Podcast appearances and mentions of alessandro plateroti

  • 7PODCASTS
  • 111EPISODES
  • 25mAVG DURATION
  • 1EPISODE EVERY OTHER WEEK
  • Jan 16, 2023LATEST

POPULARITY

20152016201720182019202020212022


Best podcasts about alessandro plateroti

Latest podcast episodes about alessandro plateroti

Focus economia
Il ruolo della distribuzione: assorbe 4 miliardi di inflazione

Focus economia

Play Episode Listen Later Jan 16, 2023


Si è tenuta oggi a Milano la conferenza stampa che anticipa i dati del Paper realizzato da The European House-Ambrosetti per ADM - Associazione Distribuzione Moderna, dal titolo "L'Italia di oggi e di domani: il ruolo sociale ed economico della distribuzione moderna". I dati presentati dimostrano la distribuzione come argine all'inflazione, impulso al fatturato della filiera agroalimentare, occupazione e sostegno al PIL. Quello che emerge dallo studio è che nel 2022 le aziende della distribuzione moderna hanno assorbito 3,9 miliardi di euro di inflazione consentendo un risparmio fino a 77 euro al mese a famiglia. E che per le famiglie meno abbienti la variazione dei prezzi del paniere medio pesa per un +17,5% rispetto a un anno fa, che scende fino a un +9,6% per le famiglie più abbienti, con una media nazionale dell'11,6%. Ne parliamo conValerio De Molli, Managing Partner & CEO di The European House - Ambrosetti.Big Tech in crisi Dall'inizio del 2021 fino alla chiusura dell'anno le società della Silicon Valley hanno registrato licenziamenti per oltre 150.000 persone. Le Big Tech, da Alphabet-Google a Apple passando da Netflix, Amazon, Meta e Microsoft, nell'ultimo anno hanno perso oltre tremila miliardi di dollari di valore di mercato nell'ultimo anno. Ciononostante questi grandi gruppi hanno creato molti più posti di lavoro negli ultimi anni di quanti non ne distruggano adesso. E anche dopo un 2022 molto negativo, i colossi tecnologici hanno comunque generato oltre cinquemila miliardi di dollari di valore di Borsa in circa dieci anni. Ma è indubbio che la loro crescita esponenziale sempre essersi fermata. Approfondiamo il tema con l'appuntamento settimanale con "Dietro la notizia", la rubrica di Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.Tim, il segnale di Vivendi: dimissioni di De Puyfontaine dal CdaDimissioni dal Cda Tim di Arnaud de Puyfontaine. Come anticipato sul sito del Sole 24 Ore il ceo di Vivendi e consigliere d'amministrazione di Telecom Italia dal 2015 ha rassegnato le sue dimissioni «irrevocabili» dal board della società di cui la media company francese è primo azionista con il 23,75%. La decisione sarebbe stata presa a valle di una riunione stamattina, nella mattinata di lunedì 16 gennaio, a Parigi.Il titolo Telecom Italia, intanto, sale dello 0,8% a metà mattinata, poi accelera oltre il 3% a 0,26 euro a Piazza Affari per 5,4 miliardi di capitalizzazione. La borsa, infatti, considera la mossa un segnale in vista della riunione del Consiglio d'amministrazione previsto per il prossimo 18 gennaio 2023. De Puyfontaine ha confermato che «Tim e l Italia restano centrali nei piani di investimento di Vivendi», le dimissioni potrebbero essere un endorsement nei confronti del Governo. Ne parliamo con Andrea Biondi de il Sole 24 Ore.

Focus economia
Colloquio Meloni-von der Leyen a palazzo Chigi: confermato impegno Italia sul Pnrr

Focus economia

Play Episode Listen Later Jan 9, 2023


L'incontro tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e Ursula von der Leyen è durato circa un ora e un quarto a palazzo Chigi. Nel corso dell'incontro tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen «è stato riaffermato - spiega una nota di palazzo Chigi - l'impegno del Governo italiano sul Pnrr». È stata anche «condivisa la condanna per gli atti violenti in Brasile e la solidarietà alle istituzioni democratiche del Paese. È stata infine espressa soddisfazione per la firma, prevista domani a Bruxelles, della Dichiarazione congiunta UE-NATO». Ne parliamo con Barbara Fiammeri de il Sole 24 Ore. Le difficoltà del Pnrr Per il Piano nazionale di ripresa e resilienza, il Pnrr, sarà un anno decisivo. Gli obiettivi e i traguardi da raggiungere saranno 149 per un totale di 38 miliardi di euro. La gestione dei progetti è sulle spalle degli enti locali che però spesso sono sprovvisti degli esperti necessari per portare a termine i processi. In questo contesto, il ministro per il Pnrr, Raffaele Fitto, sta cercando di capire come raggiungere gli obiettivi senza arrivare allo scontro con Bruxelles. Approfondiamo il tema con Carlo Altomonte, Associate Dean e Direttore PNRR Lab, SDA Bocconi, e membro CD Fondazione M&M. Le borse guardano favorevolmente alle aperture cinesi ma i contagi volano Le Borse oggi si sono mosse in terreno positivo anche per l'ottimismo legato alla riapertura della Cina. Allentamento delle misure che però hanno fatto decollare i contagi, bloccando porti e distretti industriali. Ne parliamo con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it, nella rubrica della lunedì: "Dietro la notizia".

Focus economia
La 33esima edizione della Qualità della Vita del Sole24Ore incorona Bologna

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 12, 2022


È uscita oggi la 33ª edizione della Qualità della vita del Sole 24 Ore. L'indagine fotografa il livello di benessere nei territori in base a 90 indicatori, di cui 40 aggiornati al 2022. Suddivisi nelle tradizionali sei macro-categorie tematiche (ciascuna composta da 15 indicatori) che accompagnano l'indagine dal 1990. Dalla classifica 2022 risulta Bologna la provincia italiana in cui si vive meglio: il capoluogo emiliano torna in vetta alla classifica generale della storica indagine che viene pubblicata ogni anno, dal 1990. Si tratta della quinta medaglia d'oro dopo quelle conquistate nel 2000, 2004, 2011 e 2020. Ne parliamo conJean Marie Del Bo', vicedirettore de Il Sole 24 Ore. Dietro al notizia: Qatargate, terremoto all'Eurocamera Da venerdì sera si sta svolgendo la matassa del più grande scandalo che abbia mai riguardato l'Europarlamento. I risultato di mesi di lavoro e intercettazioni da parte della polizia belga hanno portato alla scoperta di un'organizzazione criminale volta a influenzare il voto del parlamento europeo a vantaggio degli stati committenti il Qatar, appunto, e il Marocco - in cambio di ingenti somme di denaro e regali. Sono diversi i nomi di spicco a Bruxelles coinvolti nell inchiesta, molti dei quali italiani. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it. Manovra, ecco cosa potrebbe cambiare Si è aperta oggi una settimana calda per la manovra 2023, tra le proteste dei sindacati e l'atteso vaglio della Commissione europea, che potrebbe rendere noto il suo parere il 14 dicembre. Tutto mentre la commissione Bilancio della Camera si appresta a votare gli emendamenti alla legge di bilancio: 450 le proposte segnalate sulle 3mila presentate. Quali sono i contenuti che potrebbero cambiare? Intanto oggi Giorgia Meloni ha difeso a spada tratta le misure più controverse della manovra finanziaria all esame delle Camera, a partire dal tetto al contante che si vuole portare da 2mila e 5mila euro e dall esenzione dall obbligo di usare il pos per i pagamenti inferiori a 60 euro. Ne parliamo con Giovanni Parente, Il Sole 24 Ore.

Focus economia
L'Italia cambia marcia, altro che fanalino di coda

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 6, 2022


L'idea che l'Italia sia ancora il paese che cresce economicamente meno di tutti, che sia l'eterno "fanalino di coda", è un cliché duro a morire. Nemmeno di fronte ad un aumento del pil nazionale che nel biennio 2021-2022 supererà sicuramente il 10 per cento, i detrattori dell'Italia e i pessimisti a oltranza sono disposti a ricredersi. Eppure, i numeri parlano chiaro. La ragione è da ricercare nel fatto che l'economia nazionale degli ultimi 6-7 anni non è più quella che ha stentato fino al 2015. Ne parliamo con Marco Fortis, docente di Economia industriale e Commercio estero presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università Cattolica di Milano, nonché direttore e vicepresidente della Fondazione Edison. Petrolio volatile: dopo Opec e price cap il mercato riflette l'incertezza Ieri è scattato l'embargo e il price cap sui barili russi a 60 euro, l'Opec+ ha confermato il taglio di 2 milioni di barili, ma il mercato sembra guardare altrove. Il petrolio ha iniziato la settimana con una seduta volatile, concludendo con perdite superiori al 3% (Brent sotto a 83 dollari al barile) dopo dati macro Usa che hanno risvegliato l'attesa di forti rialzi dei tassi di interesse. Oggi il Brent è addirittura calato sotto soglia 80 euro per la prima volta da gennaio. Parliamo dell'oscillazioni del mercato del petrolio con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Focus economia
Ftx in bancarotta, la Lehman Brothers delle criptovalute?

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 14, 2022


Ftx, piattaforma per il trading di criptovalute, ha dichiarato il fallimento l'11 novembre e ha fatto ricorso negli Stati Uniti al Chapter 11, ovvero la procedura fallimentare che consente alla società di continuare ad operare mentre negozia con i creditori. Contestualmente, si è dimette il suo amministratore delegato, Sam Bankman-Fried. Ne parliamo con Alessandro Plateroti , direttore di Notizie.it e Gian Luca Comandini, divulgatore tecnologico. Tlc. In Italia la frenata dei ricavi: -33% negli ultimi 10 anni. Si è tenuto il Forum annuale delle Telecomunicazioni2022, organizzato da Assotelecomunicazioni-Asstel, presso la Luiss Guido Carli di Roma.E' stato presentato il Rapporto annuale sulla Filiera Tlc predisposto dal Politecnico di Milano, che fotografa la dinamica del mercato delle Telecomunicazioni, l'andamento della Filiera e le sue sfide per il futuro. Un dato che spicca è negli ultimi dieci anni è che in Italia in 11 anni ha perso un terzo del suo valore iniziale sul totale del mercato delle Telecomunicazioni pari a oltre 14 miliardi. Ne parliamo conMassimo Sarmi presidente di Asstel.

Focus economia
Meta verso i primi tagli della storia: licenziamenti per migliaia di unità

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 7, 2022


Meta prepara la prima ondata di tagli della sua storia: migliaia di licenziamenti in settimana. Secondo il Wall Street Journal la holding di Facebook vuole ridurre i costi del 10%: a pesare sono la crisi economica e le ricadute dell' investimento sul metaveso. Mark Zuckerberg tiene la barra dritta sulla sua strategia focalizzata sul metaverso. Ma la scommessa sulla realtà virtuale potrebbe tramutarsi a breve in un ondata di tagli occupazionali, la prima nei diciotto anni di storia di quella che oggi si chiama Meta. I tagli, secondo il WSJ saranno annunciati mercoledì 9 novembre. Si tratterebbe della prima operazione del genere nella storia della compagnia e, sebbene in proporzione di dimensione inferiori al maxi licenziamento avvenuto all interno di Twitter (7.500), potrebbe essere il numero più alto di persone cacciata da una Big Tech in un anno che ha visto una contrazione del settore. Ne parliamo con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.Tim corre a Piazza Affari in attesa dell'incontro governo-azionisti Piazza Affari svetta Telecom Italia con un +9,64% (alle 16.15), sull ipotesi che Cassa Depositi e Prestiti lancerà un opa sulla compagnia, come previsto dal piano Minerva ideato nei mesi scorsi dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Alessio Butti. Il senatore di Fratelli d Italia con deleghe all'innovazione digitale ha preannunciato un imminente incontro con gli stakeholder dell azienda. Il suo piano prevederebbe un offerta lanciata da Cdp su Tim e la successiva dismissione degli asset brasiliani e delle attività retail. Fonti vicine al gruppo francese hanno detto ieri all'Ansa come «confermiamo la volontà dell'azionista di sedersi a un tavolo di confronto». In attesa di capire cosa uscirà dai colloqui fra l'esecutivo, Cdp e Vivendi, la scadenza formale per il momento è quella del 30 novembre quando scadrà la proroga concessa da Tim a Cassa (senza l'esclusiva) sull'offerta non vincolante per l'acquisto della sua infrastruttura di rete. Proroga che ha superato il memorandum of understanding di fine maggio tra la stessa Tim, Cdp e Open Fiber. Approfondiamo il tema con Andrea Biondi, Il Sole 24 Ore.

Focus economia
Bollette gas: a ottobre verso un aumento "solo" del 5%. Per il calo della luce bisognerà attendere gennaio

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 1, 2022


Aumento intorno al 5% in arrivo per le bollette del gas di ottobre anziché del 70% come previsto un mese fa. A dirlo è il presidente di Nomisma energia, Davide Tabarelli, interpellato dall' agenzia Ansa in vista, giovedì prossimo, della comunicazione della tariffa per le famiglie del mercato tutelato. Da questo mese l'aggiornamento tariffario diventa mensile anziché trimestrale e "se l'aggiornamento fosse stato fatto con il vecchio meccanismo a fine settembre avremmo avuto un aumento anche del 200%" rileva Tabarelli. "Quando hanno fatto la modifica dell'aggiornamento (non più trimestrale) ai primi di ottobre - ha spiegato il presidente di Nomisma - hanno detto che con il nuovo meccanismo ci sarebbe stato un aumento del 70%, perché c'era già un po' di calo del prezzo del gas. Ma ora ci sono tutti i prezzi fino alla fine di ottobre e stimiamo una variazione del +5%". "Le disposizioni per il gas" cioè l'aggiornamento mensile anziché trimestrale della tariffa, conclude Tabarelli "teoricamente si potrebbero applicare anche all'elettricità, peccato che non è stato fatto; se l'avessimo fatto per la luce avremmo già avuto dei cali in bolletta invece dobbiamo aspettare gennaio e sperare che siano sempre bassi i prezzi. Ne parliamo proprio con Davide Tabarelli, Presidente di Nomisma EnergiaIl vino made in Italy non ferma la sua corsa ma deve fare i conti con caro-energia, guerra e siccità Nel primo semestre il settore del vino ha fatto registrare un aumento dell'export a 3,8 miliardi di euro, il 14% in più sul 2021, che già era stato un anno di forte ripresa dopo la fase acuta della pandemia. E nel 2022, secondo TradeLab il mercato dei consumi fuori casa legati ai servizi food & beverage dovrebbe far segnare un +2%, toccando quota 87 miliardi, superando gli 85 miliardi toccati nel 2019 (pre-covid). Di contro i produttori devono fare i conti con diversi problemi come caro-energia, guerra e siccità. Solo per quanto riguarda le bollette i rincari si attestano tra il 150 e il 200% con aumenti che interessano le materie prime necessarie per il packaging, come carta, cartone, etichette e vetro. Approfondiamo il tema con Ettore Nicoletto, vicepresidente del Consiglio del Gruppo Vini di Federvini.Twitter, Musk silura il cda: ora è solo al comando. Intanto tutte le Big Tech fanno i conti con una crisi profonda Elon Musk, riporta il Wall Street Journal, ha sciolto il consiglio di amministrazione di Twitter: l imprenditore sarà amministratore unico ed è al lavoro per far pagare agli utenti la spunta blu che indica lo status di account verificato. La sua prima mossa da capo, adesso, potrebbe essere nel segno dei licenziamenti. Proprio oggi entra in vigore il Digital Market Act (Dma), il nuovo regolamento della Ue per combattere le pratiche di mercato sleali e le distorsioni della concorrenza da parte delle Big Tech. A proposito di Big Tech, a guardare i dati finanziari emerge un sell off pesantissimo, guidato dal crollo di Meta. Lo dicono i numeri: nell'ultimo anno il titolo di Amazon ha perso il 38,67%, quello di Alphabet il 34,96%, quello di Microsoft il 28,87%. E poi c'è il crollo verticale di Meta, che un anno fa prendeva il posto di Facebook: -69,34% negli ultimi dodici mesi. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.Pil: terzo trimestre a sorpresa +0,5%. Crescita acquisita 2022 su al 3,9% L'attesa era già circolata nei giorni scorsi, ma la stima preliminare del Pil del terzo trimestre diffusa dall'Istat è andata oltre le aspettative: si temeva l avvio della recessione tecnica, è invece è arrivato il settimo trimestre consecutivo in positivo. E non di poco: fra luglio e settembre l'economia italiana è cresciuta dello 0,5%, portando la crescita acquisita nel 2022 a +3,9%. Il risultato finale, e soprattutto il trascinamento sul prossimo anno, dipenderanno dai risultati del quarto trimestre: ma il nuovo dato rafforza l'andamento di un anno, il 2022, che già aveva dato soddisfazioni.A spingere la produzione estiva sono stati soprattutto i servizi, probabilmente grazie in particolare all'effetto propulsivo di un turismo che ha registrato numeri da tutto esaurito (i dettagli sulle componenti del Pil saranno analizzati dall'Istat con la stima definitiva). Approfondiamo il tema con Lorenzo Codogno, visiting professor della London School of Economics ed ex dirigente generale del Mef.

Focus economia
Fmi avverte: metà Europa in recessione tecnica (Italia compresa)

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 24, 2022


L'Europa è alla prova di un inverno rigido sotto ogni punto di vista. Il «brutale impatto» dei prezzi dell energia ha infatti incupito le prospettive del Vecchio Continente, per il quale è previso un forte rallentamento della crescita economica e un inflazione particolarmente alta. Un «mix tossico» a causa del quale «questo inverno più della metà dei paesi dell area euro» sperimenterà una «recessione tecnica con almeno due trimestri consecutivi di contrazione». A scattare la fotografia europea - in un rapporto dal titolo «La nebbia della guerra offusca l outlook europeo» - è il Fondo Monetario Internazionale, che prevede una recessione tecnica anche per Germania e Italia, che secondo le stime dell istituto di Washington registreranno «tre trimestri consecutivi di crescita negativa dal terzo trimestre del 2022». Nello specifico, il pil italiano è atteso crescere dell'1,3% nel 2024 dopo la contrazione dello 0,2% nel 2023. Mario Deaglio, docente Economia Internazionale Università di Torino.Borsa: Hong Kong chiude a -6,36% dopo nuovi vertici Pcc La Borsa di Hong Kong crolla ai minimi dal oltre un decennio all'indomani dell' annuncio dei nuovi vertici del Partito comunista cinese, con il presidente Xi Jinping che ha strappato un inedito terzo mandato alla guida del Pcc: l'indice Hang Seng, sui timori accresciuti che la crescita economica possa essere sacrificata a favore dell'ideologia politica, segna un tonfo del 6,36%, a 15.180,69 punti. Pesanti perdite, oltre il 10%, anche per i colossi hi-tech come Alibaba e Tencent. Approfondiamo l'argomento con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.Gas sotto i 100 euro e domani nuovo consiglio dei ministri ue dell'EnergiaSettimana scorsa il Consiglio europeo ha definito un'intesa, basata sulle proposte della Commissione, sulle misure per gestire la crisi energetica. Tra i punti approvati figurano la creazione di una piattaforma aggregata per il gas, che preve una quota obbligatoria del 15% del volume totale degli stoccaggi, incentivi per le rinnovabili e un tetto al prezzo del gas nella formazione dell'elettricità. Domani, martedì 25 ottobre, il neo ministro dell'ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, prenderà parte ai lavori del Consiglio dei Ministri dell'Energia Ue a Lussemburgo. Accompagnato dal consulente per l'energia Roberto Cingolani. Ne parliamo con Davide Tabarelli, Presidente di Nomisma Energia.

Focus economia
Road map del governo, dall'Aiuti quater alla manovra

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 17, 2022


Domani martedì 18 ottobre, alle ore 15.00, deputati e senatori sono convocati in parlamento per la costituzione dei gruppi parlamentari con l'elezione dei rispettivi presidenti. Sarà poi il turno dell'elezione di vicepresidenti, questori e segretari di Camera e Senato, ed è già da giovedì 20 ottobre che potrebbero partire le consultazioni con Mattarella. Il tempo corre veloce e il governo ha i giorni contati e le urgenze sul tavolo sono molteplici, innazitutto il nuovo decreto aiuti per contrastare il caro energia per famiglie e imprese, dopodiché bisogna affrettarsi per formulare la manovra di bilancio. Ne parliamo con Gianni Trovati de Il Sole 24 Ore. Giallo Cina, pubblicazione dei dati Pil bloccati nei giorni del Congresso È giallo in Cina perché il governo ha bloccato oggi la diffusione dei dati sul PIL. Rinvio senza spiegazioni, ma sullo sfondo c'è il Ventesimo Congresso del Partito Comunista iniziato ieri 16 ottobre: che sta succedendo a Pechino? Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti de il direttore di Notizie.it. Non si ferma l inflazione, a settembre +8,9% su base annua. E la povertà nel 2021 è ai massimi storici A settembre i prezzi al consumo segnano un aumento di tre decimi di punto su base mensile e un +8,9% su base annua contro il +8,4% di agosto. Si confermano così le stime preliminari dell Istat. Nel mese l inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, accelera da +4,4% a +5% e quella al netto dei soli beni energetici da +5% a +5,5%. L inflazione acquisita per il 2022 è pari a +7,1% per l'indice generale e a +3,6% per la componente di fondo. I maggiori rincari coinvolgono la spesa alimentare che passa a +11,4% dal precedente +10,4% mentre i servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona toccano il +5,7% dal +4,6%. Inoltre il nuovo Rapporto della Caritas italiana, diffuso oggi in occasione della Giornata internazionale di lotta alla povertà, certifica che nel 2021 la povertà assoluta conferma i suoi massimi storici toccati nel 2020, anno di inizio della pandemia da Covid-19. Le famiglie in povertà assoluta risultano 1 milione 960mila, pari a 5.571.000 persone (il 9,4% della popolazione residente). Ne parliamo con Massimo Baldini, docente di Scienza delle Finanze presso l'Università di Modena e Reggio Emilia.

Focus economia
Fmi: Italia e Germania in recessione nel 2023. Crescita frenata per Eurozona, Usa e Cina

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 11, 2022


Un 2023 di recessione per Italia e Germania, che chiuderanno l anno con una contrazione del Pil, rispettivamente, dello 0,2 e dello 0,3%. Crescita frenata per l Eurozona, ma anche per Stati Uniti e Cina. Le nuove previsioni del Fondo monetario internazionale, rilasciate l 11 ottobre, fotografano il concretizzarsi dei rischi da tempo indicati dagli analisti: se per il 2022 la crescita globale resta confermata al 3,2%, quella stimata per il 2023 subisce l ennesimo taglio, che la abbassa al 2,7%, rispetto al 2,9% previsto a luglio. Si tratta della crescita più debole dal 2001, fatta eccezione per le recessioni innescate dalla crisi finanziaria e dal Covid-19. Il Fmi rivede però al rialzo la crescita dell'Italia. Dopo il +6,6% del 2021, il pil è atteso salire nel 2022 del 3,2%, ovvero 0,2 punti percentuali in più rispetto alle stime di luglio (+0,9 punti su aprile). Per il 2023 invece il Fondo taglia le sue previsioni di 0,9 punti percentuali (-1,9 punti su aprile), stimando una contrazione dell'economia dello 0,2%. Nel 2022 l'Italia cresce così più della Germania (+1,5%) e della Francia (+2,5%). In Italia la ripresa dei servizi turistici e della produzione industriale nella prima metà del 2022 ha contribuito a previsioni di crescita del 3,2% che è attesa "rallentare fortemente" nel 2023. Franco Bruni, docente economia monetaria internazionale università Bocconi, vice presidente ISPI. Imprese e famiglie sotto pressione nell'inverno imminente e l'aiuto delle banche Al via il roadshow di "Imprese vincenti" il programma di Intesa Sanpaolo dedicato alle eccellenze imprenditoriali italiane. Sono 140 PMI selezionate, su 4mila candidature. Un tour che parte oggi da Milano e comprenderà altre 13 tappe in tutta Italia (in tutto sono 14), gli ultimi due eventi saranno dedicati a settori specifici come il cosiddetto agribusiness (che comprende imprese del settore agricolo e le altre aziende correlate, si intende quindi dalla lavorazione alla trasformazione e infine al commercio dei beni agricoli) e il terzo settore. L'obiettivo è valorizzare le PMI che realizzano progetti di crescitaorientati dalle linee guida del PNRR Oltre a questo il Consigliere Delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina ha annunciato il 3 ottobre scorso ulteriori 8 miliardi per le famiglie, facendo salire a 30 miliardi complessivi il pacchetto di aiuti stanziato da Intesa Sanpaolo per l'economia reale. Infine, sul fronte interno, oggi su tutti i quotidiani si racconta che Banca Intesa sta studiando con i sindacati la settimana di lavoro di 4 giorni al posto dei canonici 5 a parità di stipendio. Ne parliamo con Stefano Barrese, responsabile divisione banca dei territori di Intesa Sanpaolo. Affare Twitter: bisogna chiudere entro il il 28 ottobre La scorsa settimana l'imprenditore americano Elon Musk ha inviato una lettera a Twitter in cui si dice di nuovo intenzionato a comprare il social networknella. Nella lettera Musk ha offerto 54,20 dollari ad azione, cioè lo stesso valore complessivo di 44 miliardi di dollari (più o meno la stessa cifra in euro) che aveva proposto lo scorso aprile. Venerdì scorso è arrivata la decisione del giudice del tribunale del Delaware che ha accolto una richiesta di Musk di sospendere il procedimento a suo carico fissando però nel 28 ottobre alle ore 17 il termine ultimo per raggiungere e finalizzare un'intesa. Nel mentre, Musk è finito al centro del dibattito sulla guerra in Ucraina. Settimana scorsa ha proposto infatti un piano per la Pace che è stato rispedito al mittente da Kiev. Intanto oggi le truppe ucraine hanno denunciato l'interruzioni del sistema satellitare Starlink, fornito a Kiev proprio da Musk, lungo la linea del fronte, il che -aggiungono- ostacola gli sforzi per liberare il territorio dalle forze russe. Lo scrive il Financial Times, che ha sentito fonti dell'amministrazione civile e dell'esercito ucraino. Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Focus economia
Nobel per l'economia 2022 a Bernanke, Diamond e Dybvig

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 10, 2022


Il premio Nobel per l economia 2022 va aBen Bernanke (68 anni), Douglas W. Diamond (69 anni) e Philip H. Dybvig (67 anni) per "le ricerche sulle banche e le crisi finanziarie". Il primo, attivo alla Brookings Institution, dal 2006 al 2014 è stato presidente della Federal Reserve. Il secondo lavora all Università di Chicago, il terzo alla Washington University di St. Louis. L annuncio è stato dato dall'Accademia reale delle Scienze svedese. I premiati di quest'anno in Scienze Economiche, si legge, "hanno migliorato in modo significativo la nostra comprensione del ruolo delle banche nell'economia, in particolare durante le crisi finanziarie. Un importante risultato della loro ricerca è il motivo per cui è fondamentale evitare i crolli bancari" dal momento che questi "esacerbano le crisi finanziarie". "Le basi di questa ricerca furono gettate da Ben Bernanke, Douglas Diamond e Philip Dybvig nei primi anni '80. Le loro analisi sono state di grande importanza pratica nella regolamentazione dei mercati finanziari e nella gestione delle crisi finanziarie" continua la motivazione. Ne parliamo con Pietro Garibaldi, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Torino e Fellow del Collegio Carlo Alberto. Affare Twitter: bisogna chiudere entro il il 28 ottobre La scorsa settimana l'imprenditore americano Elon Musk ha inviato una lettera a Twitter in cui si dice di nuovo intenzionato a comprare il social networknella. Nella lettera Musk ha offerto 54,20 dollari ad azione, cioè lo stesso valore complessivo di 44 miliardi di dollari (più o meno la stessa cifra in euro) che aveva proposto lo scorso aprile. Secondo alcuni commentatori potrebbe anche trattarsi di una strategia di Musk per ritardare il processo e prendere tempo: una fonte del Financial Times vicina a Twitter sostiene che questa sia una preoccupazione della stessa azienda, che invece è intenzionata a chiudere l'affare. Venerdì scorso è arrivata la decisione del giudice del tribunale del Delaware che ha accolto una richiesta di Musk di sospendere il procedimento a suo carico fissando però nel 28 ottobre alle ore 17 il termine ultimo per raggiungere e finalizzare un'intesa. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Focus economia
Crisi energetica: il contenimento del dispendio energetico per le aziende fortemente energivore

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 3, 2022


Radio 24 è in diretta a a Futura Expo, l'evento di sistema fortemente voluto dalla Camera di Commercio di Brescia e ProBrixia, per diffondere la cultura della sostenibilità fra le imprese e la popolazione. Interviene nei nostri studi Giuseppe Pasini, ex Presidente di Confindustria Brescia e Presidente di Feralpi Group. Si tratta di un'azienda fortemente energivora che ha tra le sue priorità il contenimento del dispendio energetico. Può rappresentare un esempio di come un'azienda di grandi dimensioni possa attuare azioni di risparmio energetico, produzione energia pulita e maggiore autonomia dai fornitori di gas ed elettricità. Gas: alta tensione sul confine austriaco La Russia sabato scorso ha chiuso i rubinetti del gas all'Italia. L'interruzione delle forniture è ufficialmente dovuto ad un problema tecnico, ma è diffuso il sospetto che si tratti di una ritorsione di Mosca contro le iniziative dell'Europa per nuove sanzioni e per il tetto al prezzo del gas. L'azzeramento delle forniture all'Italia, a pochi giorni dalle esplosioni che hanno provocato quattro falle nel gasdotto Nord Stream, è stato ufficializzato da Gazprom all'Eni.Il problema sembra nell'attraversamento del paese confinante con l'Italia, visto che all'Eni, come sottolinea un portavoce, risulta che "l'Austria sta continuando a ricevere gas al punto di consegna al confine con la Slovacchia".Il commento in diretta con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it Investire nelle città sostenibili Negli studi di Radio 24 allestiti a Futura Expo viene a trovarci anche Gaetano Miccichè, Chairman Divisione CIB Intesa SanPaolo. Con lui discutiamo di investimenti in progetti di rigenerazione e sviluppo urbano che rendono le città sostenibili.

Focus economia
L'anno nero dei bond, perso il 20%

Focus economia

Play Episode Listen Later Sep 20, 2022


A tre mesi dalla fine, il 2022 si candida ad anno nero delle obbligazioni: perdono anche più del 20% del loro valore secondo le analisi condotte da Bofa Merril Lynch. La responsabilità è della corsa dei prezzi che riporta ai livelli del 1949, quando l'inflazione mordeva l'economia. Più i prezzi salgono più si depaupera il valore degli investimenti.La reazione diventa la richiesta di rendimenti più elevati che attraggono investitori che puntano su possibili guadagni a medio termine. Ne parliamo con Vito Lops de il Sole 24 Ore. La Fed pronta a un altro maxi rialzo La Federal Reserve appare destinata a percorrere un cammino sempre più aggressivo di strette di politica monetaria per debellare l'inflazione, tenendo sulle spine mercati preoccupati che scatenino rovesci dell'economia. Non solo la scommessa tra analisti e operatori è di un imminente maxi-rialzo dei tassi d'interesse interbancari di 75 punti base al 3%-3,25% - e qualcuno non esclude un intero punto percentuale - al termine, domani, del nuovo vertice di due giorni. L'aggressività della Fed potrebbe emergere anzitutto dall'outlook: in attesa che la Banca centrale aggiorni le proprie previsioni a fianco della mossa sui tassi, si è diffusa la scommessa su un costo del denaro che, con il protrarsi della manovra, arrivi a superare il 4%, e possa scalare vette oltre il 5 per cento. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it. Stellantis: a Mirafiori il principale hub per l'economia circolare Stellantis investe nella trasformazione della propria presenza industriale in Italia per lo sviluppo di un'attività sostenibile e crea il principale Hub per l'economia circolare, che sara' inaugurato nel 2023, per garantire modelli di produzione e consumo sostenibili. Più nel dettaglio, la società ha annunciato che il comprensorio di Mirafiori ospiterà l'Hub e che lo stabilimento inizierà a operare con tre attività progettate per aumentare la sostenibilità produttiva, ovvero rigenerazione di componenti, ricondizionamento e smantellamento di veicoli. L'obiettivo è espandersi ulteriormente a livello globale. L'iniziativa si basa sulle competenze attualmente in possesso dell'azienda e rappresenta un ulteriore importante passo nell'attuazione del piano strategico per la business unit Economia Circolare di Stellantis. Quest'ultima mira a quadruplicare i ricavi derivanti dall'estensione della vita utile di componenti e servizi e ad aumentare di 10 volte, rispetto al 2021, i ricavi ottenuti dal riciclo entro il 2030. Ne parliamo con Filomena Greco de Il Sole 24 Ore.

Focus economia
Confindustria dal Papa, Bonomi: "Lavoro, non sussidi che lo scoraggiano"

Focus economia

Play Episode Listen Later Sep 12, 2022


L'assemblea degli industriali si è riunita nella sala Nervi in Vaticano, in occasione dell'udienza dal Pontefice". Il presidente chiede al governo "subito Cigs e cuneo fiscale". Francesco ha posto l'accento sul problema occupazione per i giovani e sui salari, che dovrebbero essere più giusti. Facciamo il punto con Giorgio Pogliotti del Sole 24 Ore. Dopo i rialzi della Bce, riparte la speculazione sui titoli italiani? Il colpo di "Bazooka" anti-inflazione di Christine Lagarde ha lasciato il segno sui mercati: il rialzo dello 0,75% dei tassi BCE (e le altre misure di controllo della liquidità annunciate a Francoforte) ha sollevato (come era prevedibile) un'ondata di vendite sui Titoli di Stato, in particolare sui Bund tedeschi e i BTP italiani. Ce ne parla Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Focus economia
Pil peggiora, a luglio -0,6%. Confcommercio: rischiamo la crisi economica

Focus economia

Play Episode Listen Later Jul 19, 2022


Guerra, tensioni sulle materie prime, inflazione e ora anche il rischio di una crisi politica frenano l economia nazionale. Secondo l ufficio studi di Confcommercio, a luglio il Pil è calerà dello 0,6% rispetto a giugno, facendo segnare una crescita nulla nel confronto annuo. Il clima di incertezza non agevola nemmeno le propensioni al consumo: a giugno, nonostante i saldi, l indicatore dei consumi si ferma a +0,7% su base annua. Ne parliamo con Mariano Bella, direttore Ufficio studi Confcommercio. Piano Ue sul gas: collaborazione e pronti al peggio All'indomani dell'accordo siglato fra Italia e Algeria per i rifornimenti di gas (4 miliardi di metri cubi all'anno da adesso in poi) gli occhi sono puntati ora alle manutenzioni Nord Stream che dovrebbero terminare giovedì 21. Nel frattempo l'Ue lavora su piani di emergenza in caso di interruzione totale del gas russo con piani di razionamento (con percentuali ancora da definire) che garantirebbero la priorità all'industria agroalimentare. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, il direttore di Notizie.it. Crisi di governo, alla vigilia del voto di fiducia Si tratta a oltranza per salvare il governo alla vigilia delle comunicazioni di Draghi al Senato. Il presidente del Consiglio è stato stamattina al Quirinale dal presidente della Repubblica Mattarella. Prima gli aveva fatto visita a Palazzo Chigi il leader del Pd Letta. Un incontro che ha suscitato sconcerto in Berlusconi e Salvini, che si sono visti all ora di pranzo nella casa romana del leader di Fi. I Dem sono in pressing per fare in modo che il premier possa restare. Intanto Moody s e Fitch fanno sapere che la crisi pesa sul credito Italia. Ne parliamo con Paolo Mieli, storico, giornalista, scrittore.

Focus economia
Lavoro. Retribuzioni medie 24mila euro, per 3,3 milioni dipendenti meno di 9 euro l'ora

Focus economia

Play Episode Listen Later Jul 11, 2022


Oggi alla Camera dei Deputati è stato presentato il XXI rapporto annuale dell'Inps dallo stesso presidente dell'Istituto Pasquale Tridico. Dal quale emergono diversi spunti interessanti sul mondo del lavoro. Ne parliamo con Francesco Seghezzi, presidente fondazione ADAPT, centro studi su lavoro e occupazione fondato da Marco Biagi. Caos trasporto aereo: la causa legale sugli aeri bloccati in Russia AerCap, il più grande locatore di aerei del mondo, con sede a Dublino, ha citato in giudizio AIG e Lloyd's Insurance nel tentativo di recuperare fino a 3,5 miliardi di dollari che avrebbe perso a causa del mancato pagamento delle rate da parte della Russia, a seguito dello scoppio della guerra. AerCap riferisce di avere oltre 100 dei suoi aerei bloccati in Russia. In totale gli aerei commerciali noleggiati prima della guerra che sono fermi in Russia sono circa 400 e potrebbero essere ormai irrecuperabili. Una situazione che non fa altro che aggravare ancora di più il caos che sta interessando il trasporto aereo di queste settimane. Ci racconta cosa sta succedendo Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it. Dalla fusione di Autogrill e Durfy nasce il colosso della ristorazione I Benetton cedono Autogrill al colosso elvetico Dufry e in cambio ne diventano i primi soci con una quota tra il 20% e il 25%. Le discussioni erano state avviate lo scorso 28 giugno, ma l'ipotesi circolava sulla stampa e nelle sale operative già lo scorso 19 aprile. Attualmente oltre il 50% di Autogrill è nelle mani di Edizione tramite la controllata Schematrentaquattro e l'annuncio dell'avvio del confronto "senza vincoli di esclusiva" era stato fatto dalla stessa Autogrill sulla base delle informazioni ricevute dall'azionista di controllo. Il nuovo gruppo diventerà un player globale in un mercato del valore di 105 miliardi di euro (con un giro d'affari di 12 miliardi di euro e un Mol di circa 1,3 miliardi di euro). Positiva la reazione del mercato per Durfy che in borsa avanza del 6,2%, Autogrill invece perde oltre il 7%. Alessandro Benetton sarà presidente onorario. Approfondiamo il tema con Carlo Festa, Il Sole 24 ore. Gazprom riduce di un terzo le forniture all'Italia Gazprom ha comunicato che per la giornata di oggi fornirà a Eni volumi di gas pari a circa 21 milioni di metri cubi/giorno, rispetto a una media degli ultimi giorni pari a circa 32 milioni di metri cubi/giorno. A tal proposito la Commissione europea ha fatto sapere che: "Putin continua a usare l'energia come un'arma. Dodici Paesi dell'Ue sono già direttamente interessati dai tagli. Riempire le nostre capacità di stoccaggio del gas prima di questo inverno può aiutarci a prepararci a eventuali ulteriori interruzioni e tagli delle forniture di gas". Ne parliamo con Davide Tabarelli, presidente Nomisma Energia.

Focus economia
Lo spettro della recessione è reale?

Focus economia

Play Episode Listen Later Jun 27, 2022


Wall Street oggi ha aperto male e si avvia a chiudere il peggior semestre dal 1970. In borsa si da per scontata un'imminente recessione ma diversi indicatori sembrano smentire queste previsioni. Intanto oggi si apre il vertice di Sintra in Portogallo, dove la Bce organizza il Forum delle banche centrali. In giornata la presidente della Bce, Christine Lagarde, terrà il discorso introduttivo. Presente anche il presidente della Fed, Jerome Powell. Ne parliamo con Mario Deaglio, docente Economia Internazionale Università di Torino.Russia, in arrivo il primo default dal 1918?La Russia si confronta con il default. È terminato domenica notte il «periodo di grazia» di 30 giorni per pagare gli interessi su obbligazioni per 71,25 milioni di dollari e 26,5 milioni di euro, scaduti il 27 maggio. Da questa mattina, la Russia è perciò in default «tecnico», cioè inadempiente nei confronti dei creditori. È la prima volta che la Russia fa default sul suo debito estero dai tempi della rivoluzione bolscevica. Allora i rivoluzionari decisero di ripudiare il debito estero contratto dall'impero zarista e nel 1918. Lev Trotsky lo annunciò ai creditori occidentali dicendo: «Signori, siete stati avvertiti». Anche se il default dovesse essere certificato a livello internazionale, il suo reale impatto sull'economia russa è incerto. Approfondiamo il tema con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.Addio a Leonardo Del VecchioÈ morto questa mattina al San Raffaele dove era ricoverato Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica presidente di EssilorLuxottica e uno dei più grandi imprenditori italiani del Novecento. L'imprenditore aveva 87 anni. Secondo uomo più ricco d'Italia secondo la classifica di Forbes. La sua ricchezza attraverso l'holding di famiglia Delfin quest'anno è stata valutata dalla rivista Forbes in circa 25 miliardi di euro. Insignito Cavaliere del Lavoro nel 1986. Ricordiamo il grande imprenditore conPaolo Bricco de il Sole 24 Ore e Giovanni Vitaloni, il Presidente di Mido.

Focus economia
Stoccaggi, Cingolani convoca le aziende

Focus economia

Play Episode Listen Later Jun 21, 2022


È previsto un vertice ristretto, tra il ministro Cingolani e le principali aziende energetiche, per valutare nuove mosse a supporto dei conferimenti nei depositi. Per ora sembra scongiurato il passaggio allo stato di allerta massima. L'intenzione del governo è accendere un faro sugli stoccaggi dopo la nuova impennata del prezzo del gas. Ne parliamo con Celestina Dominelli del Sole 24 Ore. Gran Bretagna, in atto il più grande sciopero ferroviario degli ultimi 30 anni Treni fermi in Gran Bretagna, anche nelle metropolitane, per quello che è il più grande sciopero ferroviario degli ultimi trent'anni. Previste altre manifestazioni di protesta a livello nazionale anche giovedì e sabato. Sono attivi solo 4.500 dei 20mila collegamenti ferroviari previsti ogni giorno. Ospite Giorgia Scaturro inviata del Sole 24 Ore a Londra. Le Borse tentano il mini-rally. E la versione di Musk Dopo un periodo "nero" sui mercati, le Borse europee scommettono sul mini-rally, tentando di aggrapparsi ancora alle rassicurazioni di Christine Lagarde della Bce sullo scudo anti-spread. Resta in ogni caso alta l'attenzione per una stretta monetaria più aggressiva del previsto, che rischia di fiaccare l'economia globale, con alcuni che già intravedono all orizzonte lo spettro della stagflazione. Ne parliamo con Alessandro Plateroti direttore di Notizie.it. L'indice Piccinelli Dopo l'indice Cosulich torniamo a sentire un'altro imprenditore già ospite da noi numerose volte dal 2009 ad oggi che ci ha sempre aiutato a tastare il polso della situazione economica globale. È tornato l'ing. Paolo Piccinelli e ci racconta come sta vivendo il momento difficile fra crisi energetica, aumenti delle materie prime e altre calamità.

Focus economia
Traffico aereo quasi a livelli pre-pandemia, Italia la migliore

Focus economia

Play Episode Listen Later Jun 14, 2022


A Brindisi si è tenuta la cerimonia inaugurale della prima Torre di Controllo remota d'Italia, alla presenza tra gli altri di Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, e Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia. Prima Remote Digital Tower italiana in grado di controllare da remoto le operazioni di decollo, atterraggio e movimentazione al suolo. L'obiettivo è arrivare entro il 2024 a controllare altri 3 aeroporti da remoto. Ne palriamo con Paolo Simioni, a.d. di Enav. Insieme a lui commentiamo anche la ripresa del traffico aereo. Il default della Russia bloccato dal giudice dei derivatiIl Comitato di Determinazione dei Derivati di Credito dell'EMEA ha deciso lo scorso venerdì 10 giugno di bloccare la procedura di default alla luce delle grandi incertezze giuridiche create dalle sanzioni del governo americano. La Russia, dichiarata infatti insolvente per il mancato pagamento di interessi su un eurobond a 10 anni da 2 miliardi scaduto il 4 aprile. Il governo russo avrebbe onorato la scadenza, ma l'embargo finanziario americano ha bloccato al Cremlino ogni canale di pagamento agli investitori: di qui, martedì scorso, la dichiarazione formale di default da parte del Comitato EMEA per la determinazione dei derivati di credito, l autorità di mercato competente in materia. Ce lo racconta Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.itForum Pa, assumere 1,3 milioni di dipendenti in 6 anniI dipendenti pubblici italiani sono fermi a 3,2 milioni (a fronte di oltre 3 milioni di pensionati), lontani dai 5,7 milioni della Francia, 5,3 milioni del Regno Unito e 5 milioni della Germania. Hanno un'età media di 50 anni e competenze spesso disallineate dalle esigenze. E' la fotografia della ricerca Forum Pa. Per raggiungere l'obiettivo di "4 milioni di dipendenti con un'età media di 44 anni e competenze adeguate" fissato entro il 2028 dal ministro Renato Brunetta, considerando anche i previsti 500mila pensionamenti, entro 6 anni bisognerebbe assumerne quasi 1,3 milioni - circa 200 mila ogni anno - con un'età media di 28 anni. Ospite Carlo Mochi Sismondi, presidente di Forum P.A.

Focus economia
Lo spread BTp-Bund vola oltre i 200 punti: ecco i quattro motivi della tempesta

Focus economia

Play Episode Listen Later Jun 6, 2022


Oggi i tassi dei nostri titoli di Stato decennali sono arrivati fino al 3,5%, ai massimi da ottobre 2018, con il differenziale rispetto ai titoli di Stato tedeschi lievitato fino a 218 punti base (record dal maggio 2020). Ci sono quattro motivi che spiegano l'impennata dei rendimenti e dello spread tra BTp e Bund: gli imminenti rialzi dei tassi da parte della Bce;l avvicinarsi delle elezioni nel 2023, che iniziano a creare incertezza sul mercato; la frenata dell economia; il fatto che i BTp sono gli unici titoli di Stato del Sud Europa ad avere un mercato dei futures efficiente. Quattro ragioni, che sono destinate a pesare sulle quotazioni del debito italiano. Ne parliamo con Morya Longo, il Sole 24 Ore. Engie investe in Sicilia per le rinnovabili Proseguono i progetti di diversificazione dell'approvvigionamento energetico. Engie, nello specifico, ha ottenuto un prestito da 105 milioni di euro, su base non-recourse, da un pool di finanziatori composto da Cassa Depositi e Prestiti, Bnp Paribas e Société Générale, per realizzare un impianto eolico e due impianti agro-fotovoltaici in Sicilia. Illustra il progetto,Stefano Scazzola, Head of Renewable Energies Development di Engie Italia. Sempre più probabile una crisi alimentare globale I prezzi dei beni alimentari volano e la prospettiva di una crisi alimentare mondiale innescata dalla guerra in Ucraina diventa sempre più concreta. Nelle scorse ore, secondo il New York Times, gli Stati Uniti hanno diffuso un cable diplomatico secondo cui tre cargo russi sospettati di trasportare il grano rubato sarebbero in navigazione verso l'Africa mettendo in guardia 14 Paesi, soprattuto africani, di non acquistare il carico. L'allarme lanciato da Washington rinforza le accuse del governo ucraino secondo cui Mosca ha rubato sino a 500 mila tonnellate del suo grano, per un valore di 100 milioni di dollari, trasferendolo nei porti in Crimea e poi caricandolo sulle navi. Facciamo il punto con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it.

Focus economia
Gioia Tauro potrebbe essere una delle soluzioni al gas russo

Focus economia

Play Episode Listen Later May 24, 2022


Secondo i dati dell'Ufficio studi di Confcommercio dal 1996 al 2019 il Pil del Nord ha fatto registrare una crescita di oltre il 20 per cento, mentre il Sud si è fermato al 3,3. In questo contesto gli investimenti del PNRR assumono un'importanza fondamentale per evitare che il Paese continui a viaggiare con due velocità molto diverse. Per cercare di ridurre le distanze c'è anche un progetto che è rimasto fermo per 10 anni e che oggi potrebbe tornare in campo a causa dell'emergenza energetica. Si tratta del rigassificatore a Gioia Tauro che, se approvato, in meno di 4 anni, potrebbe essere in grado di processare 12 miliardi (anche 16) di metri cubi di gas naturale liquefatto (Gnl) al giorno. Un terzo di quello importato dalla Russia. Ne parliamo con Roberto Occhiuto, presidente Regione Calabria. Balneari, mediazione governo: con contenziosi gare fino al 2024 I gruppi del Senato stanno prendendo in esame la proposta del governo per modificare la norma sui balneari. Il testo, firmato dal viceministro di Forza Italia, Gilberto Pichetto Fratin, a nome del governo, prevede: l'avvio delle gare per assegnare le concessioni balneari entro il 31 dicembre 2023, ma con possibilità per i Comuni di rinviare le procedure al massimo al 31 dicembre 2024 per "difficoltà oggettive" o "la presenza di un contenzioso". Va ricordato che il presidente del Consiglio Mario Draghi ha scritto una lettera alla presidente del Senato, Elisabetta Casellati, in cui ha chiesto che il disegno di legge per la concorrenza venga approvato entro maggio. La conferma quindi che, in assenza di accordo sulle concessioni balneari, il fatidico articolo 2, il governo porrà la questione di fiducia. Con la fiducia salterebbero le riformulazioni concordate da governo e maggioranza su una decina di altri articoli, compresi i servizi locali e l'idroelettrico. Approfondiamo l'argomento con Carmine Fotina de Il Sole 24 ore. Stangata in arrivo L'Europa potrebbe vedere unaumento delle bollette energetichedi oltre il 3% del prodotto interno lordo (PIL) fino al 2024. Lo hanno scritto lunedì gli analisti di Citigroup in una nota pubblicata da Bloomberg. Le bollette di gas ed elettricità in Europa potrebbero salire al 4,5% del reddito disponibile delle famiglienel 2023, dal 3,5% nel 2021. Le bollette potrebbero salire ulteriormente al 4,8% del reddito disponibile delle famiglie nel 2024. Le bollette in Europa sono in aumento dall'autunno del 2021, quando la carenza di gas naturale ha portato a un aumento dei prezzi del gas e dell'elettricità. L'invasione russa dell'Ucraina ha ulteriormente messo a dura prova il reddito delle famiglie poiché le bollette sono aumentate con i prezzi alle stelle delle materie prime. Ci spiega cosa sta succedendo Alessandro Plateroti di Notizie.it. Corsa a due per Ita Airways Corsa a due per la privatizzazione di Ita Airways. Ieri sera (scadenza a mezzanotte per le offerte vincolanti) sarebbero arrivate sul tavolo del ministero le offerte di Msc insieme a Lufthansa e del fondo Certares. Fuori dai giochi Indigo Partners. Le due società (Msc-Lufthansa) avevano anticipato tutti presentando una manifestazione di interesse lo scorso gennaio e chiedendo anche un periodo di esclusiva di 90 giorni. La cifra che circolava al tempo si aggirava tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro per una quota di maggioranza della nuova compagnia di bandiera. Certares mette sul piatto una partnership, ma solo commerciale e senza una partecipazione nel capitale, con Air France-Klm e Delta Airlines. Il tesoro vuole chiudere l'operazione entro i primi di giugno. Approfondiamo la notizia con Gianni Dragoni de Il Sole 24 Ore.

Non Stop News
Non Stop News: le sanzioni contro Mosca e il weekend sportivo

Non Stop News

Play Episode Listen Later May 8, 2022 56:31


Nuova puntata di Non Stop News su RTL 102.5. La rassegna stampa, come ogni mattina, è con Davide Giacalone. Più avanti, le epatiti sospette con la neonatologa Antonietta Auriemma, la Formula 1 con Carlo Vanzini di Sky Sport F1, gli Internazionali BNL d'Italia con il nostro Paolo Pacchioni, le sanzioni contro la Russia con il giornalista Alessandro Plateroti e le anticipazioni di Non è l'Arena con Massimo Giletti. Non Stop News è con Barbara Sala, Luigi Santarelli e Stefania Iodice

Focus economia
I fondi stanziati dal governo sono a rischio?

Focus economia

Play Episode Listen Later May 4, 2022


Lo scorso lunedì il governo ha approvato un decreto legge dal valore pari a 14 miliardi di euro. Di questi fondi, circa 6 miliardi, provengono dalla tassazione degli extraprofitti delle aziende energetiche che sale dal 10% al 25%. Già quando era stata annunciata la prima parte della tassazione, le aziende interessate avevano minacciato ricorsi, che puntualmente stanno arrivando. Facciamo il punto con Gianni Trovati, del Sole 24 Ore Von der Leyen annuncia lo stop Ue al petrolio russo entro 6 mesi La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato il sesto pacchetto di sanzioni economiche contro la Russia sulla scia dell'invasione dell'Ucraina rispecchia le attese dei giorni scorsi. L'aspetto più interessante riguarda l'embargo al petrolio russo da attuare in sei mesi. Ne parliamo con Adriana Cerretelli La Cina potrebbe cambiare rotta nei confronti della Russia. E la Germania apre al ritiro delle sanzioni Le quattro principali banche cinesi (Bank of China, ICBC, New Development Bank, Asian Infrastructure Investment Bank), come certifica l'osservatorio della School of management di Yale, hanno ridotto l'accesso russo ai mercati dei capitali finanziari. Sempre in questi giorni UnionPay, la rete di servizi finanziari diretta dalla Banca centrale di Pechino, dopo attenta valutazione ha lasciato cadere la richiesta di aumentare la sua presenza sul mercato russo, per evitare il rischio di incorrere in «sanzioni secondarie» occidentali. Pechino finora ha avuto un approccio piuttosto compiacente nei confronti della Russia e questa misura potrebbe essere il preludio di un'inversione di rotta. Ce lo spiega Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it

Focus economia
Le sanzioni alla Russia sono efficaci?

Focus economia

Play Episode Listen Later Apr 19, 2022


Per la Russia sopportare l'economia di guerra e le sanzioni occidentali contemporaneamente non è sostenibile nel lungo periodo. Lo ha detto ieri la governatrice della banca centrale russa, Elvira Nabiullina, che in un discorso di fronte alla Duma, la camera bassa del parlamento. A distanza di poche ore, però, il presidente russo Vladimir Putin ha smentito la governatrice sostenendo che il «blitz economico» dell'occidente contro la Russia «è fallito». Qual è la vera condizione dell'economia russa? Le sanzioni stanno funzionando o Putin potrà continuare a finanziare l'invasione dell'Ucraina? Ne parliamo con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it ed editorialista de Il Sole 24 Ore. Impennata del Mais e delle altre materie Balzano le quotazioni di tutti i prodotti agricoli di base dal grano al riso, dalla soia al mais che raggiunge il record del decennio per le difficoltà dei raccolti nei principali Paesi produttori e degli effetti del conflitto tra Ucraina a Russia con il blocco delle spedizioni dal Mar Nero. E' quanto emerge dall'analisi della Coldiretti al Chicago Board of trade dove il mais ha superato gli 8 dollari per bushel (27,2 chili) ma quotazioni sono aumentate per tutti i principali componenti dell'alimentazione umana come il riso e il grano e animale come la soia e il mais. Approfondiamo l'argomento insieme a Lorenzo Bazzana, responsabile economico Coldiretti.

Focus economia
Il Governo punta sulle rinnovabili ma l'eolico rimane bloccato

Focus economia

Play Episode Listen Later Apr 14, 2022


Secondo Il rapporto Regions del centro studi Elemens con Public Affairs Advisors, uscito lo scorso marzo per quanto riguarda l'eolico è ancora allo stadio di autorizzazione il 57,5% dei progetti proposti nel 2018, il 79,3% dei progetti presentati nel 2019, il 90% dei progetti presentati nel 2020 e il 99,9% dei progetti presentati nel 2021. Il tempo medio di anticamera è di 5,4 anni. Ne parliamo con Simone Togni, presidente Anev. Da Twitter allo Spazio, Elon Musk scatenato Elon Musk rompe gli indugi e punta al 100% di Twitter per ritirarla dal listino di Borsa. Dopo l'acquisto di oltre il 9%, il patron di Tesla, secondo quanto riferisce la Cnbc, offre 54,20 dollari per azione, per quasi 43 miliardi di dollari totali. L'uomo più ricco del mondo afferma di aver fatto la sua offerta "migliore e definitiva" e che la società ha un "potenziale straordinario" che lui vorrebbe sbloccare, in base a quanto si legge in un file inviato alla Securities and Exchange Commission (Sec). Il prezzo messo sul piatto, 54,20 dollari per azione, "rappresenta un premio del 54% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni ordinarie il 28 gennaio 2022, il giorno di negoziazione prima che Musk iniziasse a investire in Twitter" precisa il documento alla Sec. Ne parliamo con Alessandro Plateroti. Nessuna sorpresa dalla Bce. La Lagarde farà ancora l'equilibrista Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha lasciato i tassi di interesse invariati e mantenuto l'opzionalità di un rialzo "un po' dopo" lo stop del Qe. La guerra in Ucraina zavorra la fiducia e le turbative nell'interscambio determinano nuove carenze di materiali e input. L'euro vira al ribasso sul dollaro e il rendimento del Btp 10 anni scende. Donato Masciandaro, docente politiche monetarie università Bocconi, editorialista Sole 24 Ore.

Focus economia
Quando il vero sblocco delle rinnovabili?

Focus economia

Play Episode Listen Later Apr 5, 2022


La crisi energetica, acuita dalla guerra in Ucraina, pone l'Italia di fronte a un problema strategico: come assicurarsi l'indipendenza dal gas russo e accelerare sulla transizione verde. Un'esigenza che è in contrasto con il rallentamento nello sviluppo delle rinnovabili degli ultimi anni, dovuto in parte alla riduzione degli incentivi ma soprattutto alla burocrazia. Ne parliamo con Agostino Re Rebaudengo, presidente di Elettricità Futura. Le oscillazioni delle materie prime Con lo scoppio della guerra c'è stata una iniziale impennata dei prezzi di alcune materie prime che hanno mandato in crisi numerose filiere produttive. A quasi 6 settimane dall'inizio del conflitto invece se si guardano gli indici si vedono che molte delle materie prime protagoniste di grossi rialzi hanno visto abbassarsi di molto il prezzo nell'ultimo mese. Facciamo il punto con Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it. Scenari del dopo guerra: dai mercati all'inflazione La guerra ha inferto una seria ferita alla globalizzazione ben più grave di quella, del tutto temporanea, della pandemia e accelerato i fenomeni di stagflazione. Ma i mercati finanziari hanno mostrato un'inattesa freddezza che per certi versi stupisce. Approfondiamo il tema con Andrea Delitala, Head of Euro Multi Asset di Pictet Asset Management.

Focus economia
La Pac in tempi di guerra

Focus economia

Play Episode Listen Later Mar 28, 2022


Prima parte di Focus Economia dedicata al settore agricolo in questo momento di crisi e sulle risposte che l'Unione europea può dare. Oggi a Roma si è tenuto il convegno organizzato da EUNews dal titolo: LA NUOVA PAC: QUALE FUTURO PER L'AGROALIMENTARE EUROPEO. Dietro la notizia: G7, "inaccettabile" il pagamento del gas russo in rubli Il presidente di turno del G7, il ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck in una dichiarazione resa nota da Berlino, ha dichiarato che tutti i ministri hanno convenuto che il pagamento in rubli del gas russo è una chiara violazione unilaterale dei contratti esistenti e che non è accettabile. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha risposto che la Russia non distribuirà gratis il proprio gas, "non faremo beneficenza", senza chiarire però se accetterà o no altre valute. Rischio allargamento povertà I rincari dell'energia e dei beni alimentari rischiano di allargare l'area della povertà e del disagio economico. Secondo il progetto di ricerca Monitor Fase 3, frutto della collaborazione tra Area Studi Legacoop e Prometeia, le due voci pesano per un quarto sul totale della spesa delle famiglie (4,3% per l'energia, 20% per alimentari) e penalizzano in modo particolare i nuclei a basso reddito. In quest'ultime, infatti, la quota percentuale di spesa per energia ed alimentari è maggiore rispetto a quelle con reddito più alto. Ospiti: Paolo De Castro, eurodeputato Pd, presidente delle Commissioni, agricoltura e sviluppo rurale, bilanci, commercio internazionale, Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it ed editorialista del Sole 24 Ore, Mauro Lusetti, presidente di Legacoop.

Focus economia
Le ricadute dei costi materie prime sul settore del cemento

Focus economia

Play Episode Listen Later Mar 21, 2022


Elettricità, combustibili, quote di emissione: continua senza freni il rally dei costi energetici da cui dipende la competitività del settore cemento, con livelli record in Europa e a livello globale. Il recente rincaro dei costi dell'energia ha, infatti, un impatto diretto sulla competitività dell'industria italiana del cemento che impiega in Italia circa 32mila addetti e che rappresenta l'architrave del mondo delle costruzioni, centrale per il rilancio e la ripartenza del Paese. Dietro la notizia I missili russi sull'Ucraina e l'inflazione galoppante hanno fatto rivedere tutte le stime di crescita. Ma c'è già chi parla di recessione, osservando degli indici di rischio che in passato hanno anticipato tutte le crisi. Uno tra tutti, la curva dei rendimenti Usa che sta per invertirsi. I rendimenti dei titoli di Stato a breve termine (a 2 anni) stanno per raggiungere i tassi dei titoli a lungo termine (a 10 anni). Dagli anni '60 a oggi tutte le recessioni sono state anticipate da questo fenomeno, noto come «inversione della curva dei tassi». L'Europa, la più esposta agli effetti della guerra, rischia la recessione tecnica ma il 2022 dovrebbe chiudersi ancora in positivo Le misure del governo contro il caro energia I presidenti Francesco Buzzella (Confindustria Lombardia), Enrico Carraro (Confindustria Veneto) Pietro Ferrari (Confindustria Emilia-Romagna), Marco Gay (Confindustria Piemonte) a seguito delle misure approvate dal CdM per arginare il caro energia, esprimono profonda "insoddisfazione e preoccupazione". Pur nella consapevolezza che l'intero sistema industriale italiano è a "rischio paralisi tra aumenti delle materie prime, difficoltà di approvvigionamento delle forniture e costo dell'energia, nel decreto manca la determinazione di cui c'è assoluto bisogno in periodi eccezionali come quelli che stiamo vivendo", proseguono. OSPITI: Roberto Callieri, Presidente di Federbeton Confindustria, Alessandro Plateroti, direttore di Notizie.it, Enrico Carraro, presidente di Confindustria Veneto.

Focus economia
La povertà in Italia nel 2021

Focus economia

Play Episode Listen Later Mar 8, 2022


Nel 2021 le famiglie in povertà assoluta in Italia sono il 7,5%, lieve calo rispetto al 7,7% nel 2020. Lo rileva l'Istat spiegando che gli individui in povertà assoluta sono circa 5,6 milioni (9,4% del totale, come lo scorso anno. "Senza la crescita dei prezzi al consumo registrata nel 2021 (+1,9%) - sottolinea l'Istituto - l'incidenza di povertà assoluta sarebbe stata al 7,0% a livello familiare e all'8,8% a livello individuale, in lieve calo, quindi, rispetto al 2020". L'incidenza di povertà assoluta, spiega l'Istat, è sostanzialmente stabile tra le famiglie con persona di riferimento occupata, da 7,3% del 2020 a 7,0% (quasi 922mila famiglie in totale), a sintesi di un miglioramento per questo tipo di famiglie al Nord (da 7,9% a 6,9%) e una sostanziale stabilità nel Mezzogiorno (dal 7,6% all'8,2%). In ulteriore difficoltà le famiglie con persona di riferimento cerca di occupazione (da 19,7% del 2020 a 22,6%). Dietro la notizia Con questi prezzi dell'energia, a oggi conviene tornare alle bombole del gas, invece che continuare a tenere il tradizionale contratto di fornitura. Il salto indietro è di trent'anni.Oggi il gas ha toccato 204 euro al megawatt h (-10%), aveva aperto in rialzo ad Amsterdam del 21,04% a 275 euro.Ieri aveva segnato il massimo storico di 300 euro al Mwh(+54%). E alla luce delle incertezze dovute alla guerra in Ucraina continua a salire il prezzo dell'oro mentre il rally interessa quasi tutte le materie prime, in testa il nichel che ha registrato un aumento record del 66% a 487.078 dollari la tonnellata. Il lingotto con consegna immediata guadagna un altro 0,9% a 2.013 dollari l'oncia. Nell'ultimo mese le quotazioni, sottolinea Bloomberg sono cresciute del 4%. Crescono anche argento e ferro. La strategia energetica europea L'Europa cerca di rendersi indipendente dalle forniture energetiche della Russia. E' questo l'obiettivo del Consiglio europeo informale di Versailles in programma per il 10-11 marzo e del programma Repower Eu lanciato oggi dalla Commissione europea.Erano circolate voci su un eventuale lancio di "eurobond" su vasta scala per finanziare le spese dell'energia e della difesa, sulla scia di quanto era stato fatto con il piano Next Generation Eu. Ma sono state smentite dal vice presidente della Commissione europea Frans Timmermans. L'indiscrezione su possibili Eurobond in cantiere aveva acceso le borse in giornata. Ospiti: Massimo Baldini, docente di Scienza delle Finanze presso l'Università di Modena e Reggio Emilia, Alessandro Plateroti, Adriana Cerretelli, editorialista del Sole 24 Ore.

Focus economia
Cara tavola quanto mi costi…

Focus economia

Play Episode Listen Later Mar 7, 2022


Nuovo record per il prezzo del grano che tocca i 430 euro la tonnellata alla Borsa di Parigi con un +9% rispetto a venerdì. A Chicago il mais guadagna il 2,63% a 773 dollari allo staio (bushel) e il frumento il 6,77% a 1.294 dollari allo staio. Dietro la Notizia Con questi prezzi dell'energia, a oggi conviene tornare alle bombole del gas, invece che continuare a tenere il tradizionale contratto di fornitura. Il salto indietro è di trent'anni. Oggi il gas ha toccato il massimo storico di 300 euro al Mwh (+54%). Anche il petrolio ha corso, dopo le ipotesi sempre più insistenti da parte degli Stati Uniti di sospendere le importazioni di petrolio russo.Ma oggi sono in forte rialzo anche i metalli: l'oro, bene rifugio per eccellenza, ha superato la soglia psicologica dei 2000 dollari l'oncia, per poi tornare lievemente sotto a 1980 dollari. In tensione anche il palladio che sale del 10% e si avvicina ai 3.300 dollari l'oncia. Sfiora il +4%, invece, l'alluminio a oltre i 4mila dollari la tonnellata. Ma è sempre il Nichel a segnare la corsa maggiore (+25%) che con i futures sui contratti da 1.500 chili balza a quasi 38mila dollari. Tra gli altri, il rame cresce marginalmente dello 0,89% (10.700 dollari per il contratto da 25mila libbre). Barriere anche in campo alimentare L'Ungheria ha notificato alla Commissione europea un decreto che dà allo Stato il diritto di prelazione e acquisto in caso di esportazione di materie prime cerealicole "di importanza strategica". Una misura che rischia di rallentare il mercato interno visto che, come si legge nella comunicazione inviata a Bruxelles, "l'esportazione di cereali dall'Ungheria deve essere preventivamente notificata" alle autorità pubbliche che ne valuteranno la compatibilità con le esigenze di approvvigionamento del mercato interno dei mangimi e dei prodotti alimentari. Se lo riterranno necessario, le autorità nazionali potranno esercitare "il diritto di prelazione o acquisto". Ospiti: Francesco Mutti, amministratore delegato di Mutti SpA e presidente di Centromarca, Alessandro Plateroti, Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia.

Focus economia
Come si sta riprendendo il mercato del lavoro

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 21, 2021


L'occupazione cresce nel terzo trimestre e segna un aumento di 121mila unità sul secondo trimestre e di 505mila unità sul terzo trimestre 2020: è quanto emerge dalla Nota trimestrale sull'andamento dell'occupazione che contiene i dati del Ministero del Lavoro, dell'Istat, dell'Inps, dell'Inail e dell'Anpal secondo la quale le unità di lavoro equivalenti a tempo pieno dai dati di contabilità nazionale Istat sono 334mila in più su base congiunturale e 845mila in più su base tendenziale. Gli occupati secondo la rilevazione Istat sulle Forze di lavoro (Rfl) sono 22.919.000 (23.280.000 le unità di lavoro equivalenti a tempo pieno). mentre i disoccupati sono 2.325.000 in calo di 134mila unità sul trimestre precedente e di 308mila unità sul terzo trimestre del 2020. Dietro la notizia La Banca centrale cinese (Pboc) ha tagliato per la prima volta in 20 mesi il Loan prime rate (Lpr), tra i tassi preferenziali offerti dalle banche commerciali alla clientela migliore e un riferimento per i tassi applicati agli altri prestiti: l'Lpr a un anno, si legge in una nota, passa dal 3,85% al 3,80%, mentre quello a 5 anni resta invariato al 4,65%. La misura, in uno scenario più incerto per l'economia cinese, punta ad aumentare la liquidità del sistema bancario per i finanziamenti alle imprese. Pesano, in particolare, i lockdown legati ai vari focolai di Covid-19 e la crisi del settore immobiliare, a partire da Evergrande. Cosa c'è dietro questa scelta controcorrente rispetto a quelle delle altre banche centrali? Non sembra più una questione di stimolo alla crescita, ma una misura necessaria per assicurare la stabilità del sistema finanziario. Le prospettive economiche al 2024 Pubblicato il Rapporto di Previsione dicembre 2021 di Prometeia con orizzonte temporale al 2024. Ospiti: Emmanuele Massagli, presidente Adapt, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore, Stefania Tomasini, partner e responsabile Analisi e Previsioni Economiche di Prometeia

Focus economia
Come si sta riprendendo il mercato del lavoro

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 20, 2021


L'occupazione cresce nel terzo trimestre e segna un aumento di 121mila unità sul secondo trimestre e di 505mila unità sul terzo trimestre 2020: è quanto emerge dalla Nota trimestrale sull'andamento dell'occupazione che contiene i dati del Ministero del Lavoro, dell'Istat, dell'Inps, dell'Inail e dell'Anpal secondo la quale le unità di lavoro equivalenti a tempo pieno dai dati di contabilità nazionale Istat sono 334mila in più su base congiunturale e 845mila in più su base tendenziale. Gli occupati secondo la rilevazione Istat sulle Forze di lavoro (Rfl) sono 22.919.000 (23.280.000 le unità di lavoro equivalenti a tempo pieno). mentre i disoccupati sono 2.325.000 in calo di 134mila unità sul trimestre precedente e di 308mila unità sul terzo trimestre del 2020. Dietro la notizia La Banca centrale cinese (Pboc) ha tagliato per la prima volta in 20 mesi il Loan prime rate (Lpr), tra i tassi preferenziali offerti dalle banche commerciali alla clientela migliore e un riferimento per i tassi applicati agli altri prestiti: l'Lpr a un anno, si legge in una nota, passa dal 3,85% al 3,80%, mentre quello a 5 anni resta invariato al 4,65%. La misura, in uno scenario più incerto per l'economia cinese, punta ad aumentare la liquidità del sistema bancario per i finanziamenti alle imprese. Pesano, in particolare, i lockdown legati ai vari focolai di Covid-19 e la crisi del settore immobiliare, a partire da Evergrande.Cosa c'è dietro questa scelta controcorrente rispetto a quelle delle altre banche centrali? Non sembra più una questione di stimolo alla crescita, ma una misura necessaria per assicurare la stabilità del sistema finanziario. Le prospettive economiche al 2024 Pubblicato il Rapporto di Previsione dicembre 2021 di Prometeia con orizzonte temporale al 2024. Ospiti: Emmanuele Massagli, presidente Adapt, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore, Stefania Tomasini, partner e responsabile Analisi e Previsioni Economiche di Prometeia

Focus economia
La maratona di Fondazione Telethon

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 13, 2021


Dal 12 al 19 dicembre è tornata la Maratona della Fondazione Telethon sulle reti Rai: sara' una settimana all'insegna della solidarieta' con tanti appuntamenti per sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. E torneranno in oltre 3.000 piazze in tutta Italia i Cuori di cioccolato, distribuiti il 12, 18 e 19 dicembre dai volontari di Fondazione Telethon, Uildm, Avis, Anffas, Unpli, Azione Cattolica e altre associazioni.L'edizione 2020 della storica maratona sulle reti Rai ha permesso di raccogliere 46 milioni e 218.821 euro destinati al finanziamento della ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. L'obiettivo di quest'anno è di 50 milioni. Dietro la notizia Settimana chiave per i mercati: nonostante le paure per il rialzo dei tassi, le borse continuano a salire. In settimana si riuniscono le banche centrali di Stati Uniti, Regno Unito e la Bce. Ci sono poi rumors su un maxi stimolo straordinario della Banca centrale cinese. Il ruolo delle banche nella ripresa Dal 13 al 17 dicembre al Palazzo del Ghiaccio di Milano si tiene il 126° Consiglio nazionale e la 11a Conferenza d'organizzazione della Fabi, la Federazione autonoma bancari italiani. «You ll never walk alone» è il titolo del doppio appuntamento. Occupazione, aggregazioni, Europa digitale e smart working sono i temi al centro dei lavori e dei dibattitti a cui parteciperanno gli amministratori delegati dei principali gruppi bancari italiani. L'indagine sulla qualità della vita del Sole 24 Ore La 32ª edizione dell'indagine sulla Qualità della vita nelle province italiane, pubblicata oggi dal Sole 24 Ore, premia Trieste, già salita negli ultimi due anni al quinto posto della graduatoria annuale; sul podio inoltre torna Milano, dopo la scivolata fuori dalla top ten nel 2020 per effetto del Covid, e Trento resta solida al terzo posto. Nello specifico l'indagine scatta una fotografia del Paese attraverso 90 indicatori statistici su base provinciale divisi in sei ambiti: ricchezza e consumi, affari e lavoro, demografia società e salute, ambiente e servizi, cultura e tempo libero. Ospiti: Francesca Pasinelli, direttore generale di Fondazione Telethon, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore, Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi, Michela Finizio, Il Sole 24 Ore

Focus economia
La società italiana post Covid

Focus economia

Play Episode Listen Later Dec 6, 2021


C'è un'onda di irrazionalità che si propaga nella società. Che animata da superstizioni premoderne e speculazioni complottiste afferma che il covid non esiste o che la Terra è piatta. E' una componente minoritaria ma non irrilevante della società, che non è solo nei movimenti di protesta che hanno infiammato le piazze no vax, ma che conquista i vertici dei trending topic sui social e scala le classifiche di vendita dei libri. A mettere a fuoco il fenomeno è il 55esimo Rapporto del Censis, che analizzando la situazione sociale del paese delinea un'Italia in cui si assiste ad un boom della povertà, in cui la pandemia ha accentuato la vulnerabilità mettendo alla prova soprattutto giovani e donne, che guarda con inquietudine al futuro e che malgrado il rimbalzo del Pil non crede che torneremo più al benessere del passato. Dietro la Notizia La Russia potrebbe pianificare di invadere l'Ucraina all'inizio del 2022, sostengono fonti dell'amministrazione Biden, aggiungendo che metà delle unità militari che sarebbero coinvolte in una tale offensiva sono già arrivate vicino al confine ucraino nell'ultimo mese. Secondo alcune informazioni statunitensi, la Russia si sarebbe preparata a schierare un battaglione di 100 gruppi tattici, per un totale stimato di 175.000 militari in varie posizioni strategiche lungo il confine con l'Ucraina. Un contingente sostenuto da 100.000 riservisti.La decisione degli Stati Uniti di condividere le proprie notizie di intelligence con gli alleati europei e di lanciare avvertimenti pubblici sul rischio di un'invasione russa in Ucraina nasce dalla speranza di Washington di evidenziare i costi di qualsiasi aggressione russa, anche attraverso l imposizione di sanzioni. A questo proposito, spiega il Financial Times, i dettagli delle misure minacciate e di altre contromisure sarebbero ancora in discussione. Ma nei giorni scorsi sono trapelate alcune opzioni sul piatto: esclusione della Russia dal sistema Swift, dure misure relative al debito sovrano russo, sanzioni contro il gasdotto Nordstream 2, il progetto russo-tedesco a lungo osteggiato dagli Usa e non ancora in funzione. Che impatto possono avere queste tensioni sul mercato dell'energia? Crisi dell'auto Settore dell'auto sotto i riflettori tra carenza di chip, rincaro delle materie prime, disorientamento dei consumatori che preferiscono rimandare l'acquisto della vettura, apparente immobilità del governo in tema di incentivi e sostegni alla riconversione produttiva, e preoccupazione dei concessionari per il nuovo corso penalizzante dei rapporti con le Case di riferimento. Insomma, una situazione che sta per portare le immatricolazioni in Italia del 2021 a poco meno di 1,5 milioni di unità, livello da allarme rosso fuoco. Bain & Company ha presentato uno studio che analizza due temi in particolare: la crisi dei chip e il caro materie prime. Ospiti: Massimiliano Valerii, direttore generale del Censis, Alessandro Plateroti, editorialista Sole 24 Ore, Paolo Bricco, Sole 24 Ore.

Focus economia
L'inflazione che continua ad aumentare in Europa

Focus economia

Play Episode Listen Later Nov 29, 2021


In Germania l'indice dell'inflazione, armonizzato agli standard Ue, è balzato al 6% a novembre su base annua dal 4,6% di ottobre. È la stima preliminare e supera la previsione media di un +5,5%. Su base mensile si registra un rallentamento a +0,3% da +0,5% del mese prima, ma gli economisti puntavano su un -0,2%. L'indice nazionale dei prezzi al consumo registra un rialzo tendenziale del 5,2%, il maggior incremento dal 1992. Imprese che si rimboccano le maniche Ventive è una "start up che investe in startup" offrendo la possibilità di far crescere l'impresa con investimenti in microtagli. Fornisce servizi di consulenza per preparare gli startupper e poi li accompagna verso l'investimento. Li aiuta nel tradurre la propria idea in un accurato business plan, in un pitch efficace, in una valuation attendibile e in un investment plan concreto. Dietro la notizia Telecom Italia: il nuovo fronte si sposta in Brasile. Nel piano che Kkr ha presentato finora non si fa più menzione del Brasile. Kkr ha escluso il Brasile dal perimetro del gruppo che vuole tenere, l'ultimo pezzo pregiato straniero potrebbe saltare.L'Italia continua ad attrarre investimenti esteriÈ stato presentato oggi il rapporto AIBE-CENSIS 2021 realizzato per intercettare le percezioni e le opinioni degli investitori esteri nel corso dell'evoluzione del contesto economico, politico e sociale del Paese a seguito della pandemia e sondare il grado di attrattività e le prospettive di ripresa nei prossimi mesi.La rilevazione è stata condotta dal 20 ottobre al 10 novembre presso un panel internazionale di società finanziarie, fondi di investimento e imprese multinazionali. Ospiti: Franco BRUNI, docente economia monetaria internazionale università Bocconi, vice presidente ISPI, Carolina Grassi, socia e manager di Ventive, Alessandro Plateroti, editorialista Sole 24 Ore, Guido Rosa, Presidente AIBE (Associazione Italiana Banche Estere)

Focus economia
Governo al lavoro sul dopo quota 100

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 26, 2021


Non c'è ancora soluzione al rebus della manovra: manca il punto di caduta sul dopo Quota 100, manca uno schema definito per il taglio delle tasse, si discute sulle modifiche da apportare a reddito di cittadinanza e superbonus. Oggi il presidente del Consiglio Mario Draghi incontrerà i sindacati, che da giorni chiedono di essere convocati per affrontare non solo il nodo delle pensioni ma anche la destinazione degli 8 miliardi per il calo delle tasse, su cui ancora litigano anche i partiti. Imprese che si rimboccano le maniche Il caso di oggi è Lirecento, una startup specializzata nella vendita online e attraverso negozi monomarca di pantaloni da uomo Made in Italy e di qualità sartoriale attraverso il modello di business direct to consumer, che assicura un prezzo accessibile per un prodotto di altissima qualità. Dietro la notizia Ancora guai per Facebook. Una nuova talpa accusa il social di aver consentito il dilagare di odio e disinformazione per profitto. Mentre alcuni documenti consegnati alle autorità americane rivelano allarmi dei dipendenti ignorati e soprattutto la consapevolezza dell'azienda sull'ampia diffusione di contenuti pericolosi con l'obiettivo di polarizzare l'opinione pubblica prima e dopo le elezioni presidenziali del novembre 2020. Ospiti: Vincenzo Galasso, professore ordinario all'Università Bocconi, Carlo Battaglino, cofondatore di Lirecento, Alessandro Plateroti, editorialista Sole 24 Ore

Focus economia
I prezzi dell'energia continuano ad aumentare

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 18, 2021


Se dalla Russia non arriva abbastanza gas, dall'Opec+ non arriva abbastanza petrolio. È una scarsità di offerta sempre più evidente ad alimentare la corsa dei prezzi. Anche per il greggio, che continua ad aumentare di prezzo.Il Brent, che da inizio anno ha guadagnato oltre il 60%, oggi sfiora la soglia degli 86 dollari al barile, mentre il Wti si è spinto sopra 83 dollari, in rialzo per la nona settimana consecutiva. Un rally così prolungato non si verificava dal 2015. E forse non è un caso che le scorte petrolifere dei Paesi Ocse si siano ormai ridotte ai minimi proprio dal 2015. È un capovolgimento notevole rispetto all'anno scorso, quando la paralisi da pandemia faceva traboccare i serbatoi di stoccaggio, addirittura al punto da provocare un crollo sotto zero del valore del Wti. Dietro la notizia Dopo il Covid, nuove nuvole si stagliano sull'orizzonte internazionale: quelle della stagflazione. L'eventualità è stata evocata per la prima volta qualche mese fa dall'economista Nouriel Roubini, che aveva già previsto la crisi finanziaria del 2007-2009. Ciò che è più grave è che i mercati finanziari cominciano a temere un simile scenario, nonostante i governatori di numerose banche centrali continuino a sostenere che la crescita dei prezzi delle materie prime e degli altri beni sia solo temporanea. Speciale elezioni amministrative C'era tempo fino a oggi alle 15 per votare ai ballottaggi per eleggere i sindaci di 65 Comuni, inclusi 10 capoluoghi di provincia: Roma, Torino, Trieste, Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza. Coinvolti circa 5 milioni di italiani. Al primo turno al centrosinistra: Milano, Bologna e Napoli Ospiti: Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore, Elisabetta Fiorito, Radio24

Focus economia
I rincari delle materie prime arriveranno anche sugli scaffali?

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 11, 2021


La pandemia lascia in eredità, tra le altre cose, fiammate nei costi di produzione: tensioni sui prezzi delle materie prime e dell'energia, costi della logistica in aumento, fattori climatici.Gli aumenti delle bollette sono ormai certi (+29,8% l'elettricità, +14,4% il gas), ma a preoccupare sono anche i prezzi all'ingrosso dell'agroalimentare, spinti dal caro delle materie prime: +96% il prezzo del grano duro nazionale, che si è riversata sui prezzi all'ingrosso della semola, cresciuti del 90% rispetto a due anni fa; le quotazioni del grano tenero sono in crescita, tanto che il prezzo all'ingrosso della farina è in rialzo del 19% da prima della pandemia; le impennate degli oli vegetali stanno mantenendo elevati anche in Italia i prezzi all'ingrosso degli oli di semi (+69% su settembre 2019). Dietro la notizia A distanza di circa cinque anni dalla pubblicazione dei noti Panama Papers, quando fu trafugato il server dello studio panamense Mossak-Fonseca, è di questi giorni la pubblicazione di una nuova lista "smaschera evasori", i Pandora Papers. Una stima diffusa dall'Icij rileva che la cifra nascosta potrebbe aggirarsi fra i 5.600 e i 32mila miliardi di dollari. Il Fondo monetario internazionale ha dichiarato che il ricorso a paradisi fiscali costa ai governo l equivalente di 600 miliardi di dollari in tasse perse ogni anno. Nobel per l'economia Il Premio Nobel per l'economia 2021 è stato assegnato al canadese David Card, e agli statunitensi Joshua D. Angrist e Guido W. Imbens. Tutti i tre economisti insigniti del premio insegnano negli Stati Uniti, rispettivamente alla University of California (Card), Mit (Angrist) e Stanford (Imbens). Lo ha annunciato la Royal Swedisch Academy, spiegando che i vincitori «ci hanno fornito nuove informazioni sul mercato del lavoro e hanno mostrato quali conclusioni su causa ed effetto si possono trarre dagli esperimenti naturali. Il loro approccio si è diffuso in altri campi e ha rivoluzionato la ricerca empirica». Ospiti: Giorgio Santambrogio, Vicepresidente Federdistribuzione, Alessandro Plateroti editorialista Sole 24 Ore, Pietro Garibaldi, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Torino e Fellow del Collegio Carlo Alberto.

Focus economia
Focus economia - Speciale elezioni

Focus economia

Play Episode Listen Later Oct 4, 2021


Alle 15 si sono chiuse le urne nei 1192 Comuni al voto, per la regione Calabria e le elezioni suppletive per un seggio alla Camera a Siena e a Roma Primavalle. Sono sei i comuni capoluogo di Regione dove si elegge il nuovo sindaco: Roma, Milano, Napoli, Bologna, Torino, Trieste. Tredici i capoluoghi di provincia: Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese.Più di 12 milioni di italiani chiamati al voto tra ieri e oggi. Commentiamo insieme lo spoglio in diretta. I Pandora papers, una nuova inchiesta sui patrimoni nascosti Una mole di quasi 12 milioni di documenti analizzati, 600 giornalisti al lavoro in 117 paesi, almeno 300 politici coinvolti insieme a manager, banchieri, industriali e star. Sono i numeri dei Pandora Papers, la maxi-inchiesta giornalistica costruita con i dati in possesso del Consorzio Internazionale di Giornalisti Investigativi (Icij) e pubblicata il 3 ottobre su un network di 140 testate internazionali. Per 'Italia se ne è occupato il settimanale Espresso.L'inchiesta scoperchia una trama di ricchezze nascoste, meccanismi di evasione fiscale e riciclaggio che ruotava intorno a 14 società capaci di far sparire il denaro dei propri clienti in conti offshore. Ospiti: Alessio Maurizi, Radio24, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore

Focus economia
Mercato del lavoro, tra ripresa e politiche attive che non funzionano

Focus economia

Play Episode Listen Later Sep 20, 2021


Facciamo un punto sugli ultimi dati sul mercato del lavoro, cercando di capire come si dovrebbero adattare le politiche attive di cui tanto si discute. Il caso Evergrande fa tremare i mercati finanziari Evergrande affonda sulla prospettiva di default alla Borsa di Hong Kong, arrivando a cedere fino al 18% e scivolando ai nuovi minimi storici di 2,08 dollari di Hk, con una perdita del valore schizzata all'87% nell'ultimo anno. Ha chiuso la seduta odierna con un -10%. Il secondo sviluppatore immobiliare della Cina è alle prese col debito monstre di 305 miliardi di dollari: la scorsa settimana le banche creditrici hanno appreso dal governo cinese che la società mancherà ai suoi obblighi legati ai prestiti. I mercati non credono alle prospettive di salvezza di Evergrande e alla capacità di riuscire a far fronte al debito corporate. Un crollo della società metterebbe a repentaglio l'intera economia cinese trasferendo le scosse sismiche alla finanza globale che nei bond cinesi ha investito e creduto. Le novità sulla vertenza Gkn Tirano un sospiro di sollievo i 422 lavoratori dello stabilimento di Campi Bisenzio (Firenze) di Gkn, azienda britannica di componentistica per l'automotive. Il tribunale del lavoro ha infatti accolto il ricorso del sindacato della Fiom, partito dopo che Gkn aveva notificato ai suoi dipendenti la decisione di licenziarli via mail. Ospiti: Francesco Seghezzi, direttore fondazione ADAPT, centro studi su lavoro e occupazione fondato da Marco Biagi, Alessandro Plateroti, editorialista del Sole 24 Ore, Paolo Bricco, Il Sole 24 Ore