione di oltre 40.000 reperti di cui 3.300 esposti nelle sale museali. All'esposizione principale si aggiungono gli altri 12.000 reperti dei depositi visitabili, le Gallerie della Cultura Materiale. L'attuale spazio museale è di circa 10.000 mq distribuiti su 5 piani, 15 sale e uno spazio di 600 mq destinato alle mostre temporanee. Il progetto scientifico è stato sviluppato secondo un criterio cronologico e di ricostruzione dei contesti archeologici.https://museoegizio.it/IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Tommaso Ariemma "Festival dei Luoghi Comuni"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Oct 4, 2022 11:50


Tommaso Ariemma"Festival dei Luoghi Comuni"https://www.festivaldeiluoghicomuni.it/Festival dei Luoghi Comuni, Cuneo11 ottobre ore 18.30Le città come personaggio in più nelle nuove narrazioni seriali: da Hawkins (Strangers Things) a Milano (Bang Bang Baby), passando per Napoli (L'Amica Geniale).Tommaso AriemmaAlessandro MariIn collaborazione con Scuola HoldenLe abbiamo sempre considerate eterne, oppure come puro sfondo delle narrazioni. Immobili o semplicemente passive. Ma le città sono creature viventi, che vivono e che muoiono, e che soprattutto cambiano. A volte si tratta di un cambiamento repentino, come quello di Hawkins, città immaginaria della serie cult Stranger Things. Un cambiamento che fa da innesco alla storia. Altre volte si tratta di un cambiamento lento, che segue la trasformazione dei personaggi, come accade al Rione Luttazzi nella Napoli della serie L'amica geniale. La capacità di oltrepassare alcune sue zone sancisce, addirittura, la maturazione delle inseparabili amiche protagoniste. Altre volte, ancora, la città diventa una vera e propria macchina del tempo per differenti generazioni di spettatori e specchio della loro stessa trasformazione, come accade nella Milano degli anni Ottanta di Bang Bang Baby, con il suo immaginario pop (e come accade del resto anche nella Hawkins di Stranger Things). Le nuove serie tv, capaci di sfruttare al meglio la dimensione del tempo e la trasformazione dei personaggi, si rivelano particolarmente efficaci nel restituire vita alle città e alle loro sfaccettature nell'epoca dell'omologazione urbana, delle smart city apparentemente tutte uguali e connesse. Dialogheranno su un'esperienza urbana e narrativa tutta da riscoprire Tommaso Ariemma, filosofo esperto di serie tv e studioso degli anni Ottanta e lo scrittore Alessandro Mari, narratore e direttore delle produzioni creative di Scuola Holden.Tommaso Ariemma è docente di Estetica e di Sociologia dell'arte presso l'Accademia di Belle Arti di Lecce. I suoi interessi si concentrano prevalentemente sui fenomeni della cultura di massa come nuovi media e serie tv. A queste ultime ha dedicato numerosi volumi, tra cui La filosofia spiegata con le serie tv, (Mondadori 2017), Platone Showrunner. Regole filosofiche per scrivere la serialità (Dino Audino 2022) e Dark media. Cultura visuale e nuovi media (Meltemi 2022).IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Marco Pautasso "Biblioteche in Festa"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 12:50


Marco Pautassopresidente Progetto Cantoregi"Biblioteche in Festa"A Racconigi e Savigliano arriva la prima edizione di “Biblioteche in Festa”Il 24 e 25 settembre prossimi un caleidoscopico intreccio di eventi culturali promosso da Le Terre dei Savoia e da Progetto Cantoregi. Tra gli ospiti anche Davide Longo, Lella Costa e Giusi MarchettaLa lettura come straordinaria leva per la crescita individuale e come imprescindibile motore dello sviluppo di una società. Le biblioteche, allora, come luoghi della conoscenza e del sapere da valorizzare e da proteggere per il loro ruolo comunitario. Questa, in breve, la filosofia della prima edizione di Biblioteche in Festa, il nuovo format culturale ideato e promosso dall'Associazione Le Terre dei Savoia e da Progetto Cantoregi in collaborazione con la Direzione regionale Musei Piemonte, il Castello di Racconigi e i Comuni di Racconigi e Savigliano, con il patrocinio dell'Associazione Italiana Biblioteche, del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione dell'Università di Torino, del Centro Studi Piemontesi e con il sostegno delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino, Cuneo, Savigliano e Fossano. Sabato 24 e domenica 25 settembre prossimi saranno quindi tanti gli eventi organizzati tra Racconigi e Savigliano, per una due giorni che intende da un lato promuovere la lettura e le sue declinazioni (sabato) e dall'altro favorire il confronto e la riflessione tra gli operatori del settore (domenica). Ad inaugurare la kermesse sabato 24 settembre alle ore 10.30 nella Sala Conferenze del Castello Reale di Racconigi, sarà la presentazione del progetto Letture al Castello promosso dall'Associazione Le Terre di Savoia in collaborazione con +Cultura Accessibile Onlus con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Un appassionante percorso di avvicinamento al mondo delle fiabe che ha coinvolto i ragazzi di III A e della III B della scuola primaria Luigi Ornato di Caramagna Piemonte, abili a creare e a registrare due fiabe originali sulla falsariga dei modelli di Esopo e di Lorenzo Pignotti.A seguire, sempre nel Castello di Racconigi con partenze alle ore 11.00, 11.30 e 12.00, Iter in Hortis, ideato dal Progetto Cantoregi: un percorso di letture ad alta voce (con le attrici e gli attori Annalisa Aragno, Irene Avataneo, Alessio Giusti, Manlio Pagliero), dedicato alla passione per i libri, che si svilupperà tra la Biblioteca di Carlo Alberto e il parco del Castello di Racconigi con annessa performance musicale di Simona Colonna (euro 2 a persona). Nel pomeriggio spazio alle presentazioni letterarie con Marco Pautasso in dialogo con Giulia Ajmone Marsan (Aniceta & Edoardo. Le famiglie Frisetti e Agnelli agli esordi dell'imprenditoria torinese, Centro Studi Piemontesi, ore 15.30), Alberto Chiara e Luciano Regolo (Maria José, regina indomita sul golpe ordito nel settembre 1938 al Castello di Racconigi contro Mussolini, Ares Edizioni, ore 17.00) e Davide Longo in dialogo con Livio Partiti (La vita paga il sabato, Einaudi Editore, ore 18.00). Alle ore 21.00 presso il teatro Milanollo di Savigliano, invece, appuntamento con Lella Costa e il reading Stanca di guerra, tratto dall'omonimo spettacolo del 1996 scritto da Lella Costa, Alessandro Baricco, Sergio Ferrentino, Massimo Cirri, Piergiorgio Paterlini e Bruno Agostani per la regia di Gabriele Vacis (ingresso euro 10; ridotto over 65 e under 18 euro 8).Nella giornata di domenica sarà la sede di Savigliano del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione dell'Università di Torino a fare da cornice ad alcuni momenti di approfondimento dedicati al settore librario. Comincerà Chiara Faggiolani (autrice de Le biblioteche nel sistema del benessere) alle 11.30 in dialogo con Maurizio Vivarelli e Cecilia Cognigni, prima del brunch presso il Caffè Intervallo di Savigliano a cura di Voci Erranti Onlus (ore 13.00). Nel pomeriggio alle ore 14.30 l'incontro Le biblioteche della provincia di Cuneo si raccontano tra prospettive, progetti e speranze, quindi il convegno “Le biblioteche come motore della promozione della lettura” (ore 16.00) con, tra gli altri, Paola Baioni, Enzo Borio, Cecilia Cognigni, Monica Monasterolo, Valeria Nigro, Maurizio Vivarelli, Lucetta Paschetta. A chiudere la giornata, infine, la lectio magistralis Lettori si cresce di Giusi Marchetta alle ore 17.30. Una prima edizione che intende divulgare il piacere della conoscenza e della consapevolezza, favorendo incontri eterogenei tra lettori e scrittori, appassionati e professionisti. Una manifestazione che parla all'intero territorio, con la volontà di costruire una rete di eccellenze letterarie diffuse che possano diventare motore di sviluppo comunitario ed elemento di attrattività turistica. La presenza all'evento prevede il rilascio di un attestato di partecipazione per gli usi consentiti dalla legge. Sarà inoltre rilasciato ai bibliotecari l'attestato di partecipazione da parte dell'Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Piemonte.IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Ultim'ora
Spada (Assolombarda) "Ridurre il cuneo fiscale per alzare i salari"

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Sep 22, 2022 1:04


"Le misure per la riduzione del cuneo fiscale, della parte contributiva, per noi sono fondamentali, per riuscire ad alzare isalari e avere un mondo del lavoro più competitivo". Lo ha detto il presidente di Assolombarda Alessandro Spada, a margine dell'incontro con Giulio Tremonti, candidato di Fratelli d'Italia per la Camera nel collegio uninominale di Milano centro. xa1/trl/gsl

il posto delle parole
Raphael Bianco "Danza oltre le barriere" EgriBiancoDanza

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 17, 2022 10:55


Raphael BiancoFONDAZIONE EGRI per la DANZAdiretta da Susanna Egri e Raphael Bianco DANZA OLTRE LE BARRIEREProgetto vincitore del Bando periferie della Città di Torino, realizzato sul territorio della Circoscrizione 6. Realizzato da: Fondazione Egri per la Danza, Officina della Scrittura, Guitare Actuelle, Progetto Slip - Spazio Libero di Incontro e Partecipazione, Teatro Monterosa. Da settembre 2022 a dicembre 2022 DANZA OLTRE LE BARRIERE è il nuovo progetto, realizzato da Fondazione Egri per la Danza, Officina della Scrittura, Guitare Actuelle, Progetto Slip - Spazio Libero di Incontro e Partecipazione, Teatro Monterosa, che sintetizza e sviluppa una serie di azioni già intraprese in precedenza dalla Fondazione Egri per la Danza, in alcuni spazi della Circoscrizione 6 di Torino e realizzate grazie anche alla collaborazione con alcuni enti del territorio quali Officina della Scrittura e Comitato Civico di Barca e Bertolla.Dall'eredità di quelle esperienze e da una più attenta analisi del contesto, è emersa l'importanza di realizzare un progetto coreutico di matrice contemporanea capace di dialogare con la comunità e che è stato possibile realizzare grazie al Bando periferie della Città di Torino e che geograficamente si colloca triangolarmene nella Circoscrizione 6. DANZA OLTRE LE BARRIERE pone l'accento sul concetto di confine e barriera che separa sia geograficamente sia socialmente le comunità periferiche da ambiti più centrali del contesto cittadino. La danza non conosce barriere linguistiche, concilia corpo e mente, è un linguaggio aperto alle contaminazioni e alle ibridazioni ed è in grado di veicolare messaggi di forte portata sociale e culturale al di là dei confini materiali o immateriali.Proprio su queste premesse si costruisce un progetto dove la modularità e poliedricità della danza contemporanea permettono di declinare percorsi coreutici permeabili di qualsiasi contaminazione stilistica, multimediale e sociale, in grado di fornire output performativi e formativi declinabili in differenti spazi: urbani, museali, non urbani e teatrali. Queste le parole di Raphael Bianco co direttore della Fondazione Egri per la Danza, capofila del progetto, “Danza oltre le barriere” consolida e incrementa azioni già avviate da tempo nella circoscrizione 6 dalla Fondazione Egri per la danza in collaborazione con diverse realtà come Araba Fenice Danza, Officina della Scrittura, Comitato Civico La Barca e Bertolla.Ritengo sia un progetto pilota, intenso e ambizioso il cui scopo può essere letto in due sensi, partire dalla comunità per attivare la danza o danzare per attivare una comunità. In ogni caso tutti coloro che partecipano come partner e come collaboratori, saranno per noi intermediari preziosi per aiutarci a raggiungere le persone, a comunicare con la danza, includere e aggregare con il linguaggio non verbale e muovere l'anima di un territorio abbattendo confini esterni ed interni in ciascuno di noi.Una sfida che spero possa aprire nuovi orizzonti di collaborazione nel medio e lungo termine fra noi e la Circoscrizione 6 ridisegnando nuovi scenari di azione culturale nella Città di Torino”. Anche il Presidente Valerio Lomanto, insieme al Coordinatore alla Cultura della Circoscrizione 6 Alessandro Sciretti esprimono la loro gioia e soddisfazione per la vittoria del progetto “Danza oltre le barriere” all'interno del bando Periferie del Comune di Torino MicFUS. L'iniziativa, rilevante sotto il profilo artistico e culturale, porterà certamente a delle ricadute positive non solo per le singole zone di Barca e Bertolla, ma per tutto lo scenario cittadino. Presidente e Coordinatore non possono quindi che congratularsi con le associazioni e i protagonisti del progetto e assicurare il loro appoggio per queste e per simili iniziative in futuro. Questo progetto si traduce concretamente in un ricca programmazione, a partire dal 24 settembre e fino a dicembre 2022 in cui viene proposto un palinsesto coreutico in grado di offrire alla comunità una proposta variegata di danza cui parteciperanno compagnie di alto profilo del panorama locale e nazionale. Primo appuntamento in programma sabato 24 settembre alle ore 21 al Teatro Monterosa di Torino con il GALA "DANZA OLTRE LE BARRIERE" a cui prenderanno parte la Compagnia EgriBiancoDanza, Officina della Scrittura, il Progetto Slip e Guitarre Actuelle, condividendo il palcoscenico e presentandosi al pubblico attraverso l'atto performativo.A seguire il 15 ottobre alle ore 21 presso il Progetto Slip - Spazio Libero di Incontro e Partecipazione lo spettacolo JULIETTE della Compagnia Twain - physical dance theatre. Sono passati più di 400 anni da quando la storia di Romeo e Giulietta, l'amore di due giovani, ostacolati dall'attrito tra le rispettive famiglie, dai vincoli del buon costume e dal fato scaldava i teatri londinesi. È la storia che più di tutte le altre opere di Shakespeare ancora scalda il cuore di giovani e meno giovani in tutto il mondo. Sabato 22 ottobre alle ore 19.30 sarà invece l'Officina della Scrittura a ospitare COREOFONIE #LE SACRE della Compagnia EgriBiancoDanza e il METS - Conservatorio di musica Elettronica di Cuneo, una performance che è parte di un percorso itinerante in cui i danzatori reagiscono a una destrutturazione musicale elettronica di Le sacre du printemps realizzata dai compositori METS - Conservatorio di Cuneo, associando tali frammenti stravinskijani a diverse gestualità coreografiche spesso imprevedibili nella loro sequenza e direzione, frutto anch'esse di un analogo processo di decomposizione di una coreografia pre-esistente per Le Sacre, opera di Raphael Bianco Sabato 5 novembre 2022 alle ore 21 per il Progetto Slip - Spazio Libero di Incontro e Partecipazione la Compagnia EgriBiancoDanza presenta la sua ultima creazione EartHeart - il cuore della terra (un'installazione performativa) realizzata con il METS - Conservatorio di musica Elettronica di Cuneo. La fase denominata installazione performativa del progetto EartHeart, progetto di Raphael Bianco, è la sintesi di un percorso di ricerca di 6 mesi in cui i danzatori di EgriBiancoDanza, singolarmente, si sono immersi in diversi ecosistemi sperimentando sul proprio corpo potenza e fragilità della natura. Il suono dei vari ecosistemi, catturato dagli studenti del METS - Conservatorio di Cuneo, è stato rielaborato dal compositore Gianluca Verlingieri e posto al centro di un evento in cui il pubblico è parte attiva della performance ed è elemento determinante per la modulazione e rimodulazione dello spazio, del suono e dell'azione coreografica. Mercoledì 16 novembre alle ore 19.30 nuovo appuntamento in Officina della Scrittura con DIALOGO di Guitarre Actuelle e Slip Musica e movimento si fondono tra di loro negli spazi museali dell' Officina della Scrittura per dare vita ad un evento performativo unico e irripetibile. Il 30 novembre alle ore 21 sarà il Teatro Monterosa ad accogliere nuovamente un appuntamento del progetto ospitando sul suo palcoscenico le due compagnie professionali che insieme ad EgriBiancoDanza condividono l'arte coreutica in Piemonte; il BTT Balletto Teatro di Torino diretto da Viola Scaglione e Zerogrammi diretta da Stefano Mazzotta che presentano lo spettacolo CHI DANZA CON NOI?. Ancora il teatro Monterosa per un appuntamento il 3 e 4 dicembre 2022 (WEEKEND DELLA DANZA) con LO SCHIACCIANOCI di EgriBiancoDanza, l'Istituto Comprensivo Statale "Giovanni Cena" e le Scuole di Danza della Circoscrizione 6. La versione de LO SCHIACCIANOCI di Raphael Bianco è liberamente ispirata all'omonimo balletto ma La Fata Confetto è il personaggio guida che conduce Clara e gli spettatori fra dolci e doni misteriosi, in una progressiva maturazione attraverso la scelta di sorprese non sempre felici ma utili, e dove i topi rappresentano l'anima nera, i fantasmi e le inquietudini di una giovane fanciulla ignara ancora di sé.Nella due diverse serate si alterneranno sul palco tutti coloro che hanno partecipato ai laboratori e workshop previsti dal progetto restituendo così al pubblico il frutto dei propri studi. Mercoledì 14 dicembre alle ore 19 ultimo appuntamento del progetto al Castello di Moncalieri con il TALK DI CHIUSURA; una serata d'incontro per condividere tutte le esperienze vissute durante tutte le date programmate in cui verrà proiettato un video documentario di tutto il progetto. IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Social club - Radio Bianconera
"Social Club" con Simone Dinoi e Camillo Demichelis. Ospiti al Venerdì dei tifosi : Christian dalla Sardegna, Gianni da Civitavecchia, Bruno da Cuneo, Christian da Porto Rotondo

Social club - Radio Bianconera

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022 94:11


"Social Club" con Simone Dinoi e Camillo Demichelis. Ospiti al Venerdì dei tifosi : Christian dalla Sardegna, Gianni da Civitavecchia, Bruno da Cuneo, Christian da Porto Rotondo

Avanti Madama - Radio Bianconera
"Social Club" con Simone Dinoi e Camillo Demichelis. Ospiti al Venerdì dei tifosi : Christian dalla Sardegna, Gianni da Civitavecchia, Bruno da Cuneo, Christian da Porto Rotondo

Avanti Madama - Radio Bianconera

Play Episode Listen Later Sep 16, 2022 94:11


"Social Club" con Simone Dinoi e Camillo Demichelis. Ospiti al Venerdì dei tifosi : Christian dalla Sardegna, Gianni da Civitavecchia, Bruno da Cuneo, Christian da Porto Rotondo

il posto delle parole
Roberta Angaramo "Imaginé Festival"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 14, 2022 10:07


Roberta Angaramo"Imaginé Festival"Piccolo festival di narrazione per figureVernante (Cuneo) https://www.festivalimagine.it/Gli albi illustrati comunicano in maniera diretta e personale i temi più vari, per catturare con occhio e parole l'interlocutore.Imaginé | Piccolo festival della narrazione per figure usufruisce del loro potere comunicativo e delle loro caratteristiche artistiche per dar vita a un grande evento culturale.Sabato 17 settembre A questo link https://bit.ly/3ATPPFTtrovate tutti i dettagli e la possibilità di prenotarsi al laboratorio "A spasso con Lemmi" ispirato al libro "Lemmi, lento, lento" scritto da Chiara Carminati, edito da Rizzoli.Il laboratorio è pensato per i bambini dai 3 ai 6 anni e si terrà sabato 17 settembre alle ore 16.00 all'interno del Centro Visita a Vernante (CN).“Perché ogni tanto è bello vivere lentamente”Lenti, lenti, respiriamo e esploriamo il mondo che ci circonda e poi proviamo a raccontare disegnando ciò che abbiamo osservato e scoperto “con gli occhi di Lemmi”, il bradipo protagonista dell'albo “Lemmi lento lento” (Chiara Carminati e Roberta Angaramo, Rizzoli, 2022)Ascolta la conversazione con Roberta Angaramo su "A spasso con Lemmi"https://ilpostodelleparole.it/libri/roberta-angaramo-lemmi-lento-lento/Roberta AngaramoDopo essersi diplomata al Liceo Artistico di Cuneo ha studiato illustrazione presso lo IED di Torino e pittura presso lo studio dell'artista Francesco Preverino.Nella sua carriera ha illustrato circa 50 libri per bambini con case editrici nazionali e internazionali, tra cui Rizzoli, Fabbri, Mondadori, Giunti, Editori Riuniti, Franco&Cosimo Panini, Sfera Editore, Gakken (Giappone), Grimm Press(Taiwan), Simon&Schuster (NY), Gullane (UK), Parragon(UK), Holiday House( NY), Purple Bear Books NY, Baumhaus, Coppenrath, Aracari Verlag, Franklin Watts (UK),Carus Publishing (US), Oxford University Press (UK) e Scholastic (US).I Suoi libri sono stati tradotti e pubblicati anche in Corea, Finlandia, Grecia, Spagna, Brasile e Russia.Nel 2004 è stata protagonista della prima edizione del TIBE (Taipei International Book Exhibition) per il quale ha realizzato il logo e i Posters ufficiali della manifestazione.Dal 2015 è docente di illustrazione presso la Libera Accademia D'Arte Novalia di Alba.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
Cosa VISITARE e FARE tra le LANGHE e a BAROLO (Piemonte)

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Sep 11, 2022 14:26


Vuoi concederti una fantastica vacanza tra i suggestivi paesaggi delle Langhe piemontesi? Sei nel posto giusto! Qui potrai trovare tanti spunti e suggerimenti sulle migliori destinazioni da visitare tra i borghi delle Langhe. Le LANGHE e BAROLO: le 7 Mete da non perdere Barolo è un comune italiano in provincia di Cuneo, nella regione Piemonte. Questo paesino speciale conta pochi abitanti e nonostante sia uno dei più piccoli borghi delle Langhe, possiede tantissime cose da visitare. Vediamole insieme! 1. Il Castello dei Marchesi Falletti La prima tappa da non perdere una volta arrivati a Barolo è sicuramente il castello dei Marchesi Falletti, il simbolo del borgo. È la prima cosa che si nota se si percorre la strada per arrivare in città. Inizialmente costruito con scopo difensivo, è stato poi trasformato in residenza di campagna della famiglia Marchesi Falletti. Oggi al suo interno ospita il WiMu, il famoso museo del vino. 2. WiMu: Il Museo del Vino Barolo, come molti sanno, è la patria del famoso vino, che prende il suo stesso nome. Ecco perché questo museo rappresenta l'attrazione numero 1 del borgo. Si tratta di una tappa fondamentale nelle Langhe sia per gli adulti che per i loro figli, infatti il WiMu è un museo molto interattivo che piacerà sicuramente anche ai più piccoli. Inoltre la sua posizione, all'interno del castello, è molto suggestiva. 3. Il Museo del Cavatappi Ecco un altro museo molto interessante, allestito all'interno di una vecchia cantina. È interamente dedicato a questo oggetto, che solo all'apparenza potrebbe sembrare banale. Venne aperto nel 2006  e ad oggi presenta circa 500 esemplari dal XVIII secolo ad oggi, provenienti da tutto il mondo. 4. Il Centro Storico Oltre alle visite ai musei, vale la pena fare una passeggiata in centro storico. Vi si respira un'atmosfera molto speciale, tra cantine, ristorantini tipici e palazzi antichi. In Piazza Falletti si trova la Chiesa di Barolo. È un edificio piccolo ma molto caratteristico, all'interno del quale è possibile osservare bellissimi affreschi. A fianco troviamo la Chiesa di Sant'Agostino, oggi utilizzata per ospitare mostre e piccoli eventi. 5. La Strada del Barolo Quest'area è stata dichiarata patrimonio dell'UNESCO, ecco perché rappresenta uno dei luoghi  turistici da non perdere assolutamente. Si tratta di una strada panoramica che unisce tutti i borghi delle Langhe, tra cui appunto, anche Barolo. Lungo la strada è possibile visitare cantine e aziende agricole. Esistono diverse tipologie di itinerari, adatti a tutti i gusti. Ci sono i percorsi medievali con le visite ai castelli e ai borghi, oppure percorsi dedicati interamente all'arte, ai belvedere e ai musei. Per gli appassionati, sono previste naturalmente interessanti degustazioni, con la possibilità di assaggiare i vini più pregiati della zona. 6. Il Belvedere La Morra Barolo non è l'unica località caratteristica delle Langhe. Se ci si allontana un po' infatti, a soli 7 km, ecco il paesino de La Morra, sicuramente tra i luoghi imperdibili da visitare. Il punto più amato e conosciuto è senza dubbio il belvedere, che regala una splendida vista dall'alto da cui sarà possibile godere del panorama sulle colline e sui vigneti. 7. Alba Impossibile non citare Alba, la capitale delle Langhe. Si tratta di  una piacevole cittadina, imperdibile se si decide di  visitare queste zone. È famosa in tutto il mondo perché qui ogni anno da ottobre a novembre si svolge la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, il famoso tubero che viene poi venduto a cifre altissime. È inoltre la sede della Ferrero, proprio qui si produce la famosissima Nutella! Per i più piccoli invece, ogni anno, all'apertura della stagione del Tartufo, viene organizzata una simpatica caccia al tesoro. Le Langhe sono la meta ideale per un weekend con la propria famiglia o anche per una semplice gita giornaliera,

il posto delle parole
Lea Iandorio "Independent Book Tour"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 11:27


Lea Iandorio"Independent Book Tour"https://www.hangardellibro.it/https://www.salonelibro.it/hangar-del-libroDopo la buona accoglienza di pubblico ed editori nel 2021, ritorna per il secondo anno il viaggio nei capoluoghi di provincia del Piemonte per raccontare la ricchezza dell'editoria indipendente della Regione, eccellenza a livello nazionale. Riparte sabato 10 settembre 2022, l'Independent Book Tour, ideato dal team di Hangar del Libro (progetto di Regione Piemonte) e dal Salone Internazionale del Libro di Torino, in collaborazione con il Circolo dei lettori, per concludersi sabato 12 novembre. Sette tappe nei capoluoghi piemontesi saranno l'occasione per scoprire novità, progetti e idee innovative di ventotto editori indipendenti, con incontri, spazi di confronto e momenti di intrattenimento e spettacolo, tutti aperti al pubblico.A ogni appuntamento si alterneranno quattro case editrici indipendenti, selezionate a giugno attraverso la call Hangar Book, che presenteranno il loro libro del momento – tra romanzi, saggi, raccolte di poesie, graphic novel, albi illustrati, libri per bambini –, accompagnate da sketch e azioni teatrali curate da B-Teatro. Novità di quest'anno il progetto #Booklovers della rivista digitale exlibris20, che coinvolgerà 28 lettrici e lettori, anch'essi selezionati a giugno grazie ad una call dedicata: per ogni tappa del tour quattro di loro affiancheranno una casa editrice ciascuno per raccontare il loro punto di vista sul libro, trasmettendo così al pubblico anche le emozioni e le riflessioni di chi ama immergersi nella lettura e pubblicheranno sui propri profili social recensioni e interviste. Il tour prende il via sabato 10 settembre a Novara, presso il Circolo dei lettori a Palazzo Broletto, alle ore 17 con Edizioni Marcovalerio che, insieme alla lettrice Cristina Tizzoni, presenterà La Disobbedienza Civile di Henry David Thoreau, Buendia Books che, affiancata dalla lettrice Rita Garzetti, porterà il libro I Teschi di Malta di Andrea Monticone e Robin Edizioni che, con la lettrice Martina Midolo, racconterà Ingannevoli apparenze di Livio Frittella. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Si prosegue sabato 24 settembre a Verbania alla Biblioteca Pietro Ceretti (in collaborazione con LetterAltura) con Neos, Graphot Editrice Voglino, Araba Fenice. Si continua sabato 1 ottobre a Biella alla Biblioteca Civica con Scritturapura, Priuli & Verlucca, Buckfast Edizioni e Las Vegas e sabato 8 ottobre a Torino, nel corso della manifestazione Portici di Carta, con Editore XY.IT, Codice Edizioni, Yume, Diabolo Edizioni, Damanhur. Sabato 29 ottobre si farà tappa a Cuneo nei locali dell'Open Baladin, nell'ambito del festival Scrittorincittà, con Edizioni del Capricorno, Editoria, Astragalo e Il leone verde Edizioni. Ultimi appuntamenti sabato 5 novembre ad Alessandria alla Biblioteca Civica, con Miraggi Edizioni, Atene del Canavese, LAReditore ed Echos edizioni e sabato 12 novembre ad Asti, a Fuoriluogo, con Golem Edizioni, Espress Edizioni, Beppe Grande editore, Editrice La Piccolina, e add editore. Anche quest'anno, Independent Book Tour proporrà la vetrina virtuale online su www.hangardellibro.it per illustrare tutti i titoli delle case editrici indipendenti che vengono presentati nel viaggio letterario, per aiutare lettrici e lettori nella scelta dei libri che più incontrano i loro interessi, le loro passioni, i loro gusti. Una vetrina che, in occasione di ogni tappa, si farà anche reale, per sfogliare “in presenza” romanzi, saggi, raccolte di poesie, graphic novel, albi illustrati e libri per bambini che fanno parte del variegato catalogo dell'editoria indipendente piemontese. «L'Independent Book Tour è un progetto nato lo scorso anno con l'intento di portare in giro per il Piemonte le pubblicazioni delle case editrici del territorio e per far conoscere meglio al pubblico e agli stakeholder il patrimonio culturale che l'editoria piemontese rappresenta. La novità di quest'anno, ossia la call dedicata ai lettori e alle lettrici che avranno il compito di recensire i libri presentati, è stata un grande successo, sono state più di 200 le risposte alla nostra call. siamo certi che iniziative di questo tipo siano essenziali per accrescere la comunità di lettori e l'interesse verso l'editoria piemontese.» Carola Messina, project manager Independent Book Tour Tutte le tappe di Independent Book Tour: - 10 settembre, ore 17, Novara, Circolo dei lettori presso BrolettoEdizioni Marcovalerio, La Disobbedienza Civile di Henry David ThoreauBuendia Books, I Teschi di Malta di Andrea MonticoneRobin Edizioni, Ingannevoli apparenze di Livio Frittella - 24 settembre, ore 17, Verbania, Biblioteca Civica Pietro Ceretti (LetterAltura)Neos, Oltremare di Franca Rizzi MartiniGraphot Editrice, Lidia Poet. Vita e battaglie della prima avvocata italiana, pioniera dell'emancipazione femminile di Cristina RicciVoglino, Lettera al destino di Elisa VincenziAraba Fenice, L'onore dei vivi. Mogadiscio 1966 di Nicola Salvini - 1 ottobre, ore 17, Biella, Biblioteca CivicaScritturapura, Dove comincia la rivoluzione di Maria Helena BoglioPRIULI & VERLUCCA, L'armonia delle cose perfette di Ilaria De TogniBuckfast Edizioni, Il tempo delle congiure di Sergio d'OrmeaLas Vegas, Il ministero della bellezza di Marco Lazzarotto - 8 ottobre, ore 17, Torino, Portici di CartaEditoria Damanhur, Personalità Interiori di Elefantina GenzianaEditore XY.IT, Alba di Thomas TsalapatisCodice Edizioni, Lo sanno tutti che tua madre è una strega di Veruska MottaYume, Unter den linden di Enrico GiacovelliDiabolo Edizioni, This Machine di Simone Saccucci e Federico Appel - 29 ottobre, ore 17, Cuneo, Open BaladinEdizioni del Capricorno, Vita quotidiana alla corte dei Savoia di Andrea MerlottiRedazione Astragalo, Frammenti di vita e guerra di Carlo BardelliIl leone verde Edizioni, Profumo di sandalo. Storie, gusti e aromi di un'essenza portentosa di Luca Glebb Miroglio - 5 novembre, ore 17, Alessandria, Biblioteca CivicaMiraggi Edizioni, Stracci e ossa di Giorgio OlmotiAtene del Canavese, La Repubblica delle Muse di Giulio CivitanoLAReditore, Vino e amore caustico di Fabio RotondoEchos edizioni, La vendetta di Stravinsky di Alberto Rossi - 12 novembre, ore 17, Asti, FuoriluogoGolem Edizioni, Animali Bianchi di Cristina CaloniEspress Edizioni, La montagna che vive di Elena Fumagalli e Jacopo Sacquegno. Illustrazioni di Marta TranquilliBeppe Grande editore, Hans Scholl: spirito forte e cuore tenero di Barbara EllermeierEditrice La Piccolina, Pantherillyadd editore, Ananas di Lex Boon IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Carola Messina "Independent Book Tour"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 12:48


Carola Messina"Independent Book Tour"https://www.hangardellibro.it/https://www.salonelibro.it/hangar-del-libroDopo la buona accoglienza di pubblico ed editori nel 2021, ritorna per il secondo anno il viaggio nei capoluoghi di provincia del Piemonte per raccontare la ricchezza dell'editoria indipendente della Regione, eccellenza a livello nazionale. Riparte sabato 10 settembre 2022, l'Independent Book Tour, ideato dal team di Hangar del Libro (progetto di Regione Piemonte) e dal Salone Internazionale del Libro di Torino, in collaborazione con il Circolo dei lettori, per concludersi sabato 12 novembre. Sette tappe nei capoluoghi piemontesi saranno l'occasione per scoprire novità, progetti e idee innovative di ventotto editori indipendenti, con incontri, spazi di confronto e momenti di intrattenimento e spettacolo, tutti aperti al pubblico.A ogni appuntamento si alterneranno quattro case editrici indipendenti, selezionate a giugno attraverso la call Hangar Book, che presenteranno il loro libro del momento – tra romanzi, saggi, raccolte di poesie, graphic novel, albi illustrati, libri per bambini –, accompagnate da sketch e azioni teatrali curate da B-Teatro. Novità di quest'anno il progetto #Booklovers della rivista digitale exlibris20, che coinvolgerà 28 lettrici e lettori, anch'essi selezionati a giugno grazie ad una call dedicata: per ogni tappa del tour quattro di loro affiancheranno una casa editrice ciascuno per raccontare il loro punto di vista sul libro, trasmettendo così al pubblico anche le emozioni e le riflessioni di chi ama immergersi nella lettura e pubblicheranno sui propri profili social recensioni e interviste. Il tour prende il via sabato 10 settembre a Novara, presso il Circolo dei lettori a Palazzo Broletto, alle ore 17 con Edizioni Marcovalerio che, insieme alla lettrice Cristina Tizzoni, presenterà La Disobbedienza Civile di Henry David Thoreau, Buendia Books che, affiancata dalla lettrice Rita Garzetti, porterà il libro I Teschi di Malta di Andrea Monticone e Robin Edizioni che, con la lettrice Martina Midolo, racconterà Ingannevoli apparenze di Livio Frittella. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Si prosegue sabato 24 settembre a Verbania alla Biblioteca Pietro Ceretti (in collaborazione con LetterAltura) con Neos, Graphot Editrice Voglino, Araba Fenice. Si continua sabato 1 ottobre a Biella alla Biblioteca Civica con Scritturapura, Priuli & Verlucca, Buckfast Edizioni e Las Vegas e sabato 8 ottobre a Torino, nel corso della manifestazione Portici di Carta, con Editore XY.IT, Codice Edizioni, Yume, Diabolo Edizioni, Damanhur. Sabato 29 ottobre si farà tappa a Cuneo nei locali dell'Open Baladin, nell'ambito del festival Scrittorincittà, con Edizioni del Capricorno, Editoria, Astragalo e Il leone verde Edizioni. Ultimi appuntamenti sabato 5 novembre ad Alessandria alla Biblioteca Civica, con Miraggi Edizioni, Atene del Canavese, LAReditore ed Echos edizioni e sabato 12 novembre ad Asti, a Fuoriluogo, con Golem Edizioni, Espress Edizioni, Beppe Grande editore, Editrice La Piccolina, e add editore. Anche quest'anno, Independent Book Tour proporrà la vetrina virtuale online su www.hangardellibro.it per illustrare tutti i titoli delle case editrici indipendenti che vengono presentati nel viaggio letterario, per aiutare lettrici e lettori nella scelta dei libri che più incontrano i loro interessi, le loro passioni, i loro gusti. Una vetrina che, in occasione di ogni tappa, si farà anche reale, per sfogliare “in presenza” romanzi, saggi, raccolte di poesie, graphic novel, albi illustrati e libri per bambini che fanno parte del variegato catalogo dell'editoria indipendente piemontese. «L'Independent Book Tour è un progetto nato lo scorso anno con l'intento di portare in giro per il Piemonte le pubblicazioni delle case editrici del territorio e per far conoscere meglio al pubblico e agli stakeholder il patrimonio culturale che l'editoria piemontese rappresenta. La novità di quest'anno, ossia la call dedicata ai lettori e alle lettrici che avranno il compito di recensire i libri presentati, è stata un grande successo, sono state più di 200 le risposte alla nostra call. siamo certi che iniziative di questo tipo siano essenziali per accrescere la comunità di lettori e l'interesse verso l'editoria piemontese.» Carola Messina, project manager Independent Book Tour Tutte le tappe di Independent Book Tour: - 10 settembre, ore 17, Novara, Circolo dei lettori presso BrolettoEdizioni Marcovalerio, La Disobbedienza Civile di Henry David ThoreauBuendia Books, I Teschi di Malta di Andrea MonticoneRobin Edizioni, Ingannevoli apparenze di Livio Frittella - 24 settembre, ore 17, Verbania, Biblioteca Civica Pietro Ceretti (LetterAltura)Neos, Oltremare di Franca Rizzi MartiniGraphot Editrice, Lidia Poet. Vita e battaglie della prima avvocata italiana, pioniera dell'emancipazione femminile di Cristina RicciVoglino, Lettera al destino di Elisa VincenziAraba Fenice, L'onore dei vivi. Mogadiscio 1966 di Nicola Salvini - 1 ottobre, ore 17, Biella, Biblioteca CivicaScritturapura, Dove comincia la rivoluzione di Maria Helena BoglioPRIULI & VERLUCCA, L'armonia delle cose perfette di Ilaria De TogniBuckfast Edizioni, Il tempo delle congiure di Sergio d'OrmeaLas Vegas, Il ministero della bellezza di Marco Lazzarotto - 8 ottobre, ore 17, Torino, Portici di CartaEditoria Damanhur, Personalità Interiori di Elefantina GenzianaEditore XY.IT, Alba di Thomas TsalapatisCodice Edizioni, Lo sanno tutti che tua madre è una strega di Veruska MottaYume, Unter den linden di Enrico GiacovelliDiabolo Edizioni, This Machine di Simone Saccucci e Federico Appel - 29 ottobre, ore 17, Cuneo, Open BaladinEdizioni del Capricorno, Vita quotidiana alla corte dei Savoia di Andrea MerlottiRedazione Astragalo, Frammenti di vita e guerra di Carlo BardelliIl leone verde Edizioni, Profumo di sandalo. Storie, gusti e aromi di un'essenza portentosa di Luca Glebb Miroglio - 5 novembre, ore 17, Alessandria, Biblioteca CivicaMiraggi Edizioni, Stracci e ossa di Giorgio OlmotiAtene del Canavese, La Repubblica delle Muse di Giulio CivitanoLAReditore, Vino e amore caustico di Fabio RotondoEchos edizioni, La vendetta di Stravinsky di Alberto Rossi - 12 novembre, ore 17, Asti, FuoriluogoGolem Edizioni, Animali Bianchi di Cristina CaloniEspress Edizioni, La montagna che vive di Elena Fumagalli e Jacopo Sacquegno. Illustrazioni di Marta TranquilliBeppe Grande editore, Hans Scholl: spirito forte e cuore tenero di Barbara EllermeierEditrice La Piccolina, Pantherillyadd editore, Ananas di Lex Boon IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Giulio Graglia "Pavese Festival"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 9, 2022 9:16


Giulio Graglia"Pavese Festival"https://fondazionecesarepavese.it/news/pavese-festival-2022-programma/ “Tu sei come una terra / che nessuno ha mai detto.”Cuore di Gipo | Sabato 10 settembre 2022, ore 18.00, Chiesa dei SS. Giacomo e CristoforoUno spettacolo di Giulio Graglia in omaggio a Gipo Farassino. Sul palco, Riccardo Forte interpreta un testo inedito dello scrittore e giornalista Bruno Quaranta, depositario per volontà dello chansonnier, dei suoi ricordi e dei suoi ultimi mesi di vita. Lo spettacolo, prodotto da Linguadoc, alterna recitazione, filmati e canzoni live esattamente come se ci fosse Gipo in scena. Lo spettacolo rientra tra gli appuntamenti della XVI edizione del Festival Nazionale Luigi Pirandello e del ‘900.Giuseppe, detto Gipo Farassino è stato un cantautore, attore e politico italiano.Spesso sottovalutato o relegato alla canzone dialettale, Farassino è senza dubbio una delle figure più rilevanti della canzone d'autore italiana (oltre che un caposcuola della canzone torinese): interprete e autore di canzoni cantate in lingua piemontese, ha anche scritto molte canzoni in lingua italiana, spesso venate di ironica e struggente malinconia e con musiche a volte legate alla tradizione francese, degne di figurare tra le migliori canzoni d'autore italiane (ricordiamo Avere un amico, Remo la barca o Ballata per un eroe).Nel repertorio in piemontese si è spesso avvicinato al cabaret e all'umorismo: nei suoi anni migliori, con le sue canzoni, ha cantato le miserie e le nobiltà della gente comune, le tribolazioni dei "travet" torinesi e gli amori beffardi o infelici da consumarsi nell atmosfera parigina e profondamente francese del capoluogo piemontese.Spesso Gipo ha inoltre portato alla ribalta composizioni di grandi poeti piemontesi come Nino Costa e Angelo Brofferio e la sua carriera vanta anche una prolifica attività come attore di prosa teatrale, sempre in lingua piemontese, iniziata nel 1970 con la compagnia fondata insieme a Massimo Scaglione.I suoi brani sono la voce dell'anima più profonda di Torino, quella delle periferie, che oggi vengono chiamate "Banlieu", ma che a Torino, sono sempre state le "barriere": e da una periferia, è venuto Gipo, precisamente dalla barriera di Milano, quartiere operaio torinese, fatto di case di ringhiera e di una povertà profonda, ma sempre piena di orgoglio e dignità; è nato e vissuto infatti in via Cuneo 6, nelle vicinanzi di Porta Pila (indirizzo ricordato anche in una sua celebre canzone recitata:

Focus economia
Navi piene e noli in calo. Il settore della logistica via nave, per ora, non vede crisi

Focus economia

Play Episode Listen Later Sep 6, 2022


Il traffico di navi in partenza dall'Ucraina sembra andare verso una normalizzazione: sei navi cariche di prodotti agricoli ucraini sono partite nelle prime ore del mattino dai porti del Paese sul Mar Nero. Interessante anche il calo del costo dei noli, misurato dal Baltic Dry Index, che da maggio è sceso da circa 3400 punti a 1133. Ne parliamo con Augusto Cosulich, agente marittimo genovese, presidente e amministratore delegato della "Fratelli Cosulich". Al via il piano del governo: riscaldamenti a 19 gradi e 15 giorni in meno Arriva il piano italiano per limitare gli effetti del caro energia. Il Mite ha infatti pubblicato il Regolamento per "realizzare da subito risparmi utili a livello europeo a prepararsi a eventuali interruzioni delle forniture di gas dalla Russia". Le stime dell impatto di tutte le misure di contenimento indicate dal Regolamento "portano ad un potenziale di circa 5,3 miliardi di metri cubi di gas". Facciamo il punto con Celestina Dominelli, del Sole 24 Ore. Caro energia. Nel cuneese una cartiera ferma la produzione La Cartiera Pineroli di Roccavione in provincia di Cuneo ha fermato la produzione e ha messo in cassa integrazione i dipendenti. Il caro bollette si è abbattuto anche su questa azienda: se l'anno scorso pagavano di bollette 400mila euro e al mese a luglio hanno pagato 3,2 milioni di euro. Ospite Silviano Carletto, presidente della Pirinoli.

Purple Patch Podcast
Special Edition: Racing the Haute Route Alps - STAGE 2 - Cuneo to Col d'Izoard

Purple Patch Podcast

Play Episode Listen Later Aug 22, 2022 4:12


Welcome to day three of our Haute Route coverage as Matt and his Team take off on stage 2 of the 7-day journey from Nice to Megève. The Drunken Donkeys face a sobering set of climbs in the stage known as the Two Giants. In a tour of Le Tour, so to speak, the team faces the Col d'Agnel and the Col d'Izoard, both of which have held prominent roles in Tour de France. Matt provides an update on the challenge of the day, the status of his teammates, and what to expect moving forward. Be sure to check out our daily video breakdown of the day, every day, and follow us on all of our social media platforms for coverage of Matt's Journey. We'll have plenty of insights and observations from Matt along the way. Episode Timestamps Purple Patch Video Podcast and More Learn More About The Haute Route FREE Live Webinar - Free Speed Training Camp - 2022 St.George Triathlon Camp Training Camp - 2023 Kona Triathlon Camp Purple Patch Coaching Consultation Training Camp - 2022 St.George Triathlon Camp The Purple Patch Center is Open - Learn More and Schedule a Visit Purple Patch and Episode Resources This episode is sponsored by our collaboration with INSIDE TRACKER. Inside Tracker and Purple Patch - Receive 20% off their services with code: PURPLEPATCHPRO20 Ask Matt Anything - Leave a voicemail question for Matt Learn more about Purple Patch Squad High-Performance Training Program Join Bike Squad - Don't just exercise and work out; learn to train with our structured online cycling program Join Run Squad - Increase your running performance through our progressive, multi-sport approach to running Learn more about Purple Patch Fully Customized 1:1 Coaching Learn more about Purple Patch Strength Programming Purple Patch Swim Analysis Stay Up-to-Date with Purple Patch News and Events Purple Patch Upcoming Webinars and Events

il posto delle parole
Irene Schiavetta "Cuneo rosso sangue"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Aug 13, 2022 23:00


Irene Schiavetta"Cuneo rosso sangue"Armando Dalmasso e i veleni del ConservatorioFratelli Frilli Editorihttps://shop.frillieditori.com/index.php?id_lang=6Armando Dalmasso è un giornalista free-lance che collabora con “La Stampa” di Cuneo. Inviato al Conservatorio “Ghedini” per assistere a un evento musicale, conosce la simpatica “vichinga” Fiona McQueen, un'esperta d'arte di origine italo-irlandese. Durante il concerto, la pianista all'improvviso cade a terra, colta da un malore. I due la soccorrono, ma alcuni segnali indicano chiaramente che è stata avvelenata. Difficile capire chi possa essere il responsabile, perché sono molti, dentro l'Istituto Musicale, ad avere motivi di risentimento nei confronti di quella “vecchia strega”... Irene Schiavetta, musicista, vive a Savona e insegna presso il Conservatorio di Cuneo. Ha scritto commedie brillanti, racconti e libretti e ha collaborato con una importante casa editrice per opere di letteratura italiana. Ha scritto libri di didattica pianistica per le edizioni Carisch e per le edizioni Dantone. Ha pubblicato i romanzi Le tre signore (Coedit), L'occhio di Bubuz e La tabacchiera di Otto Schmitt (Il Ciliegio). Per Fratelli Frilli Editori, insieme a Fiorenza Giorgi, ha pubblicato: Delitto alla Cappella Sistina, Morte al Chiabrera, La sala nera, Omicidio in Darsena e Il mistero di San Giacomo. IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Fabrizio Gavosto "Festival Mirabilia"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Aug 5, 2022 16:08


Fabrizio Gavosto"Festival Mirabilia"https://www.festivalmirabilia.it/"Strange Beasts from Outer Space", questo il titolo della XVIma edizione di Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival, ideato e organizzato dall' Associazione IdeAgorà con la direzione artistica di Fabrizio Gavosto.Il Festival multidisciplinare di circo, danza e teatro che non si è mai fermato negli ultimi due anni di emergenza sanitaria ritorna con una grande edizione che mette al centro l'uomo, attraverso il suo rapporto con la natura, con il selvaggio così come fece Hermann Melville con il suo Moby Dick. A Mirabilia dunque le folli e acrobatiche performance di Eventi Verticali, il grande veicolo della Compagnia Akoreacro, l'enorme balena del Teatro dei Venti, gli strani figuri di CirkVost e moltissime altre performance, intime o di grandi dimensioni, capaci di narrare il rapporto di scontro e conflitto e insieme di amore e indivisibilità fra uomo e natura. Per l'edizione 2022 Mirabilia presenta - ora che le normative nuovamente lo possono consentire - un cartellone di grandissimi eventi, a cui si affiancano veri e propri percorsi di scoperta delle aree più innovative delle performing arts in cui generi e stili si destrutturano per ricomporsi in forme nuove e talvolta ancora da esplorare. Il pubblico potrà così scoprire le grandi Compagnie europee, per poi passare ai teatri, cortili, giardini e piazze, soffermarsi sugli spettacoli di teatro di strada e confrontarsi con linguaggi diversi e talvolta più intimi.Una programmazione che conferma la continuità del lavoro di Mirabilia e il prezioso e fondamentale legame del Festival con la Città di Cuneo, con il cuneese e con il Piemonte, regione che dal punto di vista delle arti performative, è oggi fortemente identificata dal circo contemporaneo così come dalla danza e dai linguaggi performativi fisici che non conoscono barriere di linguaggio. Un Mirabilia non solo Festival di programmazione ma anche di creazione in un'ottica di valorizzazione che segue gli artisti in un percorso completo che si concretizza con il sostegno alle Compagnie, con spazi di creazione offerti alle stesse attraverso Residenze artistiche che hanno luogo a Busca e programmate durante l'intero anno sul territorio con il coinvolgimento del pubblico e delle realtà che lo abitano.Come il direttore artistico Fabrizio Gavosto conferma attraverso le sue parole "Lo sviluppo di un evento dipende dallo sviluppo e dalla crescita dei suoi fruitori, del suo staff, della sua coscienza, del suo impatto, ma soprattutto dallo sviluppo della realtà che lo circonda. Nessun festival è un'isola a se stante, ma bensì fibra di un tessuto, parte integrante e necessaria di tutte quelle fibre diverse che insieme compongono la nostra società". IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Prima Pagina
L'America accanto a Draghi sul prezzo del gas; taglio del cuneo fiscale, retribuzioni più alte: 26 giugno di Italo Carmignani

Prima Pagina

Play Episode Listen Later Jun 26, 2022 15:57


Draghi oggi in Germania al G7 per bloccare i flussi finanziari verso la Russia #francescomalfetano; Conte smentisce se stesso sul nucleare #andreabulleri; Putin chiede l'aiuto della Bielorussia #mauroevangelisti; la strepitosa vittoria azzurra ai mondiali di nuoto a Budapest #pieromei

Si può fare
Si può fare multilaterale

Si può fare

Play Episode Listen Later Jun 26, 2022


In questo weekend è in corso il Premio Ostana, in provincia di Cuneo, il festival delle lingue madri dal mondo: ce ne parla Mariona Miret, attivista catalana e partecipante alla manifestazione. Marco Lazzoni, managing director di MAN Truck & Bus, presenta il progetto "Giovani meccanici MAN", che unisce l'esigenza per le aziende di far fronte alla carenza di tecnici nel settore dell'automotive e le difficoltà per i giovani immigrati di trovare un'occupazione. Fondazione Brescia Musei, di cui Francesca Bazoli è presidente, spiega come il museo possa avere un ruolo educativo anche dal punto di vista civico attraverso il progetto Open Doors. Restare, nonostante il contesto complicato, per favorire l'educazione in Afghanistan: questa è la missione di Marco Niada, fondatore e presidente di Arghosha Faraway Schools. Il Comune di Gorizia ha recentemente vinto il "Premio PA sostenibile e resiliente 2022" per il progetto "RESILOC", un insieme di nuove strategie per far crescere la resilienza locale: ce ne parla la coordinatrice Paola Lorenzoni. Ruggero Pietromarchi è il direttore artistico di Terraforma, un festival in programma dall'1 al 3 luglio alle porte di Milano che coniuga elettronica sperimentale, arte contemporanea, architettura e sostenibilità ambientale.

il posto delle parole
Enrico Miolano "Suoni dal Monviso"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Jun 18, 2022 8:09


Enrico Miolano"Suoni dal Monviso"https://www.suonidalmonviso.it/www.occitamofestival.it “Suoni delle Terre del Monviso”, il nuovo “contenitore” nato dalla collaborazione tra l'Associazione I Polifonici del Marchesato, organizzatrice del festival Suoni dal Monviso, e il Comune di Saluzzo (con la Fondazione Amleto Bertoni), organizzatore di “Occit'amo” per tutto il territorio delle Terre del Monviso.I due festival del territorio hanno scelto, dopo la collaborazione cresciuta negli anni, di incontrarsi, coordinarsi e lavorare insieme, per dare vita ad uno spettacolo lungo l'intera estate.Le due direzioni artistiche hanno realizzato un fitto programma di appuntamenti musicali per tutte le Terre del Monviso, dai luoghi storici e della tradizione, alle montagne e agli spazi incontaminati. Da questa collaborazione è nato il calendario condiviso, con alcune date che vengono co-prodotte.Concerto inaugurale della 18ª edizione di Suoni dal Monviso. L'appuntamento è in programma per sabato 18 giugno, ore 21, in piazza Gazelli a Rossana.Protagonisti di questo attesissimo momento saranno I Polifonici del Marchesato, il pianoforte del M° Stefano Eligi e la giovane orchestra d'archi dei Musici del Marchesato.Una serata assolutamente particolare, con un programma musicale nuovo di zecca, un'autentica “prima”, che vedrà l'esecuzione di tre opere: La Messa Jazz, per coro, orchestra d'archi e pianoforte del compositore statunitense Steve Dobrogosz e due capolavori del norvegese Ola Gjeilo: Dark Night of the Soul e Luminous Night of the Soul.Diretti dalla bacchetta del M° Enrico Miolano, direttore artistico della stagione Suoni dal Monviso, I Polifonici del Marchesato si cimenteranno su di un terreno musicale per certi versi mai esplorato prima, ovvero la musica contemporanea, con delle chiare contaminazioni jazz e atmosfere di grande effetto, prodotte dal coro diviso in 8 voci e il supporto strumentale del pianoforte e di un'orchestra d'archi. E, l'altra novità della serata sarà proprio la presenza di questa formazione orchestrale, composta totalmente da giovani musicisti che rappresentano le eccellenze dei Conservatori di Cuneo e Torino. Una scelta precisa, che va nella direzione di dare spazio ai giovani, nell'anno che la Comunità Europea ha voluto dedicare loro.L'ingresso è libero, fino ad esaurimento posti, senza prenotazione.Il prossimo appuntamento del festival è in programma il 3 luglio a Sampeyre, con l'attesissimo “Back to the future” che vedrà protagonista Elisa.Per info, si può consultare il sito web di Suoni dal Monviso, scrivere una mail a info@suonidalmonviso.it oppure telefonare ai numeri 349 3362980 – 349 3282223.IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

il posto delle parole
Cetta Berardo "Le parole che vengono da lontano"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Jun 11, 2022 16:03


Cetta Berardo"Le parole che vengono da lontano: Bra o della felicità"Centenario di Gina LagorioProseguono le iniziative organizzate dal Comune di Bra in occasione del centenario dalla nascita della scrittrice, saggista e parlamentare Gina Lagorio, nata a Bra e cittadina onoraria.Dopo l'anteprima nell'ambito del Salone del Libro per Ragazzi, domenica 12 giugno alle 17.30 a Palazzo Mathis, è in programma “Le parole che vengono da lontano: Bra o della felicità”, omaggio in parole e musica.L'evento vedrà come voce recitante Vittoria Morino, della compagnia Artedanza; all'arpa Sara Milanesio, della Fondazione Fossano Musica, con la testimonianza della nipote Benedetta Barone. Conduce Cetta Berardo, curatrice della rassegna dedicata alla scrittrice. Saranno inoltre presenti Silvia e Simonetta Lagorio. Seguirà aperitivo.Il cartellone di appuntamenti proseguirà in autunno, con una passeggiata letteraria, un incontro sul tema “Le parole al femminile”, un evento per gli studenti delle scuole superiori e lo spettacolo teatrale tratto da “La memoria perduta”.Gina Lagorio"Capita"Garzantihttps://www.garzanti.it/Il dolore, il corpo, la relazione con gli altri, l'istintivo attaccamento alla vita: sono questi i temi dell'ultimo libro di Gina Lagorio, "Càpita", una riflessione incalzante sull'esistenza filtrata attraverso l'esperienza della malattia. In queste pagine, le due tonalità maggiori della narrativa di Gina Lagorio - il realismo e l'intimismo - diventano strumento di conoscenza di sé e del mondo. Un'infallibile capacità d'osservazione, un'impietosa analisi della propria carne e della propria anima, il dolore fisico che spinge a una lancinante meditazione, una scrittura sapiente, insieme precisa e straordinariamente evocativa, ricca di echi e risonanze, un'ironia che evita ogni autocommiserazione, fanno di "Càpita" un libro forte, intenso, il bilancio spietato e poetico di una vita.Gina Lagorio (Bra, Cuneo, 1922 - Milano 2005) scrittrice italiana. Figura importante nella cultura del dopoguerra, collaboratrice di molti giornali, parlamentare impegnata per i diritti delle donne e per la pace, ha esordito con il garbato Un ciclone chiamato Titti (1969), ispiratole dalla figlia. Alla figura del marito, protagonista della Resistenza, scomparso prematuramente, sono dedicati Approssimato per difetto (1971), una delle sue opere migliori, e Raccontiamoci com'è andata (2003). Tra i numerosi romanzi, in cui una tormentata vena introspettiva s'innesta su un solido impianto realistico e sull'efficace ricostruzione di vicende e momenti storici, si segnalano: La spiaggia del lupo (1977, premio Campiello), Fuori scena (1979), Tosca dei gatti (1983, premio Viareggio), Tra le mura stellate (1991), Il bastardo (1996). Le passioni che hanno dato senso alla sua vita sono la materia di Inventario (1997), mentre l'intenso Càpita (postumo, 2005) è una riflessione incalzante sull'esistenza, filtrata attraverso l'esperienza della malattia. Ha pubblicato anche racconti, testi teatrali, un libro per l'infanzia e numerosi saggi (Fenoglio, 1972; Sbarbaro, un modo spoglio di esistere, 1981; Russia oltre l'URSS, 1989; Il decalogo di Kieslowski, 1992).IL POSTO DELLE PAROLEascoltare fa pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Si può fare
Si può fare dal Festival dell'economia di Trento

Si può fare

Play Episode Listen Later Jun 4, 2022


Fondazione CRC, di cui Ezio Raviola è presidente, organizza per il secondo anno consecutivo Spazzamondo, un'iniziativa per responsabilizzare i cittadini dei comuni della provincia di Cuneo, che permette di ripulire le città che aderiscono. PlasticFinder, piattaforma per la compravendita di giacenze plastiche, ha recentemente lanciato Certified Recycled Plastic, programma tecnologico per tracciare in maniera immutabile e verificabile la provenienza del materiale plastico lungo l'intera filiera del riciclo. Ce ne parla Stefano Chiaramondia, socio fondatore e presidente di PlasticFinder. Nicola Merciari è Responsabile Commerciale per l'Area Sostenibilità di AzzeroCO2, illustra il progetto che hanno sviluppato per CRAI che coinvolge 14 regioni italiane per la piantumazione di 5.600 alberi. Gli studi di futuro consentono di prevenire o limitare le conseguenze di eventi catastrofici come, ad esempio, quelli causati dal dissesto idrogeologico: ne parliamo con Roberto Poli, docente del dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'università di Trento e cattedra Unesco sui sistemi anticipanti. OpenCoesione è l'iniziativa di open government sulle politiche di coesione in Italia: la coordinatrice Simona De Luca racconta il funzionamento di questo progetto, che insegna anche ad utilizzare con responsabilità i fondi europei. L'I.T.T. E. Majorana di Milazzo ha vinto la quinta edizione del Premio Impresa 4.0 assegnato da ABB Italia e Junior Achievement Italia grazie al Progetto "Eco Sustainable Garden", un impianto di raccolta e uso intelligente dell'acqua piovana per uso agricolo. Scopriamone il funzionamento insieme a Giovanni Mancuso, docente di elettrotecnica ed elettronica dell'istituto, e con un rappresentante della classe.

Carole Baskins Diary
2017-07-23 Carole Baskin's Diary

Carole Baskins Diary

Play Episode Listen Later May 24, 2022 17:54


This actually was written yesterday along with the Cuneo issue, but I broke it out to the next day for the purpose of my vlog.   BOBCAT KITTEN RESCUE ATTEMPT   Only hope keeps me from utter despair this morning.   July 21, 2017 3:47 PM: I get a call from a Florida Wildlife Conservation Biologist who says she's on the scene of a “confirmed bobcat report.” She says they were called there by the manger of the building where the tiny waif was pawing at his reflection in the glass doors. Workers had tried to capture the kitten in a box, but had scared him off into the high grass. The FWC texted me a photo to confirm that it was a bobcat at the door.   Heart and soul launch into overdrive as I take down all of the particulars and then relay the message to Jamie, to see if she wants to go. Since it is such a small kitten we figure we can handle it alone, so we load up the Tundra and head an hour and a half away. By the time we hit downtown Tampa, it's rush hour traffic almost all the way to the site, so we don't arrive until 5:35 PM. On the way, I've called the office manager to gather more details and tell him we are heading his way.   I ask if we set humane traps if he is willing to check and reset them but he checks with his boss who says we can't do it on his property. They will, however, allow us to dig around under bushes around their property to see if we can net the kitten.   Starting where the cat was last seen, Jamie and I spread out so we have two lines of sight toward the same area between us. What one might miss, the other may catch. It's been raining, so we are crawling on all fours, digging through thick hedges, and having to answer nosey bystanders who want to know if we are chasing a leopard, or if we will come take care of their feral cat problems.   Without discussing it, we both gravitate to the area between the office and the six lane highway out front. The FWC biologist had told me that 3 days ago she saw a dead bobcat in the middle of the highway, but that a few hours later, it was gone. She said that she had rolled by slowly, to be sure the cat was dead, but didn't know what had happened to the body. Apparently, the mother bobcat had been a common visitor in the area, and the workers knew her from afar, but they didn't know that she had kittens.   Jamie was raised by bobcats and she speaks bobcat fluently. She knows the little chirps they make and the guttural little sounds that mothers and babies share. I hear her calling out to the kitten and I hear a lot of replies, but the ones I'm hearing are all in the tree tops. Mockingbirds LOVE the sounds that bobcats make because it's fully within their repertoire to mimic them exactly. I can't tell you how many times I have gone searching for a bobcat, only to find a bird.   Jamie says she could hear the bobcat though. She has amazing senses of hearing, smell, eyesight and touch. It's kind of supernatural. By contrast, I'm old, wearing contact lenses, that are causing my eyes to ache because of the sweaty salt that has caked them already. My hearing is going too, but I do still have an amazing sense of touch. I think I could tell you how many stitches in every seam of my clothing.   I can tell from Jamie's launch into stalk mode that she's seen or heard something in the thick swatch of grass, cattails, weeds and trees that create a border between the parking lot and the highway. It's that area you always see along roads that was built for drainage and during the wet season is usually full of water and alligators. Jamie is now fully engulfed in the foliage, but I can catch glimpses of her. She's spotted the bobcat and is trying to net him, but there is no room to maneuver the net.   The kitten starts to come out of a fist size hole in the brush. I see just the nose and eyes, but he sees me and ducks back into his little tunnel. There is another tiny opening a little further to the north, and the nose appears there, but again, the kitten sees me and ducks back in. Jamie tells me to run north and head him off. He's racing from her, leaping over a small tree, and jetting parallel to the highway, but on the safe side of the ditch.   Once we are both sure we've lost him, I decide to go to the road side of the ditch, in order to shoo him away from the road if he tries to go that way. As I'm pushing through cattails and brush over my head, I feel my feet sinking into deeper and deeper water and am just praying this is too dense for alligators to be lurking. I really don't like those dinosaurs! They just have no kindness at all in their eyes.   Emerging roadside, I track the sounds of Jamie and her bobcat calls. We go the full length of this swath and as I see her turn to go east, I try to find a spot to cross back over to help her search around the lake to the north of where the kitten was last seen. I'm glad there is a lake. It could mean alligators for sure, which puts us all in peril, but it means the little one has access to water and there are usually frogs, bugs and other little things near lakes that could sustain the baby.   As I'm searching for a crossing spot, I smell death. I remember the FWC biologist telling me the mother had disappeared. Fact was, she had almost disappeared. Her decaying body was laying right at the edge of the pavement in the grass. There was still a bit of ragged fur holding her skeleton and some maggot infested muscle together. I picked her up and carried her back to the spot where I had originally crossed the ditch.   Sometimes when I touch someone, or something, I get a flood of images that are not my own (unless it is just a vivid imagination) My heart is in my throat, seeing images of the kitten, having no other choice, but to eat the decaying body of his own mother when he could no longer rouse her to help him.   Usually, when I pick up a bobcat who has been killed by a car, I bring it to the sanctuary and the body is cremated by a pet funeral service. This time, the images were telling me to leave the body where the kitten could find it, but not be so dangerously close to the road. I struggled with that a bit, but gave in and left her there in the overgrowth. I'm sure she would have wanted to protect her kit in any way she could.   Jamie and I searched and searched and finally decided to set up the humane trap down in the first tangle of thorny blackberry bushes (bobcats always seem to find blackberry bushes) but when I opened the box I discovered that the brand new trap was bent out of shape and the trigger plate wouldn't cause the door to close. Jamie always loved McGiver and seems to have made that persona part of her own. Most of the photos I have from this day are her trying to fix the trap and place it, as I wasn't much help; other than to hold it still while she pulled out the bent wire.   We got it all set up and filled it with meats we had brought. We laid grass on the floor of the trap so it wouldn't feel weird to walk on the wire. We covered the trap with branches, and long grasses, so it wouldn't look so foreign. We then climbed back up the bank to find the bobcat kitten sitting out in the middle of the huge grassy field, just watching us. Only ears and eyes poked up over the high grass.   Jamie and I both grabbed our nets and ran toward the baby. He's small. How fast could he possibly run? A lot faster than us, it turns out. Jamie and I have done this enough to know how to distract the cat by being on both sides and trying to corral them into a corner. The cat can't watch us both. We got him into a lakeside thicket of trees and what looked to be massive amounts of poison ivy. The only thing that freaks me out worse than alligators is poison ivy.   We piled in headlong anyway and both of us later confessed we were thinking that this was probably going to result in a trip to the emergency room as we both would soon find ourselves absolutely covered in the nasty rash. What mattered was saving the kitten, so we were ripping it out by the fistfuls trying to find the bobcat who had disappeared into the thick tangled mess.   We worked toward each other, but clearly the kitten had escaped us because he later turned up on the other lake bank. I say that, but don't know if it is true, because I don't know if we are chasing a single bobcat or four of them. He isn't letting us get a good look. There is a hawk who has been watching this whole scene unfold and I think to myself, that if we don't get this kitten, the hawk will.   Much, much later, Jamie finds him on that other lake bank and from a distance I see her drop into stalk mode. She signals me with one hand, never taking her eyes off the kitten. I begin to run across the field but under the high grass it's a plain of about 4 inches of water, so I'm splashing and making some noise. Jamie signals for me to stop.   I'm assuming that my running and splashing is causing the kitten to consider bolting. I know I'm going to loose my shoes anyway, so I kick them off and wait, sock footed, and ankle deep in mud, for a signal. She has her net poised, just above the ground at an angle. I know the process. When you net a bobcat they always leap up. That pushes the loose netting out over the rim of the handle. Then you can flip the net rim on edge and the cat is trapped in the net, which is sealed by the weight of the cat holding the net against the edge of the ringed rim.   I tippy toe around behind the cat, hoping to draw his attention away from Jamie so she can drop the net over him and she does. The problem is that there is so much foliage around him and he's so small, he doesn't leap up. Instead he slinks under the edge of the rim. There is a moment of pause before Jamie tries again, but again there just isn't a way to bring the net down fully to the ground, and the kitten again slips away under the rim.   Now I see it in Jamie's eyes. This kitten isn't going to die out here, even if it means she's going to be bitten to the bone. She drops the net and lunges for him with her hands, but he's down into the mass of vines and grasses and disappears from sight. Just missed!   This same sort of scene plays out again and again as we think we have the kitten cornered, or trapped in a small space between us, only to lose sight of him. At one point, I can see that Jamie is on his trail again, and seems to have him in a narrow spot between the brush and the lake. I'd really like to have him try to swim away because many of the bobcats I've been able to capture over the years thought they could out swim me. This little one doesn't make that move.   I race toward Jamie, only to drop one leg about 14 inches into an 8 inch wide pipe that's been driven into the ground. The force of running and stopping so abruptly feels like it's broken my leg. My foot is crammed into the pipe at an angle that doesn't look like I'm going to be walking any time soon. I haul myself up and out of the hole, as Jamie asks if I've fallen into a bobcat den. I wish.   I'm kind of surprised at first because the top layer of skin is all scraped back from skidding down the edge of the hard plastic pipe, but I can stand on the leg and it isn't bleeding. Well, I guess my blood vessels were all just in shock, because a few moments later, it was a bloody scene. My first thought, after being thankful that the leg and foot weren't broken was, “I wonder if a direct cut into the blood stream coming in contact with hundreds of pounds of poison ivy would just kill a person from inside?”   I stick my net in the hole in the ground, so we don't run into that in the darkening eve, but who knows what that was for, or how many of them could be lurking in the grass out here?   We keep looking for the cat and Jamie tries calling around to find some smaller, humane cat traps. I remember that we are in Lakeland and have a great relationship with the founder of the ASPCA there, so I call Howie and ask if he can call Mary Stevens and find us some cat traps. Not only does she find traps, but puts us in contact with her best feral cat trapper, Bruce.   I call Bruce to see if he can bring some have-a-heart traps but have to hang up on him because Jamie's found the kitten again. I drop the phone and go running across the field again, as fast as I can hobble anyway, but we loose him again. It's dark and the traps are the only chance we have now. I call Bruce back and he says he'll be there in about 20 minutes. Jamie and I continue to search with flash lights but even if we see the eye shine, the chances of catching him in the dark are about zero.   When Bruce shows up he hauls out four better size traps for this little guy, but says no cat will go in a trap with ants. The trap Jamie and I set earlier, was already covered in ants. He tells us that Pam Cooking Spray, is great for deterring ants, but he's out. I ask who wants to go find some, and I get elected. That turned out to be a mistake.   Siri and google maps all insisted there was a Publix Super market just the other side of the six lane highway. What IS over there is a complex of theater and shops and a gaggle of people out enjoying their Friday night. I go through the entire huge complex, on narrow little roads full of cars and pedestrians. Google keeps telling me I have arrived at my destination, but there is no supermarket, or anything like it in here.   I pull up maps again, and look for something else. I see a Target on the other side of the highway (right next door to where we were) so I head over there. I run across the parking lot and to the cooking aisle. I try not to engage anyone about why this bleeding, limping, sweaty person needs two cans of cooking spray. A mother pulls her child aside as I run out the door. No telling what was going through her mind.   By the time I get back to Jamie and Bruce they are swelling from all the mosquito bites. They set up and bait the traps in the areas where the kitten seemed to feel the safest hiding from us. Bruce says he will come reset and check traps in the morning before first light. We are further north of the property where we were forbidden to set traps, so we figure, “don't ask, don't tell.” Bruce tells me he recently captured 52 feral cats. He is our last chance at saving this baby. I tell him if he catches the cat, not only will we make sure he gets that Big Cat Rescue logo tee he wants, but he can name the kitten and he will have life time access to visit the sanctuary.   Jamie and I go to a fast food joint to grab a quick meal because it's 9:30 at night. I try washing as much of the poison ivy off me in the restroom that I can. I mop up the blood and evaluate the swelling. This doesn't look good.  While waiting for our meals to arrive, Jamie is researching poison ivy leaves.  She's thinking (or hoping) that what we were digging around in, up to our eyeballs, was NOT poison ivy, despite the three leaf reddish hued stalks. After snarfing down our meal as quickly as we could (the staff wanted to lock up and go home) we went to fuel up the Toyota truck. We had gotten here on the last eighth of a tank, but didn't want to stop on the way and lose any more light.   While Jamie filled up the Tundra, I went inside to buy some Ibuprofen, at Jamie's urging. Her bad ankle feels like a hot poker is trying to sever the connection to her foot.  I never take meds, so I end up buying a PM type, so before long my speech is slurring, but I can't even set my foot on the floor because just the road vibration feels like it's going to make me pass out.  Jamie's in worse shape because she's driving and can't take the night time version of the pain reliever.   The next day Big Cat Rescuers, Jamie, Gale, Kathryn and Victor, return to the scene to resume looking for the kitten.  They also want to check out the trees on the far side of the highway, just in case the momma bobcat was trying to relocate her kittens and may have only moved part of the litter when she was hit.  The kitten wasn't found and this time, Jamie did not hear him chirping back his replies.  The only hope left is Bruce and his mastery of the feral cat traps (which caught two opossum last night).  He said we should leave the area quiet for a while so as not to scare away the baby.   Thank you Stacy B. for sending us the photos above of the kitten from earlier in the day.   As for my leg.  I'll live.  It will be a few days before Jamie and I know how the poison ivy issue will turn out.  Meanwhile someone calls and asks us to take a bunch of tigers.      Hi, I'm Carole Baskin and I've been writing my story since I was able to write, but when the media goes to share it, they only choose the parts that fit their idea of what will generate views.  These are my views and opinions. If I'm going to share my story, it should be the whole story.  The titles are the dates things happened. If you have any interest in who I really am please start at the beginning of this playlist: http://savethecats.org/   I know there will be people who take things out of context and try to use them to validate their own misconception, but you have access to the whole story.  My hope is that others will recognize themselves in my words and have the strength to do what is right for themselves and our shared planet.     You can help feed the cats at no cost to you using Amazon Smile! Visit BigCatRescue.org/Amazon-smile   You can see photos, videos and more, updated daily at BigCatRescue.org   Check out our main channel at YouTube.com/BigCatRescue   Music (if any) from Epidemic Sound (http://www.epidemicsound.com) This video is for entertainment purposes only and is my opinion.  Closing graphic with permission from https://youtu.be/F_AtgWMfwrk

Carole Baskins Diary
2017-07-22 Carole Baskin's Diary

Carole Baskins Diary

Play Episode Listen Later May 23, 2022 5:16


Hawthorn Circus Tigers John Cuneo I sent this to the USDA and FWC:   I've been asked by John Cuneo's personal care givers to take his last 9 tigers.  They say he is willing to cancel his USDA and any state licenses, in exchange for me taking them off his hands immediately.  There seems to be quite a bit of urgency on his part, so I want to be sure I am not interfering with anything you guys may be planning.   I also want to ask for your direction on HOW to legally transfer them from him to us.  His caregivers don't seem to understand, or know anything about the FWC requirements for possession or transfer.  They say they will contact their HQ in IL on Monday to see if they have anything that will satisfy our/your requirement that the cats be transferred to Big Cat Rescue by someone who is legally permitted to have them in FL.   Do you know what kind of permit they have, or we need, in order to move the cats here Monday afternoon?   Below is my correspondence w/ the caregivers:   Dear Chris and Suzanne, on behalf of John Cuneo; I got your inventory list, so I can create the USDA transfer form if this info is correct:   THE HAWTHORN CORPORATION    23675 W CHARDON ROAD    LAKE    GRAYS LAKE  IL  60030   33-C-0053   The part I don't know and would need before I can take them is the Florida Wildlife Commission (FWC) permit info.  It is a state permit in addition to the federal USDA permit.   In the state of Florida, in order for me (or anyone in FL) to legally accept a tiger from someone, they have to either be brought in via an Florida Wildlife Commission (FWC) import permit OR the owner of the tiger has to have a Florida Wildlife Commission permit to house them in the state.   I'm guessing that if the cats came in, just to do some shows, then they had to have an import / travel permit from the Florida Wildlife Commission (myfwc.com) but that may not be what is needed to actually transfer them to a Florida licensee permanently.   I am not aware of Michael Ramos having an FWC permit to possess tigers, but he might. I just don't know how that works when cats are expected to just be here for a while and then go back.   Unless the tigers are possessed by someone who has an FWC possession permit, I might not be able to take them, unless I can get the FWC to allow us to take them based on their existing travel permit.  The FWC won't be open until Monday for me to confirm that though.   Can you text or email me what you can find so we can see if we have what we need to make this happen?   Please advise.   For the cats,   Carole Baskin, CEO of Big Cat Rescue   The FWC asked for me to gather all the info I could on where the cats were, which I could only presume were with Ramos, and then followed up with:   Happy to help in any way I can.  If you can't find the tigers, I am willing to try and force the issue of my inspection of them, which you will be invited to attend of course. :-)   We have 9 empty tiger enclosures open and waiting for the cats, so if you seize them, we are prepared to take all of them, and hold them if there is any litigation, but my sense of the matter is that John Cuneo is ready to let them go.   According to news reports dating back to 2003, John Cuneo has been trying to unload his tigers and elephants for a decade, with no takers. He tried to pay me $1000 per cat to take his cats from him years ago.   In 2015 he asked me to take his last 28 tigers, via Glenn L. Hamilton who is the Vice President of Real Estate at Bank of America, Private Wealth Management (US Trust) in downtown Chicago.  It's my understanding he is John Cuneo's money manager.  At that time Glenn was fearful Cuneo may sell them into a worse life than they have.  Mr. Cuneo's family started Bank of America and his vast amount of wealth (or what's left of it) is still held under Trust at Bank of America.  Some say he started the white tiger trade in the United States.   Our goal is to end it.  Cuneo's driver told us they already placed 7 tigers who were in IL and that these are the last 9.  As you know any tigers coming to us will be spayed, neutered or housed separately to prevent adding to the big cat crisis in America.  To that end, I ask that you keep our correspondence anonymous, so that the lawbreaking dealers and usual suspects do not obtain this email thread and move Cuneo's cats into situations where they will perpetuate the abuse.   Once the cats are safely in our possession, we will be happy to go public in any lawsuit the state may bring against John Cuneo and Hawthorn Corporation.   Later note:  These cats ended up at a different sanctuary that agreed to Cuneo's terms.   Hi, I'm Carole Baskin and I've been writing my story since I was able to write, but when the media goes to share it, they only choose the parts that fit their idea of what will generate views.  If I'm going to share my story, it should be the whole story.  The titles are the dates things happened. If you have any interest in who I really am please start at the beginning of this playlist: http://savethecats.org/   I know there will be people who take things out of context and try to use them to validate their own misconception, but you have access to the whole story.  My hope is that others will recognize themselves in my words and have the strength to do what is right for themselves and our shared planet.     You can help feed the cats at no cost to you using Amazon Smile! Visit BigCatRescue.org/Amazon-smile   You can see photos, videos and more, updated daily at BigCatRescue.org   Check out our main channel at YouTube.com/BigCatRescue   Music (if any) from Epidemic Sound (http://www.epidemicsound.com) This video is for entertainment purposes only and is my opinion.  Closing graphic with permission from https://youtu.be/F_AtgWMfwrk  

El Maillot
El Maillot - Podcast oficial del Giro de Italia - 13ª etapa

El Maillot

Play Episode Listen Later May 20, 2022 63:24


¡Ya disponible el análisis diario de la 13ª etapa del Giro de Italia desde Cuneo, con una nueva victoria para Arnaud Démare y liderato, un día más, para Juanpe López! 🎙️ Para que no te pierdas nada: 1️⃣ Entradilla: Titulares y protagonistas del día (00:00 - 11:27) 2️⃣ Análisis de la 13ª etapa: Arnaud Démare prolonga su racha en Cuneo (11:27 - 26:54) 3️⃣ Realizamos la previa de la 14ª etapa, con un accidentado recorrido por las inmediaciones de Turín, donde estaremos presentes (26:54 - 44:19) 4️⃣ Los minutos del podio: La porra, vuestros comentarios y divagaciones varias (44:19 - 1:03:25) Dirección llevada a cabo por Juan Clavijo. Comentarios de David García Landero, Miguel Triviño y Daniel Montes. ❤️ ¡PINCHA EN EL BOTÓN DE 'APOYAR' y CONVIÉRTETE EN FAN DE 'EL MAILLOT'! ➡️ Episodios EXCLUSIVOS como este, sin publicidad y sorteos para FANS. 🗣️ ¡Déjanos tu comentario y lo leeremos en el próximo podcast! 📺 CANAL DE TWITCH: https://www.twitch.tv/elmaillot 📲 GRUPO DE TELEGRAM DE EL MAILLOT: https://t.me/elmaillot 🔻 LISTA SPOTIFY 'El Maillot Music': https://bit.ly/elmaillot 🚴‍♀ ¡Apúntate al Giro Virtual con BKOOL! ➡️ https://www.girovirtual.com/es 🎵 SELECCIÓN MUSICAL: Nek ft. J-Ax - 'Freud' 👋 SÍGUENOS EN: IVOOX 🎙️ https://www.ivoox.com/podcast-maillot_sq_f1409103_1.html TWITTER 🗣️ @ElMaillot_ YOUTUBE 💻 https://www.youtube.com/c/ElMaillot TWITCH 📹 https://www.twitch.tv/elmaillot INSTAGRAM 📷 https://www.instagram.com/elmaillot/ DISCORD 🕹️ https://discord.gg/x3AqMV4b STRAVA 🚴🏻‍♂️ https://www.strava.com/clubs/el-maillot-772962 SPOTIFY 🎧 https://open.spotify.com/show/7bPcjjM5UmlSy3oFxYlzhe APPLE PODCASTS 🎧 https://podcasts.apple.com/es/podcast/el-maillot/