Podcasts about voglio

  • 508PODCASTS
  • 1,322EPISODES
  • 20mAVG DURATION
  • 5WEEKLY NEW EPISODES
  • Jan 12, 2023LATEST

POPULARITY

20152016201720182019202020212022

Categories



Best podcasts about voglio

Latest podcast episodes about voglio

Marco Montemagno - Il Podcast
Voglio provare a

Marco Montemagno - Il Podcast

Play Episode Listen Later Jan 12, 2023 30:36


Voglio provare a

Obiettivo Leader - Il podcast italiano interamente dedicato alla leadership

Il time management è una competenza che non solo può aiutarti nella vita quotidiana ma aiuta anche il tuo team a vivere più serenamente. Infatti essere un buon leader significa riuscire a gestire bene il tempo dei propri collaboratori, riducendo la classica sensazione di "acqua alla gola". Voglio suggerirti 3 consigli per riuscirci al meglio. Quali sono?

Radio Empire
Voglio Vivere Così 5 Gennaio 2023

Radio Empire

Play Episode Listen Later Jan 5, 2023 55:12


Chiacchiere e musica all'ora del tè.

il posto delle parole
Simonetta Sciandivasci "I figli che non voglio"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Jan 3, 2023 13:31


Simonetta Sciandivasci"I figli che non voglio"https://mondadori.itInverno demografico: e davanti a noi si stendono pianure infeconde e ghiacciate da far impallidire Il Trono di Spade, nella mente risuonano echi di tragedie shakespeariane.In Italia non si fanno più figli, dove andrà a finire la nostra civiltà, ma soprattutto: chi pagherà le nostre pensioni? Ma che senso ha insistere a credere che l'unico modo per tenere in piedi il sistema sia procreare, anche laddove le donne – per la precisione una minoranza di donne quantificata dall'Istat nel 5 per cento – pur essendo nelle condizioni di fare figli, non li vuole? Rispetto al tema della maternità spesso vincono gli schematismi e le donne si trovano rappresentate o come vittime di un Paese in cui fare figli è un privilegio- la precarietà del lavoro, gli stipendi bassi, gli asili inaccessibili, lo stato sociale che non provvede come dovrebbe -, o come un manipolo di ciniche, superficiali, carrieriste e future pentite destinate a una vecchiaia solitaria e amareggiata dal rimpianto di non essersi riprodotte. Tra questi due poli ci sono le persone vere, a cui danno voce gli interventi raccolti in questo libro. Tante donne, ma anche alcuni uomini, che hanno raccolto la sfida lanciata da Simonetta Sciandivasci con lucidità e ironia sulle pagine dello “Specchio”, inserto culturale della “Stampa”, una sfida a interrogarsi sui motivi per cui si diventa genitori oppure no, a ragionare sulle diverse possibili fisionomie di una famiglia.C'è chi si dichiara fautrice dell'agnosticismo procreativo, perché diventare genitore è qualcosa di così intimo e personale da rendere impossibili posizioni di principio, chi insiste sulla necessità di rendere più semplice l'adozione per i genitori single, chi accusa il peso dei condizionamenti del passato e chi prova a sostenere le ragioni dell'incoscienza. Chi valuta il congelamento degli ovuli prima di intraprendere un percorso di transizione da donna a uomo, chi sostiene che i padri siano ben felici di non avere la parità genitoriale e chi patisce l'onnipotenza delle madri in caso di separazione. Ci sono donne che chiedono più rispetto per la scelta di non essere madri, uomini che provano a smontare i narcisismi, le fragilità, le contraddizioni dell'essere padre.E poi ci sono doti che attendono pazienti nei bauli, nonne e madri che attendono nipoti da figlie che con noncuranza varcano la soglia dei trentacinque anni…Una carrellata di interventi non ortodossi, pieni di intelligenza e senso critico, un vademecum fondamentale per chiunque sia interessato all'argomento. Un dibattito che ci fornisce ottimi strumenti per “smettere di pensare che l'inverno demografico sia una questione morale o economica: è, invece, una questione di prospettiva, che impone nuove lenti; è una questione di geografia politica e riorganizzazione del mondo secondo nuovi criteri”.Con i contributi di:Viola Ardone • Sandro Bonvissuto • Maria Cafagna Elisa Casseri • Francesco Ditaranto • Marco Franzoso Flavia Gasperetti • Loredana Lipperini • Elena Loewenthal Andrea Malaguti • Michela Marzano • Daniele Mencarelli Assia Neumann Dayan • Gianluca Nicoletti • Raffaele Notaro Melissa Panarello • Veronica Pivetti • Silvia Ranfagni Francesca Sforza • Caterina Soffici • Giorgia Soleri Elena Stancanelli • Giorgia Surina • Nadia Terranova Maria Sole Tognazzi • Alec Trenta • Carlotta Vagnoli • Ester Viola.Simonetta Sciandivasci è nata a Tricarico nel 1985 ed è cresciuta a Matera. Lavora alla redazione cultura della “Stampa”. Ha scritto per “Il Foglio”, “Linkiesta”, “Rolling Stone”, “La Verità”, “la Repubblica”. Ha collaborato con la Rai, in radio e in tv, come consulente e autrice. Collabora con la Scuola Holden e l'Accademia Molly Bloom. È redattrice di “Nuovi Argomenti”.IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it

il posto delle parole
Nadia Cestele "Sepolto nell'oblio"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Jan 3, 2023 17:22


Nadia Cestele"Sepolto nell'oblio"Calibano Editorehttps://calibanoeditore.comSenza un passato, anche il presente è incerto.Una donna, quando si sveglia dopo un'operazione al cervello per l'asportazione di un meningioma, non ricorda più nulla del suo passato. Si ritrova smarrita nella vita precedente, accanto alle persone che aveva amato ma che ora non riconosce più. Un incubo dal quale potrebbe uscire costruendosi una nuova realtà, se persone e fatti inquietanti non riemergessero dal suo passato, fino a farle rischiare la vita.Un'insolita indagine psicologica che cresce piano piano ed esplode nell'imprevedibile finale.Una donna si risveglia in una vita di cui non sa riconoscere né i contorni, né gli attori.Così comincia:Martedì, 15 gennaio 2002Non lo so per certo, ma penso di non essere mai stata una donna semplice. Ho la sensazione di essermi costruita una per- sonalità in modo rocambolesco. Sarà quello che chiamano kar- ma, fatto sta che continuo a ritrovarmi in situazioni assurde con una frequenza così alta da farmi pensare che sia sempre stato così. Lo “sento”. Voglio dire, mi sembra famigliare questo muovermi nel mondo. Sento e non ne posso essere certa, visto che ho subito da poco un'operazione al cervello, durante la quale mi hanno ri- mosso un tumore e tutti i ricordi autobiografici. Mi sono svegliata nuova. Senza ricordi e con un marito e un figlio di cinque mesi. Non ricordavo niente e nessuno. È stato come nascere ma nascere adulta, con una coscienza e una conoscenza.Nadia Cestele è nata nel 1972 a Como e vive in provincia di Bologna. Ha pubblicato i romanzi Un passato da dimenticare (Calibano, 2021), La veglia (Calibano, 2022) anch'essi ambientati sulle sponde del Lago di Como, dove l'autrice ha vissuto fino al 1995, e Sepolto nell'oblio (Calibano, 2022).IL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground
Riassunto di tutti i corsi (con manuale) di HNA zio Hack del 2022 227 podcast

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground

Play Episode Listen Later Jan 1, 2023 21:33


Una breve descrizione con tutti i corsi con manuale che lo zio Hack ha rilasciato nel 2022 che contiene anche consigli per la TUA formazione nel 2023 sia che tu sia un principiante della crescita personale oppure che lo sviluppo personale sia la tua professione.

Channeling News
135 - Il saluto del presidente

Channeling News

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022 12:44


Nella puntata di oggi intitolata “il saluto del presidente” i channeler italiani Corrado Marchetti e Jara Centanni spiegano come ascoltare i piani Celesti in cui vivono Maestri Evoluti per ricevereAmore Spirituale. La connessione spirituale porta a sentire molto vicini i nostri Maestri. Buona crescita alla scoperta dell'energia spirituale! Oggi approfondisco questa tematica nel podcast Puoi ascoltare i nostri esperti gratuitamente clicca quihttps://anchor.fm/channelingnews Se hai bisogno scrivi a info@centrostudipranici.it Il sito web per approfondire channelingnews.it Channeling News è il primo podcast italiano che parla di messaggi che arrivano dal mondo invisibile per la crescita della tua anima. I TEMI DI OGGI Cosa significa sentire le guide Celesti? Voglio davvero capire chi sono i Maestri spirituali? Connessione a cuore aperto con i Maestri Evoluti Amore spirituale profondo Capire la Luce in se e intorno Come puoi interagire? Aggiungi questo podcast tra i tuoi preferiti così da non perdere nessuna puntata. Seguici su facebook - https://www.facebook.com/channelingnews Scarica la rivista digitale gratuita CHANNELING NEWS - www.channelingnews.it Partecipa ai corsi di crescita personale, corsi di channeling - online e dal vivo - www.centrostudipranici.it Condividi il podcast e il giornale digitale olistico . Entra nella Channeler Community più grande d'Italia. #maestri #energia #spirituale #segreti #segreto #ilveropresidente #altissimo #anticheleggi #alchimia #iniziazione #portalediluce #cambiamento #visioneolistica #2023 --- Send in a voice message: https://anchor.fm/channelingnews/message

Le interviste di Radio Number One
Eric Benedusi: «Con il mio libro "Fra 5 anni" voglio dare speranza a tutti»

Le interviste di Radio Number One

Play Episode Listen Later Dec 30, 2022 7:08


Nella mattinata di venerdì 30 dicembre, ai microfoni del Buena Onda con Laura Basile, è stato ospite Eric Benedusi, viaggiatore con la sua pagina I have a trip e autore del libro Fra 5 anni. «Sono un diversamente stabile, significa che io sto bene in una casa sul divano a guardare la televisione per periodi molto brevi, devo continuare a muovermi, a viaggiare, vedere cose nuove - racconta Eric -. Avevo deciso che la mia vita doveva cambiare, era il 2017, facevo il tecnico software per macchine a controllo numerico, poi ad agosto sono partito per questo viaggio che è durato cinque anni, ma il piano erano solo due anni». Eric, infatti, aveva venduto il vendibile per mettere da parte dei soldi e «con il budget che avevo potevo stare in giro due anni senza fare niente, e infatti poi ho trovato lavoro dopo due anni; ero in Cina e un amico in Thailandia apriva un ristorante italiano e cercava una figura fidata. Lavoravo qualche mese poi ripartivo e viaggiavo».

Radio Empire
Voglio Vivere Così 29 Settembre 2022

Radio Empire

Play Episode Listen Later Dec 29, 2022 55:37


Chiacchiere e musica all'ora del tè.

Radio Empire
Voglio Vivere Di Polvere Di Ricordi 20 Dicembre 2022

Radio Empire

Play Episode Listen Later Dec 20, 2022 111:23


Conducono Giovanna Famà e Giovanna Mazzeo durante la Maratona Empire

Passione Inter Notizie
Dzeko avvisa l'Inter sul rinnovo: "Io voglio fare bene. Non aggiungo altro"

Passione Inter Notizie

Play Episode Listen Later Dec 18, 2022 1:37


Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground
Dissezione di una strunzata Anatomia di una tecnologia assurda 225

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground

Play Episode Listen Later Dec 17, 2022 28:43


Anatomia di una strunzata. Dissezione con analisi della comunicazione di una tecnologia assurda, fantascientifica che non esiste davvero. Per difenderci da truffatori, fuffaroli, menzonieri e semplicemente non essere un credulone. Bonus: la più grande vigliaccata del mondo l'"ad hominem psichico" Da un pranzo con cari amici cerchiamo di capire meglio alcuni aspetti importanti che caratterizzano le bufale e come difenderci per diventare davvero pensatori LIBERI... da stronzate! Persone di FIDUCIA (che chiedono le EVIDENZE e scoprirete cosa NON lo è e vi stupirà!) e non di "fede cieca" consolatoria che alla lunga fa solo DANNI a te e ai tuoi cari. ✈️ MiniPodcast Esclusivi SOLO QUI

Radio Empire
Voglio Vivere Così 15 Dicembre 2022

Radio Empire

Play Episode Listen Later Dec 16, 2022 57:01


Chiacchiere e musica all'ora del tè.

Catteland
Simonetta Sciandivasci i figli che non voglio

Catteland

Play Episode Listen Later Dec 12, 2022 19:34


Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground
3 Informazioni importanti + 3 trucchi sugli integratori e supplementi che DEVI sapere biohacking 224

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground

Play Episode Listen Later Dec 12, 2022 16:04


Nota il videocorso con manuale uscirà a FEBBRAIO 2023! Conosci la differenza tra integratori e supplementi? Gli integratori non servono e non funzionano? Tra un farmaco e un integratore cosa preferisci? (E perché?) Più vari trucchi "hacks" per cercare online e informarsi correttamente e non essere vittima di "guru" e marketing Informazioni razionali e scientificamente basate da Francesco, lo "zio Hack", il creatore della prima lista Italiana di benessere e salute, decenni prima che si chiamasse "biohacking" ✈️ MiniPodcast Esclusivi SOLO QUI

Che vita da Marketer
Scegliere il nome di un brand (il mio processo di creazione)

Che vita da Marketer

Play Episode Listen Later Dec 9, 2022 8:38


Voglio condividere con te il mio processo personale. Mi è capitato di lavorare alla creazione di molteplici brand e quindi ho sbattuto in tutta una serie di problematiche che oggi voglio aiutarti ad evitare.

Matteo Cozzi biohacking Podcast
Ep. 85 - Come Essere Felici

Matteo Cozzi biohacking Podcast

Play Episode Listen Later Dec 5, 2022 10:48


Come essere felici ogni giorno? Potrà sembrarti un discorso complicato, ma non lo è. Voglio darti la mia opinione basata sull'esperienza.

Silvia Pedri | Life Artist
"Metapolitica" di Daniel Estulin

Silvia Pedri | Life Artist

Play Episode Listen Later Dec 2, 2022 10:53


Leggo le parole di Daniel Estulin, tratte dal suo ultimo libro tradotto in Italiano "Metapolitica". In fondo al suo saggio di più di 300 pagine, si trova questo epilogo che lui scrisse a fine febbraio 2022. Voglio condividerlo con te perché lo trovo particolarmente interessante e discutibile, degno di considerazione e discussione.

ANSA Voice Daily
"Disabile ma voglio autonomia", la battaglia di Gabriele

ANSA Voice Daily

Play Episode Listen Later Dec 2, 2022 4:02


Interviste Recensiamo Musica
Luigi Strangis presenta l'album "Voglio la gonna" - INTERVISTA

Interviste Recensiamo Musica

Play Episode Listen Later Dec 2, 2022 11:15


Luigi Strangis si racconta parlando della sua esperienza musicale ed artistica e ci presenta il suo nuovo album d'inediti intitolato "Voglio la gonna".Intervista di: Ilario Luisetto

Radio Empire
Voglio Vivere Così 1 Dicembre 2022

Radio Empire

Play Episode Listen Later Dec 1, 2022 54:58


Chiacchiere e musica all'ora del tè.

Passione Inter Notizie
Zanetti interviene sul caso Onana: "Voglio parlare con lui"

Passione Inter Notizie

Play Episode Listen Later Nov 29, 2022 0:55


INTER NEWS - Javier Zanetti nell'ultima intervista ha commentato il Mondiale di Lautaro Martinez e il caso legato ad Onana

Millevoci
Voglio aiutare questi ragazzi: l'entusiasmo della nuova magistrata dei minorenni (3./3)

Millevoci

Play Episode Listen Later Nov 28, 2022 53:14


Lucadeejay - Storie dell'altra vita
ORA VOGLIO RISPOSTE! Samuel Stern n36 L'Uomo del Buio | lucadeejay

Lucadeejay - Storie dell'altra vita

Play Episode Listen Later Nov 26, 2022 17:20


L'uomo del buio in due righe:Una nuova forza sta facendosi strada nella nostra realtà e quello che Samuel pensava fosse al sicuro, non lo è più. Il nostro Rosso verrà catapultato in un incubo dal quale uscirà cambiato, scoprendo quale futuro lo attende.00:00 Introduzione01:53 NO SPOILER09:40 SPOILER15:10 Conclusioni- Soggetto e sceneggiatura di Massimiliano Filadoro e Marco Savegnago- Disegni di Antonello Catalano*** Iscriviti al Canale ➜ http://bit.ly/Lucadeejay ****** Qui trovi tutto: https://linktr.ee/ilucadeejay ***#lucadeejay #samuelStern #bugscomics #horrorstories

Italiano con Amore
96. Calendario dell'Avvento 2022: partecipa al Natale in Italiano!

Italiano con Amore

Play Episode Listen Later Nov 26, 2022 3:29


Il Calendario dell'Avvento è il mio regalo di Natale per te: è gratuito e inizia il 1 dicembre. Per partecipare CLICCA QUI. Puoi iscriverti fino al 30/11, ti aspetto! Trascrizione: Ciao, come state? Oggi sentite la mia voce non per un nuovo episodio, ma per un invito. Voglio invitarvi ad aspettare il Natale insieme a me! Non so se vi ricordate, l'altr'anno proprio in questo periodo stava per iniziare il Calendario dell'Avvento, il Natale in italiano. E quest'anno succederà la stessa cosa! Se avete già partecipato al Calendario dell'anno scorso, sapete di cosa parlo, se non avete partecipato non c'è problema: vi spiego subito di cosa si tratta. Dal 1 al 25 dicembre passeremo insieme tutti i giorni, per la precisione ci sveglieremo insieme tutti i giorni, inizieremo la giornata insieme. Infatti, vi manderò degli audio quotidiani su Whatsapp, portandovi in giro per l'Italia. Ma non vi porto in posti qualsiasi, eh! Vi porto nei luoghi più natalizi. Ogni giorno in un luogo diverso, luoghi famosi, meno famosi, luoghi che voglio condividere con voi, che sono importanti per me. Insomma, un viaggio all'insegna del Natale, dello stare insieme. Questo poi è l'obiettivo principale: sentirci vicini tutti i giorni per aspettare il Natale insieme. E ora manca una cosa, manca un'informazione, come fare per partecipare? Partecipare è molto semplice, trovate il link nella descrizione di questo episodio. Cliccando sul link avrete la possibilità di iscrivervi alla Newsletter e ricevere subito il link diretto per entrare nei gruppi di Whatsapp che ho preparato per questa occasione. Mi raccomando, cliccate subito su questo link perché i posti sono limitati. L'anno scorso il Calendario dell'Avvento è stato un grande successo e quindi quest'anno devo riuscire a gestire un po' di gruppi su Whatsapp, quindi per essere sicuri di avere il vostro posto cliccate subito. Avete tempo fino al 30 novembre. Questo è il mio regalo di Natale per voi, quindi il Calendario dell'Avvento è completamente gratuito. Io vi aspetto, non vi faccio perdere altro tempo perché dovete andare subito a cliccare sul link e noi ci sentiamo presto, ciao!

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground
Perché la fuffa è inevitabile, consigli da uno dei primi fuffaroli italiani 221

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground

Play Episode Listen Later Nov 25, 2022 12:08


Riflettiamo un pochino sulla "fuffa" perché è diventato solo uno strumento di MARKETING la "lotta ai fuffaroli" e perché è inevitabile che ognuno di noi commetta errori l'importante è RIPENSARCI e CORREGGERE il nostro comportamento Chi "lotta contro la fuffa" è per definizione un "fuffarolo" Ve lo dico io che sono tra i PRIMI fuffaroli in italia, un "antico" ;-) ✈️ MiniPodcast Esclusivi SOLO QUI

Radio Empire
Voglio Vivere Così 24 Novembre 2022

Radio Empire

Play Episode Listen Later Nov 24, 2022 54:16


Chiacchiere e musica all'ora del tè.

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground
3 Trucchi per vincere l'insonnia e dormire meglio, sonno 220

Il podcast dello zio Hack dal 1998 n.1 della Formazione Underground

Play Episode Listen Later Nov 19, 2022 11:41


pordenonelegge.it - Festa del libro con gli autori

Incontro con Matteo Renzi. Presenta Christian Rocca “In questo libro racconto dei fatti. Atti e fatti. Non ci sono commenti, suggestioni, analisi sociologiche. Ci sono dei dati di fatto che forse vi faranno pensare. Io non voglio fare la vittima. Voglio raccontare ciò che è successo dicendo perché ho scelto di combattere a viso aperto contro le ingiustizie. Perché ho scelto di denunciare in sede civile e penale, convinto che la legge sia uguale per tutti. Per i politici, certo. Ma deve essere uguale per tutti davvero, anche per certi magistrati, anche per certi giornalisti”. Edizione 2022 www.pordenonelegge.it

La Zanzara
La Zanzara del 17 novembre 2022

La Zanzara

Play Episode Listen Later Nov 17, 2022


Cruciani preferirebbe consigli sui vaccini dal trio Bagnai-Borghi-Rinaldi piuttosto che dal Sen.Crisanti. Nicolò da Roma chiama il programma "Radio Meloni". Poi si fa le canne davanti al figlio di tre anni. In studio c'è Daniele Martani con la cagnolina Ariel. Gli animali andrebbero fatti entrare negli uffici a detta sua. Parenzo contrariato per chi è entrato nella radio della Confindustria. Valerio Lundini invia un messaggio. Vuole che Capezzone si faccia fotografare col suo nuovo libro. Illuminazione Cosmica fa arrabbiare ancora di più Parenzo. Ha annullato l'atto di nascita e litigato con la sua famiglia. Pianto totale, anche perchè non paga le tasse. Enrico Montesano si difende dopo l'esclusione da Ballando con le Stelle. "Voglio essere riabilitato, mi devono chiedere scusa. La Carlucci era affranta". Una intervista gomito-gomito, secondo David. Il predicatore Roberto di Giovandomenico ancora in studio. Reincarnazione di due apostoli, ha cenato anche con Gesù durante l'ultima cena. Si è svolta in trattoria. "Ruini è satana, Bill Gates è lucifero e Belzebù sta in Calabria". Gaia is Happy, dopo il suo romanzo, entra in studio mascherata. Lei è una malata di sesso.

The Italian Mind
At the Train Station with Francesca (English & Italian)

The Italian Mind

Play Episode Listen Later Nov 10, 2022 2:47


At the Train Station with Francesca: Italian Version A – Ciao Francesca F – Ciao Anthony A – Sono davvero emozionato di andare a Firenze F – Anch'io. Cosa vuoi fare lì? A – Vorrei visitare tutto. So che ci sono un sacco di musei pieni di opere. E tu? F – Preferisco mangiare in tutti gli eccellenti locali come un vero fiorentino. A – Conosco un posto vicino Santo Spirito per mangiare. Dopo mangiato possiamo andare a Palazzo Pitti lì vicino. C'è anche il fantastico parco Giardino di Boboli. F – Ho due grandi amici che vivono a Firenze. Sono guide turistiche e ci possono mostrare un po' i dintorni. A – Compriamo il nostro biglietto del treno dal chiosco. Faremo Roma Firenze. Scendiamo a Firenze alla stazione di Santa Maria Novella. È di fronte la bellissima chiesa Santa Maria Novella. F – Ecco qui i nostri biglietti. Cerchiamo il binario 2. Il treno parte tra 30 minuti. A – Ho dimenticato di darti i soldi per il biglietto, Mi dispiace. Ecco. Voglio darti la mia parte. F – Nessun problema! Il treno sta arrivando. A – Ottimo! Sembra che ci siano molti posti liberi. F – E anche l'aria condizionata. Assicurati di avere un po' d'acqua e degli spuntini per il tragitto. A – Andiamo a Firenze! At the Train Station with Francesca: English Version A - Ciao Francesca. F - Ciao Anthony. A - I am excited to go to Florence. F - Me too. What do you want to do there? A - I would like to take in all the sights. I know there are a lot of museums filled with treasures. What about you? F - I prefer to eat at all the excellent local spots just like a Florentine. A - I know of a great spot near Santo Spirito to eat. When we finish eating we can walk over to Palazzo Pitti nearby. There is also the wonderful park the Boboli Gardens. F - I have two great friends that live in Florence. They are tour guides and can show us around a bit too. A - Let's buy our train tickets from the kiosk. We are going from Rome to Florence. We get off in Florence at the Santa Maria Novella Station. It's across from the beautiful church Santa Maria Novella. F - Here are our tickets. Let's find track 2. The train leaves in 30-minutes. A - I forgot to give you money for my ticket. I'm sorry. Here is it. I want to pay my share. F - No problem. Here comes the train. A - Great. It looks like there are a lot of seats available. F - And air conditioning. Make sure you have some water and a little snack for the ride. A - Let's go to Florence. --- Send in a voice message: https://anchor.fm/theitalianmind/message

Italiano Automatico Podcast
Episode 540: 10 Frasi Brevi in Italiano Per La Conversazione | Imparare l’Italiano

Italiano Automatico Podcast

Play Episode Listen Later Oct 31, 2022 9:33


✅❌Hai capito come si usano queste frasi italiane? INIZIA IL QUIZ https://bit.ly/3NjhN2y In questo podcast imparerai 10 frasi brevi che gli italiani usano ogni giorno. Le frasi e le espressioni italiane che vedremo insieme sono rivolte a studenti con un livello intermedio o avanzato. Grazie alle frasi che imparerai, potrai parlare con più facilità in italiano poiché sono frasi veramente usatissime e questo ti darà modo di parlare in italiano sempre più naturalmente e facilmente. 0:00 - INTRODUZIONE 1:46 - 1. A OCCHIO E CROCE2:22 - 2. DI GRAN LUNGA2:53 - 3. DI PUNTO IN BIANCO3:33 - 4. ECCOMI4:09 - 5. MI TOCCA4:42 - 6. NEL GIRO DI5:08 - 7. OGNI TANTO5:31 - 8. PER FILO E PER SEGNO6:14 - 9. PRIMA O POI6:48 - 10. SONO COMBATTUTO7:44 - CONCLUSIONE#1 A OCCHIO E CROCEA occhio e croce o semplicemente a occhio significa all'incirca, più o meno, su per giù. Si usa solitamente per fare un calcolo approssimativo, senza essere troppo precisi. Vediamo degli esempi: A occhio e croce alla riunione ci saranno stati cento dipendenti.  A occhio e croce quell'uomo avrà quarant'anni. #2 DI GRAN LUNGA Di gran lunga significa di molto. Si trova generalmente insieme a comparativi o superlativi relativi. Come in queste frasi: Giada è di gran lunga la più intelligente della classe.  Questo è di gran lunga il migliore limoncello che abbia mai assaggiato in vita mia.  #3 DI PUNTO IN BIANCODi punto in bianco significa all'improvviso, tutt'a un tratto, quando una cosa succede senza preavviso, inaspettatamente. Le cose che accadono di punto in bianco solitamente ci sorprendono e ci colgono impreparati, producendo così un effetto sorpresa.  Cristina se n'è andata di punto in bianco. Stavamo cenando quando di punto in bianco abbiamo sentito una scossa di terremoto.   #4 ECCOMIQuando qualcuno ti chiama e vuoi dire che sei presente, che sei lì, puoi dire eccomi o anche eccomi qua. E al plurale diventa eccoci.  Qualcuno sa dove è finito Giuseppe? Eccomi! Stavo finendo di preparare il pranzo.  Dove sono Carlo e Lucia? Eccoci qua! abbiamo trovato molto traffico in autostrada.   #5 MI TOCCAUn modo colloquiale per dire devo farlo io è mi tocca. Questa espressione si può sentire da sola o insieme a un verbo all'infinito che indica cos'è che ci tocca fare, ovvero cos'è che dobbiamo fare. Vediamo subito degli esempi: Oggi mi tocca fare la spesa.  Domani mi tocca pulire la casa.  #6 NEL GIRO DINel giro di significa nell'arco di, nel corso di, in, e si riferisce al tempo. Vediamo alcuni esempi: L'imbianchino ha detto che finirà il lavoro nel giro di una settimana.  Finiremo il progetto nel giro di due mesi.  #7 OGNI TANTOOgni tanto significa qualche volta, di tanto in tanto, talvolta.  Ogni tanto vado a trovare Maura in ospedale.  Dovresti fare attività fisica ogni tanto.  #8 PER FILO E PER SEGNOPer filo e per segno significa minuziosamente, nei minimi particolari, precisamente, in modo accurato.Si usa per descrivere un'azione eseguita in modo preciso o un concetto spiegato in modo dettagliato. Com'è stata la festa di ieri sera? Voglio sapere tutto, per filo e per segno. La nonna è molto curiosa, mi chiede sempre di raccontarle tutto per filo e per segno.   #9 PRIMA O POIPrima o poi significa a un certo punto nel tempo, una volta o l'altra. Si usa per dire che una cosa succederà, ma non si sa quando esattamente, però pensiamo che accadrà, presto o tardi.  Prima o poi Giancarlo scoprirà tutta la verità. Abbi pazienza, vedrai che prima o poi passerai l'esame.   #10 SONO COMBATTUTOQuando siamo indecisi su quale decisione prendere possiamo dire sono combattuto oppure al femminile sono combattuta. Quindi quando sei davanti a una scelta difficile e sei indeciso, incerto, stai esitando perché ti trovi in una situazione di incertezza, dirai sono combattuto.  Devo cambiare il telefono, sono combattuto tra questo e quel modello.  Carlotta è combattuta tra la rabbia e la preoccupazione. 

Ascolta la Notizia
Macron: «La Francia lavorerà con buona volontà col premier italiano»

Ascolta la Notizia

Play Episode Listen Later Oct 8, 2022 0:26


La Francia lavorerà «con buona volontà» con il futuro premier italiano. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron parlando con la stampa a Praga. «Voglio esprimere tutta la mia amicizia e la mia piena fiducia nel presidente Mattarella e nelle conclusioni che trarrà dallo scrutinio» delle elezioni in Italia, ha anche detto Macron.

Radio 24 Podcast
MELOG - Il piacere del dubbio - Donne che non voglio il velo

Radio 24 Podcast

Play Episode Listen Later Oct 7, 2022


Il focus di questa nuova edizione di Melog è il dubbio: se quella che stiamo vivendo è l'epoca della post verità, delle idee urlate, delle certezze "contro", delle controverità alternative, dei verdetti inappellabili, è anche l'epoca della scomparsa del dubbio. Melog proverà a scardinare tutti i giorni i postulati più ferrei del "flusso" social-mediatico con le sue domande e le sue provocazioni che porremo ogni volta agli italiani in ascolto.

MELOG Il piacere del dubbio
Donne che non voglio il velo

MELOG Il piacere del dubbio

Play Episode Listen Later Oct 7, 2022


Chi sono le ragazze, le studentesse, le donne che oggi rischiano il carcere e la vita per protestare contro il regime iraniano in nome della libertà? IntervieneGiulia Valsecchi, ricercatrice dell'Università di Bergamo e autrice di un saggio sulle autrici iraniane espatriate.

Chiesa Cristiana Evangelica  della Vera Vite
La chiesa: ai vostri posti, pronti, via! Seconda parte: pronti… ovvero riunirsi |2 Ottobre 2022 |

Chiesa Cristiana Evangelica della Vera Vite

Play Episode Listen Later Oct 2, 2022


Una delle maniere più potenti che abbiamo come credenti per testimoniare Cristo al mondo è il riunirsi; non visitando un edificio una volta alla settimana, ma essendo coinvolti gli uni con gli altri. Sia che ci troviamo in una grande chiesa sia in una piccola comunità, il risultato sarà quello di mostrare la gioia della salvezza al mondo.---Predicatrice: Jean GuestCLICCA SUL TITOLO PER ASCOLTARE IL MESSAGGIOTempo di lettura: 8 minutiTempo di ascolto audio/visione video: 30 minutiQuando le guerre erano basate più sul corpo a corpo che sulla tecnologia a distanza, era difficile sapere in mezzo al caos dove si trovasse il proprio schieramento; così si usava esporre uno stendardo, o una bandiera, per segnalare "qui è dove si trova la tua gente, qui è dove ci stiamo radunando". Era anche il luogo in cui si trovava il comandante e da lì partivano gli ordini. C'è un esempio di questo nell'Esodo...“E Mosè disse a Giosuè: «Scegli per noi alcuni uomini ed esci a combattere contro Amalec; domani io starò sulla vetta del colle con il bastone di Dio in mano».  Giosuè fece come Mosè gli aveva detto e combatté contro Amalec; e Mosè, Aaronne e Cur salirono sulla vetta del colle.  E quando Mosè teneva le mani alzate, Israele vinceva; e quando le abbassava, vinceva Amalec.  Ma le mani di Mosè si facevano pesanti. Allora essi presero una pietra, gliela posero sotto ed egli si sedette; Aaronne e Cur gli tenevano le mani alzate, uno da una parte e l'altro dall'altra. Così le sue mani rimasero ferme fino al tramonto del sole.  E Giosuè sconfisse Amalec e la sua gente passandoli a fil di spada.” (Esodo 17:9-13)Lo stendardo qui era il bastone sorretto da Mosè. È lo stesso bastone a cui si riferisce Gesù in Giovanni 3: “E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell'uomo sia innalzato,  affinché chiunque crede in lui [non perisca, ma] abbia vita eterna.” (Giovanni 3:14-15)In Giovanni 12 dice anche questo“...e io, quando sarò innalzato dalla terra, attirerò tutti a me...” (Giovanni 12:32)Gesù si riferisce chiaramente alla sua morte sulla croce, ma ci sono implicazioni per noi come Chiesa. In che modo Gesù viene innalzato oggi? In che modo le persone vengono attirate a Lui nel 2022? Succede quando ricordiamo che siamo i suoi portabandiera riuniti per far conoscere la sua presenza e tenere alto il suo vessillo d'amore. Come dice Tyler Staton, pastore della chiesa di Bridgetown:  "Il compito della chiesa non è comprovare la narrazione biblica, ma incarnarla in modo tale che le persone sappiano senza alcun dubbio che questa è la dimora di Dio".Quindi la prima cosa che siamo come popolo riunito di Dio è un indicatore della sua presenza viva nel mondo.La seconda cosa che siamo secondo Gesù è questa...“E insegnava, dicendo loro: «Non è scritto: “La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le genti”?».” (Marco 11:17 a)Gesù sta citando Isaia 56:7 ed è nel contesto in cui sgombera il tempio dagli usurai e da coloro che traggono profitto dalla vendita delle offerte sacrificali; dice che hanno trasformato il tempio in un "covo di ladri". Stanno rubando ai fedeli e a Dio perché hanno eretto delle false barriere: solo chi ha abbastanza denaro può permettersi di entrare, mettendo Dio fuori dalla portata della maggior parte delle persone.  Guardate cosa succede subito dopo:“E disse loro: «È scritto: “La mia casa sarà chiamata casa di preghiera”, ma voi ne fate un covo di ladri». Allora vennero a lui, nel tempio, dei ciechi e degli zoppi, ed egli li guarì.” (Matteo 21:13-14)Coloro che erano rimasti fuori hanno improvvisamente accesso alla presenza di Dio, sono accolti e guariti.L'idea che il tempio sia una casa di preghiera ad accesso libero può essere fatta risalire al momento in cui Davide prese finalmente il suo posto di re. Davide aveva trascorso sette anni dopo l'unzione da parte di Samuele, impedito di occupare il posto che gli spettava sul trono; si potrebbe pensare che in tutti questi sette anni avrebbe pianificato un'incoronazione fantasmagorica. Ma questo è ciò che accadde.“Davide era cinto di un efod di lino e danzava a tutta forza davanti al Signore.  Così Davide e tutta la casa d'Israele trasportarono su l'arca del Signore con gioia e a suon di tromba, Portarono dunque l'arca del Signore e la collocarono al suo posto, in mezzo alla tenda che Davide le aveva montato; e Davide offrì olocausti e sacrifici di riconoscenza davanti al Signore.  Quando ebbe finito di offrire gli olocausti e i sacrifici di riconoscenza, Davide benedisse il popolo nel nome del Signore degli eserciti  e distribuì a tutto il popolo, a tutta la moltitudine d'Israele, uomini e donne, un pane per uno, una porzione di carne e un grappolo di uva passa. Poi tutto il popolo se ne andò, ciascuno a casa sua.” (2 Samuele 6:14-15, 17-19)Davide non è al centro dell'attenzione, entra come sacerdote e non come re; al centro dell'attenzione c'è l'arca del Signore. Davide aveva recuperato l'arca da dove Saul l'aveva abbandonata e stava riportando la rappresentazione fisica della presenza di Dio nel cuore della comunità. La colloca in una tenda (o tabernacolo) a cui tutto il popolo ha accesso e da cui benedice tutto il popolo. Per citare ancora Tyler Staton: "Quando diamo priorità alla preghiera e all'adorazione nella chiesa, si ottiene il Regno nella città e la gente viene benedetta".Essere chiesa riguarda il modo in cui viviamo e il modo in cui preghiamo. La Chiesa primitiva lo sapeva.I credenti formano una comunità“Ed erano perseveranti nell'ascoltare l'insegnamento degli apostoli e nella comunione fraterna, nel rompere il pane e nelle preghiere. Ognuno era preso da timore; e molti prodigi e segni erano fatti dagli apostoli.  Tutti quelli che credevano stavano insieme e avevano ogni cosa in comune;  vendevano le proprietà e i beni e li distribuivano a tutti, secondo il bisogno di ciascuno.  E ogni giorno andavano assidui e concordi al tempio, rompevano il pane nelle case e prendevano il loro cibo insieme, con gioia e semplicità di cuore,  lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. Il Signore aggiungeva al loro numero ogni giorno quelli che venivano salvati.” (Atti 2:42-47)Vediamo cosa possiamo imparare, ma prima di farlo, notate il titolo I credenti formano una comunità. La nostra salvezza è personale, ma il modo in cui viene vissuta è in comunità, non visitando un edificio una volta alla settimana, ma essendo coinvolti gli uni con gli altri.La parola "perseveranti" significa "continuamente saldi".   Significa abbracciare completamente qualcosa, essere immersi in qualcosa, essere totalmente fedeli.  La fedeltà è dura, è una fatica, richiede lavoro e intenzionalità. Si sa che i maratoneti di solito si allenano in gruppo perché è più facile continuare a percorrere la lunga distanza quando ci sono altri che ti incoraggiano. Gesù ha detto "rimanete in me", in altre parole, "rimanete fedeli" e questo è più facile da fare nella comunità dei credenti.Notate le cose a cui si dedicavano: l'insegnamento/apprendimento, la comunione fraterna, il mangiare insieme e la preghiera - non necessariamente attività di gruppo, ma più facili da praticare se praticate in compagnia.  Questo mi porta alla prossima frase evidenziata: la condivisione.Nel brano è menzionata più di una volta. I credenti condividevano i pasti, il tempo, i beni, il denaro. Ciò significava che nessuno rimaneva senza, nessuno rimaneva con un bisogno non soddisfatto, nessuno si sentiva solo. Voglio dare un contesto a questo particolare modo di condividere. All'improvviso c'era un gran numero di visitatori stranieri che erano diventati credenti - probabilmente non avevano avuto nessuna intenzione di rimanere a Gerusalemme più di qualche giorno, ma erano qui e avevano bisogno di cose basilari.Ora, non lo dico per creare una giustificazione, "allora era così, oggi è cosà", ma per dimostrare che la chiesa era flessibile, adattabile e rispondeva ai bisogni immediati delle persone intorno a loro (tenete a mente questo pensiero per la terza parte di questa serie). È una reazione che è caratteristica di quella "generosità gioiosa" che Paolo dice essere il modo in cui la chiesa dovrebbe essere in 2 Corinzi 9. Sia che ci troviamo in una grande chiesa continuamente inondata di nuovi convertiti, sia che ci presentiamo fedelmente per incontrare solo alcuni, il risultato sarà lo stesso: condividere chi siamo e ciò che abbiamo con generosità produrrà gioia, (vedi Atti 2:46 “prendevano il loro cibo insieme, con gioia”).E adoravano. Notate che continuano a frequentare il tempio ogni giorno: è qui che andavano a pregare ed è probabilmente il modo in cui potevano riunirsi in un gruppo numeroso (chi ha spazio per 3000 persone nella propria casa)? Ma si riunivano anche nelle case per condividere la Cena del Signore. Al centro del loro culto c'era l'Eucaristia, la Cena del Signore, la Messa, la Comunione, in qualsiasi modo vogliamo chiamarla oggi nelle nostre tradizioni; lo scopo di celebrarla non è cambiato in 2000 anni. "Nel pane e nel vino dell'Eucaristia il passato e il futuro si incontrano nel presente. Attraverso l'Eucaristia veniamo rafforzati dalla presenza e dalla vita di Gesù, non solo per sconfiggere il male nella nostra vita, ma anche per far risplendere la luce di Dio nel mondo. ... abbiamo bisogno che la sua vita trasformante sia la nostra vita per trasformarci per la sua missione nel mondo."  N.T. WrightE come dice Paolo in 1 Corinzi 10:17, parla della nostra unità in lui: “Siccome vi è un unico pane, noi, che siamo molti, siamo un corpo unico, perché partecipiamo tutti a quell'unico pane.” (1 Corinzi 10:17)Torniamo al capitolo 2 di Atti:“E ogni giorno andavano assidui e concordi al tempio, rompevano il pane nelle case e prendevano il loro cibo insieme, con gioia e semplicità di cuore,  lodando Dio.” (Atti 2:46-47 a)C'era sia un luogo di culto formale che uno informale - notate "lodando Dio" (si parla di "mentre andate per i vostri affari quotidiani, lodatelo"). Trovo davvero interessante che Paolo, nel bel mezzo di un lunghissimo elenco di ciò che sembra essere la vita giusta, e ciò che certamente non dovrebbe esserla, inserisca questa piccola frase:“...parlandovi con salmi, inni e cantici spirituali, cantando e salmeggiando con il vostro cuore al Signore...” (Efesini 5:19)Nel suo senso più elementare, l'adorazione è praticare la presenza di Dio; se lo facciamo, i nostri cuori, i nostri occhi e le nostre motivazioni hanno maggiori possibilità di rimanere fedeli e santi. L'adorazione mette sia Dio che noi al nostro giusto posto.“… lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. Il Signore aggiungeva al loro numero ogni giorno quelli che venivano salvati.” (Atti 2:47)Inoltre, ci indirizza verso la missione; l'adorazione è un ricevere e un dare, un ritmo di vita del regno di Dio che viene. “Liberamente riceviamo, liberamente diamo” suggerisce Gesù. Non è una coincidenza o un caso che la chiesa primitiva, grazie alla sua adorazione e generosità verso la missione, si sia arricchita ogni giorno di credenti nuovi. Ed è qui che ci dirigeremo la prossima volta.Amen.GUARDA LE DIAPOSITIVE DEL MESSAGGIOGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU FACEBOOKGUARDA IL MESSAGGIO IN BASSA RISOLUZIONE SU INSTAGRAM---GUARDA IL VIDEO DEL MESSAGGIO IN HD 

Radio3i
"Voglio adottare un secondo cane"

Radio3i

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022


Abbiamo chiesto come fare a Daniela Gentile, la nostra amica degli animali.

Ivy愛公葳
EP108|義大利人不輕易說再見?楊馥如:他們非常有愛,最常說的是:ti voglio bene 我希望你好!

Ivy愛公葳

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 38:11


Ascolta la Notizia
Meloni: «Non voglio abolire la 194, ma applicarla integralmente»

Ascolta la Notizia

Play Episode Listen Later Sep 15, 2022 0:43


«Non voglio abolire la 194, non voglio modificarla, ma applicarla integralmente anche nella parte che riguarda la prevenzione. Il che significa aggiungere diritti non toglierli». Lo ha detto la presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, intervistata dal Tg de La7. «Leggo appelli alle donne perché non votino Meloni perché toglierebbe diritti alle donne. Ma nessuno dice quali? Il diritto all'aborto no, al divorzio no, a lavorare? Men che meno», ha concluso.

Podcast - TMW Radio
Ospiti: Pochesci:" La Roma sta facendo bene, ma non fa vedere calcio. Zaniolo indispensabile, Luis Alberto deve giocare dall'inizio. Alla Fiorentina voglio mandare via Italiano. " Cucciari:" Zaniolo deve trovare continuità e deve prolungare il c

Podcast - TMW Radio

Play Episode Listen Later Sep 14, 2022 23:49


Ospiti: Pochesci:" La Roma sta facendo bene, ma non fa vedere calcio. Zaniolo indispensabile, Luis Alberto deve giocare dall'inizio. Alla Fiorentina voglio mandare via Italiano. " Cucciari:" Zaniolo deve trovare continuità e deve prolungare il contratto." Bernabai:" La Roma ha tanta qualità e Mourinho mette le mani avanti. " - In studio: Alessandro Cucciairi - Maracanà con Marco Piccari

Nessun luogo è lontano
Von der Leyen, il discorso sullo stato dell'Unione

Nessun luogo è lontano

Play Episode Listen Later Sep 14, 2022


"Voglio essere molto chiara, le sanzioni sono qui per restare. Questo è il momento per noi di mostrare determinazione, non pacificazione". È un'Europa che non arretra quella proposta da Ursula von der Leyen questa mattina a Strasburgo durante il discorso sullo stato dell'Unione, Ne abbiamo parlato con Beda Romano, corrispondente del Sole 24Ore a Bruxelles. Da alcune ore, la notizia dei 300 milioni elargiti dalla Russia a vari partiti e think tank nel mondo sta interferendo con la campagna elettorale italiana e le opinioni pubbliche dei Paesi coinvolti. Ne abbiamo parlato con il prefetto Adriano Soi,docente di Intelligence e Sicurezza Nazionale alla Scuola di Scienze Politiche Cesare Alfieri di Firenze, e con Brian Hooper, ex funzionario del Dipartimento di Stato Usa.

il posto delle parole
Tony Nader "Un oceano illimitato di coscienza"

il posto delle parole

Play Episode Listen Later Sep 10, 2022 18:01


Tony Nader"Un oceano illimitato di coscienza"Risposte semplici alle grandi domande della vitaArmenia Edizionihttps://www.armenia.it/Leader di fama mondiale al centro della Fondazioni Maharishi, neuroscienziato laureato ad Harvard, rinomato studioso vedico e riferimento mondiale in Meditazione Trascendentale, il Dr. Tony Nader formula in questo libro una serie di domande esistenziali fondamentali (qual è il nostro scopo nella vita, abbiamo il vero controllo sui nostri destini?) e, attraverso lo studio della Coscienza, ci porta risposte con benefici pratici che mirano a darci illuminazione, pace e appagamento.Il nuovo libro del prof. Tony Nader “Un oceano illimitato di coscienza – risposte semplici alle grandi domande della vita” finalmente esce anche in italiano. Dal 19 gennaio lo troviamo in libreria e possiamo ordinarlo su internet, dove era già presente in lingua originale in formato eBook.Il Regista David Lynch ha affermato:“In questo libro che è una vera e propria pietra miliare, il Dr. Nader offre idee che possono cambiare il mondo. Dà soluzioni profonde a domande che hanno a lungo affascinato e incuriosito filosofi e scienziati coprendo campi diversi come lo scopo della vita, il bene e il male, cos'è la coscienza, abbiamo la libertà? C'è legge e ordine o caos nell'universo? Come ricucire le differenze tra ateo e credente, determinismo e scelta? Come trarre il meglio dalla propria vita, soddisfare i propri desideri e creare pace e armonia tra i popoli e le nazioni? Offre queste soluzioni basate su un semplice paradigma sottostante che unifica mente, corpo e ambiente in un oceano di puro essere, pura coscienza. Una lettura obbligata per ogni ricercatore di risposte ai misteri della vita, la verità assoluta e ultima” David Lynch.Il titolo è ambizioso, ma davvero mantiene le promesse. E lo fa in modo semplice e piacevole lungo tutte le sue circa 300 pagine. Questo libro affronta un argomento che lo stesso Maharishi aveva affrontato più volte:«Lo scopo della vita è l'espansione della felicità. La vita è beatitudine e la sofferenza non è necessaria». Maharishi Mahesh YogiNaturalmente, nessuno desidera soffrire. A ogni livello di ricchezza e istruzione, in ogni cultura e tradizione, fra tutte le etnie, i generi e le fedi e nel corso dei tempi, le persone hanno desiderato più felicità, più amore, più sicurezza, più suoni gradevoli da ascoltare, più cibo saporito da mangiare, più potere, più soldi, più bellezza e fascino.La vita ha un disegno segreto, una logica significativa, un obiettivo da raggiungere? Perché siamo qui? Da dove veniamo e dove andiamo quando ce non ci saremo più? Ognuno di noi è sul proprio cammino con le proprie preoccupazioni e il proprio destino individuale e indipendente? Per cosa dovremmo lottare? La salute, la felicità, fare soldi, essere migliori degli altri, compiere la volontà di un essere divino? Possiamo scegliere? Siamo liberi o schiavi del destino; governati o controllati da qualche forza, dalle leggi della natura o da Dio? O viviamo in un universo caotico, sballottati dalle situazioni e dalle circostanze? Qual è la sorgente del male? Come esseri coscienti che desiderano mantenere il controllo della propria vita, queste domande non sono solo rilevanti, sono fondamentali.Tutti finiscono per fare delle supposizioni o sottoscrivere fermamente delle convinzioni su molte di esse, sia a un chiaro livello cosciente che non! Queste credenze o convinzioni diventano la nostra visione del mondo sottostante che influenza tutto ciò che facciamo. Modellano le nostre vite come fondamenta del nostro pensare, sentire e comportarci.“Voglio che tutti sappiano cos'è la Coscienza e come svilupparla per gioire del pieno potenziale della vita individuale e sociale”. Dr. Tony NaderIL POSTO DELLE PAROLEAscoltare fa Pensarehttps://ilpostodelleparole.it/

Be Italiano
Capisci l'Italiano #12 - Non voglio andare a scuola!

Be Italiano

Play Episode Listen Later Aug 29, 2022 9:48


Scarica la trascrizione: https://bit.ly/3At8bMs Ciao e benvenuti in un nuovo episodio! Oggi ascolteremo un dialogo tra padre e figlia! Non dimenticare di seguirmi anche su YouTube e Instagram @teacherstefano. Ciao!

Merita Business Podcast
AZIONI DI MARKETING: 3 Esempi di Attività che Hanno Funzionato

Merita Business Podcast

Play Episode Listen Later Aug 1, 2022 13:55


Voglio condividere 3 azioni di marketing che hanno funzionato e che hanno portato ottimi risultati.Sono 3 azioni semplici, particolarmente economiche, implementabili da chiunque senza un eccessivo sforzo.Iniziamo subito, andiamole a vedere insieme.NOTE: https://www.merita.biz/303✅ SOFTWARERepurpose: https://www.merita.biz/rpVeed: https://www.merita.biz/veedZubtitle: https://www.merita.biz/zb====✅ Sostieni lo Show: offrimi un caffè!☕ https://www.merita.biz/sostieni​/

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!
ESPRESSIONI Alternative per dire “HO FAME” in ITALIANO

Learn Italian with LearnAmo - Impariamo l'italiano insieme!

Play Episode Listen Later Jun 24, 2022 11:34


Fra tutte le espressioni utili, “HO FAME” è tra quelle più semplici e dirette per esprimere la voglia o l'esigenza di mangiare qualcosa: se dico "ho fame", il messaggio non può essere certo frainteso! La lingua italiana, però, ha la caratteristica di avere tantissime espressioni analoghe, ovvero che esprimono lo stesso concetto ma con sfumature diverse e se si vuole diventare fluenti in una lingua, è bene conoscerle e impararle... per non essere ripetitivi! In questo articolo ho deciso quindi di proporvi 10 espressioni alternative per dire "ho fame"! 10 MODI PER DIRE "HO FAME" Così come altri bisogni ed emozioni, anche la fame ha diverse sfumature e gradi di intensità, e la lingua italiana ha validissime alternative al semplice "ho fame" - siete pronti a scoprirle insieme? 1 - SONO AFFAMATO/A Questa è l'espressione più basilare, l'alternativa più comune ed ha lo stesso significato di “ho fame”. Esempio: Non mangio da ieri sera, sono davvero affamata. 2 - HO BISOGNO DI MANGIARE Anche questa espressione è molto chiara e facilmente comprensibile: con ho bisogno di mangiare si esprime in modo diretto, senza troppi giri di parole o metafore, che si ha fame. Esempio: Ho bisogno di mangiare, altrimenti non riesco a concentrarmi come dovrei. 3 - HO UN CERTO LANGUORINO, oppure CHE LANGUORINO! In questo caso, la sfumatura di significato fa sì che il senso si discosti leggermente dal basico “ho fame”: infatti, avere un languorino non significa essere affamati, ma avere voglia di qualcosa che stuzzichi l'appetito e non che soddisfi un vero e proprio senso di fame. Si può utilizzare questa espressione anche quando si è davanti ad una portata invitante e si è subito invogliati ad assaggiarla. Esempio primo caso - voler mangiare qualcosa di sfizioso, senza soddisfare del tutto la fame: Ho un certo languorino: ti va un aperitivo in centro? Esempio secondo caso - voler assaggiare una pietanza che si ha davanti agli occhi: Cos'è questo piatto che hai preparato? Sembra delizioso, che languorino! 4 - HO LA PANCIA VUOTA Avere la pancia vuota significa essere digiuni, non aver mangiato e, di conseguenza, si utilizza quando si vuole comunicare che si ha fame. Si utilizza perlopiù in un contesto informale. Esempio: Ho la pancia vuota, cosa c'è in frigo? Voglio prepararmi qualcosa! 5 - HO UN BUCO ALLO STOMACO Questa espressione è molto simile alla precedente e fa riferimento al fatto che lo stomaco non sia stato riempito e che, dunque, metaforicamente, abbia un “buco”. Esempio: Dopo questo lungo viaggio avrai sicuramente un buco allo stomaco! Posso offrirti qualcosa da mangiare? 6 - HO LO STOMACO CHE BRONTOLA, oppure MI BRONTOLA LO STOMACO Si sa, quando si ha fame, lo stomaco tende a fare degli strani rumori, prodotti dall'attività gastrica e intestinale i quali, a volte, sono forti e ben udibili! Si tratta di un vero e proprio segnale che il nostro corpo ci manda quando la fame comincia a farsi sentire. Esempio: Che imbarazzo, durante il convegno avevo lo stomaco che brontolava! Sicuramente chi era seduto vicino a me lo ha sentito! 7- STO MORENDO DI FAME Questa espressione si utilizza perlopiù tra parenti, amici, quindi con persone con le quali abbiamo una certa confidenza - appartiene, dunque, al registro informale e viene utilizzata per comunicare un fortissimo senso di fame. Si tratta, chiaramente, di un'esagerazione, che vuole mettere l'accento sull'impellente bisogno di mangiare qualcosa. Esempio: Quanto ancora dobbiamo aspettare? È ora di pranzo e voglio andare a casa, sto morendo di fame! 8 - SVENGO DALLA FAME Molto simile alla precedente, questa espressione si riferisce al fatto che, quando si ha molta fame, si può rischiare di avere un calo di zuccheri che può indurre allo svenimento. Esempio: Guarda, lì c'è un ristorante! Andiamoci subito, sto svenendo dalla fame.