Podcasts about nazioni unite

  • 180PODCASTS
  • 603EPISODES
  • 19mAVG DURATION
  • 5WEEKLY NEW EPISODES
  • Jan 9, 2023LATEST

POPULARITY

20152016201720182019202020212022


Best podcasts about nazioni unite

Latest podcast episodes about nazioni unite

Ultim'ora
Big data e climate change, a Bologna la nuova Università dell'Onu

Ultim'ora

Play Episode Listen Later Jan 9, 2023 1:10


Sorgerà al Tecnopolo di Bologna la nuova università dell'Onu su ‘Big data e Intelligenza artificiale per la gestione del cambiamento dell'habitat umano". È arrivato il sì delle Nazioni Unite alla proposta presentata dalla Regione Emilia-Romagna e dal ministero degli Esteri nel dicembre 2020.fsc/gsl

Radio Bullets
6 gennaio 2023 - Notiziario Mondo

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Jan 6, 2023 18:09


Ascolta il notiziario di Esteri di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavullie se vuoi sostenere il giornalismo indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Effetto notte le notizie in 60 minuti
Gli effetti negativi del turismo e le strategie per fronteggiarli

Effetto notte le notizie in 60 minuti

Play Episode Listen Later Jan 5, 2023


Torniamo sull'aumento dei carburanti e capiamo come impattano sui gestori degli impianti di rifornimento con Giuseppe Sperduto, presidente della Faib, la Federazione dei gestori carburanti Confesercenti.In apertura parliamo di numero chiuso per fronteggiare gli impatti negativi del turismo nelle località dove la vocazione turistica è più forte. Vediamo qual è la situazione in alcune delle destinazioni dove il tema è più sentito. A Venezia sentiamoClaudio Scarpa, direttore associazione veneziana albergatori. Nelle 5 terre troviamoFabrizia Pecunia, sindaca di Riomaggiore (5 Terre). A Bolzano sentiamo Daniel Alfreider, assessore alla mobilità della provincia di Bolzano. Quali sono le strategie per affrontare questo problema all'estero?Alessandra Priante, Direttore per l'Europa di UNWTO, l'Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di turismo a livello globaleParliamo di sicurezza nelle aree di sosta. Un tema che riguarda tutti gli utenti ma in particolare le persone che in questi luoghi svolgono i loro turni di lavoro diurni e notturni. Barbara Ducoli, Nuova Sidap Valleggia (Sv), Lavoratrice Delegata sindacale Uiltucs e Rsu e Rosita Tracà, delegata RSA Filcams Cgil Autogrill "Sacchitello Nord" Autostrada CT - PA (A19)Lontananza da casa e stipendi bassi. Sono alcune delle ragioni del declino della professione di autotrasportatore, ne servirebbero 20 mila. Ci racconta di più Tiziano D'Aprile, autotrasportatoreSmartphone ai più piccoli. Paolo Ferri, docente di "Teoria e tecnica dei nuovi media" all'università Bicocca di Milano La farina di grillo entra nei cibi europei -Luisa Torri, professore associato di scienza e tecnologia del cibo e responsabile del Laboratorio di Analisi Sensoriale UNISG (Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo – CN) I trofei sul campo di calcio e due lauree all'Università per Raphael "Rapha" Odogwu, attaccante del Sud Tirol, che milita in Serie B

il posto delle parole
Maria Nadotti "Un uomo fortunato" John Berger, Jean Mohr

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Jan 3, 2023 21:30


Maria Nadotti"Un uomo fortunato"Storia di un medico di campagnaJohn Berger, Jean MohrPrefazione di Vittorio LingiardiIl Saggiatorehttps://ilsaggiatore.comUn uomo fortunato è una riflessione in parole e immagini sui rapporti tra l'individuo e la comunità che lo circonda. È un ritratto, allo stesso tempo poetico e sociologico, della dimensione più umana del lavoro del medico e di cosa significhi appartenere a una collettività e mettersi al suo servizio.Nel 1966 John Berger e il fotografo Jean Mohr seguono per tre mesi l'attività del medico di campagna John Sassall, documentandone la vita, le abitudini e gli incontri. Sassall vive nella foresta di Dean, in Inghilterra, tra i suoi pazienti, e ogni giorno si muove all'interno del territorio rurale per curare i malati, gli anziani e le persone sole. Ciò che affascina Berger e Mohr è che Sassall non si limita a prescrivere medicine, ma per la gente del luogo è anche un confidente, un depositario di ricordi. È preciso, attento e premuroso. Prima di fare un'iniezione pronuncia frasi rassicuranti. In inverno, quindici minuti prima di visitare un paziente, accende la termocoperta così da non fargli sentire freddo. È presente a tutte le nascite e a tutte le morti. In ogni situazione riconosce l'istante in cui può fare la differenza, ma conosce anche i propri limiti, come persona e come medico.Arricchita da una prefazione di Vittorio Lingiardi e da una introduzione di Iona Heath, quest'opera, finora inedita in Italia, ci rivela con grande delicatezza come ogni territorio, se guardato o osservato a distanza, sia ingannevole. Esso è infatti, innanzitutto, la rete disegnata dai gesti e dai pensieri dei suoi abitanti, dalle loro lotte, conquiste e sventure.La vita e le giornate di un medico di campagna inglese raccontate dalle parole e dalle immagini di John Berger e Jean Mohr: una riflessione commovente sui rapporti tra individuo e comunità.«È uno dei miei libri preferiti al mondo, una continua ispirazione su come i libri dovrebbero essere scritti (e la fotografia utilizzata).» Alain de BottonEdizione italiana a cura di Maria NadottiPrefazione di Vittorio LingiardiJohn Berger (Londra, 1926 - Parigi, 2017) è stato giornalista, pittore, critico d'arte e scrittore. Con il romanzo G. (Neri Pozza, 2012) ha vinto nel 1972 il Booker Prize. Il Saggiatore ha pubblicato Questione di sguardi (2015), Perché guardiamo gli animali? (2016), Smoke (2016), Sul guardare (2017), Sul disegnare (2017), Ritratti (2018), Paesaggi (2019), E i nostri volti amore mio, leggeri come foto (2020), Fotocopie (2021).Jean MohrJean Mohr (Ginevra, 1925 - Collonge-Bellerive, 2018), fotografo e documentarista, ha collaborato con alcune delle principali organizzazioni umanitarie al mondo, tra cui la Croce Rossa Internazionale e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Ha pubblicato più di venti libri fotografici tra i quali ricordiamo Côte à côte ou face à face. Israéliens et Palestiniens: 50 ans de photographies (2003), After the Last Sky: Palestinian Lives (con Edward Said, 1986) e Il settimo uomo (con John Berger, Contrasto, 2018).Maria Nadotti (Torino, 1949) è giornalista, saggista, consulente editoriale e traduttrice. Vissuta a New York dal 1980 al 1992 ha successivamente passato lunghi periodi in Palestina. Oggi vive tra Milano e Berlino, scrive di teatro, cinema, arte e cultura per testate italiane e estere tra cui Il Secolo XIX, Il Sole 24 Ore, Lo Straniero, L'Indice, Artforum, Ms. Magazine e collabora con il settimanale Internazionale. È autrice, ideatrice e curatrice di diversi libri, tra cui La speranza, nel frattempo. Una conversazione tra Arundhati Roy, John Berger e Maria Nadotti (Casagrande) e Riga 32 – John Berger (Marcos y Marcos) e di due mediometraggi documentari.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it

Radio Bullets
2 gennaio 2023 - Notiziario Mondo

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Jan 2, 2023 18:31


“Decisione vergognosa”: Israele contro Onu che ha votato la richiesta a Corte Aja su occupazione territori palestinesi.Afghanistan: L'Onu incontra il vice premier talebano riguardo ai diritti delle donne.Colombia: accordo sul cessate il fuoco con i guerriglieri dell'ELN.Brasile: Lula giura come presidente, Bolsonaro va in Florida.Iran: alcool alla festa, arrestati.L'opposizione venezuelana rimuove Guaido da presidente ad interim Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Radio Bullets
30 dicembre 2022 - Notiziario Mondo

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022 18:10


Brasile: muore Pelè, l'uomo per cui il calcio è stato inventato. Tre giorni di lutto nazionale. Afghanistan: ex vicepresidente in esilio, “i talebani vogliono cancellare le donne”.Influencer di destra e autoproclamato misogino, Andrew Tate arrestato per stupro e traffico sessuale in Romania. Libano: sempre più poveri, in collegamento padre Damiano Puccini.ONU: sono dieci milioni le persone detenute nel mondo. Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Io Non Mi Rassegno
Nazioni Unite a rifiuti zero! - #642

Io Non Mi Rassegno

Play Episode Listen Later Dec 21, 2022 22:56


A sorpresa le Nazioni Unite adottano una risoluzione proposta dalla Turchia in cui si impegnano a promuovere la strategia Rifiuti Zero nel mondo. Intanto lo scandalo del Qatargate si allarga e inizia a lambire un'altra istituzione europea, la Commissione, mentre il Qatar dal canto suo minaccia di chiudere i rubinetti del gas. Parliamo anche della parabola discendente della giovane democrazia tunisina, che forse segna anche la conclusione del sogno iniziato con la primavera araba e degli studenti russi e ucraini da poco arrivati alla Rondine, Cittadella della pace.INDICE:00:47 - La risoluzione "rifiuti zero" delle nazioni Unite05:17 - Lo scandalo Qatar-gate si allarga e il Qatar minaccia di bloccare il gas13:31 - La fine della democrazia tunisina?19:28 - Guerra in Ucraina: l'esperimento di Pace de La Rondine _______________________Abbonati: https://www.italiachecambia.org/abbonati/Seguici su: Telegram - https://t.me/itachecambia Instagram (Italia che Cambia) - italiachecambiaInstagram (Andrea Degl'Innocenti) - deglinnocentiandreaFacebook - /itachecambia

Ecovicentino.it - AudioNotizie
Ambiente: al via a Montreal la Cop15 della biodiversità

Ecovicentino.it - AudioNotizie

Play Episode Listen Later Dec 7, 2022 1:10


Ultima chiamata per scongiurare il disastro. "Ultima occasione" - è il grido dall'allarme del WWF - "per raggiungere un accordo efficace a tutela della natura, mentre un milione di specie sono minacciate dall'estinzione".

Zoom: una notizia alla settimana | RRL
208 - No all'aborto nelle Filippine, guerra a Malta, obiettori discriminati in Spagna

Zoom: una notizia alla settimana | RRL

Play Episode Listen Later Dec 6, 2022 4:07


Ancora buone notizie sul fronte della vita: il governo filippino ha detto no alla legalizzazione dell'aborto, richiesta formalmente dal Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. La ragione del rifiuto opposto alle pressioni internazionali ricevute è stata espressa a chiare lettere dal ministro di Giustizia, Jesús Crispín Remulla: il Paese è a maggioranza cattolica, dunque l'aborto contraddirebbe i suoi valori fondamentali. Così come li contraddicono le cosiddette “nozze” Lgbt ed anche il divorzio, che qui è e resta illegale - unico Paese al mondo, oltre al Vaticano -. Grazie a Dio, c'è ancora chi dice no alle pretese di un Occidente fondamentalmente e virulentemente anticristiano.Anche a Malta, sull'aborto si sta giocando una partita molto delicata: attualmente è vietato, ma una modifica, proposta dal governo alla legge vigente in materia, consentirebbe di uccidere il bimbo in grembo non solo quando fosse in pericolo la vita della madre, bensì, più genericamente, quando fosse in gioco la sua salute.A chiedere la depenalizzazione dell'aborto fu nel maggio scorso l'ex-deputata indipendente Marlene Farrugia, riscuotendo l'immediato sostegno degli immancabili gruppi socialisti e Verdi, che definiscono questo «un primo passo importante» per salvare «delle vite», nella migliore tradizione dell'antilingua; contro, invece, si sono espressi il Partito nazionalista ed il mondo pro-life, comprendente l'ex-presidente Marie Louise Coleiro Preca, 44 organizzazioni ed un'ottantina di accademici.

Nessun luogo è lontano
Intervista esclusiva a Stephanie Williams, ex rappresentante speciale dell'Onu in Libia

Nessun luogo è lontano

Play Episode Listen Later Dec 5, 2022


La prima parte della puntata è dedicata agli ultimi due anni di crisi nel Golfo della Sirte: ventiquattro mesi in cui si sono avvicendati ben quattro rappresentanti speciali delle Nazioni Unite, impegnati nella pacificazione del paese. Una di questi è Stephanie William che, in esclusiva a Nessun luogo è lontano, fa il punto sulle sorti della Libia.Sabato l'agenzia di stampa iraniana ISNA ha riportato alcuni commenti del procuratore generale Mohammad Jafar Montazeri, secondo il quale il regime aveva abolito la polizia religiosa e stava pensando di modificare la legge sull'hijab. Le parole di Montazeri, però, non sono state confermate da nessun altro membro del regime iraniano, cosa che ha fatto pensare che probabilmente le discussioni fossero ancora in corso, o che Montazeri volesse sondare la reazione degli iraniani. Ne abbiamo parlato con Pejman Abdolmohammadi professore di Storia e Politica del Medio Oriente all'università di Trento.

J-TACTICS's show
J-TACTICS - The day after tomorrow (S05 E12)

J-TACTICS's show

Play Episode Listen Later Dec 1, 2022 132:23


Il titolo della dodicesima puntata della quinta stagione di J-TACTICS, trae spunto da: "The day after tomorrow", che è un film del 2004, diretto da Roland Emmerich.Protagonista del film è il paleoclimatologo Jack Hall, il quale durante una campagna di ricerche sulla composizione degli strati di ghiaccio antartici giunge ad un'inquietante scoperta. Riportando quanto scoperto ad una conferenza delle Nazioni Unite, egli minaccia l'arrivo di una nuova glaciazione, che porrà fine alla vita umana così come è conosciuta.Un evento che, in modo inequivocabile, sarebbe causato dal surriscaldamento globale e dai cambiamenti climatici causati dall'attività umana. Ciò che Jack non sa, però, è che la sua profezia è destinata ad avverarsi molto prima del previsto.Nel momento in cui la natura inizierà a ribellarsi, allagando e distruggendo intere città, Jack dovrà raggiungere e tentare di salvare il figlio Sam, cercando allo stesso tempo di avvertire le autorità politiche di quanto deve ancora accadere.Facendo la nostra solita trasposizione dalla cinematografia al mondo del calcio, ed in modo particolare alle vicende juventine, potremo utilizzare il titolo e le vicende narrate nella pellicola per analizzare il vero e proprio terremoto che ha sconvolto il mondo bianconero nella serata del 28 novembre.Un'apocalisse proprio come quella descritta nella pellicola da cui trae spunto l'odierna puntata di J-TACTICS.L'intero CdA della Juventus rassegna le dimissioni a seguito della mancata unanimità nel voto per l'approvazione del bilancio.Il consiglio d'amministrazione più burrascoso, come gli eventi climatici descritti dal regista Hemmerich, della recente storia juventina, sancisce letteralmente la fine di un'epoca.28 novembre 2022, nel the day after tomorrow della Juventus è necessario chiedersi: Perché si sono dimessi tutti?Semplicemente perché era necessario questo atto per mettere in sicurezza la società, in definitiva un "gesto di grande responsabilità" dell'intero CdA ed in primis di Andrea Agnelli, a detta di molti.La tempesta in casa bianconera inizia mesi fa esattamente quando la Consob ha reso noti gli esiti della sua indagine sui bilanci della Juventus, riscontrando delle violazioni nei bilanci della in riferimento all'utilizzo delle plusvalenze e alla cosiddetta manovra stipendi risalente al 2020, formulando quindi la richiesta di riscrivere le parti del bilancio non ritenute corrette.La società bianconera dal canto suo in un primo momento non accetta i riscontri della Consob, ribadendo aver agito secondo le regole.Successivamente la dirigenza juventina si adegua alla richiesta dell'organo di vigilanza della Borsa ribadendo tuttavia nel comunicato la sua posizione.Tale atteggiamento non è condiviso però dall'intero Consiglio di Amministrazione, una parte dei sindaci, infatti, ritiene che non sia il caso di andare allo scontro e che più opportuno sarebbe accogliere le osservazioni della Consob.Tale divergenza di vedute sulle modalità d'azione ha l'effetto di aprire una spaccatura all'interno del Consiglio.Una situazione di forte tensione che precipita inevitabilmente lunedì 28.Il consiglio che avrebbe dovuto approvare il bilancio vede invece una delle consigliere indipendenti, Daniela Marilungo, annunciare le proprie dimissioni.Essendo praticamente impossibile ricomporre una tale spaccatura in tempi brevi, Andrea Agnelli e John Elkann (probabilmente più quest'ultimo) hanno quindi deciso che le dimissioni di tutti, con il conseguente azzeramento della dirigenza era la soluzione più celere per dare alla Juve un Consiglio in grado di affrontare le vicende giudiziarie con maggiore serenità.Secondo il pensiero della proprietà le dimissioni di Andrea Agnelli e dell'intero consiglio d'amministrazione della Juventus erano oramai un atto dovuto.Apportare delle modifiche al bilancio infatti sarebbe probabilmente apparso come un'ammissione di colpa per i reati ipotizzati in fase di indagine dagli inquirenti della Procura di Torino per i tre bilanci precedenti posti sotto esame, mentre approvare il bilancio senza alcuna modifica avrebbe fatto probabilmente sorgere una nuova ipotesi di reato.In assenza di un azzeramento, per Andrea Agnelli e ad altri membri del CdA si sarebbe configurata la possibilità di reiterazione del reato, per il quale i pubblici ministeri avevano già chiesto al GIP di disporre gli arresti domiciliari nei confronti del presidente della Juventus e di alcuni componenti della dirigenza, richiesta allora respinta dal giudice per le indagini preliminari.La mossa a sorpresa delle dimissioni era l'unica via percorribile per evitare arresto o interdizioni compromettendo la già delicata situazione della società bianconera.Come detto in precedenza: "gesto di grande responsabilità"."Questa tempesta cambierà il volto del nostro pianeta. A tempesta finita, saremo in una nuova era glaciale".Parafrasando questa frase di uno dei protagonisti del film di Emmerich noi possiamo dire: Questa tempesta cambierà il volto del nostra amata Juventus. A tempesta finita, saremo in una nuova era (si spera non glaciale).Sarà nostro gradito ospite l'amico Cristiano Corbo, collaboratore de: Il Bianconero.com., DAZN e calciomercato.com.Diteci la vostra, interagiremo con voi in chat live! ​ ​Ecco i link dei nostri social:CANALE TELEGRAM:https://t.me/joinchat/AAAAAE2Dp-yj5b1N4SNcMQINSTAGRAM:https://instagram.com/jtactics_?igshid=1fg7nrkzhl2mtFACEBOOK:http://m.facebook.com/jtacticsmdn/

Il Corsivo di Daniele Biacchessi
Mondiali del Qatar: la Fifa cancella i diritti delle donne iraniane | 26/11/2022 | Il Corsivo

Il Corsivo di Daniele Biacchessi

Play Episode Listen Later Nov 26, 2022 2:02


Ai mondiali in Qatar va in scena la repressione contro ogni forma di protesta. Prima il divieto ai calciatori di indossare le fasce arcobaleno, poi il sequestro ai tifosi delle magliette in appoggio della movimento di liberazione delle donne iraniane. Nel giorno in cui si ricorda la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, in Qatar le magliette con la scritta “Woman Life Freedom” diventano vietate negli stadi dove sono in corso i Mondiali di calcio. Decine di tifosi sono stati fermati fuori dallo stadio prima del match Galles–Iran. Le maglie simbolo della protesta per i diritti delle donne in Iran sono state sequestrate dalle autorità di polizia e dagli addetti alla sicurezza. Le immagini dei reporter e dei colleghi freelance mostrano gli steward che sequestrano bandiere e magliette sugli spalti, mentre è in corso la partita. La Fifa aveva garantito che quantomeno la libertà di espressione e la difesa dei diritti sarebbero state tutelate. Invece, prima ha vietato ai capitani di indossare la fascia “One Love” per i diritti Lgbt+, ora consente che a una partita dei Mondiali non si possa assistere con una maglietta che chiede semplicemente “libertà” per le donne. Una censura, ma anche una provocazione contro i diritti umani, proprio nelle stesse ore in cui il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres invitava il mondo ad alzare la la voce a sostegno dei diritti delle donne, e il Papa ricordava che "esercitare violenza contro una donna o sfruttarla non è un semplice reato, è un crimine che distrugge l'armonia, la poesia e la bellezza che Dio ha voluto dare al mondo".

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane
4475 - Giornata contro la violenza sulle donne. Le iniziative di Temakinho, Just Eat e Unicoop Tirreno

HORECA AUDIO NEWS - Le pillole quotidiane

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 10:13


Oggi è la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, data designata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Con iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla questione della violenza di genere, molte realtà del food si sono schierate dalla parte dell'attivismo. Vediamo le iniziative di Temakinho, Just Eat e Unicoop Tirreno.

LessonPod: pillole di cultura!
Come nasce la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne in 3 minuti

LessonPod: pillole di cultura!

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 3:39


Il 25 Novembre è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, riconosciuta a livello mondiale ed istituita dalle Nazioni Unite: in questo episodio ti raccontiamo le ragioni per le quali è nata.

Italian Podcast
News in Slow Italian #515 - Easy Italian Conversation about Current Events

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 8:01


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. In primo luogo, commenteremo lo storico accordo raggiunto alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2022 per aiutare a risarcire i Paesi più vulnerabili ai disastri climatici. Successivamente, commenteremo la decisione dell'amministrazione Biden di giovedì scorso di concedere l'immunità al principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. In seguito, parleremo di uno studio pubblicato su Nature Food che ha esaminato gli effetti del THC, il composto psicoattivo della canapa industriale, nell'alimentazione delle mucche. Infine, parleremo dell'uscita in vendita del Beaujolais Nouveau 2022, una tradizione francese celebrata ogni terzo giovedì di novembre in Francia e nel mondo.    Nella seconda parte del nostro programma, Trending in Italy, parleremo della decisione del comune di Arezzo di lanciare, in via sperimentale, il progetto dei “super occhiali", un dispositivo tecnologico che permette di individuare e multare all'istante gli automobilisti che violano la legge. Parleremo infine di un'importante scoperta archeologica a San Casciano dei Bagni, in Toscana, una località conosciuta da secoli per la presenza di fonti di acqua termale. - La Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2022 si conclude con un accordo storico - L'amministrazione Biden concede l'immunità a Mohammed bin Salman - Scienziati studiano gli effetti della cannabis sulle mucche e sulla produzione di latte - Le ondate di caldo europee del 2022 hanno reso il Beaujolais Nouveau insolitamente fruttato - La polizia municipale di Arezzo sperimenta i “super occhiali” - L'importante scoperta storica a San Casciano dei Bagni

NewsBox - Notizie da capire
Bonus matrimonio da 20.000 euro | Com'è andata Cop27 | Niente fascia arcobaleno in Qatar

NewsBox - Notizie da capire

Play Episode Listen Later Nov 21, 2022 6:38


Detrazioni fino al 20 mila euro ma solo per chi si sposa in chiesa: cosa si nasconde dietro l'ultima idea dei partiti che sostengono Meloni. Il vertice delle Nazioni Unite sul clima approva il fondo loss and damage, ma c'è delusione per i mancati impegni sulle emissioni. Al via i mondiali di calcio in Qatar: l'Inghilterra non indossa la fascia "One Love" a sostegno delle battaglie LGBTQI+

Si può fare
La COP sei sempre tu

Si può fare

Play Episode Listen Later Nov 20, 2022


Davide Tentori, ricercatore presso l'Osservatorio Geoeconomia di Ispi, traccia un bilancio di quanto emerso dalla COP 27 di Sharm el-Sheikh dal punto di vista internazionale, mentre Grammenos Mastrojeni, Senior Deputy Secretary General dell'Unione per il Mediterraneo, presenta un punto di vista sulla COP 27 per quanto riguarda l'area mediterranea. Dopo aver affrontato con un taglio dal punto di vista politico e finanziario la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ne parliamo dal punto di vista scientifico insieme a Serena Giacomin, presidente di Italian Climate Network. Francesco Bertolini, presidente di Brands 4 Sustainability, racconta la COP 27 con gli occhi di chi è stato a Sharm in rappresentanza delle imprese.

Il Corsivo di Daniele Biacchessi
Al G20 di Bali la pace è lontana tra Russia e Ucraina | 16/11/2022 | Il Corsivo

Il Corsivo di Daniele Biacchessi

Play Episode Listen Later Nov 16, 2022 2:31


A cura di Daniele Biacchessi Il G20 di Bali in Indonesia non risolve la controversia politica, militare ed economica tra Russia e Ucraina. Anzi le distanze si allargano fino a far sgombrare il campo da ogni ricerca di una via diplomatica al conflitto. Il leader ucraino Zelensky pone dieci condizioni per avviare una trattativa con Mosca: sicurezza nucleare, sicurezza alimentare, sicurezza energetica, rilascio di tutti i prigionieri e i deportati, attuazione della Carta delle Nazioni Unite e ripristino dell'integrità territoriale dell'Ucraina e dell'ordine mondiale, ritiro delle truppe russe e cessazione delle ostilità, giustizia, necessità di proteggere immediatamente l'ambiente, prevenzione dell'escalation, conferma della fine della guerra. Secondo il ministro degli Esteri russo Lavrov, la proposta di Zelensky è irricevibile. "La Russia vuole vedere fatti concreti, e non parole sull'influenza esercitata dall'Occidente su Zelensky perché accetti di negoziare. I Paesi occidentali hanno cercato in ogni modo di politicizzare la dichiarazione finale del vertice del G20" , sostiene Lavrov. Nella dichiarazione finale del G20 di Bali, infatti, i leader mondiali deplorano in maniera ferma l'invasione russa dell'Ucraina e Mosca si trova isolata e sempre più sola nello scenario mondiale. Anche l'idea del Presidente francese Macron di indurre la Cina ad intercedere su Putin per sedersi intorno al tavolo delle trattative non porta risultati concreti. L'Italia non ha un ruolo attivo nel tentativo di pacificazione tra Russia e Ucraina e il G20 di Bali serve a Giorgia Meloni per calibrare meglio i rapporti internazionali del suo Governo tramite i colloqui con Joe Biden, il leader turco Erdogan, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il Presidente cinese Xi Jinping e quello indiano Modi. Chi si attendeva svolte diplomatiche del conflitto rimane fortemente deluso.

Radio Bullets
15 novembre 2022 - Notiziario in genere

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Nov 15, 2022 11:23


Nigeria: uccise 20 donne perché accusate di stregoneria. A Lagos un rifugio per le persone Lgbtqi perseguitate. Il Consiglio per i diritti delle Nazioni Unite terrà una sessione urgente sull'Iran. Afghanistan: l'Ue condanna nuove restrizioni alla libertà di donne e bambine. Cop27, la Giornata del Genere: sì, l'impatto del cambiamento climatico è più pesante sulle donne. G20: da Women 20 l'appello per un "impegno nella lotta alla violenza di genere". Per sostenere il giornalismo indipendente di Radio Bullets, www.radiobullets.com/sostienici

Esteri
Esteri di martedì 15/11/2022

Esteri

Play Episode Listen Later Nov 15, 2022 27:22


1-Ufficialmente siamo 8 miliardi di essere umani sulla terra. La data simbolica del 15 novembre 2022 è stata decisa dalle Nazioni Unite. ( Prof Patrizia Farina- Univ Biccoca) 2-“Non possiamo più permetterci di aspettare per agire” oltre di 30 giornali globali , coordinati dal Guardian, chiedono una tassa sul clima ai giganti dei combustibili fossili. ( Chiara Vitali) 3-Almeno 100 missili russi lanciati oggi sull'Ucraina. Il nuovo massiccio attacco arriva poche ore dopo l'intervento di Zelensky al G20 dove ha posto le sue condizioni per finire la guerra. ( Emanuele Valenti) 4-Presidenziali 2024. Attesa questa notte l'annuncio di Donald Trump. Dopo la grande delusione del Midterm una buona parte dei repubblicani considera la sua candidatura una sciagura. ( Roberto Festa) 5-Spagna. Ritorno sulla manifestazione oceanica in difesa della sanità pubblica nella regione di Madrid. ( Giulio Maria Piantadosi) 6-Emergenza climatica. L'Arte è ormai al centro delle azioni di protesta dei giovani militanti ecologisti. Oggi la seconda puntata. ( Claudio Jampaglia)

Ecovicentino.it - AudioNotizie
Onu: sulla Terra ci sono 8 miliardi di persone. Guterres: “Dobbiamo pensare al futuro”

Ecovicentino.it - AudioNotizie

Play Episode Listen Later Nov 15, 2022 1:53


Sulla Terra siamo ufficialmente 8 miliardi di persone. Lo certifica il Dipartimento per gli affari economici e sociali delle Nazioni Unite definendo questo passo "una importante pietra miliare nello sviluppo umano" ma lanciando anche un monito circa la  "nostra responsabilità condivisa di prenderci cura del nostro pianeta".

Radio Bullets
15 novembre 2022 - Notiziario in genere

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Nov 15, 2022 11:23


Nigeria: uccise 20 donne perché accusate di stregoneria. A Lagos un rifugio per le persone Lgbtqi perseguitate. Il Consiglio per i diritti delle Nazioni Unite terrà una sessione urgente sull'Iran. Afghanistan: l'Ue condanna nuove restrizioni alla libertà di donne e bambine. Cop27, la Giornata del Genere: sì, l'impatto del cambiamento climatico è più pesante sulle donne. G20: da Women 20 l'appello per un "impegno nella lotta alla violenza di genere". Per sostenere il giornalismo indipendente di Radio Bullets, www.radiobullets.com/sostienici

Si può fare
La COP sei tu

Si può fare

Play Episode Listen Later Nov 13, 2022


Da domenica 6 a venerdì 18 è in corso la COP 27 a Sharm el-Sheikh e proprio dalla località egiziana facciamo un punto sulla prima settimana insieme a Alice Martiny, allieva dottoranda in sustainability management all'Università Sant'Anna di Pisa, e a Paulo Lima, cofondatore di Viração Educomunicação e coordinatore del progetto che porta alcuni studenti dell'Università di Trento a seguire da vicino la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. Con Jean-Leonard Touadì, presidente di CRA-SGI (Centro Relazioni con l'Africa della Società Geografica Italiana), scopriamo quali siano le azioni già messe in campo in Africa per mitigare i cambiamenti climatici. In chiusura, con Fairtrade, di cui Benedetta Frare è portavoce, parliamo di quali siano le richieste portate avanti dall'organizzazione internazionale che lavora ogni giorno per migliorare le condizioni dei produttori agricoli dei Paesi in via di sviluppo.

Ci vuole una scienza
Non siamo mai stati così tanti al mondo

Ci vuole una scienza

Play Episode Listen Later Nov 11, 2022 34:00


Manca pochissimo al traguardo degli 8 miliardi di persone, secondo i calcoli delle Nazioni Unite: ma come si contano gli abitanti del pianeta? E sono troppi? Vedremo poi come la NASA si prepara al nuovo tentativo di lancio di Artemis 1, smonteremo un po' di miti sul Wood Wide Web e salveremo il Natale.

Italian Podcast
News In Slow Italian #513 - Italian Expressions, News, and Grammar

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Nov 11, 2022 9:11


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. Dedicheremo le nostre prime due notizie alla COP27, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, aperta il 6 novembre e che continuerà fino al 18 novembre in Egitto. In primo luogo, esamineremo alcuni dei punti chiave della conferenza e dei commenti fatti da diversi leader mondiali. In seguito, esamineremo alcuni degli obiettivi fissati durante la precedente conferenza sul clima, tenutasi in Scozia, e ne commenteremo i risultati. Successivamente, nella parte scientifica, discuteremo di un recente studio pubblicato dal New England Journal of Medicine che indica che i funghi allucinogeni potrebbero aiutare a combattere la depressione. Infine, parleremo di un'opera d'arte iconica dell'artista olandese Piet Mondrian chiamata New York City I, che pare essere stata appesa all'incontrario per decenni, secondo una ricerca di una storica dell'arte.    Continuiamo con l'annuncio della seconda parte del nostro programma, Trending in Italy. Questa settimana, parleremo delle polemiche che hanno colpito la maggioranza di governo, dopo l'approvazione di una legge pensata per limitare i "rave party" illegali. Infine, parleremo ancora un po' della tela di Mondrian, esposta per oltre settant'anni nel verso sbagliato: la scoperta è stata attribuita alla storica dell'arte Susanne Meyer-Büser, ma è stato completamente ignorato l'importante contributo reso dall'artista italiano Francesco Visalli. - I leader mondiali partecipano alla Conferenza sul clima del 2022 in Egitto - Gli obiettivi della conferenza sul clima del 2021 in Scozia non sono sulla buona strada - I funghi allucinogeni aiutano a combattere la depressione - L'opera New York City I di Piet Mondrian appesa al contrario - Polemiche per una nuova legge sui “rave party” illegali - Un italiano dietro la scoperta del quadro di Mondrian appeso al contrario

Io Non Mi Rassegno
I cambiamenti climatici determinano la nostra salute - #616

Io Non Mi Rassegno

Play Episode Listen Later Nov 9, 2022 16:44


Mentre in Egitto proseguono i lavori di COP27, la conferenza sul clima delle Nazioni Unite, The Lancet pubblica uno studio sulla relazione fra clima e salute, dandoci un'ulteriore spunto di riflessione – qualora ce ne fosse bisogno – per comprendere l'urgenza di azioni per contrastare la crisi climatica. Sempre a questo tema sono collegate altre due notizie di cui parleremo oggi: la situazione critica dei ghiacciai e livello globale e un'iniziativa di mobilità sostenibile inedita per l'Italia che è stata avviata a Bologna. Ma ci sarà spazio anche per parlare di una grande e bellissima novità che arriva dalla rete di Italia Che Cambia. INDICE: 01:07 - Lo studio di The Lancet su clima e salute06:53 - Crisi climatica: abbiamo superato il punto di non ritorno?09:26 - Bologna città a 30km/h14:04 - L'accordo fra Italia che Cambia e SardexPayTutte le notizie qui: https://italiachecambia.org/rassegna-stampa/clima-e-salute-the-lancet_______________Abbonati: https://www.italiachecambia.org/abbonati/Seguici su:Telegram - https://t.me/itachecambiaInstagram (Italia che Cambia) - italiachecambiaInstagram (Andrea Degl'Innocenti) - deglinnocentiandreaFacebook - /itachecambia

Zoom - Dentro la notizia
Cop27 e la sfida del clima, assenti i Paesi più inquinanti al mondo

Zoom - Dentro la notizia

Play Episode Listen Later Nov 7, 2022 9:14


I leader del Pianeta si riuniscono in Egitto per la Cop27, la conferenza sul clima delle Nazioni Unite. Grandi assenti Cina e India, tra i Paesi più inquinanti al mondo.Anche Greta Thunberg, che si dice pronta a “lasciare il megafono”, non sarà presente a Sharm El Sheikh per il summit.La guerra, la crisi energetica, e la corsa all'indipendenza dal gas russo, hanno reso più complesso raggiungere i target di decarbonizzazione e di mantenimento del riscaldamento globale fissati l'anno scorso a Glasgow.Con noi Chiara Troiano, dell'agenzia stampa GEA, e Francesco Malfetano, giornalista del Messaggero.

Italian Podcast
News In Slow Italian #512 - Italian Expressions, News, and Grammar

Italian Podcast

Play Episode Listen Later Nov 4, 2022 8:01


Inizieremo la prima parte del nostro programma con alcune delle notizie più importanti di questa settimana. In primo luogo, commenteremo il ritorno al potere dell'ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. In seguito, discuteremo della decisione della Russia di rientrare nell'accordo, mediato dalle Nazioni Unite, che consente l'esportazione di grano ucraino attraverso il Mar Nero. Quindi, nella sezione scientifica, parleremo di una foto scattata dall'osservatorio Solar Dynamics della NASA, che mostra un'immagine davvero unica del sole. E infine, parleremo del pioniere del rock'n'roll Jerry Lee Lewis, morto venerdì scorso all'età di 87 anni.    Nella seconda parte del nostro programma, Trending in Italy, parleremo del centenario della Marcia su Roma, una manifestazione eversiva che diede inizio alla dittatura fascista di Benito Mussolini, prendendo in considerazione anche i recenti sviluppi politici in Italia. Parleremo infine dell'intervista rilasciata dal nuovo ministro delle Infrastrutture e leader della Lega, Matteo Salvini, in cui sostiene che uno degli obiettivi del nuovo governo è la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina. - Benjamin Netanyahu torna al potere con un nuovo governo di destra - La Russia accetta di rientrare nell'accordo che consente all'Ucraina di esportare grano - La NASA ha fotografato un'immagine del Sole mentre “sorride” - Il pioniere del rock'n'roll Jerry Lee Lewis è morto all'età di 87 anni - Il Centenario della Marcia su Roma - Matteo Savini punta a costruire il Ponte sullo Stretto di Messina

Corriere Daily
Tra alluvioni e caldo anomalo parte la Cop27: cambierà qualcosa?

Corriere Daily

Play Episode Listen Later Nov 3, 2022 12:58


Il 6 novembre a Sharm El Sheikh, in Egitto, si apre la Conferenza annuale delle Nazioni Unite sul clima, al termine di un anno in cui alcuni Paesi (come Pakistan, Nigeria e Sud Sudan) sono stati devastati da eventi estremi e anche l'Europa ha vissuto temperature e siccità senza precedenti. Sara Gandolfi spiega che cosa dobbiamo aspettarci dalle due settimane di lavori, mentre il professor Carlo Carraro dell'Ipcc (il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico dell'Onu) traccia un bilancio dei risultati finora ottenuti.Per altri approfondimenti:- Verso Cop27: il mondo produce un po' meno anidride carbonica. Ma non è abbastanza https://bit.ly/3zF4F1S- Il no di Greta Thunberg alla Cop27: “Solo ambientalismo di facciata” https://bit.ly/3U72AUM- Pakistan, tre mesi di pioggia: 1.100 morti a causa delle alluvioni https://bit.ly/3DUI2Jr

Corriere Daily
L'Onu condanna l'Italia sui caregiver familiari: ora una legge sui diritti?

Corriere Daily

Play Episode Listen Later Oct 23, 2022 12:29


Il Comitato delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità ha emesso una decisione con cui «censura» l'Italia: manca una legge che tuteli le persone che si prendono cura 24 ore al giorno di un parente non autosufficiente. Le associazioni di familiari chiedono previdenza, assicurazioni, sostegni concreti, ma l'ultimo disegno di legge è fermo al 2016. Ora l'Onu chiede un intervento: rimandarlo ancora, racconta Francesco Giambertone in questo episodio, può diventare molto costoso.Per altri approfondimenti:- Caregiver, molto provati e poco «ricordati» https://bit.ly/3Tv2x4X- È necessario e urgente ricordarsi dei caregiver https://bit.ly/3MY9Jnt- Caregiver familiari, oltre 7 milioni di persone «lavorano» gratis https://bit.ly/3gB3GZV

il posto delle parole
Massimo Tucci "La mia lobby"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 30, 2022 14:28


Massimo Tucci"La mia lobby"Albatros Edizionihttps://www.gruppoalbatros.it/La realtà dell'università italiana, i suoi scandali e i suoi difetti endemici descritti da un insider che l'ha vissuta in prima persona in oltre trent'anni di carriera. I riti e le manovre di potere di una casta esclusiva sono esaminati con ironico disincanto da chi vorrebbe che le cose cambiassero e suggerisce, per questo, alcune ricette per dare una speranza ai tanti che vorrebbero riformare veramente il mondo accademico. Un'analisi senza filtri di una delle tante lobby che costellano la società italiana, accompagnata da una serie di proposte concrete che devono muovere però da un presupposto fondamentale per l'autore: ogni cambiamento dovrà partire dal dato umano, dalla riforma in primo luogo delle coscienze di quanti dovranno realmente attuarla.Massimo TucciAutore di numerose monografie e articoli scientifici, è stato coordinatore scientifico di un Consorzio tra Università e mondo imprenditoriale, e ha partecipato a importanti progetti di collaborazione tra Unione Europea e università estere, dalla Siberia allo Zimbabwe. Ha anche collaborato come visiting professor a programmi sponsorizzati dall'UNIDO (United Nation Industrial Development Organization) delle Nazioni Unite.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Effetto giorno le notizie in 60 minuti
Nord Stream, rimpallo di accuse sul sabotaggio

Effetto giorno le notizie in 60 minuti

Play Episode Listen Later Sep 29, 2022


Secondo la Svezia c'è una quarta falla nei gasdotti Nord Strem. Venerdì il caso sarà al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La Nato si dice pronta a rispondere agli attacchi alle infrastrutture. Per la Russia, sono stati gli americani.Ne parliamo con l'Amm. Giampaolo Di Paola, ex Ministro della Difesa. La premier britannica Liz Truss difende la riforma fiscale dopo il crollo della sterlina. Oggi Londra ancora tra le borse peggiori in Europa. Ci colleghiamo con la corrispondente Giorgia Scaturro. La Pro Sesto ha deciso di non comunicare più i risultati delle partite degli allievi, dei giovanissimi, di non dargli rilievo per una scelta educativa: no all'agonismo esasperato, si al benessere psicofisico dei ragazzi. Con noi Gabriele Parolari, responsabile dell'attività di base del settore giovanile Pro Sesto 1913.

Radio Bullets
23 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 17:37


Cina: soccorso incredibile, un uomo ritrovato vivo dopo 17 giorni dal terremoto Iran: non si placa il respingimento dei rifugiati afgani, la scorsa settima l'Iran ha deportato 7 mila migranti. Cuba: domenica referendum sul nuovo Codice di Famiglia, in ballo matrimoni e adozioni gay. E da oggi si vota nelle quattro regioni contese dell'Ucraina Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Radio Bullets
23 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 23, 2022 17:37


Cina: soccorso incredibile, un uomo ritrovato vivo dopo 17 giorni dal terremoto Iran: non si placa il respingimento dei rifugiati afgani, la scorsa settima l'Iran ha deportato 7 mila migranti. Cuba: domenica referendum sul nuovo Codice di Famiglia, in ballo matrimoni e adozioni gay. E da oggi si vota nelle quattro regioni contese dell'Ucraina Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Nessun luogo è lontano
Russia e Ucraina: scambio di prigionieri e di minacce

Nessun luogo è lontano

Play Episode Listen Later Sep 22, 2022


Mercoledì c'è stato il più grosso scambio di prigionieri dall'inizio della guerra tra Russia e Ucraina. Cosa si può evincere dal tempismo di questa operazione? Mentre la Russia non commenta, sul fronte opposto, Volodymyr Zelensky ha parlato di «vittoria» per il suo paese e ha ringraziato il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, che ha mediato per arrivare all'accordo. Ne abbiamo parlato con Anna Zafesova, giornalista esperta di Russia. Yair Lapidparlerà all'Assemblea delle Nazioni Unite, dove ribadirà il suo sostegno alla soluzione dei due stati. Ne abbiamo parlato con Sergio Della Pergola, docente di Demografia e Studi sulla popolazione all'Università Ebraica di Gerusalemme.

Radio Bullets
21 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 21, 2022 17:37


La Guinea Equatoriale abolisce la pena di morte. Rimpasto afgano, sostituito il ministro dell'Istruzione. Myanmar: elicottero militare attacca scuola, uccisi 7 bambini. Giappone: un uomo si dà fuoco davanti la casa del premier. Turchia: HRW, il riciclaggio di plastica fatto male danneggia la salute e l'ambiente. Per la prima volta dopo la pandemia, riprende in presenza l'Assemblea delle Nazioni Unite dove domina la guerra in Ucraina e il clima. Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Radio Bullets
21 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 21, 2022 17:37


La Guinea Equatoriale abolisce la pena di morte. Rimpasto afgano, sostituito il ministro dell'Istruzione. Myanmar: elicottero militare attacca scuola, uccisi 7 bambini. Giappone: un uomo si dà fuoco davanti la casa del premier. Turchia: HRW, il riciclaggio di plastica fatto male danneggia la salute e l'ambiente. Per la prima volta dopo la pandemia, riprende in presenza l'Assemblea delle Nazioni Unite dove domina la guerra in Ucraina e il clima. Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Esteri
Esteri di martedì 20/09/2022

Esteri

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022 29:23


1- ”Le grandi crisi, come la guerra in Ucraina, minacciano il futuro dell'umanità". Aprendo la 77esima Assemblea Generale dell'Onu, Antonio Guterres lancia un drammatico appello alla comunità internazionale. Intanto dopo la Crimea Putin vuole annettere il Donbass. Ma la controffensiva di Kiev potrebbe fare saltare di nuovo i piani del Cremlino. Convocati per il 23 settembre i referendum nelle autoproclamate repubbliche di Lugansk e Donestk. 2-Violenza di genere. La sinistra francese è nei guai. Tra amarezza e rivolta, numerosi collettivi femministi chiedono le dimissioni dell'astro nascente della “ France Insoumise” 4-Stati Uniti, verso il Midterm. Donald Trump non è più una risorsa per i repubblicani. Il punto di esteri 5-Diritti umani. Amnesty chiede alle Nazioni Unite un'inchiesta indipendente sui crimini del regime cinese nello Xinjiang. “ Chiediamo agli Stati membri di assumere iniziative concrete affinché i responsabili vengano chiamate a risponderne" 6- Spagna. La foto della discordia. Al funerale della regina Elisabetta, l'incontro tra il Re Felipe sesto e il padre Juan Carlos rilancia la polemica tra i fautori del rinnovamento della monarchia e gli ultraconservatori.

Rassegna di geopolitica
Rassegna di Geopolitica - Oltre l'Ucraina. Le altre sfide delle Nazioni Unite - Puntata del 19/09/2022

Rassegna di geopolitica

Play Episode Listen Later Sep 19, 2022 14:34


Radio Bullets
5 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022 17:04


Una app per identificare i dissidenti in Arabia Saudita. Regno Unito: Oggi sarà nominato il nuovo premier, favorita Liz Truss. Talebani: l'Afghanistan non ha bisogno di una Costituzione. Algeria: Inviato ONU incontra il Fronte Polisario. Per entrare in Israele bisogna dichiarare se si ha un legame sentimentale con un palestinese. Le Isole Salomone minacciano l'entrata dei giornalisti considerati “irrispettosi”. Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

Radio Bullets
5 settembre 2022 - Notiziario

Radio Bullets

Play Episode Listen Later Sep 5, 2022 17:04


Una app per identificare i dissidenti in Arabia Saudita. Regno Unito: Oggi sarà nominato il nuovo premier, favorita Liz Truss. Talebani: l'Afghanistan non ha bisogno di una Costituzione. Algeria: Inviato ONU incontra il Fronte Polisario. Per entrare in Israele bisogna dichiarare se si ha un legame sentimentale con un palestinese. Le Isole Salomone minacciano l'entrata dei giornalisti considerati “irrispettosi”. Questo e molto altro nel notiziario di Radio Bullets, a cura di Barbara Schiavulli Se vuoi sostenere l'informazione indipendente www.radiobullets.com/sostienici

SBS Italian - SBS in Italiano
"La Grecia non rispetta i diritti dei bambini migranti"

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Aug 19, 2022 7:49


Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, Atene viola i diritti dei minori richiedenti asilo e deve cambiare le proprie legge in materia di gestione dei rifugiati e migranti.

In 4 Minuti
Venerdì, 29 luglio

In 4 Minuti

Play Episode Listen Later Jul 29, 2022 6:46


Le proteste in Congo contro le Nazioni Unite, l'assalto al Parlamento in Iraq e il Bangladesh che chiede aiuto al Fondo Monetario Internazionale

In 4 Minuti
Lunedì, 25 luglio

In 4 Minuti

Play Episode Listen Later Jul 25, 2022 4:04


L'accordo sul grano tra Russia e Ucraina mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia e l'attacco sui civili siriani da parte di Israele e della Russia

Focus economia
Inflazione Usa alle stelle, mai così alta dal 1981

Focus economia

Play Episode Listen Later Jul 13, 2022


I prezzi al consumo a giugno negli Stati Uniti sono sui massimi in oltre 40 anni, con un dato tendenziale in crescita del 9,1%, contro l'8,8% atteso dagli analisti. Un'inflazione alta è per la Federal Reserve il segnale per proseguire con la politica aggressiva di aumenti dei tassi di interesse, nonostante i rischi di recessione, e sul mercato porta a consolidare le attese di un rialzo del costo del denaro di 75 punti base. Alcuni analisti si spingono ad ipotizzare un aumento di 100 punti base. Intanto, al di qua dell'Oceano, la Bce si muove su tutt'altri scenari: la crisi energetica che non accenna a trovare sbocchi e la recessione spaventano gli investitori e suggeriscono che Francoforte potrebbe rallentare il passo della stretta. A subire le conseguenze innanzi tutto l' euro, sceso fin sotto la parità con il dollaro nella seduta del 12 luglio, per poi risalire appena sopra tale soglia. Ne parliamo con Carlo Cottarelli, Direttore Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell'Università Cattolica. Il blocco del grano Ucraino: vicini alla svolta? Le delegazioni russa e ucraina si sono incontrate oggi, dopo pranzo, a Istanbul con funzionari delle Nazioni Unite e della Turchia nel tentativo di interrompere il blocco del trasporto del grano nel Mar Nero che dura da mesi. L'incontro tra le delegazioni dei tre Paesi e i diplomatici dell'Onu è il primo dai colloqui del 29 marzo scorso. Nelle ultime ore sembrano uscire anticipazioni ottimistiche sull'esito. Approfondiamo il tema con Luigi Donelli, inviato di Radio24 a Reni, in Bessarabia, la regione di Odessa in Ucraina.

Effetto giorno le notizie in 60 minuti
Governo, il M5S pensa di non votare la fiducia

Effetto giorno le notizie in 60 minuti

Play Episode Listen Later Jul 13, 2022


M5S, in corso il consiglio direttivo: prevale la linea di non votare la fiducia al governo domani in Senato.Al vertice di Istanbul tra Russia e Ucraina, possibile un accordo sui corridoi per il grano, dice il Ministro degli Esteri di Kiev Kuleba. In corso i colloqui con la mediazione delle Nazioni Unite. Ne parliamo con Marco Di Liddo, analista del CeSI e con il nostro inviato nella regione di Odessa, Gigi Donelli.E' stata interrotta la procedura per il lancio di Vega C, quando mancavano 1 minuto e 29 secondi al 'go', a causa di un'anomalia tecnica al lanciatore. Il lancio è stato posticipato, alle 14.13. Ci aggiorna Chiara Albicocco.Roma. Incendio di Centocelle. "Tutto previsto" dice il parroco di Torre Spaccata Don Stefano Cascio.

SBS Italian - SBS in Italiano
Clima, il governo Albanese si impegna formalmente ad una più pronunciata riduzione delle emissioni

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later Jun 17, 2022 12:43


A meno di un mese dalla sua elezione, Anthony Albanese ha firmato un documento in seno alla Convenzione delle Nazioni Unite in cui impegna l'Australia ad una riduzione delle emissioni di Co2 del 43% entro il 2030.

Il metodo Falcone
05. Un percorso a ostacoli

Il metodo Falcone

Play Episode Listen Later Jun 16, 2022 26:54


Il metodo Falcone “segui i soldi, troverai la mafia” è stato riconosciuto dalle Nazioni Unite e fatto proprio da 190 Stati. Paradisi fiscali, trust e criptovalute sono le insidie più pericolose con le quali oggi deve fare i conti quel metodo.

24 Mattino
La giornata in 24 minuti del 10 giugno

24 Mattino

Play Episode Listen Later Jun 10, 2022


L'apertura di giornata, con le notizie e le voci dei protagonisti. Alle 6:45 torniamo ad occuparci di Afghanistan dove come in altri Paesi è "imminente una crisi alimentare diffusa" avverte la Fao e Wfp (Programma alimentare delle Nazioni Unite).Ne parliamo con Luca Lo Presti, presidente di Pangea Onlus.

SBS Italian - SBS in Italiano
All'Ambasciata italiana di Canberra si festeggia il World Bee Day

SBS Italian - SBS in Italiano

Play Episode Listen Later May 20, 2022 12:55


Il 20 maggio del 1734 nasceva Anton Janša, uno dei pionieri dell'apicoltura moderna. Dal 2017 le Nazioni Unite hanno proclamato questa data come la Giornata Mondiale delle Api.